LE DESTINAZIONI

Le Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

I VIAGGI

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

IL CLIMA

Quando Andare

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

LA SALUTE IN VIAGGIO

La salute e le malattie in viaggio.

Sei in partenza per un viaggio? Sei preoccupato per malaria, febbre gialla e dengue e cerchi informazioni su vaccinazioni e profilassi? L’attenzione sulla malattie e sulla salute in viaggio e di conseguenza l’informazione aggiornata sulla situazione sanitaria nel Paese che si intende visitare è un vero e proprio must per qualsiasi viaggiatore.

I TUOI RACCONTI DI VIAGGIO

I TUOI RACCONTI DI VIAGGIO

Sei un viaggiatore? Ti piace scrivere? Vuoi pubblicare il tuo racconto di viaggio su questo blog? Mandaci il tuo resoconto di viaggio, lo pubblicheremo volentieri, potrà essere utile a tutti i lettori.

PASSAPORTI E VISTI

Passaporti e visti

Le informazioni su passaporti e visti, formalità valutarie e doganali, ambasciate e consolati, l'ESTA, il Timatic Web e gli ultimi avvisi per il viaggiatore

I Migliori Hotels di Bangkok per Rapporto Qualità/Prezzo

I Migliori Hotels di Bangkok per Rapporto Qualità/Prezzo

Pro e contro dei 12 migliori alberghi di Bangkok per rapporto qualità/prezzo. Dove dormire a Bangkok? E quale albergo scegliere a Bangkok? Dove dormire a Bangkok spendendo poco ma soggiornando in una camera carina, pulita e confortevole? Quali sono i migliori hotels 3 e 4 stelle di Bangkok con una buona posizione e comodi per girare la città con i mezzi pubblici? La mia recensione con tutti i pro ed i contro dei 12 migliori alberghi di Bangkok come rapporto qualità/prezzo, per ognuno trovi la descrizione dettagliata, la mappa, la distanza dalla più vicina stazione dello Skytrain, della metropolitana o dei battelli che percorrono il fiume ed i canali interni di Bangkok, oltre ai miei suggerimenti su come arrivare dall’aeroporto nel modo più efficiente e veloce. Se hai in programma un viaggio a Bangkok, stai cercando un albergo bello e con una buona location, vuoi dormire in una camera come si deve, ben arredata, allegra e luminosa e nello stesso tempo vuoi contenere il più possibile i costi, allora questa guida forse ti sarà utile.  

Triple Room, ibis Styles Bangkok Khaonsan Viengtai, Banglamphu, Bangkok, Thailand

Triple Room, ibis Styles Bangkok Khaonsan Viengtai, Banglamphu, Bangkok, Thailand

Photo Credit: ibis Styles Bangkok Khaosan Viengtai

Dove Dormire a Bangkok Spendendo il Giusto?

Pro e Contro dei 12 Migliori Alberghi di Bangkok per Rapporto Qualità/Prezzo

  • Dove dormire a Bangkok? E quale albergo di Bangkok scegliere? La scelta di alberghi a Bangkok è sterminata, in città tra hotels, residences, bed & breakfast, guest-houses ed ostelli esistono più di 2.000 strutture alberghiere, di sicuro non rimarrai senza un letto, mai, nemmeno se viaggi senza aver prenotato ed in altissima stagione.
  • Ma dove dormire a Bangkok soggiornando in una camera pulita, carina, allegra in un albergo come si deve e con una buona posizione senza però spendere troppo? Escludendo ostelli, guest-houses ed alberghi magari buoni ma decentrati ho fatto una ricerca su quali fossero i migliori alberghi di 3 o 4 stelle dove alloggiare a Bangkok cercando di contenere il più possibile i costi.
  • Il risultato è questo articolo, con la mia recensione il più possibile dettagliata e tutti i pro ed i contro di quelli che considero i 12 migliori hotels di Bangkok nella fascia medio bassa di costo. Per ognuno trovi la descrizione, perché andarci, la distanza dalla più vicina stazione dello Skytrain/metropolitana/piers lungo fiume e canali e come arrivare dall’aeroporto nel modo più efficiente e veloce cercando di utilizzare il più possibile gli efficienti trasporti pubblici.
  • Tutti gli alberghi che ti propongo hanno tre caratteristiche in comune: 1) di solito sono disponibili a tariffe ragionevoli, 2) sono tutti situati nelle vicinanze dei trasporti pubblici e quindi comodi per spostarti in città e 3) sono tutti alberghi più che decorosi, ossia posti carini dove soggiornare spendendo il giusto.
  • I 12 alberghi che ti propongo non sono necessariamente gli hotels che devi prenotare, magari ne trovi altri, di migliori o che costano meno rispetto agli hotels che ho preso in considerazione. Ma sono questi 12 alberghi quelli che a mio parere offrono – di solito – uno dei migliori rapporti qualità/prezzo di tutta Bangkok, tu tienili come punto di riferimento da confrontare con altri hotels che più ti piacciono o che offrono tariffe migliori per le date del tuo viaggio.
  • I links sono di Booking.com, utili per controllare rapidamente la reale disponibilità e le tariffe più basse per le date che ti interessano.
  • Se stai invece cercando un appartamento od un boutique hotel di design in questo blog trovi due altri articoli che ti saranno forse di aiuto: sono I Migliori ApartHotels di Bangkok con la mia recensione dei serviced apartments più belli e meglio situati della città e Gli Hotels di Charme Più Belli di Bangkok, la lista dei miei preferiti tra tutti i migliori boutique hotels di design della capitale della Thailandia. 
Centre Point Silom Hotel, Taksin Bridge, Bangkok, Thailand

Centre Point Silom Hotel, Taksin Bridge, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Centre Point Silom

Hotel Centre Point Silom

  • Dove: in una delle aree più fascinose di Bangkok, nella zona dei grandi e storici alberghi lungo il fiume subito a nord del Taksin Bridge, dove a fianco alla trafficata Charoen Krung sopravvivono vicoli caratteristici e pieni di vita, con le antiche shophouses tradizionali cinesi ed i mercatini di frutta e verdura.
  • Perché andarci: per la location fenomenale, a fianco allo Shangri-La ed a pochi passi dal fiume, in pochi minuti a piedi raggiungi la terrazza dell’Oriental e lo Skybar del Lebua, in quella che probabilmente è la posizione migliore per spostarsi con i mezzi pubblici verso le vere e grandi attrazioni di Bangkok.
  • Rooms: la base sono le Deluxe suddivise in City View oppure River View, entrambe di 45 mq con piccola area cucina dotata di forno a microonde, tostapane, bollitore elettrico e frigorifero, tutte con lavatrice/asciugatrice ed un balconcino; seguono le Family Room River View di 66 mq con 2 letti king ed un bagno capaci di ospitare 4 adulti; esistono suites più grandi ma quelle che possono risultare maggiormente utili sono le Family Suites, di 90 mq con 1 letto king e 2 letti singoli ma senza vista fiume.
  • Pros: c’è la piscina (ben visibile in primo piano nella foto sopra), la sauna ed il fitness center, il ristorante con vista sul fiume e sotto l’albergo non manca nemmeno un Robinsons Mall con numerosi negozi, la possibilità di poter cambiare i soldi ed una buona selezione di eateries, dagli economici ristorantini thailandesi a Starbucks a McDonald’s, ma qui la discriminante vera è una ed una sola, la location.
  • Cons: non aspettarti un 5 stelle, anche se ben tenuto e ben gestito l’albergo è un 4 stelle onesto dall’arredamento old style, risente degli anni ed avrebbe bisogno di una rinfrescata, quando succederà cambieranno però le tariffe…
  • Consigliato: se vuoi girare tutta Bangkok spendendo pochissimo con i mezzi pubblici; il pier sotto l’albergo è il più importante della città, utilizzando i battelli di Chao Phraya Express Boat e navigando sul fiume in meno di 20 minuti raggiungi Chinatown ed i grandi templi della Bangkok storica, dal Wat Pho al Wat Arun al Grand Palace; la stazione di Saphan Taksin dello Skytrain ti permette di arrivare velocemente a Silom, al Lumphini Park ed ai grandi malls di Siam Square, evitando di rimanere imbottigliato nel traffico, in modo panoramico e senza nessuna necessità di cambiare linea; di più non puoi pretendere.
  • Distanza dallo Skytrain e dai piers sul Chao Phraya: 3 minuti a piedi dalla stazione dello Skytrain di Saphan Taksin BTS e 5 minuti dal Central Pier, punto di partenza degli economicissimi battelli pubblici che risalgono il fiume e dove puoi noleggiare facilmente la longtail per esplorare in barca i canali di Thonburi, una delle gite più belle di Bangkok; l’Oriental Pier è una passeggiata di poco più di 15 minuti.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK in modo efficiente e veloce: il Centre Point dista poco più di 33 Km dal Suvarnabhumi Airport, ti suggerisco di utilizzare il treno dell’Airport Rail Link dall’aeroporto al centro di Bangkok (ben più veloce di qualsiasi taxi) e poi proseguire in taxi solo una volta giunto in città; volendo puoi raggiungere l’albergo interamente con i mezzi pubblici, scendendo a Phayathai, il capolinea dell’Airport Rail Link, e proseguendo poi con lo Skytrain, la cosa è però possibile solo se tu viaggi molto leggero, negli orari di punta lo Skytrain è affollato all’inverosimile e tu devi anche cambiare linea, non prendere in considerazione la cosa se hai la tradizionale valigia.
  • Address: 1522/2 Soi Kaysorn 1 (Charoenkrung 50), Charoengkrung Road, Bangkok, Thailand
ibis Bangkok Riverside, Thonburi, Bangkok, Thailand

ibis Bangkok Riverside, Thonburi, Bangkok, Thailand

Photo Credit: ibis Bangkok Riverside

ibis Bangkok Riverside

  • Dove: nel sobborgo di Thonburi, al di là del Chao Phraya River, subito oltre il Taksin Bridge.
  • Perché andarci: è probabilmente il migliore tra tutti gli hotels di 3 stelle ed a basso costo direttamente posizionato sulle rive del Chao Phraya, bellissima la vista di Bangkok che si ha al tramonto.
  • Rooms: in tutto sono 266 camere, col pavimento in parquet e suddivise in Standard di 21 mq con televisione, minibar, occorrente per tè e caffè, cassaforte ed asciugacapelli, e le accoglienti Family di 31 mq con 1 letto grande ed 1 letto a castello con vista sul fiume e dotate di console per i videogiochi che farà felici i piccoli della famiglia…
  • Pros: la posizione estremamente tranquilla e silenziosa sulle rive del fiume, il giardino e la bella piscina, l’atmosfera è più quella di un resort che del classico albergo di città.
  • Cons: è sul fiume, certo, ma dal lato sbagliato, però è questo che consente di tenere le tariffe straordinariamente basse.
  • Consigliato: alle famiglie con bambini piccoli, che non vanno di fretta e cercano un albergo molto family-oriented affacciato sul fiume contenendo il più possibile il budget.
  • Distanza dallo Skytrain: 950 metri da Krung Thon Buri BTS, è la prima stazione dello Skytrain subito al di là del Taksin Bridge, ci arrivi a piedi in 20 minuti o meglio prendendo un tuk-tuk o la navetta gratuita dell’albergo in partenza ogni 30 minuti; in alternativa in 10 minuti a piedi raggiungi il pier del battellino che attraversa il Chao Phraya e porta al Central Pier, in funzione solo di giorno.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: dal Suvarnabhumi sono ben 38 Km per raggiungere l’albergo, in alternativa al taxi prendi i treni dell’Airport Rail Link fino al capolinea di Phayathai e poi prosegui in taxi, sono poco meno di 10 Km, ricorda di fare una foto col telefono della mappa con la posizione dell’hotel per mostrarla al tassista.
  • Address: 27 Soi Charoen Nakhon 17, Charoen Nakhon Road, Thonburi, Bangkok, Thailand
Royal Orchid Sheraton Hotel and Towers, Riverside, Bangkok

Royal Orchid Sheraton Hotel and Towers, Riverside, Bangkok

Photo Credit: Royal Orchid Sheraton Hotel and Towers

Royal Orchid Sheraton Hotel and Towers

  • Dove: direttamente affacciato sulla riva orientale del Chao Phraya, quella giusta, letteralmente a picco sul fiume, poco a nord dello storico Oriental e nella zona più prestigiosa, comoda e spettacolare tra tutte le locations riverside della capitale.
  • Perché andarci: è uno dei grandi alberghi di Bangkok, uno dei primi ad essere costruiti sul fiume e non dovrebbe stare in questa lista, perché è un vero 5 stelle; ma spesso e volentieri è disponibile a tariffe più ragionevoli di quanto si pensi, ed a quel punto la combinazione di location+vista+qualità dell’albergo+comodità per le visite+prezzo diventa eccezionale…
  • Rooms: è grande il Royal Orchid, le camere sono ben 726 e non sempre è facile riempirle tutte, ecco perché a volte le tariffe si abbassano; ma oltre al prezzo è un’altra la cosa che devi tenere presente, qui tutte le camere, dalla più semplice alla più costosa hanno la vista su fiume… e non è una cosa da poco, uno dei tanti plus dell’albergo.
  • Pros: le vedute grandiose dalle ampie camere, la piscina, la bellissima terrazza sul fiume, i 4 ristoranti, la fascinosa barca privata dell’albergo che gratuitamente in soli 7 minuti ti porta al Central Pier ed alla stazione dello Skytrain, la posizione geniale per visitare la Bangkok storica…
  • Cons: se lo paghi meno di 140/150 euro con incluso la colazione direi nessuno, vale i soldi che chiede, e se te lo puoi permettere non esitare; poi, certo, camere ed ambienti comuni andrebbero rimodernati, tutto vero, ma così come già detto per il Centre Point Silom quando questo avverrà anche le tariffe subiranno un rialzo, e magari le scelte da fare saranno altre.
  • Consigliato: se vuoi alloggiare in un grande albergo pieno di servizi, in una camera river view, potendo raggiungere in un attimo (e parliamo di pochi minuti) ed in modo panoramico navigando lungo il fiume la vicinissima Chinatown ed i templi che hanno reso famosa Bangkok nel mondo, dal Wat Arun al Wat Pho al complesso del Grand Palace; se utilizzi una longtail per esplorare i canali di Thonburi al termine dell’escursione fatti riportare direttamente al pier privato dell’albergo, così in un attimo sei in camera.
  • Distanza dai mezzi di trasporto pubblici: esattamente a fianco al Si Phraya Pier, l’imbarcadero n° 3 servito dai battelli pubblici di Chao Phraya Express Boat; equidistante (poco più di 1 Km) sia dalla stazione della metro di Hualamphong MRT a nord sia dallo Skytrain a Saphan Taksin BTS a sud, entrambi raggiungibili in poco più di 20 minuti a piedi o con una breve corsa in tuk-tuk/taxi; l’importante Central Pier e la stazione dello Skytrain di Saphan Taksin BTS sono raggiungibili anche col complimentary river service a bordo dell’imbarcazione privata dell’albergo con partenza ogni mezz’ora dalle 10 del mattino alle 22 (le 23 il venerdì ed il sabato).
  • Come arrivare dall’aeroporto: sono 34 i Km che separano il Royal Orchid dal Suvarnabhumi, solo 4,5 Km invece da Phayathai, la stazione di arrivo del treno dell’Airport Rail Link, meglio utilizzare quest’ultimo e poi proseguire in taxi, sarà un poco più laborioso ma fai prima.
  • Address: 2 Charoen Krung Road Soi 30 (Captain Bush Lane), Bangkok, Thailand
Superior Room, Novotel Bangkok Silom Road, Silom, Bangkok, Thailand

Superior Room, Novotel Bangkok Silom Road, Silom, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Novotel Bangkok Fenix Silom

Novotel Bangkok Silom Road Hotel

  • Dove: nel quartiere di Silom, nella parte bassa di Silom Road poco distante dal fiume.
  • Perché andarci: per alloggiare in un albergo confortevole in una delle arterie principali di Bangkok, piena di negozi, ristoranti e mercati; il rapporto qualità/prezzo in genere è ottimo in tutte le categorie di camere incluse le suites, a volte disponibili a quotazioni inaspettatamente convenienti.
  • Rooms: puoi scegliere tra le Superior di 22 mq, le Deluxe di 28 mq con in più il divano, le Suites di 54 mq con la zona living separata dalla camera da letto, tutte arredate come si deve e con bagni moderni.
  • Pros: la vicinanza al fiume ed alle stazioni dello Skytrain; il più scenografico di tutti i rooftops di Bangkok, il famosissimo Sirocco Restaurant & Skybar del Lebua è raggiungibile a piedi in pochi minuti.
  • Cons: pochi, considerando le tariffe basse; la piscina è molto piccola; un lato dell’edificio dà sull’autostrada, ci sono viste migliori.
  • Consigliato: se vuoi stare in un 4 stelle a gestione internazionale, con tutti i classici servizi di un grande albergo, senza spendere cifre eccessive.
  • Distanza dallo Skytrain e dai piers sul Chao Phraya: 700 metri dalla stazione dello Skytrain di Surasak BTS, 750 metri da Saphan Taksin BTS e dal Central Pier, soli 650 metri dall’Oriental Pier, il tutto raggiungibile in meno di 15 minuti a piedi.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: treno dell’Airport Rail Link fino al capolinea di Phayathai più taxi o tuk-tuk.
  • Address: 320 Silom Road, Silom, Bangkok, Thailand
  • Le alternative più economiche: se vuoi conservare la posizione nella parte bassa di Silom ma spendere meno allora investiga sul Silom City, un semplice 3 stelle pulito e ben gestito, dalle camere ampie e col pavimento in parquet, alcune dotate di balcone, di solito costa pochissimo, sicuramente uno dei migliori indirizzi di Silom nella fascia bassa di costo; su Charoen Krung invece, oltre lo sbocco occidentale di Silom, tra il Royal Orchid Sheraton e l’Oriental ed a soli 7 minuti a piedi dal celebre Skybar del Lebua l’Oriental Heritage Residence è un piccolo gioiello nascosto, dalle camere moderne e di design ma a tariffe super super accessibili, si trova a 500 metri dall’Oriental Pier (l’imbarcadero n° 1) ed a soli 300 metri dal Wat Muan Kaew Pier (l’imbarcadero n° 2, meno importante) e 650 metri da Si Phraya Pier a fianco allo Sheraton.
  • E sempre in zona: due altre strutture che – non sempre ma a volte e sotto data, difficilmente in anticipo – riducono le tariffe in modo netto ed a questo punto diventano interessanti per il rapporto qualità/prezzo sono il Furama Silom Hotel ed il Narai, tu fai i controlli che devi fare e se trovi una super tariffa prendili in considerazione.
Standard Room, Holiday Inn Express Bangkok Sathorn, Silom, Bangkok, Thailand

Standard Room, Holiday Inn Express Bangkok Sathorn, Silom, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Holiday Inn Express Bangkok Sathorn

Holiday Inn Express Bangkok Sathorn

  • Dove: nel quartiere di Silom, in una viuzza tranquilla nel centro del quartiere tra le due grandi arterie di Silom e Sathorn.
  • Perché andarci: inaugurato nel 2014 è un albergo pulito e molto curato, di quelli che presentano bene, uno dei migliori 3 stelle superiori di Silom.
  • Rooms: in tutto sono 184, suddivise in Standard di 19 mq e nelle più ampie Superior di 30 mq, queste ultime dotate di un piccolo balcone.
  • Pros: le camere ben arredate con tessuti e legni chiari che allargano lo spazio; la vicinanza allo Skytrain, davvero a due passi.
  • Cons: due soli, la camere base sono più piccole della media di Bangkok e manca la piscina; e come in tutti gli “Express” poco o niente servizio, ma questo si sa, anzi qui c’è anche una piccola palestra aperta 24 ore su 24 ed il bar ristorante.
  • Consigliato: se cerchi una sistemazione moderna e luminosa, comodissima per i trasporti, a soli 650 metri dal celebre mercatino notturno (e dai locali) di Patpong.
  • Distanza dallo Skytrain: 90 metri dalla stazione dello Skytrain di Chong Nonsi BTS.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: treno dell’Airport Rail Link fino al capolinea di Phayathai più taxi o tuk-tuk; volendo da Phayathai potresti raggiungere l’albergo anche con lo Skytrain, ma c’è un cambio da fare (a Siam) e la cosa è fattibile solo se viaggi con non più di un piccolo trolley e se fuori dalle ore di punta.
  • Address: 51 Soi Pipat, Silom, Bangkok, Thailand
Rooftop Swimming Pool, Mercure Bangkok Siam, Siam, Bangkok, Thailand

Rooftop Swimming Pool, Mercure Bangkok Siam, Siam, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Mercure Bangkok Siam

Mercure Bangkok Siam

  • Dove: nel pieno centro della città, nel quartiere di Siam, regno indiscusso dello shopping e vero hub dei trasporti di Bangkok.
  • Perché andarci: perché è un buon 4 stelle dai prezzi onesti, straordinariamente comodo per gli spostamenti e walking distance dagli spettacolari malls di Siam Square, solo 100 metri per l’MBK, 600 metri da Siam Paragon ed 1 Km da Central World, tutti collegati tra loro da passerelle pedonali sopraelevate e senza attraversamenti stradali; la Jim Thompson House dista solo 350 metri dall’uscio dell’hotel, non mancarla per nessun motivo.
  • Rooms: sono 189 e situate in un grattacielo di 29 piani, la lobby è al 9° piano; la base sono le Superior di 25 mq, poi vengono le Executive che sono identiche nella metratura ma situate tra il 24° ed il 27° piano, hanno la macchinetta per prepararsi il caffè e l’accesso alla lounge con spuntini e drinks per tutto l’arco della giornata; infine le spaziose Executive Suites di 38 mq con affaccio angolare e soggiorno separato dalla camera.
  • Pros: la camere luminose, la palestra con grandi vetrate a picco su Bangkok e la bella piscina sul tetto, ma sopra di tutto la vicinanza alla stazione dello Skytrain.
  • Cons: nessuno, salvo che la zona di Siam offre sì negozi e ristoranti ma non è molto tipica, per raggiungere le vere grandi attrazioni di Bangkok in prossimità del fiume dovrai prendere lo Skytrain od attraversare una buona fetta di città a bordo di taxi e tuk-tuk.
  • Consigliato: se vuoi alloggiare vicino ai grandi malls di Siam Square contenendo il più possibile il budget.
  • Distanza dallo Skytrain: esattamente di fronte alla fermata dello Skytrain National Stadium BTS capolinea della Silom Line che collega l’area di Siam Square al fiume Chao Phraya (fermata Saphan Taksin in corrispondenza del Central Pier).
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: Airport Rail Link fino al capolinea di Phayathai più due fermate sulla Sukhumvit Line dello Skytrain fino a Siam BTS, cambio linea ed un solo stop fino a National Studium BTS, di solito lo Skytrain è sempre affollato ma trattandosi di percorsi molto brevi dovresti cavartela senza troppe difficoltà.
  • Address: 927 Rama 1 Road, Siam, Bangkok, Thailand
  • Due alternative: la prima è l’Ibis Bangkok Siam situato ai piani inferiori dello stesso identico edificio del Mercure, la gestione è sempre Accor ma ha una stella in meno, le camere sono più piccole ed anche le finestre hanno dimensioni ridotte perdendo un po’ in luminosità, le tariffe sono però più basse e se vuoi risparmiare può valere la pena investigare; la seconda è l’Holiday Inn Express Bangkok Siam ed occupa il palazzo a fianco al Mercure, il livello di prezzi solitamente è lo stesso dell’Ibis ma guadagni in spazio e design, le camere sono ampie, meglio arredate e particolarmente luminose con vetrate floor-to-ceiling, tu vedi quale preferisci.
Swimming Pool, U Sukhumvit Bangkok Hotel, Sukhumvit, Bangkok, Thailand

Swimming Pool, U Sukhumvit Bangkok Hotel, Sukhumvit, Bangkok, Thailand

Photo Credit: U Sukhumvit Bangkok

U Sukhumvit Bangkok

  • Dove: nel quartiere di Sukhumvit, walking distance dallo spettacolare Terminal 21 e dal trafficato incrocio di Sukhumvit Road con Asoke Road.
  • Perché andarci: perché è in assoluto uno dei 4 stelle nascosti più piacevoli di Bangkok, il design è curato, ha un buon ristorante dai prezzi non eccessivi, c’è la palestra aperta 24 ore su 24, una biblioteca e la piscina con il bar all’ultimo piano; provvede anche delle bici gratuite per andare a spasso, anche se in verità non è che Sukhumvit sia una zona così amena dove pedalare; la categoria base di camere offre a mio avviso uno dei migliori rapporti qualità/prezzo della capitale.
  • Rooms: le camere sono solo 82, la base sono le Superior di 28 mq situate al 2° ed al 3° piano, poi vengono le Deluxe di 32 mq dal 4° al 7° piano e le spaziose Executive Corners, luminose camere angolari di 40 mq sparse tra i vari livelli dell’edificio.
  • Pros: tu chiedi riconferma quando arrivi ma fino ad oggi l’albergo ha sempre applicato la regola 24-Hour use of Room, dal momento che fai il check-in hai la disponibilità della camera per 24 ore, non vengono cioè applicate le classiche regole del check-in nel primo pomeriggio con check-out entro la tarda mattinata, la cosa può risultare estremamente comoda se ti fermi un’ultima notte a Bangkok dopo un soggiorno al mare ed hai il volo in partenza verso l’Europa in serata (sono numerosi i voli di rientro previsti tra la serata e la notte), ecco la dicitura esatta come riportata sul sito ufficiale “We operate a 24 hour use of room policy which means that whatever time you check-in you can check-out at the same time on your date of departure. For example if you check-in at 6 a.m. you can check-out at 6 a.m. when you leave. We highly recommended advising your arrival time one day in advance to ensure that your room is ready upon arrival”.
  • Cons: nessuno salvo forse che la lunga stradina di accesso all’albergo, il Soi 15, non brilla di bellezza; poi, c’è da considerare che se vieni a Bangkok per visitare la città Sukhumvit non è certo la miglior location dove stare, ma questa è un’altra storia.
  • Consigliato: se vuoi alloggiare in un albergo piccolo e raccolto, col personale gentile ed attento, in camere molto ben arredate in stile thai moderno, in posizione tranquilla ma walking distance dall’animazione di Sukhumvit Road.
  • Distanza da Skytrain/metropolitana/klong taxi: 950 metri dalla fermata dello Skytrain Asoke BTS ed 1 Km dalla metro Sukhumvit MRT, entrambe posizionate all’incrocio di Sukhumvit con Asoke in prossimità del Terminal 21, se le cose non sono cambiate l’albergo prevede dei tuk-tuk gratuiti per accompagnarti in entrambe le stazioni; a soli 350 metri dall’albergo il Nana Chard Pier servito dai rapidi klong taxi che sfrecciano sul poco conosciuto Klong Saen Saep permette un accesso veloce ed insolito alla Jim Thompson House ed alle attrazioni dell’area del Democracy Monument/Banglamphu, dal Wat Saket a Khao San Road.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: treno dell’Airport Rail Link, scendi a Makkasan, da qui all’albergo sono meno di 2 Km, prendi il primo tuk-tuk e ci arrivi in meno di 5 minuti, il tutto molto ma molto facile e davvero rapido (se tu non avessi bagaglio da Makkasan potresti andare anche a piedi, il percorso pedonale è più breve, solo 1.200 metri).
  • Address: 81 Sukhumvit Soi 15, Sukhumvit Road, Sukhumvit, Bangkok, Thailand
  • Ma qui a Sukhumvit non mancano certo le alternative: stessa viuzza, sempre Soi 15 ma più vicino a Sukhumvit Road, al Terminal 21 ed a Skytrain e metropolitana è il scintillante Dream Hotel Bangkok dalle camere ampie e moderne; e sempre in prossimità dell’incrocio di Sukhumvit con Asoke e comodi per lo Skytrain tre altri ottimi alberghi 4 stelle meritano attenzione, sono il design hotel Clover Asoke, il ben conosciuto Rembrandt Hotel Bangkok ed il Park Plaza Bangkok Soi 18, quest’ultimo molto valido e di solito leggermente meno caro; sono tutti hotels perfetti se vuoi stare nel cuore dell’azione della Sukhumvit by night, tu controlla le tariffe e vedi quale ti ispira di più.
Prime City View Room, Prime Hotel Central Station, Hualamphong, Bangkok, Thailand

Prime City View Room, Prime Hotel Central Station, Hualamphong, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Prime Hotel Central Station Bangkok

Prime Hotel Central Station Bangkok

  • Dove: sul piazzale di fronte alla stazione di Hualamphong, ai margini di Chinatown ed pochi passi dal Wat Traimit, uno dei più famosi templi di Bangkok, celebre perché custodisce al suo interno una statua del Buddha alta 3 metri e pesante 5 tonnellate, tutta di oro massiccio.
  • Perché andarci: è un buon 3 stelle, la vicinanza alla principale stazione ferroviaria di Bangkok suggerisce questo albergo se parti/arrivi in treno presto il mattino/tardi la sera.
  • Rooms: se viaggi in coppia quelle da prenotare sono le luminose Prime City View (a volte denominate Premium) di 28 mq, di solito offrono un buon rapporto qualità/prezzo; la spaziosa Two Bedroom Prime Suite (a volte denominata semplicemente Suite) di 64 mq con 2 camere da letto più area living separata in genere consente alle famiglie con bambini od a gruppi di 4 amici adulti di dormire insieme a tariffe davvero interessanti.
  • Pros: la piacevole e tranquilla lobby al 12° piano e la terrazza panoramica con vista sulla città; la vicinanza alla metropolitana.
  • Cons: le Prime Superior Rooms non hanno finestre; niente piscina; il piazzale della stazione non ha molto charme.
  • Consigliato: perfetto se devi alzarti presto il mattino per andare in gita in giornata col treno ad Ayutthaya, comunque suggerito per soggiorni brevi di 1 o massimo 2 notti.
  • Distanza dalla metropolitana: 150 metri sia dalla stazione centrale dei treni che dall’entrata della metropolitana Hualamphong MRT.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: se non hai troppi bagagli utilizza l’Airport Rail Link fino a Makkasan, percorri il camminamento pedonale lungo un centinaio di metri che collega Makkasan a Phetchaburi MRT e prosegui in metropolitana (senza cambi) fino a Hualamphong MRT.
  • Address: 23/34-35 Trimitr Road, in front of Hualamphong Railway Station, Bangkok, Thailand
Rooftop Swimming Pool, Royal Bangkok at Chinatown, Bangkok, Thailand

Rooftop Swimming Pool, Royal Bangkok at Chinatown, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Royal Bangkok at Chinatown

Royal Bangkok@Chinatown

  • Dove: nel vero cuore di Chinatown, nella sua strada più rappresentativa e trafficata, la celebre Yaowarat Road, vicino alla Sampang Lane, una delle vie mercato pedonali più caratteristiche di tutta Bangkok.
  • Perché andarci: se vuoi spendere poco alloggiando in un albergo senza fronzoli ma moderno, decoroso e situato in un quartiere autentico.
  • Rooms: le camere con il miglior rapporto qualità/prezzo sono le Deluxe di 30 mq con televisione e scrivania, esistono anche accommodations più ampie ma sono anche più costose e non ne vale la pena; nelle Deluxe (e nelle Premium Deluxe) puoi far aggiungere un extra bed capace di ospitare un adulto, segnalalo subito nei commenti quando prenoti e poi pagalo in loco all’arrivo.
  • Pros: la palestra e soprattutto la piccola ma suggestiva piscina sul tetto, aperta dall’alba a mezzanotte, ben ambientata con il bar, i lettini e gli ombrelloni e gran vista panoramica sulla skyline di Bangkok.
  • Cons: la categoria base di camere, la Superior, non ha finestra, o meglio ha una finestra artificiale, nulla di grave se lo sai in anticipo, considera però che la Deluxe (dove la finestra è presente) di solito costa solo poco di più; la colazione di gusto prettamente asiatico; la relativa lontananza dalla metropolitana e dagli altri mezzi di trasporto rapido.
  • Consigliato: per sperimentare l’atmosfera di Chinatown, un quartiere non turistico, attenzione che non a tutti piace, se vieni qui è perché sai cosa ti aspetta, traffico, caos ed odori; albergo da prenotare abbastanza sotto data quando abbassa le tariffe.
  • Distanza dal trasporto pubblico: 850 metri (15 minuti passeggiando) dalla principale stazione ferroviaria di Bangkok e meno di 5 minuti a piedi dalla nuova stazione della metropolitana Sam Yot MRT dalla quale con poche fermate sei a Silom MRT/Sala Daeng BTS; 850 metri anche dal molo n° 5 o Tha Ratchawong Pier servito dai battelli pubblici di Chao Phraya Express Boat, comodissimi per raggiungere in pochi istanti Palazzo Reale od il Wat Pho.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: Airport Rail Link fino a Phayathai più taxi (e se hai bagagli questa è la soluzione), se viaggi leggero puoi anche scendere alla stazione intermedia di Makkasan connessa alla stazione Phetchaburi MRT e poi proseguire in metropolitana (senza cambi) fino a Sam Yot MRT, e da qui a piedi fino in albergo.
  • Address: 409-421/4 Yaowarat Road, Chinatown, Bangkok, Thailand
Superior Room, Buddy Lodge, Khao San Road, Banglamphu, Bangkok Thailand

Superior Room, Buddy Lodge, Khao San Road, Banglamphu, Bangkok Thailand

Photo Credit: Buddy Lodge

Buddy Lodge

  • Dove: nel quartiere di Banglamphu, nella parte più centrale ed animata della celeberrima Khao San Road, vera strada mito di Bangkok, enclave occidentale nel bel mezzo di un quartiere antico ed ancora oggi autenticamente thailandese, qui sono passati milioni (credo decine di milioni) di backpackers.
  • Perché andarci: perché è il posto più confortevole di tutta la strada e si trova nel vero centro dell’azione; perché ha camere ampie, ben arredate in stile coloniale, sembra un po’ di tornare ai tropici di una volta.
  • Rooms: 62 Superior di 28 mq con pavimento in parquet e mobili in legno, televisione, minibar, cassaforte e piccolo balconcino; e 14 Deluxe, leggermente più ampie con letti a baldacchino e balcone più spazioso e vivibile.
  • Pros: c’è il bar dove berti una birra (non che sia così necessario, Khao San letteralmente pullula di locali), l’utile agenzia di viaggi, il comodo money exchange dove cambiare i tuoi soldi non appena arrivato, la palestra, la sauna e non manca nemmeno la bella piscina all’ultimo piano con vista sui tetti del quartiere.
  • Cons: la totale mancanza di metropolitana e skytrain, ma qui non si viene per caso, chi decide di alloggiare a Khao San e dintorni è perché ci tiene a stare in questo quartiere e prende le cose con calma; comunque ricorda che il Buddy è un 3 stelle molto semplice, l’edificio è vecchio e nonostante l’albergo sia pulito e ben tenuto non sorprenderti troppo se avvisti qualche animaletto; se stai cercando il classico hotel di città sei totalmente fuori strada, questo è un albergo per ragazzi o per chi si sente tale.
  • Consigliato: se ami il rumore e la confusione, se vuoi stare nel bel mezzo di quell’autentico piacevole delirio che è Khao San, piena di giovani provenienti da ogni angolo del pianeta, con bancarelle, negozi, bars e ristoranti, la più vivace (nel senso giusto, qui non ci sono mai stati locali equivoci e continuano a non esserci) di tutte le pedestrian & party streets della capitale.
  • Distanza dal trasporto pubblico: niente metro e niente Skytrain, l’albergo è però walking distance (15 minuti) dal Phra Arthit Pier servito dai battelli pubblici di Chao Phraya Express Boat, comodissimi per raggiungere Chinatown e tutti i templi più famosi di Bangkok, dal Grand Palace con il Wat Phra Kaeo al Wat Pho al Wat Arun; per raggiungere l’imbarcadero arrivando da Khao San non esitare ad attraversare il Wat Chanasongkhram, il tempio non è famoso e non è segnato sulle guide turistiche ma ci abitano i monaci e vedi i giovanissimi bonzi bambini in aula intenti a studiare, il posto è un’oasi di pace, sii rispettoso e chiedi il permesso prima di fare foto.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: Airport Rail Link fino a Phayathai più taxi o tuk-tuk.
  • Address: 265 Khaosan Road, Banglamphu, Bangkok, Thailand
  • L’alternativa più economica: è un 2 stelle superiore, è stato completamente rinnovato e si trova esattamente a fianco al Buddy, nel pieno centro di Khao San, le camere sono minuscole ma c’è una bella piscina sul tetto ed i prezzi sono imbattibili, in assoluto tra i più bassi di tutta Bangkok, se vuoi spendere davvero pochissimo vale la pena investigare, io ci ho dormito e mi sono trovato bene, nella sua semplicità offre un altissimo rapporto qualità/prezzo, è il The Mulberry Bangkok Khao San Road (formerly Rikkha Inn)
Standard Room, ibis Styles Bangkok Khaonsan Viengtai, Banglamphu, Bangkok, Thailand

Standard Room, ibis Styles Bangkok Khaonsan Viengtai, Banglamphu, Bangkok, Thailand

Photo Credit: ibis Styles Bangkok Khaosan Viengtai

ibis Styles Bangkok Khaosan Viengtai

  • Dove: a Rambuttri Alley, la stradina sul retro di Khao San Road, nel quartiere di Banglamphu, una volta rifugio dei backpackers ma oggi frequentata anche da thailandesi, stranieri residenti e numerosi turisti.
  • Perché andarci: perché è stato completamente ristrutturato ed è oggi uno dei 3 stelle di design in assoluto più belli di Bangkok, sicuramente il più moderno e piacevole di tutti gli alberghi dell’area di Khao San; di solito offre tariffe interessanti a chi viaggia con amici od in famiglia.
  • Rooms: in tutto sono 215 divise in Standard di 28 mq con TV, minibar e cassaforte e capaci di ospitare 2 adulti ed 1 bambino, Triple con 1 letto a castello ed 1 letto singolo per 3 adulti, e le ampie Family di 40 mq dotate di area soggiorno, 1 letto king ed 1 letto a castello per un massimo di 4 adulti.
  • Pros: le camere molto ben arredate, fresche e colorate, e cosa davvero insolita per un Ibis anche straordinariamente ampie, molto belli i bagni; gli ambienti comuni allegri e pieni di oggetti di design, il ristorante con la colazione ricca all’occidentale e la lunga piscina, tutta colorata come il resto dell’albergo.
  • Cons: pochi, ed a parte la mancanza di metropolitana e Skytrain forse nessuno, ma Khao San o la apprezzi o la detesti, non ci sono vie di mezzo.
  • Consigliato: a gruppi di amici ed a chi viaggia con i bambini, l’albergo è molto family-oriented (non mancano seggioloni e scaldabiberon al ristorante) e le Triple e le soprattutto le Family Rooms consentono di alloggiare in un posto come si deve contenendo il più possibile i costi.
  • Distanza dal trasporto pubblico: niente metro e niente Skytrain ma a 750 metri da Tha Phra Arthit, il molo n° 13 servito dai battelli pubblici di Chao Phraya Express Boat; se vuoi raggiungere la Jim Thompson House ed i grandi malls di Siam hai a disposizione una via alternativa ai taxi ed ai tuk-tuk: a 1,3 Km dall’albergo si trova il pier di Tha Phan Fah, il terminale occidentale della linea dei klong taxi che percorrono il Klong Saen Saep, è una delle ultime vie d’acqua interne di Bangkok e semi sconosciuta ai turisti; da Khao San Road al pier sono 25 minuti a piedi passando dal Democracy Monument, sfilando a fianco ai bellissimi tetti del Wat Ratchanatda e sotto la collina del Wat Saket o Golden Mount, la Montagna Dorata.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: Airport Rail Link fino a Phayathai più taxi o tuk-tuk.
  • Address: 42 Rambuttri Road, Banglamphu, Bangkok, Thailand
Anajak Bangkok Hotel, Phayathai, Bangkok

Anajak Bangkok, Phayathai, Bangkok

Photo Credit: Anajak Bangkok

Anajak Bangkok

  • Dove: su Phayathai Road poco a nord della centralissima area di Siam, esattamente in corrispondenza del capolinea dell’Airport Rail Link e dell’omonima stazione dello Skytrain.
  • Perché andarci: perché è un albergo nuovissimo dal design accattivante e futuristico, un magnifico 3 stelle superiore in posizione geniale per i trasporti da e per l’aeroporto Suvarnabhumi e da dove poterti spostare per tutta Bangkok spendendo pochissimo ed in modo super efficiente e veloce utilizzando il panoramico treno sopraelevato; i grandi e fantasmagorici malls di Siam Square distano solo 2 fermate.
  • Rooms: piccole ma ben arredate le Superior di 18 mq, se ti fermi una sola notte andranno benissimo; solo poco più care le Deluxe di 25 mq, poi vengono le Deluxe With Balcony di 30 mq dove a stupire non è tanto il balcone ma il magnifico ed ampio bagno; per ultime le Executive with Balcony di 40 mq.
  • Pros: le camere ed i bagni modernissimi, i luminosi e piacevoli ambienti comuni, il personale gentile, il buon ristorante e la piscina, ma sopra di tutto la location stra comoda per raggiungere il Suvarnabhumi, è questo il vero super plus dell’albergo.
  • Cons: l’albergo è composto da due edifici, uno è senza ascensore, il personale si occupa di portare su e giù i bagagli; la zona dove si trova l’albergo è ben lontana dall’essere una delle più piacevoli ed accattivanti di Bangkok e lo stretto vicolo lungo una novantina di metri che porta all’entrata dell’albergo non ha un aspetto dei migliori (perlomeno così appare a chi non conosce Bangkok ed è la prima volta che mette piede in città, poi ci si abitua), tu non farti impressionare, addentrati senza timore, di pericoli non ce ne sono; guarda sulla cartina che trovi in fondo a questo post l’esatta posizione del vicolo (fai lo zoom e metti in Street View) così da sapere come trovarlo al tuo arrivo.
  • Consigliato: è l’albergo perfetto se hai un aereo in partenza il mattino dal Suvarnabhumi ma invece di dormire nei dintorni dell’aeroporto vuoi alloggiare in città per goderti come si deve la serata, ed il mattino alzarti, in 2 minuti raggiungere a piedi la stazione (evitando taxi, tuk-tuk ed insidie del traffico) e prendere uno dei primi treni intorno alle 6 diretti all’aeroporto; consigliato a mio avviso per soggiorni brevi di 1 o 2 notti, in particolare si presta molto come ultima notte di appoggio a Bangkok dopo aver già visitato la città e fatto mare nelle isole e subito prima del volo intercontinentale di rientro in Europa.
  • Distanza dallo Skytrain e dall’Airport Rail Link: 90 metri, meno di 1 minuto dalla stazione dello Skytrain di Phaya Thai BTS sulla Sukhumvit Line e 2 minuti dalla stazione Phayathai, terminale di città del treno che arriva dall’aeroporto.
  • Come arrivare dall’aeroporto BKK: beh, se scegli questo albergo è perché hai deciso di utilizzare il comodissimo ed economico treno dell’Airport Rail Link che collega il Suvarnabhumi a Phayathai in soli 26 minuti, di gran lunga più veloce di qualsiasi taxi od auto privata, sceso dal treno in un attimo sei in albergo.
  • Address: Soi Golit (Kolit Alley), 65/5 Phayathai Road, Phayathai, Bangkok, Thailand
  • Le alternative: sono due e sebbene non così ben situate entrambe meritano attenzione; a 450 metri dalle stazioni Phayathai ARL & BTS il Noursabah Boutique Bed Bangkok è un semplicissimo 2 stelle, ma molto curato e ben gestito, alcune camere hanno il balcone, interessante soprattutto per le famiglie che viaggiano con bambini per le buone tariffe delle triple e delle quadruple; a 650 metri dalla stazione intermedia dell’Airport Rail Link di Ratchaprarop ed a 1,1 Km dalle stazioni Phayathai ARL & BTS il K Maison Boutique è un ottimo albergo con camere inaspettatamente graziose ed estremamente curate, molto bello il design.

I point makers su questa mappa di Bangkok segnalano l’esatta location di tutti gli alberghi descritti in questo post così da poter velocemente individuare la loro posizione; fai lo zoom per un maggior dettaglio ed identificare le stazioni dello Skytrain, della metropolitana, dell’Airport Rail Link e gli imbarcaderi lungo il fiume Chao Phraya, ed allarga invece la mappa per localizzare l’aeroporto Suvarnabhumi situato ad est della città:

Center map
Traffic
Bicycling
Transit
Get Directions

Le Guide su Bangkok e la Thailandia

Tutti i posts su Bangkok, Chiang Mai e la Thailandia pubblicati fino ad oggi in questo blog.

  • Bangkok: tanti articoli con le informazioni dettagliate sui trasporti, i migliori quartieri dove alloggiare, i malls ed i mercati più interessanti, i rooftop e gli skybars dove andare la sera, cosa fare con i bambini. Ed una guida dettagliatissima per visitare il meglio di Bangkok in 2 giorni, da solo, in completa autonomia ed utilizzando i trasporti pubblici.
  • I tours organizzati a Bangkok: ho ricercato e confrontato decine di escursioni guidate, qualcuna di gruppo ma la maggior parte con auto e guida privata, organizzate da agenzie diverse, e descritto le più valide, con pro e contro di ciascuna escursione ed i links diretti per confrontare i costi e prenotare in internet con carta di credito. In I Migliori Tours Organizzati a Bangkok trovi le escursioni più interessanti per visitare la città con una guida privata, dalla Bangkok moderna di Siam Square al complesso del Palazzo Reale e del Tempio del Buddha di Smeraldo, dal Wat Arun al Wat Pho con la sua statua del Buddha sdraiato lunga 46 metri. In I Migliori Tours Organizzati ad Ayutthaya leggi le mie recensioni delle escursioni che da Bangkok portano all’antica capitale del Regno del Siam ed a Bang Pa-In. Se vuoi invece una guida che ti accompagni a visitare i suggestivi floating markets nei dintorni della capitale, da Damnoen Saduak ad Amphawa, od il famoso mercato attraversato da treno, allora il post giusto è I Migliori Tours Organizzati ai Floating Markets da Bangkok. Tu leggi, valuta, e vedi se c’è qualcosa che ti interessa.
  • Chiang Mai: 4 guide dedicate alla più attraente e ricca di posti da visitare di tutte le città della Thailandia dopo Bangkok, con i miei consigli su dove dormire, i templi più belli e come impostare un programma per visitare il meglio del Nord della Thailandia in 3 o 4 giorni.
  • Spiagge e Isole della Thailandia: le numerose guide dedicate alle spiagge ed alle isole più belle della Thailandia incluso tra le altre Koh Samui, Koh Phangan, Koh Tao, Krabi, Phi Phi Island e Phuket, con la descrizione dettagliata di ogni isola, le caratteristiche delle diverse spiagge, i miei suggerimenti su dove stare, i resorts più belli e quelli col miglior rapporto qualità/prezzo, le gite da non mancare, il clima.

Last Update: June 17th 2020

Front cover photo credit: Chao Phraya River from Centre Point Silom Hotel, Bangkok. All Photos are taken from official Hotel Websites. Copyright © All Rights Reserved

Bangkok: le Escursioni Più Belle. I Mercati Galleggianti ed il Railway Market. La Gita ad Ayutthaya

Bangkok: le Escursioni Più Belle. I Mercati Galleggianti ed il Railway Market. La Gita ad Ayutthaya

Quali escursioni fare a Bangkok? Una guida ai mercati galleggianti più interessanti, come raggiungerli e cosa visitare. Meglio Damnoen Saduak od Amphawa? Il famoso Railway Market di Maeklong. I piccoli e poco conosciuti mercati di Tha Kha, Bang Noi e Bang Nok Kwaek, ancora autentici e pieni di vita locale. Come andare ad Ayutthaya e cosa visitare. Tanti suggerimenti per organizzare per tuo conto le più belle gite nei dintorni della capitale thailandese.

Quali Escursioni Fare a Bangkok?

Sono due le gite belle da fare a Bangkok. Sono facili da organizzare ed arricchiscono molto l’esperienza del tuo viaggio. 

  • La prima è visitare un mercato galleggiante per conoscere l’aspetto rurale della Thailandia.
  • La seconda è andare ad Ayutthaya per esplorare, magari in bicicletta, le rovine dell’antica capitale reale del Siam. 

Te le suggerisco se ti fermi a Bangkok almeno 3 o 4 giorni. Se invece la tua permanenza è inferiore allora rimani all’interno della città che è ricchissima di posti interessanti ed insoliti da visitare. 

I floating markets nei dintorni della capitale e come organizzare la gita ad Ayutthaya costituiscono proprio l’argomento di questo post.  

A Canal in Damnoen Saduak Floating Market

A Canal in Damnoen Saduak

Photo Credit:  travelourplanet.com

I Mercati Galleggianti ed il Railway Market 

Anche negli immediati dintorni di Bangkok trovi dei mercati galleggianti, come il celebre e super turistico Taling Chan Floating Market od il più nuovo e meno conosciuto mercato di Khlong Lat Mayom. Ma la caratteristica di entrambi è di essere molto piccoli, te li consiglio solo se hai pochissimo tempo a disposizione e desideri provare il cibo thailandese.

  • Per vedere un vero floating market dovrai invece uscire fuori Bangkok. Ed il posto giusto dove dirigerti è Samut Songkhram nella provincia di Ratchaburi, circa 80 Km a sud-ovest della capitale. E’ una cittadina interessante al centro di una zona agricola molto ricca di canali e vicinissima al mare. Qui puoi mangiare noodles sulla riva del fiume, sederti in vecchi cafés ed osservare shophouses tradizionali in legno ora restaurate. 
  • E’ nei dintorni di Samut Songkhram che, vicinissimi tra loro, si trovano i più conosciuti ed interessanti mercati della Thailandia. Non solo il famoso floating market di Damnoen Saduak ma anche l’animatissimo mercato pomeridiano di Amphawa che si tiene i week-ends ed i piccoli e poco turistici riverside markets di Bang Nok Kwaek, Bang Noi e Tha Kha. 
  • Ma Samut Songkhram ha anche un’altra attrattiva. Si trova nel pieno centro della cittadina ed è l’incredibile Maeklong Railway Market. E’ un posto speciale, da non mancare. 
  • I point makers in questa mappa segnalano l’esatta posizione di tutti i mercati e luoghi di attrazione descritti all’interno di questo post così da poterli localizzare più facilmente, fai lo zoom per un maggior dettaglio:

Center map
Traffic
Bicycling
Transit
Get Directions

 

I Mercati di Damnoen Saduak ed Amphawa 

Questo articolo ti descrive in dettaglio i due mercati fluviali che ho visitato personalmente: Damnoen Saduak ed Amphawa. I più grandi ed importanti, diversi tra di loro. 

Nel corso della stessa lunga escursione durata due giorni ho viaggiato lungo la Maeklong Railway fermandomi ad esplorare il suggestivo ed insolito mercato attraversato dal treno. 

Ma nell’articolo trovi informazioni, raccolte sul web e chiacchierando con la gente del posto anche sui tre altri mercati fluviali, più piccoli e meno conosciuti. Se hai tempo credo che potresti prendere in considerazione una visita, soprattutto al mercato di Tha Kha che appare interessante e molto old style. 

Boats at Damnoen Saduak Floating Market in Thailand

Damnoen Saduak Floating Market

Photo Credit: coolinsights 

Damnoen Saduak Floating Market 

Damnoen Saduak è il più grande e conosciuto dei mercati galleggianti dell’intera Thailandia, frequentatissimo dai turisti, soprattutto stranieri. Alcuni lo magnificano, altri dicono che non vale più la pena di andarci, come stanno in verità le cose? 

  • E’ senz’altro un mercato riservato esclusivamente ai turisti, ben pochi i thai che vengono a farvi la spesa… Ma nello stesso tempo le barche sono tante e lo spettacolo è assicurato, una festa per i tuoi occhi.
  • Farai splendide foto, tutte colorate, di quelle che è bello guardarsi sul divano di casa una volta concluso il viaggio. Avrai almeno un’idea di come doveva essere la Thailandia cent’anni fa.
  • Non è un mercato genuino ma considera che ormai i mercati autentici sono pochi, sparsi in mezzo alla campagna e non facilissimi da raggiungere. Non solo, in quasi tutti i piccoli mercati di provincia non vedrai più di qualche barca di venditori, niente a che vedere con le decine e decine di barche che puoi osservare a Damnoen Saduak.
  • Damnoen Saduak si trova 20 chilometri a nord di Samut Songkhram, la strada per raggiungerlo passa da Amphawa. Se parti da quest’ultima località calcola circa mezz’ora di tuk-tuk o songtaew. 
  • Puoi farti un’idea di cosa consiste il floating market di Damnoen Saduak in questo video a a cura di ebs Video:

Suggerimenti per Visitare Damnoen Saduak

  • Ecco qualche suggerimento per godere al massimo del posto ed osservare l’attività del mercato senza avere troppi altri turisti intorno a te. 
  • Il momento migliore per visitare il mercato è molto presto il mattino, tra le 7 e le 8.
  • I primi venditori arrivano pagaiando le loro piccole canoe subito dopo l’alba intorno alle 6 e fino alle 7.45 il numero di barche dei venditori è ben più alto delle barche con a bordo turisti. L’atmosfera è piacevole e molti dei negozietti di souvenirs sono ancora chiusi.
  • Da quanto ho visto fino alle 8 i turisti sono pochi e quasi esclusivamente thai. La maggior parte dei gitanti inizia a presentarsi tra le 8.30 e le 9, poi il canale cambia il suo aspetto. Le barche a remi vengono sostituite dalle marche a motore con a bordo i visitatori, il traffico di natanti diventa intenso e continuo, niente più silenzio ed atmosfere idilliache, poco per volta il numero dei turisti supera quello dei venditori locali.
  • Dopo mezzogiorno il movimento si dirada e le attività del mercato diminuiscono, diverse barche abbandonano il posto ed i negozietti iniziano a chiudere.
  • Se vuoi goderti il mercato nelle condizioni migliori dovrai quindi lasciare Bangkok intorno alle 5 e mezza per arrivare a Damnoen Saduak per le 7. Oppure, ancor meglio, dormire in zona in modo da poter essere sul posto presto il mattino senza dover fare eccessive levatacce. 
Damnoen Saduak Floating Market

A Small Canal near Damnoen Saduak

Photo Credit:  travelourplanet.com 

Come Visitare il Floating Market di Damnoen Saduak

  • Il tour in barca a remi lungo il canale principale di Damnoen Saduak e nei piccoli canali adiacenti è più costoso rispetto ad analoghi tours nei mercati vicini ma è un must e va fatto. 
  • Il tragitto risulta più piacevole se fatto tra le 7 e le 8 prima che il movimento delle barche a motore renda mossa l’acqua.
  • Il tuo boatmen (in verità spesso sono donne) ti proporrà più volte di fermarti per acquistare qualcosa. Se dei souvenirs non te ne importa nulla e sei interessato solo al paesaggio e ad osservare l’attività del mercato diglielo subito non appena salito in barca. Poi goditi la gita.
  • I negozietti di souvenirs abbondano, sia all’interno del mercato che lungo il canale, tutti vendono le stesse identiche cose, d’altronde Damnoen Saduak è un mercato turistico.
  • Non esitare invece ad acquistare la frutta, il latte di cocco è perfetto per dissetarsi e le piccole banane rosse e gialle che vedi esposte sono incredibilmente più gustose rispetto alle lunghe banane che trovi in vendita in Italia.
  • Non c’è anarchia. I tours in barca a remi del mercato sono tutti organizzati e le tariffe sono fisse. Erano 150 Bath per persona, grandi e piccoli, anche se il costo probabilmente sarà aumentato. Ma se arrivi molto presto il mattino e quando ti imbarchi non ci sono altri turisti intorno allora puoi provare a contrattare.
  • Ricorda che solo una parte di quello che spendi andrà al barcaiolo, se alla fine lasci una mancia ti sarà ben riconoscente. 
Map of Amphawa Market

Amphawa Riverside Market Map

Map Credit: Tanicha Healthy

Amphawa Riverside Market 

Il mercato pomeridiano di Amphawa si tiene solo i week-ends, dal venerdì alla domenica. Sono in molti a considerarlo il più grande, il migliore ed il più bello dei mercati fluviali dell’intera Thailandia. 

  • Anche se viene generalmente definito un floating market in realtà le cose non stanno proprio così. Qui i protagonisti non sono le barche ma i negozi, tutti allineati lungo le rive del canale, di barche ce ne sono ma sono poche. O almeno, questo è quello che ho notato quando lo ho visitato. 
  • A differenza di Damnoen Saduak che è rivolto quasi solo ai turisti stranieri il mercato di Amphawa è ancora frequentato in gran parte da thai, turisti locali e residenti. Le facce occidentali però sono in crescita. 
Evening at Amphawa Market in Thailand

Amphawa Market in the Early Evening

Photo Credit: ACRUSH 

Come Visitare il Riverside Market di Amphawa

  • Il mercato prende vita il primissimo pomeriggio, tra le 13 e le 14 sono già diversi i negozi aperti, tutti concentrati lungo la parte del canale più vicina al fiume. Ma è a partire dalle 16 che inizia davvero ad animarsi, quando aprono anche i rimanenti negozi situati nella parte più interna del canale. Poco dopo le 21 in genere è tutto finito.
  • Se arrivi presto prima che il mercato prenda vita approfittane per fare un tour in barca lungo il fiume. Da sapere che il giro è carino ma niente di eccezionale, a mio parere i piccoli canali secondari di Damnoen Saduak sono più suggestivi.
  • Il tardo pomeriggio Amphawa diventa in genere affollatissimo, perfetto per il colore locale, molto meno per muoversi lungo le strette viuzze che fiancheggiano da entrambi i lati il canale.
  • Ad Amphawa non aspettarti la quantità di barche di Damnoen Saduak (che su questo è imbattibile) ma rispetto a quest’ultimo Amphawa è molto meno turistico, più autentico e con una bella atmosfera. Più che un floating market lo definirei un riverside market, qui le imbarcazioni sono occupate in gran parte da cuoche e venditori di bevande.
  • I ristorantini ma soprattutto le bancarelle dove mangiare sono parecchie, pad thai, chicken and rice ma anche calamaretti, gamberi e frutta. Divertente ed insolito ordinare il tuo pasto alle donne sulle barche, te lo cucineranno velocemente di fronte a te, gustoso e direi anche safe.
  • Amphawa è anche un buon posto dove fare acquisti interessanti. Essendo frequentato principalmente da thai i prezzi sono più bassi che a Damnoen Saduak e gli oggetti in vendita molto meno turistici. Alcuni negozi sono davvero fascinosi ma ovviamente non venire qui a cercare le marche.
  • Nei dintorni non mancano homestay, guesthouses ed alberghi e puoi anche fermarti a dormire (anzi, è una buona idea), due o tre strutture appaiono attraenti.
  • Amphawa dista non più di 10 minuti di songtaew (minibus) dal centro di Samut Songkhram e mezzora da Damnoen Saduak. 
  • Ecco il mercato di Amphawa in questo video a cura di Asia Travel Routes:

I Mercati di Bang Nok Kwaek, Bang Noi e Tha Kha 

Non ho visitato nessuno di questi tre mercati ma credo sia opportuno tu sappia della loro esistenza. Ecco il motivo per cui trovi in questo post qualche informazione tratta principalmente da una chiacchierata con il gestore della guesthouse di cui sono stato ospite e da un ottimo articolo di Richard Barrow, 15 Floating Markets Around Bangkok, nonostante l’articolo non sia recente te ne suggerisco la lettura. 

Bang Nok Kwaek & Bang Noi Riverside Markets 

Sono due mercati vicini tra di loro situati lungo il fiume Mae Klong qualche chilometro a monte di Amphawa, poco distanti da Damnoen Saduak. Entrambi sono dei riverside markets, poche o nulle le barche, le attività si svolgono prevalentemente sulle banchine lungo il fiume. 

  • Sia Bang Nok Kwaek che Bang Noi sono in attività da oltre un secolo, una volta erano centinaia i market vendors ma è solo recentemente che i due mercati hanno ripreso vita dopo un periodo di abbandono.
  • La spiegazione sono gli sforzi del governo locale che visto il successo di Amphawa ha deciso di ridare lustro a tutta la zona restaurando le banchine e costruendo nuovi ponticelli lungo i canali.
  • Quando ho visitato la zona, lungo le due strade principali che da Samut Songkhram portano a Damnoen Saduak e Ratchaburi ho notato numerosi cartelli stradali che li pubblicizzano e ne segnalano l’ubicazione.
  • Non ci troverai né l’animazione di Amphawa né le tantissime imbarcazioni di Damnoen Saduak ma sembra che i mercati abbiano il loro charme e che i commercianti di solito siano gentili.
  • Da quanto si trova scritto in rete sembra anche che i souvenirs e l’artigianato qui messi in vendita siano di buona qualità ed assortimento. Pochi i farang in visita.
  • Bang Nok Kwaek e Bang Noi sono aperti solo il sabato e la domenica dalle 8 del mattino alle 17.
  • Può essere un’idea venirci a mangiare (cucina thai) dopo aver visitato Damnoen Saduak quando quest’ultimo a metà mattina diventa caotico per l’invasione dei turisti. Nel pomeriggio volendo puoi poi prendere un songtaew od una barca a motore e scendere lungo il fiume fino a raggiungere Amphawa, nel momento che questo mercato prende vita.
  • Bang Nok Kwaek si trova all’intersezione del Damnoen Saduak Canal con il fiume Mae Klong, 7 Km a monte di Amphawa e solo 3 Km da Damnoen Saduak percorrendo il canale verso ovest. Bang Noi è localizzato invece nel minuscolo paese di Kradang Nga alla confluenza del Bang Noi Canal con il fiume Mae Klong, a metà strada tra Bang Nok Kwaek ed Amphawa. 
Bang Nok Kwaek Floating Market, Samut Songkhran, Thailand

Bang Nok Kwaek Floating Market

Photo Credit: Julia Maudlin

Tha Kha Floating Market 

A meno di 8 Km a sud-est di Damnoen Saduak ed a soli 15 minuti di strada da Amphawa il floating market di Tha Kha sembra sia decisamente più autentico rispetto a Damnoen Saduak. A differenza degli altri mercati vicini non sorge sul fiume ma in posizione molto isolata lungo un piccolo canale nel bel mezzo della campagna. 

  • Le relazioni di viaggio che ho letto lo dipingono come poteva essere Damnoen Saduak vent’anni fa. Pochissimi i turisti occidentali e pochi anche i turisti thailandesi, a frequentare il mercato è invece la gente locale. Sembra che sia un posto dove ancora si possono osservare i boat vendors commerciare tra loro di barca in barca. Sarà vero?
  • Gli articoli presenti sul web riferiscono che Tha Kha è un mercato agricolo dove si vendono principalmente frutta e verdura oltre a qualche altro prodotto tipico destinato agli usi locali. Niente souvenirs per turisti e niente barche motorizzate, solo canoe a remi che costano anche 10 volte meno rispetto a Damnoen Saduak.
  • Il mercato di Tha Kha è aperto 6 giorni al mese (rispettivamente il 2°, 7° e 12° giorno di luna crescente e luna calante secondo il calendario lunare thai) oltre, anche se con minore attività, ogni sabato e la domenica dalle 7 del mattino a mezzogiorno. 

Before the Arrival of the Train, Maeklong Railway Market

Photo Credit:  travelourplanet.com 

Maeklong Railway Market: il Treno che Attraversa il Mercato 

E’ una ferrovia quasi sconosciuta. Fino a poco tempo fa i treni che la percorrevano erano avvolti nel mistero. Ed il sito delle ferrovie nazionali thailandesi non ne riportava gli orari. Ora le cose sono cambiate ma rimane un percorso ignoto a gran parte degli stranieri che visitano la Thailandia. 

  • Zigzaga nella campagna thailandese tra Bangkok e Samut Songkhram, tagliando piantagioni e superando canali.
  • Ha un solo unico binario e parte da una stazioncina minuscola di Bangkok situata nel sobborgo di Thonburi. Attraversa strade grandi e piccole ma i passaggi a livello sono pochi, il conducente deve rallentare e fischiare ripetutamente per avvertire della presenza del treno.
  • A metà del percorso la linea ferroviaria è interrotta da un fiume, ma il ponte non esiste. A volte si vedono branchi di scimmie andarsene a spasso tranquilli di fianco ai binari. I passeggeri sono solo ed esclusivamente thai, nessuna traccia di farang.
  • E’ la Maeklong Railway e se vuoi osservare un po’ di vita locale è l’occasione giusta. 

Ma l’Incredibile Deve Ancora Arrivare…

  • E succede tutto negli ultimi 200 metri di percorso arrivando a Samut Songkhram. Sulle rotaie, ed intendo proprio sopra le rotaie, non vicino, si tiene uno dei più incredibili mercati dell’intero Sud-est asiatico. Pieno di verdure, di merci di ogni tipo ed affollatissimo di persone.
  • Quando arriva il treno in un battibaleno le merci vengono spostate e tutti quanti, venditori ed acquirenti si riparano velocemente ai lati delle rotaie.
  • Non appena il treno è passato tutto torna come prima, le tende che fanno ombra vengono riaperte ed il commercio riprende rapidamente (pochi istanti, per capirci). 
  • Questo mercato è conosciuto come Maeklong Railway Market e si trova nel cuore di Samut Songkhram, a pochi minuti di distanza da Damnoen Saduak e da Amphawa. E’ un posto eccezionale e merita senz’altro la tua visita. 
  • Per farti un’idea del Maeklong Railway Market e di cosa accade al momento del passaggio del treno guarda questo video a cura di ISO8

Da Dove Si Parte a Bangkok?

Il modo più veloce per raggiungere il Maeklong Railway Market è andarci con una macchina con autista od un taxi. E’ la soluzione da preferire se vuoi andare e poi ritornare a Bangkok nella stessa giornata e visitare anche Damnoen Saduak e, se è un week-end, fare una tappa ad Amphawa. 

Ma andarci col treno è molto più divertente ed avventuroso. Sappi però che per coprire i 70 km del percorso occorrono (nel migliore dei casi) almeno 3 ore. One-way. Il treno è quindi una buona idea solo se hai intenzione di dormire nei dintorni di Samut Songkhram e rientrare a Bangkok il giorno successivo. 

  • A Bangkok le due stazioni ferroviarie più conosciute sono Hualamphong e Bangkok Noi Station. Il treno per Maeklong non parte né dall’una né dall’altra.
  • Si avvia invece lento lento dalla stazioncina di Wongwian Yai, situata a Thonburi, poco a sud della grande piazza circolare che ospita la statua di King Taksin. La stazione è poco conosciuta anche agli stessi abitanti di Bangkok e dire che è minuscola non rende. C’è un unico binario che corre a fianco ad una viuzza, e solo una piccola insegna in thai indica la stazione, non aspettarti la classica facciata, anzi per individuarla devi aguzzare la vista.
  • Come raggiungere la stazione di Wongwian Yai di Bangkok? Prima cosa da fare è utilizzare il BTS/Skytrain, scendi alla Wongwian Station. Da qui alla stazione ferroviaria ti si aprono due scelte: od a piedi in circa 20 minuti od in 5 minuti di taxi. 
Maeklong Railway Market, Now Train is Coming!

Train is Coming! Maeklong Railway Market

Photo Credit:  travelourplanet.com 

Il Percorso in Treno da Bangkok a Maeklong 

La linea ferroviaria da Bangkok a Maeklong è interrotta a metà da un fiume, manca il ponte. Percorso il primo tratto occorre scendere, attraversare il fiume in ferry e poi riprendere un altro treno. 

  • Il primo tratto della ferrovia ti porta in circa 1 ora da Bangkok fino a Samut Sakhon, conosciuta dai locali col nome di Mahachai (quando fai il biglietto chiedi di Mahachai), i treni sono frequenti, quasi uno all’ora.
  • Arrivato a Mahachai devi incamminarti lungo la strada dove si tiene il mercato del pesce (uno dei più importanti della Thailandia) fino a raggiungere il fiume ed il terminal dei traghetti. L’odore del pesce ti terrà compagnia mentre passeggi.
  • Attraversa il fiume in ferry (meno di 5 minuti ma calcola 30 minuti se la barca è appena partita e devi attendere la successiva) e ti ritrovi a Ban Laem. Nuovamente altra passeggiata di circa 10 minuti fino alla stazione di Ban Laem, minuscola e poco visibile come quella di Bangkok, anche qui un solo binario.
  • A Ban Laem devi comprare un altro biglietto, la destinazione è la cittadina di Samut Songkhram. Ma anche questa località ha un secondo nome ed è quello più utilizzato dai locali: Maeklong (la “k” si pronuncia “g”).
  • Gli orari dei treni in arrivo da Bangkok non combaciano con quelli in partenza da Ban Laem, a volte ti capita di dover attraversare di corsa il fiume perché hai solo 40 minuti di tempo tra un treno e l’altro, altre volte hai più di 2 ore di sosta.
  • A Ban Laem si risale a bordo. Per Maeklong i treni sono pochi, ad oggi non più di 4 al giorno, solo 2 o 3 le carrozze e come il primo tratto anche questo è a binario unico. E’ questa la parte di percorso più interessante, si attraversano piantagioni di orchidee e banane, l’ambiente è tipicamente rurale, in prossimità degli attraversamenti stradali (quasi tutti privi di qualsiasi barriera o passaggio a livello) il treno fischia ininterrottamente. Per vedere il paesaggio le carrozze normali sono meglio di quelle con aria condizionata (una sola in verità, e non su tutti i treni) che spesso hanno i vetri sporchi. Stai dal lato sinistro, il paesaggio è più bello.
  • Arrivando a Maeklong il tratto di percorso che attraversa il mercato sono gli ultimi 200 metri prima della stazione. Qui il treno va particolarmente lento, prepara la digitale per gli ultimi 2 minuti anche se gli scatti migliori li farai poi da terra. 
  • Gli orari dei treni sono ora riportati sul sito ufficiale State Railway of Thailand, divisi per il primo tratto dalla stazione di Wongwian Yai a Bangkok fino a Mahachai e per il secondo tratto da Ban Laem a Maeklong, in verità non sempre i links funzionano.
  • Per il passaggio del treno dentro al mercato: a gennaio 2020 al momento dell’update di questo post gli arrivi a Maeklong da Ban Laem sono alle 8.30, 11.10, 14.30 e 17.40 e le partenze da Maeklong verso Ban Laem alle 6.20, 9.00, 11.30 e 15.30.
Amphawa Market, a Fascinating Shop

Fascinating Shop in Amphawa Market

Photo Credit:  travelourplanet.com 

Come Raggiungere Samut Songkhram e poi Spostarsi Nella Zona dei Mercati? 

Sono diverse le possibilità che hai per andare da Bangkok verso Samut Songkhram ed esplorare poi la zona dei mercati. 

Da Bangkok a Samut Songkhram Con Una Vettura Privata Con Autista 

Per una gita in giornata la cosa di gran lunga più semplice è noleggiare una macchina con autista. Puoi farlo tramite l’agenzia in Italia con cui organizzi il viaggio, prenotando un’escursione online oppure direttamente a Bangkok chiedendo almeno il giorno prima al tuo albergo. 

  • E’ l’alternativa più comoda e nello stesso tempo la più cara, ma se sei una famiglia od un gruppetto di amici la cosa ha una sua logica, i costi sono in ogni caso ragionevoli. Avere una vettura privata che al mattino ti aspetta sotto l’albergo ti fa ottimizzare i tempi di trasferimento e se ti fermi a Bangkok solo 3 o 4 giorni questo è un aspetto decisamente importante.
  • Ti risolve alla base il problema di come spostarti una volta arrivato a Samut Songkhram eti permette di visitare più di un mercato. Ad esempio puoi partire da Bangkok molto presto al mattino in modo da arrivare a Damnoen Saduak prima che arrivi il grosso dei turisti, visitare il mercato e spostarti poi al Train Market. Se viaggi durante il week-end puoi mangiare a Bang Nok Kwaek e fare una visita pomeridiana ad Amphawa prima di rientrare a Bangkok in tempo per la cena.
  • Se è un’escursione con vettura privata e guida quella che stai cercando e desideri prenotarla in anticipo già dall’Italia ti può essere utile il post I Migliori Tours Organizzati ai Floating Markets da Bangkok, con un mio commento e tutti i pro ed i contro delle più interessanti escursioni guidate dirette ai mercati galleggianti ed al railway market di Maeklong.
Amphawa Market, a Shop

A Shop in Amphawa Market

Photo Credit: travelourplanet.com 

Da Bangkok a Samut Songkhram Con i Mezzi Pubblici: Treno, Bus e Minibus 

Se invece viaggi da solo ed è imperativo contenere i costi oppure desideri fermarti a dormire a Samut Songkhram per avere più tempo per esplorare i mercati allora puoi organizzarti anche con i mezzi pubblici. 

  • Come hai letto sopra una possibilità è andare da Bangkok a Samut Songkhram in treno utilizzando la lenta Maeklong Railway. Una volta raggiunta Samut Songkhram chiedi a qualcuno di indicarti dove fermano i songtaew diretti ad Amphawa ed agli altri mercati. 
  • Se decidi di utilizzare la Maeklong Railway in andata, fermarti in zona la notte per esplorare i mercati ed il giorno successivo tornare a Bangkok in taxi, per il prezzo di quest’ultimo ho sentito parlare di un valore di circa 1.000 Bath, one-way Amphawa-Bangkok  Non lo ho contrattato direttamente ma ho sentito dare questo valore dal personale della guesthouse dove alloggiavo ad un gruppo di ragazzi che aveva necessità di organizzarlo. 
  • Una diversa alternativa, più veloce, da Bangkok per andare a Damnoen Saduak ed Amphawa è prendere uno dei minibus oppure uno degli autobus pubblici che partono dal Southern Bus Terminal diretti a Damnoen Saduak, Amphawa e Samut Songkhram. Ce ne sono ogni ora, e per sapere come raggiungere il terminal dei bus dal tuo albergo leggi l’utile articolo How to get to the Southern Bus Terminal in Bangkok
Canalside, Amphawa, Thailand

The Walk Along the Canal, Amphawa

Photo Credit: Thanicha Healthy 

Gli Spostamenti tra Samut Songkhram, Amphawa e gli Altri Mercati 

Alcune cose importanti da sapere. 

  • Non sei a Bangkok ed i mezzi per spostarsi non abbondano. I songtaew sono pochi, i tuk-tuk ancora meno ed i taxi si contano sulle dita di una mano. 
  • A Samut Songkhram che è una cittadina è più facile trovare qualcosa, ma se sei ad Amphawa avrai ben poco da scegliere. Quando trovi un mezzo di trasporto non fare il difficile e non lasciartelo scappare. Qui sono pochi a parlare inglese. In compenso i costi sono davvero bassi, se viaggi in un 2 o 3 persone (e se lo trovi) noleggia un tuk-tuk, non andrai in rovina.
  • Se decidi di alloggiare ad Amphawa per goderti l’atmosfera del paesino (giusta scelta) ed il mattino presto hai bisogno di un tuk-tuk per andare all’alba a Damnoen Saduak ti suggerisco di fartelo organizzare il giorno prima dall’albergo o dalla guesthouse dove alloggi.  
The Hall of Thanicha Resort in Amphawa, Thailand

Thanicha Resort, Amphawa

Photo Credit: Thanicha Healthy 

Dove Dormire Vicino ai Mercati? 

Tra Amphawa e Samut Songkhram alberghi e guesthouses non mancano, negli ultimi anni l’offerta alberghiera è cresciuta enormemente. Ti suggerisco di alloggiare ad Amphawa, è un’occasione più unica che rara di godere dell’atmosfera tranquilla di un paesino nella campagna thailandese, ottima la sua posizione centrale rispetto a tutti i mercati della regione. Questi che seguono sono gli alberghi che ti suggerisco, i links sono di Booking.com e di HotelsCombined, un ottimo comparatore di prezzi che ti rimanda poi ai singoli siti (dallo stesso Booking a Expedia ad Agoda) per fare la prenotazione, puoi consultare facilmente disponibilità e tariffe.

  • In assoluto una delle migliori proprietà di Amphawa è l’Ardea Resort Pool Villa a pochi passi dal canale nel cuore dell’area del mercato, oltre alla location fenomenale qui il plus è la piscina.
  • Camere moderne ed allegre, ed una location superba nel centro di tutto anche per l’Amphawa Na Non Hotel & Spa. A pochi passi da quest’ultimo sorge il ben più semplice ma fascinoso Thanicha Healthy, stile thai contemporaneo in una casa in legno vecchia di oltre 100 anni affacciata sul canale. Altri indirizzi ben conosciuti sono il Ban Mae Arom, un piacevolissimo ostello, va bene se vuoi spendere poco, ed il Chotika RiverfrontSempre affacciato sul canale ma in posizione più defilata il nuovo e confortevole Chuchaiburi Sri Amphawa, inaugurato nel marzo 2016 tra mille polemiche per la sua costruzione imponente offre il maggior numero di camere di tutta Amphawa.
  • Per qualcosa di insolito e particolarmente tranquillo scegli il Panviman Amphawa, solo 6 camere in una casa tradizionale thai affacciata su un verde prato che termina direttamente sul fiume Maeklong, a meno 20 minuti a piedi dal centro del mercato, il posto è davvero molto semplice ma io per una sola notte mi sono trovato bene.
  • Se viaggi con bambini e cerchi una struttura più grande ed organizzata il Baan Amphawa offre una bella piscina dove lasciar sfogare i tuoi piccoli. Piscina anche al più raccolto e delizioso Pomelo Amphawa The Local Residence. Entrambi si trovano circa a metà strada tra Samut Songkhram ed Amphawa.
  • A Samut Songkhram, vicino alla stazione/train market di Maeklong due nuone strutture sono il Baan Siriporn Resort ed il Legend Maeklong, quest’ultimo in stile coloniale, confortevole e quasi lussuoso, niente piscina però. A Damnoen Saduak invece la proprietà migliore vicina al mercato è probabilmente il Maikaew Damnoen Resort
An Image of the Reclining Buddha, Wat Yai, Ayutthaya, Thailand

Reclining Buddha, Wat Yai, Ayutthaya

Photo Credit: Thrillseekr 

L’Escursione a Ayutthaya 

Tra le escursioni a carattere culturale quella ad Ayutthaya è la più interessante e facile da organizzare, anche per proprio conto. Ma perché andare ad Ayutthaya? Il meglio dell’escursione ad Ayutthaya è rappresentato da due cose. 

  • Poter ammirare dei templi interessanti e di buona qualità artistica senza allontanarsi troppo da Bangkok.
  • E poterlo fare in santa pace, per proprio conto gironzolando per l’area archeologica in bicicletta. Le distanze sono brevi, i templi uno vicino all’altro ed il terreno è pianeggiante. Presta solo attenzione al caldo, cerca di arrivare entro la prima metà della mattinata in modo da completare la gran parte delle visite entro il primo pomeriggio. 

Ma Come Andare da Bangkok ad Ayutthaya? 

Sono molteplici le possibilità che hai da Bangkok per raggiungere Ayutthaya, sia chiedendo un aiuto che facendo totalmente per tuo conto. 

  • Andare da Bangkok ad Ayutthaya con un minivan condiviso insieme ad altri passeggeri. A questo specifico link della ben conosciuta agenzia online 12Go Asia puoi controllare i costi e gli orari e se vuoi prenotare, ci sono molte combinazioni in origine da specifici punti di Bangkok incluso tra gli altri la stazione di Makkasan dell’Airport Rail Link, il terminal dei van di Mochit oppure la famosa Khao San Road.
  • Andare dal tuo albergo di Bangkok ad Ayutthaya con una vettura privata con autista, è l’opzione da preferire se non hai tempo (o voglia) per organizzare da te le cose e viaggi in famiglia o con un gruppetto di amici. Oppure partecipare ad una delle escursioni organizzate che prevedono l’andata fino ad Ayutthaya in pullman con rientro da Ayutthaya verso Bangkok in battello scendendo il fiume. In genere queste gite prevedono una sosta anche a Bang Pa-In per visitare il Royal Palace (carino ma nulla di eccezionale). Non è una cattiva idea, anzi la gita organizzata in questo modo è piacevole anche se, occorre dirlo, questo tratto del fiume non è che appaia particolarmente esotico od interessante dal punto di vista del paesaggio. Se sei interessato ad una di queste opzioni puoi dare una lettura al post I Migliori Tours Organizzati ad Ayutthaya, ho preso in esame quasi una decina di diverse escursioni organizzate dirette ad Ayutthaya ed ho selezionato quelle che mi paiono più interessanti, magari trovi qualcosa che ti piace.
  • Ma vi è anche un’ultima opzione ed è di gran lunga la più economica ed anche divertente: ossia andare da Bangkok ad Ayutthaya per tuo conto ed in totale autonomia con il treno dalla stazione di Hualamphong. Ora ti descrivo come fare.
Exploring Magical Ayutthaya, North of Bangkok, Thailand

Exploring Magical Ayutthaya

Photo Credit: Klim Levene

Il Treno da Bangkok ad Ayutthaya 

  • