DESTINATIONS

Le Guide su Paesi, Città e Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

GREAT JOURNEYS

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

WHEN TO GO?

Il Clima

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

Zion National Park: Come Arrivare, Dove Alloggiare e Come Spostarsi. Il Clima ed i Pericoli

Zion National Park: Come Arrivare, Dove Alloggiare e Come Spostarsi. Il Clima ed i Pericoli

La tua guida completa e super dettagliata al Parco Nazionale Zion nello Utah. Come arrivare a Zion National Park? Dove alloggiare? Le cose da sapere sulla piacevole cittadina di Springdale e su come raggiungere Zion da Las Vegas, da Bryce, dal Lago Powell e dal Grand Canyon. Come spostarti all’interno del parco? Tutto quello che devi conoscere sui trasporti all’interno del Zion National Park: i 2 differenti bus shuttle che devi utilizzare per raggiungere attrazioni e punti di partenza dei sentieri. Quando andare a Zion? Quale è il periodo migliore per visitare il parco? Ci sono pericoli? Le informazioni sul clima, la neve in inverno, le piogge ed il pericolo dei temporali e dei flash flood in estate. Un articolo da leggere prima di prenotare il tuo viaggio nei parchi del Sud-ovest degli Stati Uniti. 

Zion National Park from Canyon Overlook, Utah

Zion NP from Canyon Overlook, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

Zion National Park

Zion in Breve

  • Un altopiano vasto, enorme, caratterizzato da scenografiche mesa ed inciso da strettissimi canyon.
  • Con una vallata centrale squadrata e profonda, scavata dalle acque del Virgin River e dominata da alte e monumentali pareti verticali.
  • Un territorio verde, ricco di acqua e di vita. Ci sono i pini, i cactus, i cervi, i puma. Ed i serpenti a sonagli. Non manca qualche orso.
  • Il nome Zion è una parola mormone ma prima di loro, e per diversi millenni, qui vissero gli Anasazi e diverse tribù Paiute. E’ parco nazionale dal novembre 1919.
  • L’accesso a Zion National Park è a pagamento: se viaggi in auto il costo è per veicolo (e non per persona), è valido per 7 giorni di permanenza ed include tutti gli occupanti del veicolo. In fondo a questo post trovi il link al sito ufficiale del parco dove controllare le tariffe aggiornate.

Da Sapere Subito

  • Occorre essere molto chiari. Zion è un parco di montagna e dà il meglio di sé sui ripidi sentieri che risalgono le sue scoscese pareti od esplorando i sinuosi e stretti canyons che lo hanno reso famoso.
  • Se non sei un camminatore un po’ intrepido e rimani solo in fondovalle la tua esperienza di Zion sarà piacevole ma non eccezionale.
  • Considera che gli americani delle pianure del Mid-West e della East Coast lo osannano, ma loro non hanno le Dolomiti né sono abituati alle grandi pareti ed agli scenari glaciali che offrono le Alpi Occidentali. Per noi italiani la cosa è differente, se vuoi che Zion ti sorprenda devi darti da fare e dedicarti ad escursioni un po’ impegnative.
Walking Canyon Overlook Trail in Zion National Park, Utah

Canyon Overlook Trail, Zion NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

La Guida a Zion National Park

Cosa Trovi in Questa Guida?

  • Questo articolo è interamente dedicato alla vallata principale del parco, Zion Canyon, e contiene tutto quanto devi conoscere per organizzare al meglio il tuo soggiorno. Da come raggiungere Zion National Park, al posto migliore dove alloggiare, a come spostarti all’interno del parco per raggiungere attrazioni e sentieri. Include le importanti informazioni sul clima e sui pericoli derivanti da temporali e fash flood, cose che devi assolutamente sapere per non farti trovare in situazioni di pericolo.
  • Se invece ti piace camminare, hai a disposizione almeno un’intera giornata e vuoi scoprire quali sono le passeggiate ed i sentieri più famosi e spettacolari del parco, leggi il post dedicato Zion National Park: le 3 Escursioni Più Belle. Contiene le schede dettagliate delle gite a Observation Point, ad Angels Landing ed ai celebri Narrows con le note tecniche su lunghezza dei sentieri, dislivelli, difficoltà ed attrezzatura necessaria. In questo post hai anche i links agli outfitters di Springdale ai quali rivolgerti per organizzare eventuali navette private o dove affittare l’attrezzatura necessaria per inoltrarti nel canyon più celebre di Zion.
Zion Canyon from a lookout near Observation Point, Zion National Park, Utah

Zion Canyon from a lookout near Observation Point, Zion NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

Zion National Park: le 3 Sezioni del Parco  

Zion National Park è uno dei più famosi parchi nazionali degli Stati Uniti e si trova nella regione sud-occidentale dello stato dello Utah. Le due grandi città più vicine sono Salt Lake City, capitale dello Utah, e Las Vegas in Nevada.

  • Il territorio del parco nazionale è molto vasto e comprende 3 diverse aree ma la stragrande maggioranza dei visitatori ne visita solo una, la principale: Zion Canyon.
  • Le remote e selvagge sezioni di Kolob Terrace e Kolob Canyons sono meta invece di pochi, esperti e ben organizzati escursionisti.
Observation Point Trail, Zion National Park, Utah

Observation Point Trail, Zion NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

Zion Canyon

  • E’ la vallata principale del parco, quella più conosciuta e scenografica. E’ qui che trovi le vedute più spettacolari ed i sentieri più famosi. Dal vertiginoso Angels Landing all’intrigante The Narrows.
  • E’ anche, e di gran lunga, la sezione maggiormente visitata di tutto Zion National Park. Dalla primavera all’autunno l’accesso è possibile solo tramite dei bus navetta. Nei pomeriggi estivi sui sentieri incontri centinaia di visitatori.
  • La base di accesso è la piacevole ed organizzata cittadina di Springdale, situata all’imboccatura meridionale della valle ed a pochi minuti dal visitor center e dall’entrata del parco.
  • Se vieni a Zion per la prima volta e rimani 2 o 3 giorni è questa la zona a cui devi dedicare la tua attenzione.
  • Proprio perché questa è la sezione indubbiamente più importante del parco, è a Zion Canyon che sono dedicati gli articoli che puoi leggere in questo blog.
The Subway, Left Fork of the North Creek, Kolob Terrace, Zion Nationa Park, Utah

The Subway, Left Fork of the North Creek, Kolob Terrace, Zion NP, Utah

Photo Credit: John Fowler

Kolob Terrace

  • Ad ovest della vallata centrale di Zion Canyon, è accessibile tramite la lunghissima Kolob Terrace Road che dal paesino di Virgin si inoltre verso nord in direzione di Lava Point Overlook e Kolob Reservoir.
  • Base di partenza occidentale del West Rim Trail e strada di accesso alla Left Fork of North Creek, è qui che partono i due sentieri diretti allo straordinario ma difficile canyon The Subway.
  • E’ lungo Kolob Terrace Road che trovi inoltre il punto di partenza (trailhead) per i remoti e poco battuti sentieri diretti a South Guardian Angel, a Langstone Canyon ed ai East & West Northgate Peaks.
  • Se sei un escursionista esperto e ti piace camminare per l’intera giornata senza incontrare (quasi) nessun altro questa parte del parco fa per te.
Double Arch Alcove, Taylor Creek Trail, Kolob Canyons, Zion National Park, Utah

Double Arch Alcove, Taylor Creek Trail, Kolob Canyons, Zion NP, Utah

Photo Credit: Lara Farhadi

Kolob Canyons

  • E’ l’isolata e selvaggia sezione nord-occidentale del parco, lontana ben 40 miglia da Zion Canyon. Ha una propria ranger station ed un proprio visitor center.
  • Vi si accede dall’autostrada Interstate 15, le cittadine più comode dove fare base sono Hurricane e Cedar City, quest’ultima situata a sole 20 miglia (32 Km).
  • E’ in quest’area assai poco frequentata che si trova il Kolob Canyons Viewpoint e l’incantevole Double Arch Alcove, sovrastata da un’imponente parete rocciosa. Con una scarpinata più lunga ed impegnativa sul Verkin Creek Trail puoi raggiungere Kolob Arch, uno dei più massicci archi naturale del pianeta.
  • I paesaggi sono meravigliosi e se sei già stato in altre occasioni a Zion Canyon e stai ora viaggiando in auto tra Las Vegas e Salt Lake City merita sicuramente una visita.

Questa mappa ti è utile per localizzare rapidamente le 3 diverse sezioni del parco e la posizione di Zion National Park rispetto alle città vicine ed agli altri parchi più conosciuti del Sud-ovest degli Stati Uniti. Allarga la mappa per una visione d’insieme e fai lo zoom per un maggior dettaglio:

Center map
Traffic
Bicycling
Transit
My location
Get Directions

Come Arrivare a Springdale/Zion National Park?

  • Da Las Vegas: dallo Strip a Springdale sono 163 miglia (262 Km). Prendi l’autostrada Interstate 15 verso nord e dopo St George svolta ad est sulla State Route Utah 9 in direzione di Hurricane/Zion National Park.
  • Da Valley of Fire State Park: 133 miglia (214 Km), via Valley of Fire Hwy verso est e la Hwy 169 verso nord fino ad incrociare la Interstate 15, poi come sopra.
  • Da Bryce Canyon National Park: 85 miglia (137 Km) via State Route Utah 12 verso ovest, US 89 verso sud fino a Mt Carmel Jct, quindi la panoramicissima Utah 9 fino a Springdale percorrendo il famoso Zion-Mount Carmel Tunnel.
  • Da Cedar Breaks National Monument: 75 miglia (121 Km), Utah 14 verso est fino a Gravel Pass, US 89 in direzione sud fino a Mt Carmel Jct, quindi la Utah 9 con il famoso Zion-Mount Carmel Tunnel.
  • Da Page/Lake Powell: 117 miglia (188 Km), US 89 verso ovest passando da Kanab, a Mt Carmel Jct svolta verso ovest sulla 9 con il famoso tunnel.
  • Dal Grand Canyon: 248 miglia (400 Km) dal South Rim/Grand Canyon Village a Springdale via State Route Arizona 64 e US 89 e passando attraverso le cittadine di Page e Kanab.
  • Da Salt Lake City: 312 miglia (502 Km) percorrendo verso sud la Interstate 15.
Utah 9, between Zion-Mount Carmel Tunnel and Springdale, Zion NP, Utah

Utah 9, between Zion-Mount Carmel Tunnel and Springdale, Zion NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

Dove Alloggiare a Zion?

Diversi Buoni Motivi per Stare a Springdale

  • Non devi avere alcun dubbio: il posto giusto per partire all’esplorazione di Zion è il paesino di Springdale, è qui che ti suggerisco di alloggiare.
  • A differenza delle cittadine di Hurricane e St George rispettivamente situate a 24 miglia (39 Km) e 42 miglia (68 Km) dall’entrata del parco, Springdale si trova a poche centinaia di metri dal visitor center.
  • Non solo puoi raggiungere l’interno del parco in pochi minuti, Springdale offre quasi una ventina di alberghi e motels tra i quali scegliere. E molti sono dotati di piscina, estremamente piacevole nei mesi estivi al rientro dalle gite e se viaggi con bambini. L’unica cosa che devi tenere presente è che le tariffe non sono mai particolarmente economiche e se viaggi in alta stagione e non hai prenotato potresti fare fatica a trovare un’accommodation disponibile.
  • Ma soprattutto Springdale è un posto comodo, carino ed attraente dove stare. Il panorama è dominato dalle alte pareti di Zion Canyon e lungo la sua sola ed unica lunga via si allineano motels, piccoli ma riforniti supermercati, distributori di benzina e diversi buoni ristoranti dove uscire a cena.
  • In particolare, rispetto a Bryce, Page od al Grand Canyon l’assortimento di posti dove cenare è più vario e la qualità del cibo mi è parsa maggiore. Ricorda che qui ci si muove sempre in macchina, anche per andare al ristorante.
  • Inoltre è a Springdale che hanno sede gli outfitters di Zion: se devi noleggiare attrezzatura per le gite (come per i Narrows) od organizzare una navetta privata per raggiungere l’inizio di alcuni sentieri non serviti dagli autobus gratuiti del parco è qui che dovrai venire.
  • Controlla la disponibilità ed i costi degli hotels di Springdale su Booking.com e su Expedia, a parità di tariffa privilegia le strutture nella parte alta del villaggio, potrai raggiungere a piedi il visitor center all’entrata del parco in meno di 15 minuti. Ricorda sempre di controllare l’effettiva posizione della struttura che ti piace sulla mappa e tieni presente che le tasse statali sono già incluse con Expedia e da aggiungere invece con Booking.
Springdale near Zion National Park, Utah

