LE DESTINAZIONI

Le Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

I MIGLIORI ALBERGHI DOVE ALLOGGIARE

Guida ai Migliori Alberghi del Mondo

Le mie recensioni ragionate sugli alberghi più belli da prenotare in viaggio, non necessariamente gli hotels più lussuosi ma quelli meglio situati e con il miglior rapporto qualità/prezzo. Con la descrizione dettagliata e tutti i pro ed i contro di ogni albergo, per stare bene cercando di contenere il più possibile i costi.

I POSTI DA URLO

Posti da Urlo: i Posti Più Belli del Mondo

Quali sono i posti più eccezionali del pianeta? Quei posti da urlo assolutamente da non perdere? Una serie di articoli, sintetici e veloci da leggere, con la descrizione delle attrazioni più belle, quei posti speciali che non devi mancare durante il tuo viaggio. Con le cose da sapere ed i miei consigli su perché andare a visitarle, dove si trovano, come arrivare e quanto tempo dedicare a ciascuna attrazione.

I VIAGGI

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

IL CLIMA

Quando Andare

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

LA SALUTE IN VIAGGIO

La salute e le malattie in viaggio.

Sei in partenza per un viaggio? Sei preoccupato per malaria, febbre gialla e dengue e cerchi informazioni su vaccinazioni e profilassi? L’attenzione sulla malattie e sulla salute in viaggio e di conseguenza l’informazione aggiornata sulla situazione sanitaria nel Paese che si intende visitare è un vero e proprio must per qualsiasi viaggiatore.

PASSAPORTI E VISTI

Passaporti e visti

Le informazioni su passaporti e visti, formalità valutarie e doganali, ambasciate e consolati, l'ESTA, il Timatic Web e gli ultimi avvisi per il viaggiatore

6 Posti da Urlo da Non Perdere a Reykjavik: Cosa Fare e Cosa Vedere nella Capitale dell'Islanda

6 Posti da Urlo da Non Perdere a Reykjavik: Cosa Fare e Cosa Vedere nella Capitale dell'Islanda

Cosa fare e cosa vedere a Reykjavik: le 6 attrazioni più belle da visitare nella capitale dell’Islanda. Ma cosa vedere a Reykjavik? Quali sono i posti più fascinosi e le attrazioni di Reykjavik da non perdere? La descrizione dettagliata delle 6 attrazioni più belle da vedere a Reykjavik, posti eccezionali, veri e propri posti da urlo che se vai a Reykjavik non devi assolutamente mancare. La Laugavegur: la strada più bella ed intrigante di Reykjavík. La chiesa Hallgrímskirkja: il vero simbolo di Reykjavík e magnifico punto panoramico sulla città. Il lungomare con il moderno ed imponente edificio dell’Harpa Concert Hall. The Old Harbour: il suggestivo porto vecchio di Reykjavík. Il Reykjavík Maritime Museum: una piccola chicca, per capirne di più sulla vera risorsa nazionale dell’Islanda, la pesca. E per ultimo il Perlan: un museo interattivo ed un planetario per scoprire le meraviglie naturali dell’Islanda, dai vulcani, alle grotte di ghiaccio all’aurora boreale, senza nemmeno allontanarsi dalla capitale. Con i miei consigli su cosa vedere, i migliori ristoranti dove pranzare e cenare, ed i links diretti ai siti web ufficiali di tutte le attrazioni e luoghi di interesse per controllare giorni, orari di apertura e costi aggiornati. Così da farti un’idea chiara e veloce di cosa c’è da fare e vedere a Reykjavik e poter iniziare a preparare il tuo programma di visita.

Skolavordustigur Street from Laugavegur, Reykjavík, Iceland

Skolavordustigur Street from Laugavegur, Reykjavík, Iceland

Photo Credit: Brook Ward

I 6 Posti Più Belli da Visitare a Reykjavik

Cosa Vedere a Reykjavik: le 6 Attrazioni da Non Mancare nel Centro dalla Capitale dell’Islanda

Dove andare, cosa fare e cosa vedere a Reykjavík? Quali sono i posti più interessanti e suggestivi da visitare nella capitale dell’Islanda? E quali sono le attrazioni più belle e spettacolari di Reykjavík, quelle attrazioni da urlo che non devi assolutamente mancare durante il tuo viaggio?

  • In questo articolo ti presento quelli che ritengo i 6 posti davvero imperdibili da visitare a Reykjavík, sono le attrazioni di gran lunga più emozionanti di tutta quanta la capitale dell’Islanda.
  • Certo, non sono i soli, nonostante Reykjavík non sia certo una metropoli la città offre diverse attrazioni interessanti per il viaggiatore. Il National Museum of Iceland ne è un esempio, e se capiti a Reykjavík in una giornata di pioggia o di neve è il posto giusto dove rifugiarti per un paio d’ore. Od il Whales of Iceland, altra attrazione che può essere una possibile meta, soprattutto se viaggi con i bambini.
  • Ma sono altre le vere grandi highlights da non perdere a Reykjavík, le 6 attrazioni che trovi descritte di seguito rappresentano a mio parere il meglio del meglio di Reykjavík, sono questi i posti a cui dedicare la tua attenzione.
  • La mappa riporta inoltre l’esatta location del BSI Bus Terminal, dell’aeroporto domestico, e degli ostelli, boutique hotels ed alberghi più validi e belli di Reykjavík.
Laugavegur Street, Reykjavík, Iceland

Laugavegur, Reykjavík, Iceland

Photo Credit: travelourplanet.com

Laugavegur: la Strada Più Bella di Reykjavík

  • La Laugavegur è la strada più bella e gradevole di Reykjavík, è la shopping street per eccellenza della capitale dell’Islanda.
  • Si trova in pieno centro e se tu avessi una sola ed unica ora da dedicare a Reykjavík, è qui che devi venire.
  • Non aspettarti uno stradone, fortunatamente. Laugavegur è una strada lunga ma stretta, in parte pedonale, interamente fiancheggiata da negozi, bars, ristoranti ed edifici colorati. Il passeggio è continuo, il people watching è fenomenale, in particolare il tardo pomeriggio ed in prima serata.
  • La Laugavegur è lunga quasi 2 Km, ma il suo tratto scintillante, quello che vale, quello da percorrere a piedi va da Hlemmur Square ad est verso Bankastræti ad ovest, poco più di 900 metri di locali e vetrine curate ed invoglianti: maglioni, sciarpe e prodotti tipici islandesi, negozi di souvenirs e negozi di abbigliamento tecnico, se hai dimenticato il pail, ti occorrono un paio di scarpe in goretex od una giacca antipioggia come si deve, beh qui non avrai problemi a trovarla. Prezzi islandesi…
  • E’ sulla Laugavegur che sono situati alcuni dei migliori ristoranti e bars di Reykjavík, come l’Old Iceland Restaurant frequentatissimo dai residenti, il Svarta Kaffid celebre per le sue zuppe di carne o verdure servite all’interno di una pagnotta di pane ed il Kaffibrennslan 101 per un caffè ed una cioccolata calda. Od ancora il Lebowski Bar per birre ed hamburgers ed il Dillon Whiskey Bar, quest’ultimo il posto perfetto per scaldarti nelle freddissime serate invernali.
  • Se vuoi avere un colpo d’occhio inusuale della strada e nello stesso tempo berti una birra a prezzi normali non esitare a salire al 4° piano del Loft HI Hostel, il suo bar con terrazza panoramica all’aperto, aperta anche nei mesi più freddi, è gettonatissimo non solo dagli ospiti dell’ostello ma anche da tanti giovani di Reykjavík. Lo trovi all’estremità occidentale della Laugavegur e di fronte all’inizio della Skolavordustigur, la strada pedonale pavimentata con i colori dell’arcobaleno che porta alla Chiesa Hallgrímskirkja. 
Hallgrímskirkja, Reykjavík, Iceland

