DESTINATIONS

Le Guide su Paesi, Città e Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

GREAT JOURNEYS

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

WHEN TO GO?

Il Clima

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

Bryce Canyon National Park: le 3 Escursioni Più Belle

Guida alle 3 Escursioni Più Belle a Bryce Canyon National Park

Cosa fare a Bryce Canyon National Park? Cosa vedere in un giorno in uno dei parchi nazionali più belli e scenografici degli Stati Uniti? Quali sono le attrazioni più interessanti e le escursioni più belle? I miei consigli su cosa fare nel Parco Nazionale di Bryce e sulle 3 passeggiate più remunerative e spettacolari: la Bryce Amphitheater Traverse, la Figure 8 Combination con il famoso Peekaboo Loop ed il Fairyland Trail. Le cose da sapere e le schede tecniche dei sentieri per poter decidere quale gita fare in base al tempo che hai a disposizione, al dislivello ed alla lunghezza dei sentieri. Un articolo che costituisce una delle guide più complete e dettagliate disponibili in italiano sul Parco Nazionale di Bryce Canyon nello Utah con tutte le informazioni che occorrono per organizzare la tua visita.  

Walking Bryce Amphitheater, Traverse Bryce Canyon National Park, Utah

Bryce Amphitheater Traverse, Bryce Canyon NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

Visitare Bryce Canyon: Quali Passeggiate e Quali Sentieri Scegliere?

Questa guida vuole offrirti una rapida panoramica sul meglio che offre Bryce Canyon e le sue gite più complete e redditizie. La cosa importante che devi conoscere è che così come Zion anche Bryce è un parco di montagna. Ma con due differenze importanti, decisive.

  • A differenza di Zion infatti, a Bryce i dislivelli da superare sono limitati a poche centinaia di metri, anche per i sentieri più belli e spettacolari.
  • Rispetto a Zion inoltre, le escursioni più grandiose che puoi fare a Bryce non pongono particolari difficoltà o pericoli. E nemmeno richiedono permessi da richiedere in anticipo od un’attenzione importante alla logistica (come invece ti è richiesto per alcune delle gite “importanti” di Zion).

Se anche non sei un trekker provetto, qui a Bryce puoi incamminarti su quelli che sono i sentieri in assoluto più panoramici del parco e portare a termine le tue escursioni senza troppi sforzi o difficoltà. Basta che ami camminare ed hai un discreto stato di forma fisica.

Cose Utili da Sapere

  • Nonostante molti gitanti vadano su e giù per i sentieri di Bryce con le sneakers, tu privilegia se possibile scarpe da approach o scarponcini da trekking dotati di suola antiscivolo, almeno se intendi fare le escursioni più lunghe qui descritte. Se con tempo asciutto anche le prime possono andare bene, le cose invece cambiano in caso di pioggia.
  • Da luglio a settembre parti presto il mattino: eviti l’affollamento sui sentieri, cammini quando le temperature sono contenute e soprattutto termini l’escursione entro la prima parte del pomeriggio così da evitare i possibili temporali pomeridiani.
  • Oltre all’acqua porta con te almeno uno spuntino. Se parti di prima mattina spacci e bars sono chiusi, questo vuol dire che dovrai organizzarti il pomeriggio precedente.
  • Tutti i sentieri e le escursioni descritte in questo articolo non richiedono permessi da richiedere in anticipo al visitor center. Al momento che pianifichi il viaggio e nuovamente il giorno prima dell’escursione è però saggio controllare sul sito ufficiale del parco lo stato e l’apertura/chiusura dei sentieri.
  • Nella mappa che segue tratta dal sito ufficiale del parco e liberamente adattata puoi osservare il percorso delle 3 passeggiate che trovi descritte in questo articolo con i punti di partenza (trailhead) dei diversi sentieri e la loro posizione rispetto al visitors center.
Map of the Top 3 Hikes in Bryce Canyon National Park Utah

Red=Fairyland Loop | Yellow=Bryce Amphitheater Traverse | Blu=The Figure 8 Combination

Map Credit: National Park Service | Bryce Canyon

Vuoi Vedere i Più Bei Panorami di Bryce Canyon?

