Subscribe to our Newsletter

DESTINATIONS

Le Guide su Paesi, Città e Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

GREAT JOURNEYS

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

WHEN TO GO?

Il Clima

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

Viaggio in Thailandia con i Bambini. Da Phi Phi Island a Samui e Koh Phangan. Parte III.

A View of Bottle Beach, Koh Phangan, Thailand

Quali sono i posti più belli della Thailandia? Quali sono in Thailandia le isole più spettacolari? E dove portare i bambini? Un viaggio alla scoperta della Thailandia in famiglia: terzo ed ultimo articolo dedicato alle spiagge più belle della Thailandia dove andare con i bambini. Da Phi Phi Island in barca a Krabi e da Krabi in aereo a Koh Samui. Le spiagge di Samui e Koh Phangan adatte alle famiglie con bambini, le escursioni da non perdere, i migliori resorts, il clima. I miei suggerimenti e tutte le informazioni che occorrono per organizzare, da solo e sul web, il tuo viaggio in Thailandia.

Ecco i links ai due precedenti articoli che descrivono il viaggio:

Al termine di questo post trovi inoltre info e consigli su come prenotare voli ed alberghi, sulla salute e sul periodo migliore per l’effettuazione del viaggio. 

Programma di Viaggio. Da Phi Phi Island a Koh Samui e Koh Phangan 

12° giorno: da Phi Phi Island a Koh Samui 

Devi prendere due barche, un aereo e due taxi per andare dall’albergo di Phi Phi Island all’hotel di Koh Samui, prossima tappa del tuo viaggio. 

Sembrerebbe una cosa complicata e stancante, in verità si passa gran parte del tempo sdraiati a prendere il sole. L’abbigliamento giusto per affrontare questo trasferimento sono le infradito ed il costume da bagno, indossato sotto maglietta e pantaloncini. 

Prima cosa da fare è raggiungere la baia di Tonsai da dove parte il traghetto per Krabi. 

  • Per arrivare a Tonsai dalle spiagge della costa orientale occorre una longtail. Ti suggerisco di organizzare il trasferimento il giorno precedente tramite l’albergo oppure, se sei a Laem Thong rivolgendoti direttamente ai pescatori, sono meno cari.  
  • E’ lo stesso tragitto che hai fatto quando sei arrivato, richiede meno di mezz’ora navigando veloci sopra acque trasparenti come cristallo, il tempo di spalmare ai bambini la crema solare e sei arrivato. 

C’è sempre confusione al molo di Tonsai, vero centro nevralgico di Phi Phi island. E’ circa a metà del pier che ci sono i banchetti per fare i biglietti del traghetto, di solito non occorre alcuna prenotazione, chiedi quale è il primo ferry in partenza per Krabi Klong Jilard e sali a bordo. 

  • Esistono due compagnie di navigazione che offrono almeno due partenze al giorno da Phi Phi Island verso Krabi, a te serve una barca che parta intorno alle 9 e non più tardi delle 10, in modo da arrivare all’aeroporto di Krabi in tempo per il volo su Samui.
  • Non appena a bordo cerca un angolo dove sistemare te, i bambini ed i bagagli, stendi il pareo sul ponte e sdraiati a prendere il sole.
  • Da Phi Phi Island Tonsai Bay occorre circa un’ora e mezza/due ore per raggiungere il terminal ferry di Klong Jilard a Krabi. 

Sbarcato a Klong Jilard sono necessari 10 minuti di cammino, tra pontile e corridoi per raggiungere il punto dove sostano i taxi. Il terminal è ben organizzato, sono disponibili delle toilettes e dei carrelli dove mettere i tuoi bagagli senza doverli trascinare sul pavimento. Da Klong Jilard all’aeroporto di Krabi calcola circa mezzora di taxi

  • L’aeroporto di Krabi è minuscolo, le formalità di check-in sono rapide, il volo lo prendi anche se arrivi solo un’ora prima della partenza dell’aereo. Se ti avanza tempo al piano superiore, dopo il check-in, c’è un bar ristorante self service dove acquistare un panino ed una bibita per te ed i tuoi bambini.
  • E’ un biturboelica ATR 72 della Bangkok Airways ad operare il volo giornaliero da Krabi a Koh Samui, di solito l’aereo è schedulato tra le tredici e le quattordici. Il tragitto è velocissimo, prima si sorvola la catena di colline che fa da spartiacque tra la costa occidentale ed orientale della penisola di Malacca, poi lo stretto braccio di mare che separa la costa orientale della Thailandia dall’isola di Samui, non più 45 minuti e sei già atterrato. 

All’aeroporto di Samui le cose funzionano esattamente come all’aeroporto di Krabi. Non sei libero di uscire sul piazzale e di contrattare un taxi od un tuk-tuk ma per raggiungere il tuo albergo sei costretto ad utilizzare uno dei taxi ufficiali dell’aeroporto. 

  • Le tariffe sono tutt’altro che economiche, almeno per gli standard thailandesi, variano in base alla tua destinazione e le trovi affisse in uno dei due chioschi situati fianco a fianco nell’Arrival Hall, dopo il recupero bagaglio.
  • Scegli il chiosco che più ti ispira, i costi non cambiano, prenota e paga il taxi, riceverai una ricevuta, a questo punto puoi uscire fuori dal terminal, mostrare la ricevuta e salire sul taxi.
  • Le spiagge di Chaweng o Lamai sono vicine all’aeroporto, in 20 minuti di taxi sei di fronte al tuo albergo. 

Dove scegliere l’albergo a Koh Samui? Sull’isola le spiagge non mancano e gli alberghi sono centinaia, fare una scelta oculata sembrerebbe lungo e complicato ma in verità le cose non stanno così. 