Hallgrímskirkja, Reykjavík, Iceland

Photo Credit: Ed Ogle

La Chiesa Hallgrímskirkja: il Simbolo di Reykjavík

  • Non è la cattedrale, ma è la chiesa più celebre di Reykjavík, il suo simbolo più rappresentativo. Il campanile svetta a 74,5 metri sulla città ed è visibile da quasi qualsiasi angolo della capitale. Anche perché la chiesa è costruita su una delle più alte colline di Reykjavík.
  • Deve il suo nome ad un poeta, Hallgrímur Pétursson, e la sua facciata si ispira alle colonne di basalto della cascata di Svartifoss a Skaftafell. Venne portata a termine nel 1986 ed il progettista è Guðjón Samúelsson, lo stesso architetto che ha disegnato la chiesa di Akureyri.
  • Ed è una chiesa imponente, bianca, moderna, difficile definirla bella, ma quando te la trovi davanti attrae irresistibilmente il tuo sguardo. L’interno è austero, nessuna decorazione, a parte il grande organo le pareti sono spoglie.
  • La più grande attrazione della Hallgrímskirkja è la piattaforma panoramica all’aperto in cima al campanile, vi si accede con un ascensore e la vista spazia davvero indisturbata sul centro di Reykjavík e sul porto. Te ne puoi fare un’idea dalla foto che apre questa guida.
  • La chiesa e la torre sono aperte ogni giorno dell’anno, visitare la chiesa dall’interno non costa nulla, per salire sulla piattaforma panoramica in cima al campanile devi invece acquistare il biglietto al church shop, stranamente il biglietto è piuttosto economico, per gli standard islandesi si intende.
  • Bada bene che la domenica in occasione della messa delle 11 la torre di osservazione viene momentaneamente chiusa. Controlla gli orari di apertura ed i costi aggiornati sul sito ufficiale Hallgrímskirkja
Harpa at Dusk, Reykjavík, Iceland

Harpa at Dusk, Reykjavík, Iceland

Photo Credit: Ethan Trewhitt

Il Lungomare e l’Harpa Concert Hall

  • Niente bars, niente ristoranti e nessun negozietto curioso dove entrare. Ma la passeggiata a mare che immediatamente a nord del centro di Reykjavík costeggia la Sæbraut, una delle più importanti arterie della capitale, vale lo stesso una passeggiata. Perlomeno se è una bella giornata di sole e non tira vento, altrimenti lascia perdere.
  • Ti consiglio di percorrere il waterfront a partire dall’incrocio con Snorrabraut, vicino a Hlemmur Square, passeggiando in direzione ovest verso il porto vecchio. 
  • Sono non più di 600 metri, a destra la baia con sullo sfondo l’iconico Monte Esja, sulla sinistra le nuove ed ambitissime torri residenziali a più piani che poco per volta entrano a far parte del panorama cittadino. La passeggiata spesso ospita interessanti mostre fotografiche all’aperto.
  • A metà del waterfront proprio sulla riva dell’oceano appare il Sun Voyager, una scultura in acciaio che non rappresenta, come molti pensano, un’imbarcazione vichinga bensì la barca dei sogni ed un’ode al sole, è una delle sights più classiche e fotografate di Reykjavík.
  • Camminando in direzione ovest in fondo al lungomare in meno di 15 minuti raggiungi il moderno ed imponente Harpa Reykjavik Concert Hall and Conference Centre.
  • Aperto al pubblico nel 2011 l’Harpa è un edificio di impatto, molto bello a vedersi da fuori, pluripremiato in numerosi concorsi di architettura. All’interno ospita un grande centro congressi e spazi dedicati alla musica, è qui che hanno sede la Iceland Symphony Orchestra, la Icelandic Opera e la Reykjavik Big Band. Ed è qui che vengono a suonare le bands islandesi ed i grandi gruppi rock internazionali.
  • Ed è sempre qui, esattamente di fianco all’Harpa, che sorge l’unico albergo davvero di lusso di tutta Reykjavík, il The Reykjavik EDITION, inaugurato nel novembre 2021 a cura Ian Schrager in partnership con il gruppo Marriott International.
  • Per conoscere cosa c’è in programma consulta il sito ufficiale Harpa
Old Port and Maritime Museum, Reykjavík, Iceland