Springdale, Zion NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

Perché a Zion NON è Determinante Alloggiare all’Interno del Parco

Di solito quando si parla dell’alloggio nei grandi parchi del Sud-ovest degli Stati Uniti si dice che conviene – se possibile – dormire sempre all’interno del parco in modo da essere più vicini alle attrazioni ed ai sentieri. Ora, se la cosa è verissima al Grand Canyon, a Bryce, a Yellowstone ed in tanti altri posti, a Zion le cose sono molto meno nette. E questo proprio per la vicinanza degli alberghi di Springdale al parco.

  • All’interno del parco è presenta un’unica struttura, il Zion Lodge. Relativamente costoso e spesso al completo, almeno in alta stagione e se non prenoti con grande anticipo.
  • Ma NON è una questione né di prezzo né di disponibilità. A differenza di Bryce dove il lodge del parco è situato a pochi passi dallo spettacolare bordo del rim e dall’inizio dei sentieri più belli, dal lodge di Zion per raggiungere il punto di partenza delle escursioni più spettacolari dovrai comunque prendere un mezzo di trasporto. In aggiunta, se il punto di partenza della gita che vuoi fare non è servito dai bus pubblici dovrai addirittura uscire dal parco e recarti a Springdale per utilizzare le navette private.
  • Pur trovandosi nel cuore della vallata centrale di Zion, la posizione del Zion Lodge NON risulta quindi né determinante né ottimale per lo svolgimento di molte escursioni. Senza dimenticare che non avrai la disponibilità della piscina (molto piacevole nei caldi pomeriggi estivi dopo il rientro dalle gite) offerta invece dagli alberghi di Springdale e che per cenare la tua sola possibilità sarà l’unico ristorante del lodge. Tu puoi dissentire ma è un po’ illogico a mio avviso decidere di stare qui in mezzo alla natura e poi dover uscire dal parco la sera per andare a Springdale a cercare un supermercato o per cenare in uno dei tanti ristoranti.
  • A mio parere il Zion Lodge è consigliato unicamente se ti fermi a Zion una sola notte ed il tuo programma di gite si limita a quelle fattibili utilizzando i bus pubblici gratuiti del parco. Se ti fermi 2 o 3 notti dormire nella vicinissima Springdale è un’idea migliore.
Driving Utah 9 East of the Zion-Mount Carmel Tunnel, Utah

Driving Utah 9 East of the Zion-Mount Carmel Tunnel, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

Come Spostarsi Attraverso il Parco?

In inverno puoi accedere (neve permettendo) a qualsiasi strada all’interno del parco con la tua auto a noleggio. Ma in primavera, estate ed autunno le cose funzionano diversamente, perlomeno nella vallata centrale di Zion conosciuta come Zion Canyon.

Spostarsi Lungo Zion Canyon

  • Molte delle attrazioni più conosciute e dei sentieri più belli del parco sono raggiungibili con la Zion Canyon Scenic Drive che percorre per intero la vallata centrale di Zion. I celebri Angels Landing, Observation Point ed i Narrows (Bottom-Up) sono accessibili con questa strada.
  • Da marzo ad ottobre la Zion Canyon Scenic Drive è vietata ai veicoli privati ed è percorribile unicamente a bordo di autobus shuttle gratuiti. Stessa situazione nei week-ends di novembre. Le date esatte variano leggermente di anno in anno.
  • L’unica eccezione è se hai una prenotazione confermata allo Zion Lodge, in questo caso puoi accedere al lodge percorrendo la Zion Canyon Scenic Drive con la tua auto ma non ti è comunque permesso né gironzolare in altri punti della strada né parcheggiare in altri posti al di fuori del parcheggio dell’albergo.

L’Accesso ad Altre Zone del Parco

  • La panoramicissima State Highway Utah 9, conosciuta anche come Zion-Carmel Jct Road è percorribile tutto l’anno dai veicoli privati senza limitazioni. E’ la strada che dà accesso al Canyon Overlook Trail e che percorrerai se da Zion sei diretto a Bryce Canyon.
  • Accessibili con la tua auto a noleggio sono anche le strade all’interno del territorio del parco ma situate al di fuori della vallata centrale di Zion. Un esempio è la Kolob Terrace Road che porta al trailhead di The Subway (Bottom-Up Route).
  • Ci sono poi situazioni particolari. Se l’escursione che intendi effettuare prevede un percorso a piedi one-way con punti di partenza ed arrivo differenti dovrai utilizzare una delle navette private organizzate (a pagamento) dagli outfitters di Springdale: al mattino ti portano al trailhead e ti riprendono il pomeriggio al punto di arrivo. Questo è il caso se vuoi percorrere integralmente la Narrows Top-Down Route, scendere l’Ordeville Canyon o cimentarti nel difficile e tecnico percorso Top-Down Route di The Subway.
Visitor Center Shuttle Bus Stop, Springdale, Zion NP, Utah

Visitor Center Shuttle Bus Stop, Springdale, Zion NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

Gli Shuttle Bus di Zion

  • Sono 2 le linee bus shuttle di Zion. La prima parte dal visitor center e percorre la Zion Canyon Scenic Drive all’interno del territorio del parco. La seconda collega i diversi alberghi di Springdale con il visitor center.
  • Entrambe sono gratuite e completamente wheelchair accessible. Puoi salire e scendere tutte le volte che vuoi. Il servizio è molto ben organizzato, raramente occorre aspettare più di qualche minuto.

Zion Shuttle Bus

  • Parte dal Zion Canyon Visitor Center e percorre tutta la Scenic Drive fino al Temple of Sinawava, il punto più lontano di tutta la vallata centrale di Zion. Lungo il percorso effettua 9 diverse fermate in corrispondenza delle attrazioni e dei punti di partenza (trailhead) dei sentieri.
  • In estate prima partenza dal visitor center intorno alle 6 del mattino, ultimo rientro dal Temple of Sinawava intorno alle 21. Frequenze ogni 7-15 minuti. Gli orari esatti sono affissi al visitor center, alle fermate e sul sito web del parco.
  • Considera che in piena stagione da metà a fine pomeriggio i rientri verso il visitor center sono molto gettonati ed i bus viaggiano completi. Se ti trovi in uno degli stops intermedi come The Grotto o Weeping Rock lo shuttle in arrivo dal Temple of Sinawava può essere già pieno e ti può capitare di dover attendere il successivo prima di riuscire a salire a bordo.

Springdale Shuttle Bus

  • Il parcheggio al visitor center da dove parte lo Zion Shuttle Bus tende a riempirsi velocemente, in estate e nei week-ends spesso risulta completo già a metà mattina. Per facilitare l’accesso al Zion Canyon Visitor Center esiste un altro shuttle bus: lo Springdale Shuttle Bus.
  • E’ anch’esso gratuito e collega ben 9 diversi punti all’interno della cittadina di Springdale con il visitor center.
  • L’utilizzo del Springdale Shuttle Bus non è evidentemente obbligatorio ma risulta utile. Se arrivi da St George o Hurricane puoi infatti parcheggiare in qualsiasi strada/parcheggio di Springdale che non abbia divieti (guarda i segnali “Shuttle Parking”) e raggiungere il visitor center a bordo di questo shuttle. Arrivato al visitor center scendi, sali sul Zion Shuttle Bus e raggiungi il punto di partenza della tua escursione.
  • L’utilizzo del Springdale Shuttle è utile anche se alloggi a Springdale, lascia l’auto nel parcheggio del tuo albergo e raggiungi il visitor center tramite l’autobus.
  • Sul sito del parco (vedi link in fondo al post) clicca prima Plan Your Visit, poi guarda Direction & Transportation e Getting Around, trovi le mappe dettagliate con il percorso e gli stops sia del Zion che del Springdale Shuttle Bus.  
Great Basin Rattlesnake, Zion National Park, Utah

Great Basin Rattlesnake, Zion NP, Utah

Photo Credit: Zion National Park | National Park Services

I Pericoli a Zion National Park

Sete, Colpi di Calore, Ipotermia

  • Durante le escursioni estive sui sentieri di montagna del Zion Canyon bevi molto, moltissimo. Per un’escursione di un’intera giornata è normale portarsi 3 litri d’acqua. Lo so che nello zaino all’inizio pesa, ma vedrai che poi sarai contento di averla con te. Da mezzogiorno in poi le temperature possono superare facilmente i 35°, attenzione ai colpi di calore e a non disidratarti.
  • Se fai escursioni nei Zion Narrows attento anche all’ipotermia. Il pericolo è evidente in autunno ed inverno ma presta attenzione anche nella prima parte dell’estate. All’interno dei Narrows la temperatura è ben più fresca rispetto a quella che c’è all’esterno, e stare tutta la giornata a mollo nell’acqua fredda non aiuta.

Orsi, Puma e Serpenti

  • Orsi (bears) e puma (mountain lions) vivono nel territorio del parco ma le probabilità che hai di incontrarli vagabondando sui sentieri della vallata centrale di Zion Canyon sono discretamente remote. Anche scorpioni, tarantole e vedove nere non dovrebbero impensierirti più di tanto.
  • Situazione diversa per i serpenti. Intendiamoci, potresti girovagare in lungo ed in largo per settimane attraverso lo Zion senza mai incontrarne un solo esemplare ma i serpenti a sonagli (rattlesnakes) sono presenti, sono tutt’altro che rari. E potrebbe essercene uno esattamente sotto la pietra su cui ti accasci esausto e senza guardare a metà della salita dell’Angels Landing. 

Temporali, Fulmini e Flash Flood

  • I temporali estivi sono la cosa a cui devi prestare più attenzione. Fulmini e flash flood a Zion sono un pericolo reale.
  • E le inondazioni non riguardano solo chi è in marcia lungo il Virgin River all’interno dei famosi Narrows, in caso di pioggia forte qualsiasi sentiero tu stia percorrendo può diventare pericoloso. Qui il terreno non trattiene l’acqua e durante i temporali estivi non è infrequente vedere formarsi in poche minuti delle vere e proprie cascate d’acqua scendere potenti dalle pareti che circondano il canyon. Farsi sorprendere su un sentiero può voler dire essere spazzati via. E’ già successo.
  • Prima di intraprendere una gita è tassativo controllare con estrema attenzione le forecasts aggiornate. Se hai dei dubbi, prima di intraprendere un’escursione fai un salto veloce al visitors center dove sono affissi bollettini meteo ed eventuali avvisi di flash flood.
  • Questo video rende bene quali siano le condizioni all’interno del parco durante una tempesta. E’ stato girato il 26 agosto 2013 dagli entusiasti ragazzi (ed ottimi conoscitori del posto ) di Zion Adventure Company:

Il Clima a Springdale e Zion Canyon

Le temperature e le considerazioni sul clima che leggi in questo paragrafo sono riferite alla vallata principale del parco, quindi a Springdale ed a Zion Canyon.

Kolob Terrace e Kolob Canyons hanno un clima diverso. La maggior altitudine comporta temperature più fresche in estate, più rigide in inverno ed una nevosità decisamente maggiore. La parte superiore di Kolob Terrace Road di solito rimane chiusa per neve per buona parte dell’inverno e primavera.

Da Giugno a Settembre

  • Temperature medie minime intorno ai 60° Fahrenheit (15° Celsius) con massime di 100°F (38°C) anche se si sono registrate minime di appena 40°F (5°C) e massime di 115°F (…46° Celsius).
  • Luglio ed agosto sono i mesi dei temporali che scaricano grandi quantitativi d’acqua in poche decine di minuti, è questa la monsoon season di Zion.
  • In genere la totalità dei sentieri è accessibile ma è proprio in luglio ed agosto che il pericolo di flash flood è al massimo dell’anno.
  • Organizza qualsiasi camminata sui sentieri di montagna partendo molto presto mattino, le temperature nel primo pomeriggio possono diventare feroci. Per le gite di più di 6 ore porta con te un minimo di 3 litri d’acqua per persona.

Da Ottobre a Febbraio

  • Temperature medie minime comprese tra i 49° Fahrenheit (9° Celsius) di ottobre e 29°F (- 2°C) di gennaio. Le medie massime vanno dai 78°F (25°C) di ottobre ai 52°F (11°C) di gennaio. Da notare che in gennaio, il mese più freddo, si sono registrati estremi di -2°F (-19°C) e 71°F (21° Celsius)
  • Circa metà delle intere precipitazioni annuali nello Zion Canyon cadono di solito tra dicembre e marzo.
  • In inverno nevica sulle alture e sulle montagne che abbracciano Zion Canyon ma perfino nel mese più freddo di gennaio la vallata centrale di Zion è accessibile così come rimane di solito percorribile la celebre Utah 9.
  • A Springdale e sul fondovalle di Zion Canyon è raro assistere ad accumuli di neve. Anche in pieno inverno la Canyon Scenic Road generalmente rimane sempre aperta ma la presenza di ghiaccio, neve e fango sui sentieri di montagna rende pericoloso fare escursioni. Non è questo il momento migliore per le camminate.

Da Marzo a Maggio

  • Medie minime comprese tra i 36° Fahrenheit (2° Celsius) di marzo e 52°F (11°C) di maggio. Medie massime dai 63°F (17°C) di marzo ai 83°F (28°C) di maggio.
  • Tra aprile e la fine di giugno di solito la fusione della neve riempie d’acqua il Virgin River rendendo pericolosi od intransitabili i celebri Zion Narrows.
  • Meglio va per chi è in cerca di panorami: nonostante la neve possa ancora resistere nelle zone in ombra ed alle altitudini più elevate, a partire da aprile la maggior parte dei sentieri di montagna lungo Zion Canyon divengono nuovamente percorribili. Da notare che la sezione settentrionale di Kolob Terrace e Lava Point possono rimanere invece sepolti dalla neve ed inaccessibili fino a maggio.

Forecasts & Averages

  • La pagina Weather and Climate sul sito ufficiale del National Park Service | Zion National Park è una fonte inesauribile di informazioni. Non solo trovi i links delle current conditions delle diverse aree del parco ma puoi anche controllare la portata d’acqua (flow rate) nella North Fork del Virgin River, eventuali avvisi di flash flood, chiusura/interruzione strade e lo stato dei sentieri.
  • Per le averages consulta la Weather Chart | National Park Services | Zion National Park con il dettaglio, mese per mese, di temperature minime e massime, quantitativi di pioggia medi e massimi mensili e giornalieri, numero di giorni in cui si registrano precipitazioni e numero dei temporali mensili.
Kolob Canyons Road after a Snow Winter Storm, Zion National Park, Utah

Kolob Canyons Road, Snowfall after a Winter Storm, Zion NP, Utah

Photo Credit: Zion National Park | National Park Services

Links Utili

E Non c’è Solo Zion…

Le Guide sui Grandi Parchi dell’Ovest degli Stati Uniti

Tutti i posts dedicati a parchi nazionali ed aree protette dell’Arizona, del Nevada, dello Utah, della California e del Nord-ovest degli Stati Uniti già apparsi od in corso di pubblicazione su questo blog, ogni directory raggruppa più articoli.

  • Page e Lago Powell: sono ben poche le destinazioni nel Sud-ovest degli Stati Uniti ad offrirti più cose da fare. A Page non c’è solo l’Antelope, qui puoi passare anche 4 giorni interi ed organizzare gite sempre diverse ogni giorno: esplorare in solitudine il fascinoso Waterholes Canyon, andare in barca sul Lago Powell, scendere in gommone il Colorado od ammirarlo da uno dei tanti punti panoramici, il celebre Horseshoe Bend su tutti. Non mancano le escursioni in elicottero e le cavalcate a cavallo. Page inoltre è un’ottima base per raggiungere posti remoti dove non sono in molti ad aver messo piede. Dalla favolosa The Wave, alla lontana e difficile da raggiungere White Pockets, al grandioso Buckskin Gulch…
  • Monument Valley: le cose da sapere sulle poche sistemazioni alberghiere della vallata e le alternative di stare a Kayenta o Mexican Hat. Cosa vedere alla Monument Valley: visitare la valle con la tua auto a noleggio oppure partecipare ad una delle escursioni guidate? Le gite alla scoperta della Monument Valley più segreta e meno conosciuta, il Goosenecks e Forrest Gump Point…
  • Las Vegas e Valley of Fire: qualcuno lo snobba, molti altri invece non ne hanno mai sentito parlare, ma Valley of Fire è uno dei gioielli più autentici dell’Ovest americano, probabilmente il posto più bello del Nevada. E se ami le escursioni facili in ambienti però selvaggi e desertici non lo devi mancare…
  • Bryce Canyon: insieme con Zion uno dei parchi più belli dello Utah e di tutto il Sud-ovest americano, un autentico Must Do per chi è al suo primo viaggio negli Stati Uniti. I consigli su dove alloggiare ed i miei suggerimenti sulle gite ed i sentieri più belli, da quelli facili e brevi alle escursioni più lunghe e complete.
  • Kodachrome e Cedar Breaks: due parchi piccoli, sconosciuti alla stragrande maggioranza dei turisti europei che affollano i sentieri dei vicini Bryce e Zion. Uno dei gioielli segreti dello Utah il primo, il posto perfetto per chi viaggia in famiglia ed ama camminare in solitudine su sentieri facili e ben tenuti. Ed un parco a 3.000 metri di altitudine il secondo, suggerito al viaggiatore curioso e che non va di fretta.
  • Grand Staircase-Escalante: una delle più vaste aree protette degli Stati Uniti, un territorio immenso, l’ultimo ad essere stato cartografato negli Stati Uniti continentali. Che nasconde al suo interno dei veri autentici tesori, dal facile canyon di Willis Creek agli spettacolari e più sportivi slot della Dry Fork, con i celebri Peek-A-Boo e Spooky…
  • Death Valley e Mojave: oltre una decina di guide completissime e gallerie di foto per conoscere ed esplorare in dettaglio la Valle della Morte e l’assai poco visitato deserto del Mojave con i suoi panorami sconfinati e le imponenti dune di sabbia…
  • Sequoia e Yosemite: le informazioni su come arrivare e dove alloggiare con i pro ed i contro delle diverse località all’interno ed all’esterno dei parchi. Due guide sono interamente dedicate alle passeggiate ed ai sentieri più redditizi della Yosemite Valley ed un articolo ti racconta come scoprire il meglio di Sequoia in solo mezza giornata…
  • Yellowstone e Nord-ovest USA: un solo articolo per ora, dedicato al bianchissimo deserto di sale di Bonneville Salt Flats nell’estremo nord-ovest dello Utah ai confini col Nevada, un posto surreale ed assai poco conosciuto…

Last Update: May 17th 2018

Creative Commons 2.0 GenericFront cover photo credit: Zion National Park, Utah by Chase Lindberg. Photos come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.

Share

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.