  • Il motivo è che tutte le spiagge settentrionali di Samui sono banali e puoi tranquillamente ignorarle. A Maenam, Bophut e Big Buddha Beach il mare è insignificante, privo di bei colori ed a tratti dall’aspetto melmoso. Non c’è alcun valido motivo per alloggiare da queste parti.
  • Meglio scegliere invece una delle due spiagge principali della costa orientale, Chaweng o Lamai, belle, di sabbia e con un mare più limpido e trasparente. In luglio ed agosto questo tratto di costa offre acque calme e tranquille, perfette per i tuoi bambini.
  • Oltre alla bellezza della spiaggia e del mare le spiagge di Chaweng e Lamai offrono anche un altro vantaggio. Qui trovi negozietti, bars e ristoranti, ossia c’è vita e gente in giro, ed in un viaggio dove soggiorni quasi sempre in posti isolati ed in mezzo alla natura un intermezzo un po’ più movimentato ci sta a meraviglia. 

Entro la metà del pomeriggio hai preso possesso della tua camera, il tempo di raccogliere la borsa con i giochi e scendere alla spiaggia, anche oggi i tuoi figli non mancheranno il bagno e potranno giocare con la sabbia. 

An Aerial View of Koh Samui From the Air

Approaching Koh Samui

Photo Credit: idirectori 

13° giorno: Koh Samui. Le Spiagge di Chaweng e Lamai 

Primo giorno a Samui, che fare? Alzati con calma, riposati e goditi la giornata in spiaggia con i tuoi bambini. La sera Samui diventa vivace, si può andare a spasso e vedere gente, tanto vale approfittarne per stare in giro e per una volta in tutta vacanza magari andare a letto tardi. 

Chaweng e Lamai sono le due spiagge più belle dell’isola, hanno però caratteristiche diverse

Chaweng Beach è il vero centro vacanziero di Samui, l’aspetto è quasi quello di una cittadina, c’è di tutto, anche il traffico. Ed è qui che si concentra la vita notturna.

  • La spiaggia di Chaweng è scenografica, lunga, ampia e con la sabbia bianca. Il mare è azzurro ed in genere con poche onde.
  • Nello stesso tempo è anche la spiaggia più turistica, gli alberghi abbondano, le moto d’acqua ed i banana-rides impazzano.
  • La sera non mancare una passeggiata su Beach Road, è la via che costeggia la spiaggia e dal tardo pomeriggio fino a notte fonda si trasforma nel cuore dei divertimenti. Ci sono negozi, ristoranti, pizzerie e disco-pub, l’andirivieni di gente è continuo e le macchine procedono in coda.
  • I go-go bars sono concentrati nella zona di Soi Green Mango e lungo la strada che porta al Reggae Pub, se sei in giro con i bambini puoi tranquillamente evitarli. 

Diversa e più tranquilla l’atmosfera di Lamai. Alberghi e negozi non mancano ma il paesino di Lamai è più piccolo di Chaweng e l’aria è rilassata, tante le famiglie che decidono di alloggiare qui. 

  • La spiaggia di Lamai è bella anche se la sabbia è meno bianca che a Chaweng ed il mare meno colorato. La parte più piacevole è il settore meridionale, mai affollato e con grandi scenografiche rocce di granito dove giocare ad arrampicarsi.
  • A Lamai gli alberghi sono meno pretenziosi rispetto a Chaweng ed hanno costi più bassi, puoi permetterti una camera spaziosa, in un complesso con giardino e piscina ed a soli venti metri dal mare senza dover mandare in crisi il budget famigliare. Ecco perché molte delle famiglie che viaggiano in modo indipendente vengono qui.
  • Una piccola strada attraversa tutto il villaggio, è Hat Lamai Road, ci sono un po’ di botteghe dove curiosare, i soliti ristorantini e diversi baretti dove dopo cena si può giocare a biliardo e freccette, un’idea se i tuoi figli non sono più dei minuscoli.
  • Guarda i manifesti affissi lungo la strada e sulle vetrine dei locali, a Lamai una volta la settimana la sera si tengono degli incontri di thai boxe nel ring all’aperto situato nella piazzetta a metà della strada principale. Se c’è qualcosa in programma non mancarlo, l’ambiente è piacevole ed è una cosa tutta nuova, ai bambini piacerà.
  • Anche a Lamai ci sono i go-go bars ma meno che in passato e situati in posizione un po’ defilata, così non sono in vista e non causano problemi a chi passeggia tranquillo con i propri figli. 
A View of Chaweng Beach in Koh Samui

Chaweng Beach, Koh Samui

Photo Credit: travelourplanet.com 

14° giorno: Koh Samui. Gita alla Baia di Thong Ta Kian 

Ti suggerisco una facile e semplice gita, ti impegnerà poco più di mezza giornata. 

La meta è la suggestiva baia di Thong Ta Kian, conosciuta anche come Crystal Bay o Silver Beach. Pur trovandosi tra Chaweng e Lamai, e vicinissima a quest’ultima, è poco visibile dalla strada principale e sono molti i turisti che non ne sospettano nemmeno l’esistenza

  • Ci arrivi facilmente in pochi minuti con un taxi oppure con uno dei songtaew che durante il giorno vanno avanti ed indietro lungo la litoranea tra Chaweng e Lamai. Sono dei camioncini che funzionano come taxi collettivi, hanno il cassone posteriore aperto sul quale sono sistemate due panche dove si siedono i passeggeri, si chiede la tariffa prima di salire, quando è il momento di scendere si suona un pulsante e si paga il conducente.
  • Thong Ta Kian è probabilmente la caletta più caratteristica di tutta Samui. Una baia a mezzaluna con poche costruzioni, la scogliera sui due lati esterni e tante palme a fare ombra. Spiaggia bianca, di sabbia, con fondale molto basso dove far giocare i bambini in pochi centimetri d’acqua.
  • Ci puoi passare l’intera mattina, pranzare in uno dei ristorantini che si affacciano sulla baia e poi nel primo pomeriggio rientrare al tuo albergo dedicando il resto della giornata alla piscina. 