Se hai un’abbondante mezza giornata, od ancor meglio un intero giorno da dedicare a Bryce ti suggerisco 3 escursioni tra le quali scegliere, sono in assoluto le più panoramiche e complete di tutte le gite che puoi fare all’interno del parco. Tutte ti permettono di esplorare da molto vicino l’intricato e fiabesco mondo degli hoodoos.

  • Relativamente breve ma spettacolare la prima, la Bryce Amphitheater Traverse, è la gita che offre forse le vedute più ampie e grandiose del parco. Il dislivello accettabile e la lunghezza contenuta ne fanno la prima scelta per chi viaggia in famiglia.
  • The Figure 8 Combination ti porta nel cuore del celebre Anfiteatro di Bryce percorrendo per intero una sua sezione particolarmente suggestiva, il Peekaboo Loop. In estate è uno dei percorsi più frequentati dai visitatori.
  • Decisamente più lungo e molto meno frequentato il Fairyland Loop. Qui di escursionisti ne incontrerai pochi, in ogni caso di difficoltà non ce ne sono, puoi portarci anche i bambini dai 9/10 anni a patto siano abituati alle lunghe camminate in montagna.

In verità nessuna di queste tre gite ti terrà impegnato per l’intera giornata, ma per la lunghezza del percorso, per poter assorbire eventuali contrattempi o ritardi e poterti fermare tutte le volte che vuoi a scattare foto risulta comodo effettuarle avendo un’intera giornata a disposizione, ossia dormendo la sera prima e la sera dopo in prossimità del parco.

Wall of Windows, Bryce Amphitheater Traverse, Bryce Canyon National Park, Utah

Wall of Windows, Bryce Amphitheater Traverse, Bryce Canyon NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

The Bryce Amphitheater Traverse

Uno spettacolare percorso one-way che senza mai tornare sui propri passi collega due dei punti panoramici più belli del parco. Da Bryce Point scendi ed attraversi per intero l’Anfiteatro di Bryce percorrendo la parte più suggestiva del celebre Peek-A-Loop e risalendo poi a Sunrise Point lungo il magnifico e facile Queens Garden Trail. Questa gita richiede obbligatoriamente l’utilizzo di una delle navette del parco.

  • Punto di partenza: il panoramicissimo Bryce Point a 8.315 feet (2.534 metri slm), il più alto dei viewpoints sull’Anfiteatro di Bryce. Lo raggiungi in auto o con le navette gratuite del parco.
  • Punto di arrivo: Sunrise Point, se hai lasciato l’auto a Bryce Point dovrai poi prendere una delle navette per tornare a recuperarla.
  • Distanza solo andata: da Bryce Point a Sunrise Point in tutto sono poco più di 4,7 miglia (7,6 Km) one-way includendo anche la breve deviazione per visitare come si deve il Queens Garden. Calcola poco meno di 5 ore in tutto considerando che le soste per scattare foto saranno innumerevoli, questo è un percorso scenografico ed è facile riempire una scheda da 4GB…
  • Dislivello: circa 290 metri per scendere da Bryce Point al punto più basso raggiunto dall’itinerario in prossimità del raccordo con il Navajo Loop; da qui sono 183 metri da risalire per raggiungere Sunrise Point. Anche considerando qualche saliscendi lungo la sezione occidentale del Peek-A-Boo il tutto rimane alla portata di qualsiasi camminatore entusiasta ed abituato all’attività fisica. La bellezza e maestosità di quanto ti circonda aiutano a distrarti e sentire meno la fatica…
Upper section of Bryce Amphitheater Traverse, Bryce Canyon National Park, Utah

Upper section of Bryce Amphitheater Traverse, Bryce Canyon NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