Old Port and Maritime Museum, Reykjavík, Iceland

Photo Credit: travelourplanet.com

The Old Harbour: il Suggestivo Porto Vecchio di Reykjavík

  • Il vecchio porto è il vero cuore di Reykjavík, è qui che è nata e agli inizi del 20° secolo si è sviluppata la città.
  • Ed a differenza di tanti altri porti del mondo è un porto che puoi vivere da vicino: puoi cioè incamminarti sui moli, inoltrarti sulle banchine di legno e passeggiare a fianco alle imbarcazioni.
  • Quello che forse colpisce di più è poter ammirare da pochi passi i grandi e moderni pescherecci d’altura, molti di questi registrati in Groenlandia, così da avere l’autorizzazione per poterne sfruttare le acque costiere, ricchissime di pesce.
  • A nord dell’Harpa trovi il porticciolo turistico con le barche da diporto a vela, al centro le navi militari, nella zona più occidentale sono ormeggiati invece i pescherecci, non esitare ad esplorarlo con calma, soprattutto se capiti a Reykjavík in una giornata di sole e senza troppo vento.
  • Prendi nota che è da qui, dall’Old Harbour, che partono i Whale e Puffin boat tours che vedi reclamizzati in città, così come le Northern Lights cruises nel periodo compreso tra ottobre ed aprile.
  • Sul lato meridionale del porto non mancano alcuni localini davvero carini dove nutrirti o sgranocchiare qualcosa. Per un caffè, una torta od un sandwich vai da Reykjavik Rost, attenzione che se le cose non sono cambiate è chiuso la sera. E se desideri gustarti i migliori burgers di tutta Reykjavík il posto giusto è il poco distante BioBorgari
  • Per una cena importante sono invece due altri gli indirizzi da segnarti, ossia Forrettabarinn e Hofnin, quest’ultimo in un caratteristico edificio colore verde con bellissima vista sui moli e le barche, bada bene che entrambi hanno solo pochi tavoli, la sera reservation is mandatory!
Vikin Maritime Museum, Reykjavík, Iceland

Vikin Maritime Museum, Reykjavík, Iceland

Photo Credit: Paolo

Il Vikin Reykjavík Maritime Museum: una Piccola Chicca

  • Si trova all’angolo sud-occidentale del porto vecchio, e se vuoi apprendere e capire qualcosa di più di quella che è la vera risorsa nazionale dell’Islanda, la pesca, e dell’importanza di questa nella storia, economia e società islandese, allora mettilo sulla tua lista.
  • Il Vikin Reykjavík Maritime Museum è un vero tributo ai pescatori d’Islanda ed a come si è evoluta negli anni l’industria della pesca, dai primi pescatori che uscivano in mare a bordo di piccole imbarcazioni di legno agli impressionanti e super tecnologici grandi pescherecci d’altura utilizzati ai nostri giorni.
  • Ospitata all’interno di quello che era un impianto per la congelazione del pesce l’esposizione è interattiva e molto ben presentata, ci sono tante foto, modellini di navi, macchinari originali, i numerosi video sono anche in inglese.
  • Il museo è piccolo e non porta via molto tempo, non esitare ad includere la visita dell’Óðin, un battello della guardia costiera lungo 63 metri e visitabile con dei tours guidati della durata di circa 45 minuti. 
  • Controlla tariffe di ammissione, giorni ed orari di apertura aggiornati sul sito ufficiale Reykjavík Maritime Museum, considera che il posto è particolarmente consigliato alle famiglie con bambini.
  • Prendi nota che a pochi metri dal Vikin Maritime Museum trovi 3 dei migliori ristoranti di Reykjavík. Il primo e quello maggiormente conosciuto è Kaffivagninn, il più vecchio ristorante di tutta l’Islanda, arredi semplici ma pesce squisito e prezzi accessibili, terrazza all’aperto con vista sul porto aperta nei mesi estivi. 
  • Due buone alternative sono il Lamb Street Food conosciuto per i suoi gustosi wraps dai costi ragionevoli ed il The Coocoo’s Nest, quest’ultimo specializzato in sandwiches, pizze ed insalate, se vai per il brunch dal venerdì alla domenica è molto saggio prenotare. Se vuoi invece un gelato il posto giusto è Valdis
Perlan, Reykjavík, Iceland