E di sera? C’è una zona dell’isola che in parte conserva ancora l’atmosfera della Samui di una volta. E’ il Fisherman’s Village, il delizioso paesino della spiaggia di Bophut. 

  • Poche viuzze, edifici bassi, un feel mediterraneo anche se non mancano una manciata di vecchie shophouses cinesi in legno, dall’aria esotica e quasi tutte ben ristrutturate. Un po’ di ristoranti e locali, graziosi e quasi eleganti, una buona idea per la cena. Non aspettarti i pescatori perché non ci sono più da tempo.
  • Nel Fisherman’s Village si passeggia volentieri, l’ultima volta ho notato parecchie famiglie a spasso con il passeggino. 
Boarding Haadrin Queen Ferry at Big Buddha Beach Pier, Koh Samui

Boarding Haadrin Queen Ferry, Big Buddha Beach Pier, Koh Samui

Photo Credit: travelourplanet.com 

15° giorno: da Koh Samui a Koh Phangan 

Si cambia isola, oggi si va in un posto speciale. 

Con un taxi fatti portare alla baia di Bophut, di’ al tassista che stai cercando il ferry per Koh Phangan, saprà dove lasciarti. Da Lamai ci metti circa mezz’ora, meno da Chaweng che è più vicina. 

  • Circa a metà della spiaggia di Bophut c’è un molo sgangherato che si inoltra tutto sbilenco nell’acqua bassa. In corrispondenza del molo, sulla strada vedi un chiosco, è qui che si fanno i biglietti dell’Haadrin Queen.
  • Ci sono barche più veloci che coprono lo stesso tragitto in metà del tempo, i veloci catamarani di Lomprayah o le fast boats di Seatran Discovery ne sono un esempio.
  • Ma l’Haadrin Queen ha più atmosfera. E’ un traghettino tradizionale tutto in legno, molto Mari del Sud, con 2 ponti, ci sono anche le panche all’aperto per prendere il sole e goderti la traversata. Con i bambini risulta piacevole.
  • Il viaggio è comunque veloce, da Samui a Koh Phangan il battello impiega 50 minuti, se le cose non sono cambiate puoi scegliere tra 4 partenze al giorno, la prima di solito alle 10.30. Quando sei a Samui chiedi riconferma in albergo oppure rivolgiti ad una delle agenzie di viaggio che vedi per strada.
  • Sbarchi al molo di Haadrin, la spiaggia più meridionale di Koh Phangan, è qui che si tengono i famosi Full Moon Parties. 

Non appena messo piede a terra capisci subito. Nonostante Haadrin sia la spiaggia più sviluppata ed affollata di Koh Phangan l’atmosfera è diversa, le cose appaiono più semplici, ruspanti. L’isola di Phangan ricorda un po’ la Samui di vent’anni fa

Koh Phangan è più piccola di Samui, le strade sono poche, alcune non sono ancora asfaltate, non c’è traffico. Diverse spiagge della costa orientale continuano ad essere raggiungibili solo in barca. L’isola ha un’aria ancora rurale, piacevolmente rurale. Ci si ambienta in un attimo. 

  • Nel piazzale di fronte al molo sono in attesa i taxi collettivi, minibus e camioncini, alcuni con il retro aperto sul quale si allungano due panche dove trovano posto i passeggeri.
  • Basta dire il nome della spiaggia di destinazione e ti verrà indicato il minibus giusto. Si paga per posto occupato, si parte non appena il veicolo si riempie. 

Ora che sei arrivato a Koh Phangan, in quale delle sue numerose spiagge andare? 

Phangan è ricchissima di baie sabbiose, più di qualsiasi altra isola della Thailandia. Ma tra tante c’è un posto che per le famiglie è geniale. E sono le due baie gemelle di Thong Nai Pan: Thong Nai Pan Noi (la piccola) e Thong Nai Pan Yai (la grande). Tre i motivi per andarci. 

  • Un grande golfo racchiuso da scogliere, due spiagge di sabbia, ampie e ben riparate, dal fondale basso adatto anche ai più piccoli, con acqua calma e senza onde.
  • Un posto bello dal punto di vista naturale, in posizione tranquilla, ma con abbastanza servizi quali markets e ristorantini per diversificare le serate e fare qualche piccolo acquisto.
  • Ma soprattutto una location grandiosa per fare gite. Due delle spiagge più belle di Koh Phangan si trovano a soli 15 minuti di barca da Thong Nai Pan, ci si arriva veloci ed il tragitto sotto costa è piacevole e panoramico. Questo consente un’organizzazione easy della gita, si parte con calma, si può stare in giro tutta la mattina, pranzare e poi nel primo pomeriggio rientrare alla base. E passare il resto del pomeriggio in piscina, ai piccoli è una cosa che piace, la amano anche più della spiaggia. 

A seconda dell’albergo che prenoti ti ritroverai a Thong Nai Pan Noi o Thong Nai Pan Yai. 

  • Tre dei resorts più belli e lussuosi di Koh Phangan sorgono sulla piccola Thong Nai Pan Noi.
  • Yai, la grande, offre invece meno stelle ma maggior varietà, sia per l’accommodation che per i ristoranti. Almeno una decina i complessi di bungalows tra i quali scegliere, allineati lungo la spiaggia e quasi tutti con piscina. Tariffe per ogni budget, dalle capanne super basic alle camere mid-range con aria condizionata ed ampi terrazzi. 

Goditi il resto della giornata, ambientati con il posto, insieme ai tuoi bambini fai una prima passeggiata lungo la spiaggia per individuare markets e ristorantini. Poi bagno in mare e tuffi in piscina. 

