LE DESTINAZIONI

Le Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

I VIAGGI

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

IL CLIMA

Quando Andare

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

LA SALUTE IN VIAGGIO

La salute e le malattie in viaggio.

Sei in partenza per un viaggio? Sei preoccupato per malaria, febbre gialla e dengue e cerchi informazioni su vaccinazioni e profilassi? L’attenzione sulla malattie e sulla salute in viaggio e di conseguenza l’informazione aggiornata sulla situazione sanitaria nel Paese che si intende visitare è un vero e proprio must per qualsiasi viaggiatore.

I TUOI RACCONTI DI VIAGGIO

I TUOI RACCONTI DI VIAGGIO

Sei un viaggiatore? Ti piace scrivere? Vuoi pubblicare il tuo racconto di viaggio su questo blog? Mandaci il tuo resoconto di viaggio, lo pubblicheremo volentieri, potrà essere utile a tutti i lettori.

PASSAPORTI E VISTI

Passaporti e visti

Le informazioni su passaporti e visti, formalità valutarie e doganali, ambasciate e consolati, l'ESTA, il Timatic Web e gli ultimi avvisi per il viaggiatore

Cosa Vedere a Chiang Mai: i 7 Templi Più Belli da Visitare a Chiang Mai

Guida ai Templi Più Belli di Chiang Mai nella Thailandia del Nord

Cosa vedere a Chiang Mai? Quali sono le attrazioni più belle ed interessanti? E quali sono i templi in assoluto più belli di Chiang Mai? La tua guida dettagliata ai 7 templi da non perdere a Chiang Mai, quelli più belli, quelli più famosi ed i piccoli tesori nascosti sconosciuti a gran parte dei turisti. I templi situati nella Città Vecchia di Chiang Mai: l’antico Wat Chiang Man, il Wat Phan Tao, lo sconosciuto Wat Jet Lin con il suo giardino segreto e soprattutto il Wat Chedi Luang ed il Wat Phra Singh, i due più belli ed impattanti di tutti i templi situati all’interno della città di Chiang Mai. Il tempio più interessante tra quelli situati fuori dalla Cerchia delle Mura: l’inaspettato ed unico Wat Sri Suphan più conosciuto come Silver Temple. E per finire il famoso, veneratissimo e spettacolare tempio di Doi Suthep, situato alto sulla montagna 17 chilometri a nord-ovest della città e vera highlight di qualsiasi visita a Chiang Mai. Con le caratteristiche uniche di ciascun tempio, le informazioni su dove si trova, perché andarci e le cose da sapere su orari e costi di accesso.  

Inside Wat Phan Tao, Chiang Mai, Thailand

Inside Wat Phan Tao, Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

I Templi Più Belli di Chiang Mai

Cosa vedere a Chiang Mai? Quali sono le attrazioni più belle? E soprattutto quali sono i templi più belli di Chiang Mai, quelli che non devi assolutamente perdere? Chiang Mai è ricchissima di templi, in città ve ne sono probabilmente centinaia, passeggiando a volte te li trovi davanti all’improvviso subito dopo una svolta, e succede che templi considerati minori come il Wat Phan On oppure il Wat Saimoonmueang attirino invece irresistibilmente lo sguardo. 

  • Ma non potendo, e nemmeno volendo, visitarli tutti una scelta si impone. Ma quali templi andare a vedere? Quali sono i templi più interessanti di Chiang Mai?
  • Ho visitato Chiang Mai due volte, la prima a metà degli anni Novanta, l’ultima nel giugno del 2019, ed ho steso una breve lista, credo solo in minima parte soggettiva. I templi che trovi qui descritti sono quelli che a mio parere meritano una visita, per ragioni storiche, per motivi di bellezza oggettiva, ed anche più semplicemente perché provocano emozione.
  • Salvo una o forse due eccezioni, tutti i templi qui descritti sono posizionati nel cuore di Chiang Mai, raggiungibili facilmente e senza difficoltà, a piedi, visitabili per proprio conto, spendendo pochissimo. Per localizzarli e vedere dove si trovano e come arrivarci utilizza i point makers sulla mappa presente nell’articolo Dove Alloggiare a Chiang Mai: Guida agli Ostelli ed agli Alberghi Più Belli Dove Dormire a Chiang Mai, la cartina riporta anche la posizione dell’aeroporto, della stazione ferroviaria e dei principali luoghi di intrattenimento serale, così da farti un’idea completa dell’intera geografia della città. 
  • Se tu preferisci invece visitare la città ed i templi di Chiang Mai con una guida in questo blog c’è un articolo che forse ti verrà utile, è I Migliori Tours Organizzati a Chiang Mai e contiene la presentazione delle migliori escursioni guidate, di gruppo e con auto e guida privata, che puoi prenotare a Chiang Mai per visitare la città ed i suoi magnifici dintorni, incluso le escursioni in giornata a Chiang Rai ed al famoso White Temple, al Triangolo d’Oro ed al Parco Nazionale Doi Inthanon, con la descrizione dettagliata ed i pro ed i contro di ciascun tour.
No Shoes Inside! Wat Phra Singh, Chiang Mai, Thailand

No Shoes Inside! Wat Phra Singh, Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com 

I 7 Templi Da Non Perdere a Chiang Mai

Sono 7 i templi di Chiang Mai che ti presento. Ci sono i templi più antichi, quelli più famosi, quelli più spettacolari ed anche qualche gioiello nascosto, li trovi descritti a seconda della loro posizione: i templi della Città Vecchia all’interno della Cerchia delle Mura, quelli situati in città ma al di fuori della Cerchia delle Mura, ed il famoso Tempio di Doi Suthep situato su una montagna a 17 Km dal centro di Chiang Mai. 

  • I templi situati nella Città Vecchia di Chiang Mai: l’antichissimo Wat Chiang Man, il mistico Wat Phan Tao con il viharn interamente in legno di teak, lo sconosciuto Wat Jet Lin con il suo giardino segreto e soprattutto il Wat Chedi Luang ossia il Tempio del Grande Chedi in Rovina ed il Wat Phra Singh, il più scenografico di tutti i templi situati all’interno della città di Chiang Mai.
  • Il tempio più interessante tra quelli situati fuori dalla Cerchia delle Mura: l’inaspettato ed unico Wat Sri Suphan più conosciuto come Silver Temple.
  • E per finire il tempio più celebre, la vera highlight di qualsiasi visita a Chiang Mai e nel Nord della Thailandia, il famoso, spettacolare e veneratissimo Wat Phrathat Doi Suthep situato alto sulla montagna 17 Km a nord-ovest del centro di Chiang Mai e raggiungibile con una tortuosa e panoramica strada di montagna.

Di seguito trovi la loro descrizione dettagliata, con le informazioni su dove si trovano, le particolarità di ognuno e perché andarci. Ricorda che i templi sono luoghi sacri ed un minimo di codice di abbigliamento si impone per visitarli, ossia spalle e gambe coperte almeno fino a sopra le ginocchia, niente scollature e niente pancino scoperto, ricorda anche che quando visiti il loro interno dovrai togliere le scarpe.

Ubosot (on the left) and the Chedi (on the right), Wat Chiang Mun (known as Wat Chiang Man), Chiang Mai, Thailand

Ubosot (on the left) and the Chedi (on the right), Wat Chiang Mun (known as Wat Chiang Man), Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com 

I Templi della Città Vecchia di Chiang Mai: all’Interno della Cerchia delle Mura

Wat Chiang Man: il Tempio Più Antico di Chiang Mai 

  • Dove: su Ratchapakhinai Road nella zona nord-orientale della Città Vecchia di Chiang Mai, poco più di 300 metri a nord passeggiando lungo la via di Zoe in Yellow, il più divertente ed animato dei clubs all’aperto di Chiang Mai.
  • Caratteristiche: un tempio antichissimo, venne edificato nel 1296 da Re Mengrai quando decise di fondare la nuova capitale del Regno Lanna; come spesso accade l’edificio più antico del tempio è il chedi, qui costruito in parte in stile Lanna ed in parte in stile cingalese, magnifici i suoi 15 elefanti di pietra che ne formano la base; c’è un decoratissimo ubosot (è l’ordination hall) in legno e ben due viharn, nel più grande è conservata una statua del Buddha seduto, l’iscrizione alla sua base la fa risalire all’anno 1465.
  • Perché andarci: a Chiang Mai non troverai nulla di più antico, e già questa è una buona ragione per farci un salto, aggiungici che il posto è spesso immerso in una calma solenne senza frotte di visitatori, te lo puoi godere come si deve; molto piacevole inoltre il giardino all’interno del quale sorgono le diverse costruzioni del tempio.
  • Da sapere: è anche conosciuto come Wat Chiang Mun, accesso gratuito, di solito aperto dalle 6 del mattino fino intorno le 17.
Wat Phan Tao, near Wat Chedi Luang, Chiang Mai, Thailand 