  • Caratteristiche: è la più facile e meno impegnativa tra le gite “lunghe” da fare a Bryce. Esaltante la discesa iniziale da Bryce Point osservando dall’alto prima e passando sotto poi le celebri Wall of Windows e The Cathedral, due delle più spettacolari formazioni di hoodoos di tutto Bryce Canyon. La parte finale dell’itinerario ti riserva la vista ravvicinata dell’altro gioiello del parco, il coloratissimo Queens Garden. Nessun altro percorso ti permette di avere una visione migliore e più completa del celebre Bryce Amphitheater.
  • Pericoli: obiettivamente nessuno, così almeno mi è sembrato, l’intera escursione si svolge sempre su largo e facile sentiero tracciato. Come dappertutto nel Sud-ovest degli Stati Uniti dai sempre uno sguardo a dove metti i piedi, quando percorsi la Amphitheater Traverse avvistai un piccolo serpente (non a sonagli, simile invece ad una vipera con la testa triangolare), curiosamente si trovava nel bel mezzo del sentiero al termine del Peek-A-Boo e vicino al raccordo con il Navajo Loop, in un tratto particolarmente frequentato dai visitatori.
  • Quando: trattandosi di un percorso one-way risulta NON fattibile da ottobre ad aprile quando il bus shuttle del parco non opera, bus necessario per recuperare l’auto al punto di inizio del sentiero (salvo non farti a piedi i 4,4 Km del Rim Trail tra Sunrise Point e Bryce Point una volta terminata l’escursione).
  • Da sapere: al termine della discesa da Bryce Point, una volta raggiunta l’intersezione con il Peek-A-Boo Loop devi svoltare a sinistra e percorrere la metà occidentale del Peek-A-Boo fino al raccordo che porta in fondo al Navajo Loop. Da qui prosegui prevalentemente in piano fino a Queens Garden da dove inizia la risalita verso Sunrise Point. In piena estate portati almeno 1 litro e mezzo d’acqua perché può fare caldo.
  • Consigliato: tra le gite “importanti” di Bryce è la più indicata alle famiglie con bambini in quanto è quella con il dislivello più contenuto, cammini più in discesa che in salita. La fatica è limitata a qualche saliscendi sul Peek-A-Boo ed alla facile e non ripida risalita finale lungo il Queens Garden Trail che porta a Sunrise Point.
  • La mia esperienza e le foto: la seconda facile e grandiosa escursione che io e la mia famiglia abbiamo fatto durante un nostro soggiorno nel parco a fine agosto. Iniziata presto al mattino così da incontrare poche persone lungo la magnifica discesa da Bryce Point, per lunghi momenti abbiamo camminato completamente soli godendoci in assoluta tranquillità il posto. Guarda le foto della gita con la descrizione dettagliata del percorso nel post Bryce Canyon: l’Escursione Bryce Amphitheater Traverse: la Photogallery
First section of Bryce Amphitheater Traverse & Peekaboo Loop Map, Bryce Canyon National Park, Utah

First section of Bryce Amphitheater Traverse & Peekaboo Loop Map, Bryce Canyon NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

The Figure 8 Combination

E’ la combinazione di tre diversi e conosciutissimi percorsi. Il primo: parti da Sunset Point e scendi all’interno dell’Anfiteatro lungo uno dei due ripidi rami del Navajo Loop. Il secondo: percorri per intero lo spettacolare anello del Peek-A-Boo Loop Trail. Il terzo: risali sul bordo del canyon a Sunrise Point lungo il facile Queens Garden Trail. Da qui rientri velocemente a Sunset Point con la comoda stradina pedonale che segue il bordo superiore dell’Anfiteatro.

  • Punto di partenza: Sunset Point, il più celebre e frequentato di tutti i punti panoramici del parco. Ci arrivi con la tua auto a noleggio o con le navette gratuite del parco.
  • Punto di arrivo: Sunrise Point è il punto dove termina la risalita dal canyon, da qui ti basta seguire il breve tratto del Rim Trail che con percorso pianeggiante ti riporta in pochi minuti a Sunset Point.
  • Distanza andata e ritorno: in tutto sono 6,5 miglia (10,5 Km), calcola tra le 5 e le 6 ore, dipende dalle soste fotografiche che fai…
  • Dislivello: la differenza tra il punto più alto e quello più basso dell’itinerario è di soli 611 feet (186 metri) ma la differenza la fanno i numerosi saliscendi. Le precisissime guide distribuite all’interno del parco riportano che in tutto sono circa 816 feet (249 metri) da scendere ed altrettanti da risalire.  
Walking Peekaboo Loop Figure 8 Combination, Bryce Canyon National Park, Utah

Peekaboo Loop, Bryce Canyon NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

  • Caratteristiche: percorso privo di difficoltà ma i saliscendi lungo il Peek-A-Boo mettono a dura prova chi non è abituato a camminare in montagna. Magnifico il passaggio sotto Wall of Windows e The Cathedral. Il Peek-A-Boo Trail è più suggestivo se percorso in senso orario.
  • Pericoli: salvo crolli improvvisi e non preventivabili delle rocce lungo il Navajo Loop (in inverno il ramo di Wall Street viene generalmente chiuso proprio per questo motivo) ti direi che di pericoli apparentemente non ce ne sono. Ma per la relativa lunghezza del percorso ti suggerisco di partire presto al mattino così da non farti trovare a metà del sentiero se si sviluppa un temporale, cosa possibile se non probabile nei pomeriggi estivi.
  • Quando: da metà primavera a metà autunno. Percorrere questo itinerario in inverno con neve a terra non è pericoloso ma solamente faticoso.
  • Da sapere: il Peek-A-Boo è percorso dalle carovane di cavalli e muli, quando li incontri fermati sul lato a monte del sentiero e lasciali passare. La prima sezione (Navajo) ed ultima sezione (Queens Garden) in estate possono essere affollate, più tranquillo e meno frequentato il tratto di Peek-A-Boo.
  • Consigliato: a chiunque abbia un minimo di allenamento a camminare in montagna, in effetti non sono né la discesa dal Navajo Loop né la risalita dal Queens Garden i momenti decisivi, la vera discriminante sono i saliscendi sul Peek-A-Boo. Gita perfetta anche con bambini a partire da 9/10 anni, tieni però presente che occorre camminare per una decina di chilometri.
  • Video: per renderti conti di cosa si tratta guarda questo video a cura di Nick Rubin, la spettacolare Wall of Windows appare al minuto 1.27:

Fairyland Loop

E’ uno dei più lunghi sentieri del parco ed uno dei meno frequentati, anche in piena estate è facile non incontrare più di una cinquantina di persone lungo tutto l’itinerario. E’ un loop, ossia un percorso circolare dove non occorre mai tornare sui propri passi, puoi percorrerlo in entrambe le direzioni ma io ti suggerisco il senso anti orario (counterclockwise). Per due i motivi. Il primo, inizi in modo relativamente soft con una lunga e panoramicissima passeggiata lungo il Rim Trail. Il secondo, percorri in discesa il tratto più ripido dell’intero itinerario, riservando invece alla risalita dal fondo del canyon il sentiero con pendenza più moderata, in questo modo il percorso risulta meno faticoso.

  • Punto di partenza: Fairyland Point, al momento della redazione di questa guida non servito dallo shuttle gratuito del parco ed accessibile solo in auto. Per raggiungerlo devi prendere la deviazione sulla sinistra 1,8 miglia dopo il Ruby’s Inn ed 1 miglio scarso PRIMA di raggiungere il visitor center. Se questo è il solo sentiero che hai intenzione di fare a Bryce NON dovrai quindi pagare il biglietto di accesso al parco.
  • Punto di arrivo: Fairyland Point, il percorso è interamente circolare.
  • Distanza andata e ritorno: 8,4 miglia (13,5 km) in totale incluso il tratto iniziale del Rim Trail di 2,5 miglia (4 Km) tra Fairyland e Sunrise Point e la breve deviazione di 0,4 miglia (650 metri a/r) per il Tower Bridge. Calcola tra le 6 e le 7 ore per completarlo con grande calma gustandoti il posto.
  • Dislivello: La differenza tra il punto più alto lungo il bordo del Rim Trail a 8.075 feet (2.461 m slm) e quello più basso in fondo al Fairyland Canyon a 7.142 feet (2.176 metri) è di soli 285 metri ma i numerosi saliscendi portano il dislivello reale a circa 400 metri effettivi da scendere e poi risalire.
Fairyland Trail from Fairyland Point, Bryce Canyon National Park, Utah

Fairyland Trail from Fairyland Point, Bryce Canyon NP, Utah

Photo Credit: travelourplanet.com

  • Caratteristiche: da Fairyland Point trailhead (punto di partenza) costeggi il bordo del canyon tra salite e discese e con ampi panorami fino a poco prima di Sunrise Point dove il sentiero vira a sinistra e scende ripido nel Campbell Canyon costeggiando gli hoodoos di China Wall. Dopo 1,5 miglia di discesa una piccola deviazione (spur trail) porta al caratteristico Tower Bridge, fin qui hai percorso 4,2 miglia e sei a metà del cammino, c’è ombra, punto di sosta consigliato. Inizia ora la salita con i tornanti che si arrampicano lungo il Campbell Canyon per raggiungere la spettacolare, ed a tratti stretta, cresta che domina il Fairyland Canyon, questo è forse il punto dove occorre prestare più attenzione. Dopo qualche saliscendi il sentiero prosegue in salita con pendenze mai eccessive fino a raggiungere Fairyland Point da dove sei partito.
  • Pericoli: non ci sono veri pericoli né difficoltà ed il percorso è molto ben segnalato. Alcune sezioni lungo la cresta richiedono un minimo di attenzione, soprattutto se c’è vento. Non avvicinarti troppo ai bordi del sentiero, in diverse parti dall’apparenza friabile. Fondamentale partire presto al mattino per ridurre i rischi dei temporali pomeridiani, portati almeno 2 litri d’acqua.
  • Quando: da fare senza ghiaccio e possibilmente senza neve a terra, solitamente perfetto da metà maggio ai primi di ottobre. Caldo in estate man mano che scendi all’interno del canyon.
  • Da sapere: a Fairyland Point il parcheggio è limitato. Se fosse pieno l’alternativa è iniziare e terminare a Sunrise Point, uno degli stops dello shuttle gratuito del parco. Il Fairyland Trail è percorribile liberamente senza permessi.
  • Consigliato: se vuoi camminare in santa pace anche in pieno agosto è questo il sentiero da fare, così ti godi gli ampi panorami di Bryce quasi in solitaria.
  • Video: la lunga e scenica camminata lungo il Fairyland Loop, nel senso suggerito, in questo video di Sheety33:

E Non c’è Solo Bryce…

Numerosissime le guide dedicate alle grandi meraviglie del Sud-ovest degli Stati Uniti che puoi leggere in questo blog, ecco dove trovarle, ogni directory raggruppa più articoli.

  • Grand Staircase-Escalante, un’area selvaggia ancora relativamente sconosciuta alla stragrande maggioranza dei visitatori e fuori dalle rotte turistiche più battute.
  • Zion, famosissimo, osannato, in assoluto uno dei parchi nazionali più belli degli Stati Uniti, un parco che però dà il meglio di sé nelle escursioni più lunghe ed impegnative.
  • Page e Lago Powell, con numerosi posts dedicati alle escursioni in barca sul lago, alle discese in gommone del Colorado River ed alle fascinose gite a due magnifici slot canyons, il famoso Antelope Canyon ed il quasi sconosciuto Waterholes Canyon.
  • Monument Valley, con i miei suggerimenti su come scoprire il lato più nascosto della vallata più famosa d’America ed il non lontano Goosenecks State Park.
  • Death Valley e Mojave, gli articoli per conoscere le tante attrazioni della Valle della Morte e l’assai poco visitato deserto del Mojave con i suoi panorami sconfinati e le imponenti dune di sabbia.
  • Las Vegas e Valley of Fire, la base classica di accesso ai parchi ed uno dei gioielli più autentici di tutto lo stato del Nevada, dove fare magnifiche e facili gite a piedi. 

Last Update: May 27th 2018

Creative Commons 2.0 GenericFront cover photo credit: Bryce Amphitheater, Bryce Canyon by travelourplanet.com. Photos come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.

Share

2 comments to Bryce Canyon National Park: le 3 Escursioni Più Belle

  • Ciao Elisa, eh si, a Bryce che è in altitudine purtroppo i temporali estivi sono quasi un classico, in luglio ed agosto mediamente se ne registrano tra 11 e 12 al mese. Non sono pochi. Credo comunque che nel corso del tuo viaggio avrai visto tanti altri posti fenomenali…

  • Purtroppo a causa di un fortissimo temporale ho dovuto saltare la tappa al Bryce Canyon: l’unico rimpianto che ho del mio viaggio nella West Coast. Devo recuperare e farò tesoro dei tuoi consigli 🙂

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.