A View of Koh Phangan, Tong Nai Pan Yai Beach

Tong Nai Pan Yai Beach, Koh Phangan

Photo Credit: travelourplanet.com 

16° giorno: Koh Phangan. In Barca a Thaan Sadet. Dove la Giungla Arriva al Mare 

Mattina dedicata ad una gita facile ma remunerativa. La meta è una ampia caletta della costa orientale, completamente circondata dalla foresta: la spiaggia di Thaan Sadet. 

  • Per andarci occorre cercare una barca, una longtail. La cosa è di semplice soluzione, basta chiedere ad uno dei ristorantini e negozietti che si affacciano sulla spiaggia.
  • Accordati col barcaiolo sull’ora in cui nel primo pomeriggio deve tornare a prenderti per riportarti a Thong Nai Pan. Paghi la barca ad uso esclusivo per l’andata ed il ritorno.
  • Il viaggio in barca da Thong Nai Pan a Thaan Sadet è veloce, bastano 15 minuti. Il tragitto è tutto sotto costa, panoramico e riparato. Il paesaggio della costa rocciosa è bello, quasi mediterraneo, fa sentire in vacanza. 

L’ampia cala di Thaan Sadet è lunga solo una settantina di metri ed è interamente circondata dalla foresta, la giungla arriva letteralmente fino alla sabbia. 

  • La spiaggia è bella, poco o nulla influenzata dalla marea, le rocce sui lati abbelliscono la scena. Il mare invece non è granché ma per una mezza giornata andrà bene.
  • L’ampiezza della spiaggia permette di poter giocare a pallone od a fresbee, se li hai portali.
  • Ambiente estremamente tranquillo, da posto in capo al mondo. L’atmosfera è quella della Thailandia di una volta.
  • Due tipici ristorantini permettono di sfamare te ed i tuoi bambini. Uno si affaccia direttamente sulla spiaggia. Un altro ancor più semplice la domina dall’alto, arrampicato tra rocce e vegetazione sul lato settentrionale della baia. Vale la pena salire anche solo per fare le foto. 

L’ideale è farsi venire a riprendere dal barcaiolo tra le 14 e le 15. In questo modo puoi passare la mattina a nuotare e giocare sulla spiaggia di Thaan Sadet, poi pranzare nel ristorantino sulla spiaggia, e nel primo pomeriggio tornare in barca a Thong Nai Pan. 

Così se i bambini chiedono di passare il resto della giornata a tuffarsi in piscina li puoi accontentare. 

A View of Thaan Sadet Beach in Koh Phangan

Thaan Sadet Beach, Koh Phangan

Photo Credit: travelourplanet.com  

17° giorno: Koh Phangan. La Spiaggia Più Bella: Bottle Beach 

Nuovamente mattina e prima parte del pomeriggio dedicati ad una gita. E resto della giornata per giocare in piscina e gironzolare per la spiaggia di Thong Nai Pan. 

La meta è sempre una spiaggia e per andarci si utilizza sempre una barca. 

La Bottle Beach è di gran lunga la spiaggia più spettacolare e scenografica di tutta Phangan. Una spiaggia di grande bellezza, dove il mare è limpido e di un magnifico azzurro, un posto dove giocare per ore in acqua insieme ai tuoi figli. 

  • Una spiaggia selvaggia, isolata, situata sulla costa nord di Phangan, accessibile solo in barca o con una malconcia strada sterrata.
  • Le scogliere sui lati, la vegetazione tutto intorno, la sabbia bianca, nessuna costruzione in vista. Solo qualche bungalows e due ristorantini dall’aria simpatica che fanno capolino dal bordo del palmeto.
  • Una spiaggia molto lunga, mai affollata, neanche in piena stagione, ognuno conserva sempre un ampio spazio vitale. Ed i bambini possono giocare senza dar fastidio a nessuno.
  • Da Thong Nai Pan ci arrivi facilmente, occorre la solita longtail, bastano venti minuti, giusto il tempo per spalmare la crema solare sul musino dei tuoi piccoli. 

Bottle Beach è più bella che Thaan Sadet, ed offre anche di più. Soprattutto invoglia a nuotare e stare ore in acqua. Allora tanto vale rimanerci un po’ più tempo, fino a metà pomeriggio, accordati con il tuo boatman perché venga a riprenderti intorno alle 16. 

C’è solo un rischio. Che quando le barche dei gitanti se ne vanno e le ombre iniziano ad allungarsi a te venga voglia di restare. Perché intuisci che sei in un posto speciale, di grande tranquillità e bellezza. E quando te ne accorgi pensi che magari, una o due notti avresti potuto farle qui… qualche bungalows carino tra le palme c’è, ha anche la vista sul mare, anzi è proprio sulla spiaggia, così come i due ristorantini… la sera un birra e poi tutti a nanna presto… Per una famiglia che apprezza le cose semplici ed i posti grandiosi difficile desiderare di più.

A View of Bottle Beach in Koh Phangan

Bottle Beach, Koh Phangan

Photo Credit: travelourplanet.com 

18° giorno: Koh Phangan. Gita Pomeridiana ad Haad Rin 

Goditi tutta la mattina sulla spiaggia di Thong Nai Pan. Nel pomeriggio fai una gita ad Haad Rin, il capoluogo vacanziero indiscusso di Phangan. Sarebbe un peccato non darci uno sguardo. 

Quando si tengono i Full Moon Party è il posto più scatenato e pazzo di tutta l’Asia. Negli altri giorni Haad Rin è un paesino animato, dall’aria un po’ caotica, pieno di ragazze e ragazzi che vanno a spasso e negozietti e botteghe dove curiosare. La sera il movimento raggiunge il suo apice, c’è tanta gente in giro, musica dappertutto, la Singha scorre a fiumi. 