Perlan, Reykjavík, Iceland

Photo Credit: Werner Bayer

Il Perlan: alla Scoperta delle Meraviglie Naturali dell’Islanda

  • Vuoi imparare qualcosa sui ghiacciai ed i vulcani dell’Islanda? O comprendere meglio cos’è e come si forma l’aurora boreale? Od esplorare una vera grotta di ghiaccio?
  • Il posto giusto dove andare è il Perlan, un museo parzialmente interattivo interamente dedicato alla geologia ed alla natura dell’isola dei ghiacci e del fuoco. 
  • Sono 3 le 3 highlights di una visita al Perlan. La prima è la Wonders of Iceland Exhibition, tutta dedicata alle forze della natura, ossia ai vulcani, alle placche tettoniche, ai terremoti ed ai siti geo-termali dell’Islanda. Poi c’è il planetario, a ricreare le meraviglie dell’aurora boreale. La terza è forse la più sorprendente, l’ambiente è quello dei ghiacciai, e tu puoi entrare e percorrere all’interno una vera grotta di ghiaccio, artificiale, lunga poco meno di 100 metri e creata trasportando dalle non lontane montagne 350 tonnellate di vera neve.
  • Al Perlan non manca nemmeno una zip line, anche se in verità non sembra poi così spettacolare. Dalla terrazza panoramica sul tetto dell’edificio si gode inoltre una bella vista su Reykjavík.
  • Da sapere che il sito è costruito sopra 6 enormi vasche contenenti 24 milioni di litri d’acqua, è da queste vasche che arriva l’acqua calda che rifornisce la capitale.
  • Ti consiglio il museo se ti fermi a Reykjavík più di un giorno, non hai troppa fretta, capiti nella capitale in una fredda e nevosa giornata invernale e viaggi con i bambini. E soprattutto non hai in programma, oppure non ti è possibile, recarti di persona a vedere dal vero le straordinarie meraviglie naturali dell’isola.
  • Per informazioni, giorni ed orari di apertura, e costi di entrata aggiornati consulta il sito ufficiale Perlan
Reykjavík from Perlan, Iceland

Reykjavík from Perlan, Iceland

Photo Credit: Rachel Knickmeyer

Le Altre Guide sull’Islanda

Tutti gli articoli e le guide sull’Islanda già pubblicate od in via di pubblicazione in questo blog.

  • I posts su Reykjavík, con le informazioni dettagliatissime su come andare dall’aeroporto internazionale di Keflavik al centro in bus, taxi ed auto privata, ed i miei consigli su dove dormire, con una breve presentazione di quelli che ad oggi ritengo i migliori ostelli ed alberghi della capitale dell’Islanda.
  • Le guide sull’Est dell’Islanda, la magnifica Seyðisfjörður, l’importante cittadina di Egilsstaðir e le attrazioni più belle degli Eastfjords, la cascata di Hengifoss e lo Stuðlagil Canyon.
  • Le guide sul Nord dell’Islanda con la città di Akureyri, i fiordi di Siglufjörður e Ólafsfjörður, la spettacolare area del Lago Mývatn, la cascata di Dettifoss ed il paesino di Húsavík dove partecipare ad un’escursione in barca per osservare le balene.

 

Last Update: July 2nd 2022

Creative CommonsFront cover photo credit: Central Reykjavik from the Top of the Cathedral, Iceland, courtesy by Francisco Anzola. All other photos in this page come from Flickr: Creative Commons Photos. Terms of license are valid at the time of publishing this post.

 

Comments are closed.