Wat Phan Tao, near Wat Chedi Luang, Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

Wat Phan Tao: il Tempio col Viharn in Teak 

  • Dove: a pochi metri dal famosissimo Wat Chedi Luang, nel cuore della Città Vecchia di Chiang Mai, immediatamente a sud dell’importante Rachadamnoen (Ratchadamnoen) Road che taglia da est ad ovest il centro di Chiang Mai, l’ingresso è su Prapokkloa Road (anche scritto Phra Pok Klao Road) che invece attraversa la Old City con ordinamento nord-sud; se arrivi dalla Tha Pae Gate percorri Rachadamnoen Road per 550 metri a poi svolta a sinistra su Prapokkloa Road.
  • Caratteristiche: un tempio piccolo, ma anche molto antico, probabilmente risalente alla fine del XIV secolo, con un particolarissimo ed unico viharn in legno di teak; all’interno ospita una statua del Buddha seduto anche se la cosa che più mi ha colpito sono le lunghe file di ciotole dove i fedeli depositano le offerte, ce ne sono oltre 100 perfettamente allineate su quattro file; completano il complesso un piccolo chedi e le residenze dei monaci.
  • Perché andarci: perché è un posto pieno di misticismo, perché la visita ti porta via solo 10 minuti (anche meno) ed il suo viharn in legno di teak è unico.
  • Da sapere: di solito aperto dalle 6 alle 17 con ingresso gratuito.
Wat Chedi Luang, Chiang Mai, Thailand

Wat Chedi Luang, Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

Wat Chedi Luang: il Tempio del Grande Chedi in Rovina 

  • Dove: nell’esatto centro geografico della Città Vecchia di Chiang Mai, vicino all’incrocio di Rachadamnoen con Prapokkloa Road (Phra Pok Klao Road), accesso da quest’ultima, è il tempio più centrale di Chiang Mai.
  • Caratteristiche: un tempio vasto ed importante, super gettonato dai turisti e composto da numerosi edifici, molto suggestivo, forse il luogo di culto più frequentato dell’intera città, in genere è facile vedere numerosi monaci. A svettare su tutto è il grande chedi, una volta il più grande di tutti i chedi del Regno Lanna, prima che un terremoto nel 1545 ne distrusse la parte sommitale raggiungeva un’altezza di ben 85 metri. Parzialmente restaurato (un restauro un po’ discusso in verità) ma mai ricostruito ha una base di ben 44 metri di diametro ed è caratterizzato da quattro grandi scalinate monumentali. E’ proprio qui in una nicchia del grande stupa del Wat Chedi Luang che per quasi un secolo, dal 1468 al 1552 venne custodita la veneratissima statuetta del Buddha di Smeraldo (in realtà una giada) prima di venir portata a Luang Prabang, l‘antica capitale reale del Laos, ed approdare infine al Wat Phra Kaew di Bangkok dove è conservata tuttora. Ma non c’è solo il grande chedi, l’altra attrazione da non perdere al Wat Chedi Luang è il più grande dei due viharn situati nel terreno del tempio, un edificio imponente caratterizzato da una facciata interamente decorata ad intarsi dorati ed un interno sostenuto da due file di alte colonne, in fondo appare una grande statua del Buddha fiancheggiata da due statue più piccole. All’interno del complesso trovi inoltre un viharn più piccolo, il Pillar Inthakhin Vihara ossia il pilastro che commemora la fondazione di Chiang Mai e la cui vista è proibita alle donne, un tempietto in stile birmano e per ultimo un padiglione in legno con un Buddha sdraiato.
  • Perché andarci: insieme con il Wat Phra Singh è uno dei due templi più belli tra tutti quelli situati all’interno della città, è un vero autentico must do, assolutamente imperdibile per chiunque visiti Chiang Mai.
  • Da sapere: se le cose non sono cambiate aperto alle visite dalle 8 del mattino fin verso le 18, accesso a pagamento.
Wat Phra Singh, Chiang Mai, Thailand

Wat Phra Singh, Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

Wat Phra Singh: il Più Scenografico dei Templi di Chiang Mai  

  • Dove: all’interno della cerchia delle mura all’estremità occidentale della Città Vecchia, in fondo a Rachadamnoen Road, l’arteria più importante che taglia il cuore di Chiang Mai da est ad ovest collegando la Tha Phae Gate alla Suandork Gate.
  • Caratteristiche: risalente al XIV secolo il Wat Phra Singh non è solo un tempio antico, è anche un monastero molto grande, composto da numerosi edifici ed abitato da centinaia di monaci, il più vasto a Chiang Mai; all’entrata ti accoglie il Viharn Luang, il più grande dei templi che compongono il complesso, ed anche il più giovane, quello che vedi è una ricostruzione dell’edificio originale risalente al 1925 e successivamente ulteriormente restaurato nel 2008; ma ad attirare irresistibilmente lo sguardo è il chedi principale, questo davvero antico, tutto dorato, alto e slanciato, a forma circolare e decorato da figure di elefanti che fuoriescono dalla sua base quadrata; a fianco al chedi si trova il magnifico Viharn Lai Kham, architettonicamente il pezzo più pregiato dell’interno complesso templare, decorato nello stile tipico Lanna a colori oro ed ocra e con un bellissimo tetto in teak a tre ordini, al suo interno custodisce la veneratissima statua del Phra Singh Buddha; non mancano un chedi più piccolo conosciuto come Chedi Kulai, la sala delle ordinazioni ossia l’ubosot risalente ai primi anni del 1800 e con il doppio ingresso, uno per i monaci ed uno per le monache, la biblioteca del tempio, stretta ed alta, nello stile tipico dell’architettura Lanna e che conserva preziose scritture buddhiste.
  • Perché andarci: perché è il più grandioso di tutti i templi situati all’interno della città di Chiang Mai, il tempio che più stupisce, uno dei capolavori assoluti dell’architettura Lanna dell’intero Nord della Thailandia, il suo grande stupa dorato è una gioia per gli occhi.
  • Da sapere: di solito aperto tutti i giorni dalle 6 del mattino alle 20, i giardini e gran parte del complesso templare sono accessibili gratuitamente, paghi solo l’entrata al tempio principale, sono pochi Bath.
Wat Jet Lin, Chiang Mai, Thailand

Wat Jet Lin, Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

Wat Jet Lin: il Tempio con il Giardino Segreto 

  • Dove: nella zona sud della Città Vecchia, su Prapokkloa Road, è la stessa via sulla quale sorgono il Wat Phan Tao ed il Wat Chedi Luang, 360 metri a sud di quest’ultimo e poco più a nord del Chiang Mai Gate Night Market.
  • Caratteristiche: sebbene sia molto antico non stupisce né per la sua grandiosità né per la sua bellezza, in effetti è uno dei templi meno visitati di Chiang Mai, uno dei templi minori, sconosciuto ai più; ad accoglierti è però il silenzio, una grande testa di Buddha e statue di figure bizzarre incluso una creatura che ricorda un panda, ma ha 5 occhi, mangia carboni ardenti e defeca oro puro…
  • Perché andarci: per il suo giardino segreto che si apre sul retro del tempio, un grande e suggestivo stagno pieno di victoria regia ed attraversato da un ponte di bambù, in giro è facile incontrare i monaci, spesso puoi avere il posto in quasi totale esclusiva. Suggestivo.
  • Da sapere: conosciuto anche come Wat Ched Lin o Wat Chet Lin è un tempio che vedi veloce, io ci sono capitato per caso tornando a piedi al centro della Città Vecchia dopo aver visitato il Silver Temple e percorso Wualai Road; aperto dall’alba fin verso le 18, ingresso gratuito.
Wat Sri Suphan (Silver Temple), Chiang Mai, Thailand

Wat Sri Suphan (Silver Temple), Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