  • Arrivare a metà pomeriggio, fare un giro nelle viuzze, bere qualcosa in spiaggia e poi rientrare a Thong Nai Pan per la cena a me sembra un buon compromesso, considerando che stai viaggiando con dei bambini.
  • Passeggiando con calma in due ore riesci a farti una buona idea di Haad Rin senza stancare od annoiare i bambini. E potrai fare un po’ di shopping simpatico, qualcosa da riportare a casa come ricordo. Un piacevole diversivo rispetto alle giornate precedenti tutte dedicate alla natura.
  • Non sottovalutare poi la spiaggia, che ad Haad Rin è bianca e bella, invita a stendersi al sole e poi entrare in acqua, qui più trasparente che in tante altre baie dell’isola. 

Per andare da Thong Nai Pan ad Haad Rin occorre un mezzo di trasporto, ossia un taxi (qualsiasi veicolo capace di trasportare persone andrà bene, anche un pick-up) e circa 45 minuti abbondanti di strada, probabilmente ormai tutta asfaltata o quasi. Puoi contrattare anche una tratta per volta, ad Haad Rin è facile trovare un mezzo per rientrare.

A View of the Village of Haad Rin in Koh Phangan

Haad Rin, Koh Phangan

Photo Credit: travelourplanet.com 

19° giorno: Partenza da Koh Phangan 

A Koh Phangan non c’è l’aeroporto, per andartene dall’isola devi prendere necessariamente una barca, non esistono altre soluzioni. 

E se la tua meta è Bangkok ed intendi andarci in aereo (consigliato) hai davanti a te due diversi percorsi tra i quali scegliere. 

  • Il primo è tornare in barca a Samui e proseguire rapidamente in taxi per il suo simpatico ed arioso aeroporto.
  • Il secondo è prendere uno dei ferries diretti a Donsak, il punto più vicino sulla terraferma, poi da qui dirigerti in bus verso uno dei due aeroporti di Surat Thani o Nakhon Si Thammarat

Ma quale istradamento scegliere? Quale è il tragitto migliore? 

Partire via Samui. E’ l’alternativa più costosa ma è anche il tragitto di gran lunga più comodo e veloce. E se da Bangkok prosegui per l’Europa il pomeriggio o la sera stessa è anche l’unico percorso logico

I pro 

  • Da Koh Phangan a Samui le imbarcazioni sono veloci, i catamarani di Lomprayah impiegano solo 25 minuti, il tragitto dura poco e nessuno si annoia.
  • Anche il taxi dal molo all’aeroporto di Samui è veloce, a volte bastano soli 10 minuti.
  • Da Samui a Bangkok hai tanti voli tra i quali scegliere, anche uno ogni ora. Per essere sicuro di avere il tempo di arrivare da Koh Phangan in barca e raggiungere l’aeroporto in taxi prenota un volo a partire dalle 11 del mattino.
  • Sia con la Bangkok Airways che con la Thai atterri dritto a Bangkok Suvarnabhumi, da dove partono i voli di linea intercontinentali. Se prosegui e torni in Europa la sera stessa questo risulta particolarmente comodo. 

I contro 

  • Uno solo. Le tariffe aeree da Koh Samui per Bangkok sono ben più care di quelle disponibili di solito da Surat Thani o Nakhon Si Thammarat. Le tariffe in origine da Samui sono praticamente fisse, sia con Bangkok Airways che con Thai, difficilmente ci sono promozioni. 

C’è un’altra cosa da valutare. E viaggiando con i bambini è importante. 

Se viaggi via Samui le molteplici combinazioni di barche e voli non ti obbligano ad alcuna alzataccia. Od al fare le cose di fretta. Prenota un aereo da Koh Samui per Bangkok per metà pomeriggio ed avrai il tempo di alzarti con calma, fare colazione come si deve, dedicarti ad un’ultima incursione in spiaggia prima di dover impacchettare i bagagli e lasciare l’albergo. I tuoi bambini possono fare un ultimo bagno in mare od un tuffo in piscina, la giornata non è buttata. 

Scegliere invece di viaggiare via l’aeroporto di Surat Thani o di Nakhon Si Thammarat significa risparmiare probabilmente dei soldi ma anche alzarsi prima dell’alba e perdere l’intera giornata per arrivare a Bangkok. Attenzione inoltre che a Bangkok si atterra nell’aeroporto sbagliato

  • Da Koh Phangan occorre prima di tutto raggiungere il porto di Donsak, situato sulla costa thailandese. Ed il tragitto in ferry verso Donsak è ben più lungo rispetto ad andare a Samui, richiede almeno 2 ore abbondanti.
  • Dal terminal di Donsak all’aeroporto di Surat Thani od a quello di Nakhon si prosegue in pullman, e devi mettere in conto altre 2 ore e mezzo. Oltre ai tempi morti nei punti di transito e scambio. 

In poche parole, per prendere un volo da Surat Thani nel primo pomeriggio devi alzarti a Koh Phangan prima dell’alba ed essere a bordo del primo battello delle 7. Ora tutto questo incredibile sbattimento può avere senso solo se sono soddisfatte due condizioni. 

  • La prima. Trovi una tariffa aerea straordinariamente conveniente sulla tratta da Surat Thani o Nakhon Si Thammarat a Bangkok. E se i biglietti da fare sono tre o quattro allora il risparmio può diventare significativo.
  • La seconda. Una volta che atterri a Bangkok ti fermi in città e non prosegui il pomeriggio o la sera stessa in aereo verso l’Europa. 

Quest’ultimo è un punto importante. 

  • Il motivo è che i voli delle low costs che operano da Surat Thani o Nakhon Si Thammarat a Bangkok non atterrano all’aeroporto Suvarnabhumi (da dove operano tutte le altre compagnie di linea) ma al vecchio e glorioso Don Mueang.
  • E se devi proseguire la stessa serata per l’Europa dal Suvarnabhumi ti troveresti a dover attraversare via terra tutta Bangkok. Impresa lunga e stressante anche senza bambini al seguito.

I point makers nella cartina che segue segnalano gran parte delle località che hai trovato descritte all’interno del post, fai lo zoom per un maggior dettaglio ed allarga invece la mappa per una visione d’insieme che includa l’intera Thailandia:

Center map
Traffic
Bicycling
Transit

Transportation & Accommodation Tips 

Trovi ora, tappa per tappa, tutto quanto ti occorre per organizzare voli, trasferimenti e prenotare per tuo conto gli alberghi in Thailandia. 

  • Dalla Costa Orientale di Phi Phi Island all’Aeroporto di Krabi in Tre Mosse. La prima, la longtail dalla spiaggia di Laem Thong o Lo Bakao fino a Tonsai Bay: calcola 30 minuti scarsi, accordati il pomeriggio precedente. La seconda, il ferry da Phi Phi Island a Krabi: generalmente almeno due traghetti veloci partono dal molo di Tonsai Bay tra le 9 e le 10.30 con arrivo al terminal di Klong Jilard a Krabi tra le 10.30 e le 12.30, di solito non occorre prenotazione. La terza ed ultima: 30 minuti di taxi dal terminal di Klong Jilard fino all’aeroporto di Krabi. Nel post Phi Phi Island. Guida alle Spiagge trovi i links diretti alle diverse compagnie di navigazione per controllare orari aggiornati e tariffe dei traghetti.
  • Il Volo da Krabi a Koh Samui. E’ un ATR72 della Bangkok Airways PG ad effettuare il collegamento. Di solito c’è un solo volo giornaliero previsto a metà giornata, se gli orari non sono cambiati decolla da Krabi intorno alle 13.45 ed atterra direttamente a Samui USM dopo 45 minuti di volo. L’aeroporto di Krabi è minuscolo ed il check-in si fa in un attimo. Le tariffe per questo volo di solito sono ragionevoli. 
  • Dall’Aeroporto di Koh Samui all’Albergo. Sei obbligato ad utilizzare i costosi taxi ufficiali dell’aeroporto. Le tariffe sono fisse e non contrattabili, sono chiaramente esposte nei due chioschi situati all’interno dell’Arrival Hall, è qui che dici la tua destinazione, paghi il prezzo della corsa e ti viene rilasciata la ricevuta. Poi esci sul piazzale all’esterno del terminal, mostri la ricevuta e sali sul taxi. Non economico ma strordinariamente semplice. 
  • Dove Dormire a Koh Samui? Davvero moltissimi gli alberghi a Chaweng, dal Chaweng Buri al Chaweng Cove al Baan Talay ma più che indicare le innumerevoli singole strutture può valere la pena controllare quale resort offra una buona tariffa per le tue date, il mio suggerimento è di privilegiare le strutture nella parte centro meridionale della baia dove la spiaggia è più bella. Qualcosa di più particolare invece è da segnalare nella vicina e raccolta spiaggia di Chaweng Noi dove il semplice e poco costoso Fair House ha accommodations capaci di ospitare in un’unica camera 2 adulti e 2 bambini. Nel post dedicato a Samui (link più sotto) hai un approfondimento sulle strutture alberghiere di Chaweng, per farti subito un’idea di disponibilità e tariffe guarda invece le due pagine dedicate a Chaweng BeachChaweng Noi Beach su Booking. A Lamai i resorts da segnalare sono il Thai House per la sua location comoda centralissimo lungo la spiaggia ed il Lamai Wanta. Lascia invece stare il Dinky Rock situato lungo le rocce che chiudono a sud la spiaggia perché è child free. Una panoramica semi completa di tutte le strutture di Lamai Beach su Booking.com, ricorda sempre di controllare la policy per i bambini e l’esatta posizione rispetto alla spiaggia dell’albergo che ti ispira.
  • In Ferry da Koh Samui a Koh Phangan. Non occorre prenotazione (salvo che non ci sia il Full Moon Party), diverse partenze al giorno e differenti percorsi tra i quali scegliere, tra i 25′ ed un’ora il tragitto, l’ultima barca lascia Samui intorno alle 18.30. Se vuoi fare veloce i catamarani di Lomprayah impiegano solo 25’ tra Samui Maenam Beach e Thong Sala a Koh Phangan, di solito 2/3 partenze al giorno in entrambe le direzioni. Più calma e maggiore charme con l’Haadrin Queen, il pittoresco ferry tradizionale che collega 4 volte al giorno Samui Big Buddha Beach con la spiaggia di Haadrin a Koh Phangan. La prima partenza di solito è alle 10.30, la successiva alle 13, circa 50 minuti di piacevolissima traversata. Maggiori info e links diretti nella Guida ai Trasporti per Koh Samui e Koh Phangan 
  • Il Taxi dall’Imbarcadero di Koh Phangan alle Spiagge. Sia al molo di Haadrin che al porto principale di Thong Sala dei minibus attendono i passeggeri per accompagnarli alle spiagge. Funzionano come taxi collettivi. Si paga il posto singolo e si parte non appena il mezzo è pieno o quasi. I minibus attendono tutti i traghetti, nessun problema di disponibilità o di dover attendere troppo. Volendo puoi anche prendere un taxi ad uso esclusivo ma in genere non occorre. Da Haad Rin alla lontana baia di Thong Nai Pan calcola almeno 45 minuti di viaggio. Quando devi fare la stessa tratta al ritorno in genere si utilizza un taxi (un mezzo privato che in quel momento fa da taxi), l’albergo dove alloggi può procurartelo, accordati il giorno precedente. 
  • Dove Dormire a Koh Phangan? Appurato che le baie gemelle di Thong Nai Pan sono una buona location dove stare vediamo quale delle due spiagge e che albergo scegliere. Se vuoi goderti il lusso a costi importanti anche se non proibitivi il lato giusto è la piccola Thong Nai Pan Noi, è qui che sorgono i più lussuosi e costosi alberghi di Phangan. Sono lo storico Panviman, il primo albergo di lusso aperto sull’isola, il Santhiya, il Buri Rasa ed il magnifico Anantara Rasananda, il più bello di tutti. Ambiente più vario e vivace, maggiore scelta e tariffe molto più accessibili lungo l’ampia Thong Nai Pan Yai, tutti i resorts sorgono direttamente sulla spiaggia. Ottimo se viaggi con figli al seguito l’Havana Resort, le sue grandi camere capaci di 2 adulti e 2 bambini e gli enormi terrazzi sono perfetti per le famiglie, io mi sono trovato bene. Il Dreamland è il più grande di tutti gli alberghi della spiaggia mentre le belle e nuove ville del PingChan Resort sorgono proprio di fronte alla baia. Guarda disponibilità e tariffe delle lussuose proprietà di Thong Nai Pan Noi ed i ben più accessibili alberghi di Thong Nai Pan Yai su Booking.com, ricorda di leggere sempre le note riguardo alla policy dei bambini in camera con i genitori riportata in fondo alla pagina di ogni albergo.
  • Da Koh Phangan all’Aeroporto di Koh Samui, Surat Thani o Nakhon Si Thammarat.  Se il tuo volo per Bangkok parte dall’aeroporto di Koh Samui non devi far altro che ripercorrere al contrario lo stesso tragitto percorso all’andata, sopra trovi i dettagli. Se invece hai optato per le low costs che operano da Surat Thani o Nakhon Si Thammarat presta attenzione. Dal tuo albergo di Koh Phangan ti serviranno almeno 6 ore per raggiungere uno dei due aeroporti. Incluso 45’ di taxi per raggiungere il molo di Thong Sala, 2 ore e mezza di traversata in ferry fino a Donsak, e da qui 2 altre ore abbondanti per raggiungere finalmente il terminal. Più il tempo per fare i biglietti e le attese tra un mezzo e l’altro. Presta estrema attenzione alla tempistica: prendendo il traghetto alle 7 del mattino arrivi all’aeroporto di Surat Thani o di Nakhon Si Thammarat intorno alle 11.40, in tempo per decollare con un volo schedulato per le 13 o 13.30. Maggiori dettagli nel già citato articolo Guida ai Trasporti per Koh Samui e Koh Phangan 
  • Voli da Koh Samui, Surat Thani e Nakhon Si Thammarat a Bangkok. Da Koh Samui USM la Bangkok Airways PG opera quasi in monopolio, numerosissimi i voli su Bangkok Suvarnabhumi BKK, anche uno ogni ora. La stessa tratta è proposta anche dalla Thai Airways TG che offre però solo pochi voli. Da Surat Thani URT oltre alla Thai TG che vola su Bangkok BKK opera anche la low cost Air Asia FD con 2 o 3 voli al giorno su Bangkok Don Muang DMK, i voli da prenotare sono quelli del pomeriggio. La low cost Nok Air DD opera su Bangkok Don Muang sia da Surat Thani sia da Nakhon Si Thammarat NST. Entrambe queste due ultime compagnie low cost permettono di acquistare sui rispetti siti un package combinato ferry+bus+aereo dalle isole fino a Bangkok.  

Le Guide su Koh Samui e Koh Phangan

I posts apparsi nel blog e dedicati a Koh Samui e Koh Phangan con approfondimenti sulle visite, i trasporti, il tempo e tanti links dove trovare le informazioni che mancano necessarie all’organizzazione del viaggio.

  • Guida ai Trasporti per Koh Samui e Koh Phangan: le info complete su come arrivare a Samui e Koh Phangan e le cose da sapere su come spostarsi tra le due isole, con i links alle compagnie di navigazione ed i dettagli su tutti i possibili embarcaderi. 
  • Koh Samui. Guida alle Spiagge: quale spiaggia scegliere a Samui? Meglio Chaweng o Lamai? I pro ed i contro di tutte le spiagge di Koh Samui. Perché sarebbe meglio evitare le spiagge del nord. Tante informazioni ed i miei consigli per poter organizzare il tuo viaggio in totale autonomia…
  • Koh Phangan. Guida alle Spiagge: come raggiungere e spostarsi sull’isola più giovane e vivace di tutto il Sud-est asiatico. Quali sono le spiagge più belle di Koh Phangan? La tua guida super dettagliata con i miei consigli su dove scegliere l’hotel: meglio stare ad Haad Rin o sulle selvagge e magnifiche spiagge della costa orientale? Le spiagge che non tutti conoscono: la Bottle Beach, la grande baia di Thong Nai Pan e la piccola caletta di Thaan Sadet…

 

Longtail Boat, Bottle Beach, Koh Phangan

Longtail, Bottle Beach, Koh Phangan

Photo Credit: Christian Haugen 

Consigli Pratici Su Come Organizzare Il Viaggio 

Come Prenotare Aerei ed Alberghi? 

I Voli 

  • La cosa è semplice, le compagnie di linea, Thai e Bangkok Airways, ed alcune delle low cost sono prenotabili utilizzando uno dei siti di prenotazione voli, Expedia, eDreams & friends, utilizza quello che preferisci e con cui ti trovi meglio.
  • Per le low cost ti suggerisco di utilizzare il sito ufficiale della compagnia, puoi acquistare bagaglio/posti/pasti, eventuali schedule changes ti verranno notificati più velocemente e se devi apportare variazioni (nel caso la tariffa lo permetta) la procedura sarà più semplice. L’unica controindicazione ad acquistare direttamente sul sito di una low cost è se incappi nella cancellazione del volo, succede raramente ma succede. Io per una cancellazione di un Air Asia ho poi impiegato mesi, perdendo un’infinità di tempo e dovendo mettere in campo la mia banca, per recuperare l’importo pagato. Probabilmente se utilizzi Expedia che ha un ufficio relazioni clienti raggiungibile facilmente per telefono le cose sono più semplici e veloci.

Gli Alberghi 

Per riservare gli hotels il modo apparentemente più facile e veloce è quello di cercare su uno dei maggiori e più importanti siti di prenotazione. Ma attenzione, per chi viaggia con bambini non sempre la cosa risulta funzionale. 

Agoda. Nel Sud-est asiatico sono numerosi i resorts con i quali ha contratti, e non solo grandi alberghi ma anche semplici ed economiche guesthouses a gestione famigliare. Le tariffe sono spesso interessanti ma ci sono delle controindicazioni. 

  • Il prezzo che appare nella prima schermata non è quello che pagherai. Tasse e supplementi in genere non sono inclusi e verranno mostrati solo una volta che avrai selezionato il singolo albergo ed iniziato la procedura di prenotazione. La cosa fa perdere tempo, scomodo.
  • Si paga con carta di credito nel momento esatto che fai la prenotazione. 

Expedia. E’ un’ottima alternativa, offre meno scelta e non riporta le strutture più semplici. Ma ha un grosso vantaggio. 

  • Per tutti gli hotels a Tariffa Speciale Expedia (la maggior parte degli alberghi) il prezzo che vedi in prima battuta è anche il prezzo finale che effettivamente pagherai, senza sorprese di tasse e costi aggiuntivi.
  • Pagamento con carta di credito nello stesso momento che fai la prenotazione. 

Booking.com. Tantissime le strutture tra le quali scegliere. Si differenzia da Agoda e da Expedia in quanto di solito si inserisce la carta di credito a garanzia ma l’addebito non è immediato, pagherai sul posto una volta che sei arrivato in albergo (salvo alcune tariffe prepagate). 

  • Come in Expedia puoi subito inserire numero di adulti, bambini e l’età, nell’output che ti viene mostrato devi però ricontrollare che la camera che intendi prenotare possa effettivamente ospitare anche i bambini.
  • Per farlo devi guardare in basso in Condizioni, Bambini e letti supplementari, le indicazioni sono generalmente ben scritte ed estremamente chiare, non dovrebbero sorgerti dubbi.
  • In Thailandia di solito IVA e service charge sono già inclusi nella tariffa (così non è in altri Paesi, come gli Stati Uniti), la cosa è ben evidenziata subito sotto la descrizione di ogni camera. 

E se l’albergo che mi piace non risulta disponibile su uno di questo motori? Oppure se è disponibile la camera doppia ma quando aggiungo i bambini la camera sparisce? Fai così, prenota ad una tariffa che ammetta eventualmente il rimborso senza penale, poi vai sul sito dell’albergo, cerca la mail e scrivi direttamente dando l’esatta età dei tuoi figli (e se uno è piccolo e può dormire nel letto con i genitori specificalo) e dando i riferimenti della prenotazione appena effettuata. Se l’albergo non è pieno ed ha camere da vendere è facile che ti venga incontro confermandoti i bambini in camera. 

Quando Viaggiare? 

Questo è un viaggio da fare nella nostra estate, tra giugno ed agosto. Il fatto che sulla costa occidentale, a Krabi e Phi Phi Island non sia il periodo migliore di solito non è un problema. 

  • In Thailandia infatti, anche durante la stagione monsonica non piove tutti i giorni e non piove tutto il giorno. Sono poche le giornate di pioggia continua, generalmente si possono fare le gite, andare in giro e godersi come si deve la spiaggia.
  • La nostra estate, ed in particolare luglio ed agosto, sono i mesi migliori per soggiornare sulla costa orientale. A Koh Samui e Koh Phangan la maggior parte delle giornate sono chiare e luminose, certo che può piovere ma spesso sono acquazzoni che durano poco e non disturbano la vacanza. Ma soprattutto da questo lato della penisola il mare è calmo e le spiagge sono pienamente godibili.
  • Poi potresti essere sfortunato e trovare gli unici 4 o 5 giorni brutti dell’intero mese. Non è probabile ma la cosa ci potrebbe stare, di sicuro non lo puoi sapere quando mesi prima prenoti l’aereo…
  • Su questo blog nel post Weather. Il Tempo in Thailandia trovi approfondimenti e tutti i links dove controllare averages mensili di piovosità e temperatura e le forecasts aggiornate. 

Passaporti & Salute 

  • Nel sito Viaggiare Sicuri trovi le info importanti su passaporti, fusi orari e gli ultimi avvisi sul Paese.
  • Per sapere tutto su dengue e malaria leggi su questo blog l’articolo sulla Salute in Thailandia e Indochina, contiene il link al sito CDC di Atlanta dove ricontrollare gli ultimi aggiornamenti ed eventuali outbreak.

I consigli che hai letto valgono per questo itinerario così come è descritto. Lo stesso viaggio effettuato con più (o meno) giorni a disposizione potrebbe avere consigli in parte diversi. 

Viaggio consigliato a partire dai 6 anni. Anche se il clima è caldo e con un’alta percentuale di umidità le temperature nei mesi di luglio ed agosto non raggiungono mai valori troppo elevati da risultare fastidiosi. Nelle località balneari del sud del Paese spesso vento e brezze rinfrescano l’aria. La cucina è diversa da quella abituale ma a Bangkok non mancano ristoranti italiani e fast-food. I ristorantini sulle spiagge frequentati dai turisti offrono piatti di carne, pesce, patatine fritte e non di rado la pasta. In caso di bisogno a Bangkok e Koh Samui si trovano ottimi ospedali con medici parlanti inglese. Per tutte le destinazioni descritte in questo articolo ad oggi non sono necessarie profilassi o vaccinazioni.

Last Update: April 7th 2018

Front cover photo credit: Christian Haugen. All photos in this page come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.

Share

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>