I Templi Situati in Città ma Fuori dalla Cerchia delle Mura

Wat Sri Suphan: l’Inaspettato Silver Temple 

  • Dove: fuori dalla Cerchia delle Mura, a sud della Città Vecchia, l’accesso è da Wualai Road, una delle strade più celebri di Chiang Mai in quanto il sabato pomeriggio la via diventa pedonale trasformandosi in un grande mercato; per raggiungere il tempio tu calcola poco meno di 15 minuti a piedi da entrambe la Chiang Mai Gate e la Suan Prung Gate.
  • Caratteristiche: poco conosciuto ed ignorato dalla gran parte dei turisti stranieri che visitano Chiang Mai il complesso del Wat Sri Suphan ospita un particolarissimo ubosot, ossia la sala delle ordinazioni; ed è una vera meraviglia, è completamente costruito in argento, solo il pavimento è stato realizzato in alluminio; non venire a cercare la storia, certamente il monastero che lo ospita è molto antico ma il tempio è invece nuovissimo, è stato costruito in 12 anni dalla vicina comunità di argentieri Wua Lai ed inaugurato solamente nel 2016 rispettando i canoni originali dell’architettura Lanna; se le cose non sono cambiate il martedì, il giovedì ed il sabato tra le 17.30 e le 21 puoi liberamente chiacchierare in inglese con i monaci.
  • Perché andarci: il più particolare di tutti i templi di Chiang Mai, un qualcosa che non ti aspetti, un edificio unico che non trovi da nessun’altra parte in Thailandia, non va assolutamente perso.
  • Da sapere: se le cose non sono cambiate apre prima delle 6 del mattino e chiude molto tardi, intorno alle 21.30, anzi il sabato rimane aperto fino ad oltre le 23; le donne non possono entrare all’interno del Tempio d’Argento ma considera che il posto dà il meglio dall’esterno, l’interno invece è moderno e meno impattante; l’ingresso è a pagamento ma tu non esitare, ne vale la pena.
Wat Phrathat Doi Suthep, Chiang Mai, Thailand

Wat Phrathat Doi Suthep, Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: Andrea Schaffer

Il Tempio di Doi Suthep Situato Fuori Città

Wat Phrathat Doi Suthep 

  • Dove: su una boscosa montagna immediatamente a nord-ovest di Chiang Mai, all’interno di un parco nazionale e letteralmente sovrastante l’aeroporto, a 17 Km dal centro e dall’incrocio dove sorge il Wat Chedi Luang, ad oltre 1.000 metri di altitudine, raggiungibile con una tortuosa e panoramica strada.
  • Caratteristiche: un monastero molto antico, fondato alla fine del 1300, il suo nome sarebbe Wat Phrathat Doi Suthep ma è più comunemente conosciuto come Doi Suthep, dal nome dalla montagna su cui sorge, è uno dei capolavori dell’architettura Lanna, l’antico regno che una volta dominava la Thailandia del Nord. Ad accoglierti, sul piazzale alla fine della tortuosa strada che sale da Chiang Mai è una lunga scalinata, è l’accesso al tempio vero e proprio, evita di prendere la funicolare e percorrila invece tutta, in salita, un gradino dopo l’altro, come fanno i pellegrini, in tutto sono 306 gradini fiancheggiati da due naga come  balaustre, è la giusta introduzione al posto. In cima, tra gli alberi, trovi un grande terrazza in piano, al suo centro c’è un chiostro a forma quasi quadrata, è il cuore del tempio, è nel cortile interno al chiostro che si eleva lo stupendo ed affusolato chedi dorato, è alto 16 metri ed interamente ricoperto di foglie d’oro, è l’immagine distintiva del Doi Suthep. Intorno altri tempietti con gli affreschi, le campane, le statute del Buddha, l’ubosot tutto decorato, un viharn in legno e le residenze dei monaci, qui è custodita una reliquia del Buddha e nei festival buddhisti convergono migliaia di fedeli. Non mancano, ovviamente, i negozietti di souvenirs.
  • Perché andarci: perché un posto di grande suggestione, il più venerato dei luoghi di culto non solo di Chiang Mai ma anche dell’intero Nord della Thailandia, e per la bella vista che nella giornate limpide si gode dalla terrazza del tempio, con l’intera città di Chiang Mai e le pista dell’aeroporto chiaramente visibili.
Bells at Wat Phrathat Doi Suthep, Chiang Mai, Thailand

Bells at Wat Phrathat Doi Suthep, Chiang Mai, Thailand

Photo Credit: whyyan

  • Come raggiungere il Doi Suthep: il modo di gran lunga più pratico ed economico per andare a visitare il Doi Suthep è affittare uno scooter, tenendolo poi per il resto della giornata, nel paragrafo dedicato a come spostarsi a Chiang Mai all’interno dell’articolo Chiang Mai: Come Arrivare dall’Aeroporto e Come Spostarsi. Guida ai Trasporti a Chiang Mai puoi leggere alcune riflessioni che credo possano essere utili a chiunque intenda noleggiare un motorino a Chiang Mai. In alternativa puoi andarci noleggiando un taxi od un songthaew (delle specie di pick-up con due panche posizionate sul retro, a Chiang Mai di solito sono colorati di rosso), e se sei solo puoi acquistare il posto su uno dei songthaew collettivi diretti al Doi Suthep in partenza da Maneenopparat Road in corrispondenza della Chang Phuek Gate, il valore che paghi include il tragitto andata e ritorno ed un’ora a disposizione per visitare il tempio, prendi nota della targa per ritrovare il tuo guidatore al ritorno. Od ancora puoi partecipare ad un’escursione organizzata che prevede la visita al tempio, spesso abbinata ad altre visite interessanti, e se ti viene comodo approfittare di una vettura privata con una guida che ti viene a prendere in albergo questa è una buona soluzione; per ultimo puoi anche raggiungerlo a piedi con un sentiero, anticamente l’unica via di accesso ma ancora oggi utilizzata sia dai monaci sia dagli escursionisti locali.
  • Da sapere: il Wat Phra That Doi Suthep è aperto ogni giorno dell’anno dalle 6 del mattino fin verso le 18, il momento migliore per visitarlo è tra le 8 e le 9.30 del mattino (prima che arrivi il grosso dei turisti) oppure a metà pomeriggio (quando ormai quasi tutti se ne sono andati). Per i turisti stranieri l’accesso è a pagamento, sono pochi Bath.
  • Video: puoi farti un’idea del Doi Suthep, di Chiang Mai e di alcuni dei templi più famosi all’interno della Città Vecchia incluso il Wat Chedi Luang ed il Wat Phra Singh, in questo simpatico video in italiano a cura di Giada Mille Esperienze:

Le Altre Guide sulla Thailandia

I numerosi posts su Chiang Mai, su Bangkok e le isole e le spiagge della Thailandia pubblicati nel blog.

  • Chiang Mai: 4 guide dedicate alla più attraente e ricca di posti da visitare di tutte le città della Thailandia dopo Bangkok, con i miei consigli su dove dormire, i templi più belli e come impostare un programma per visitare il meglio di Chiang Mai e del Nord della Thailandia in 3 e 4 giorni.
  • Bangkok: tanti articoli con le informazioni sui trasporti, i miei consigli sui migliori quartieri dove alloggiare, i malls ed i mercati da non perdere, gli skybars dove andare la sera, le escursioni fuori città e cosa fare con i bambini. E soprattutto una guida dettagliatissima per visitare il meglio di Bangkok, da solo, in completa autonomia e spendendo pochissimo utilizzando i trasporti pubblici.
  • Spiagge e Isole della Thailandia: tutte le guide dedicate alle isole ed alle più belle destinazioni balneari della Thailandia, incluso tra le altre Koh Tao, Samui, Koh Phangan, Krabi, Phuket e Phi Phi Island, con la presentazione e la descrizione completa di ogni isola, le caratteristiche delle diverse spiagge, i miei suggerimenti su dove stare e cosa fare, il clima. 
  • Stai invece cercando una visita guidata? 3 articoli dedicati alle più valide escursioni organizzate a Bangkok e 2 posts sui migliori tours guidati, sia a piccoli gruppi che con vettura e guida privata in esclusiva, per visitare Chiang Mai ed il Nord della Thailandia. Trovi tutto in Escursioni Guidate in Thailandia, per ogni escursione le informazioni complete, un mio commento e tutti i pro ed i contro, se la cosa ti interessa puoi investigare! 

Last Update: November 25th 2019

Creative Commons 2.0 GenericFront cover photo credit: Wat Phra Singh, Chiang Mai by travelourplanet.com. All photos in this page come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.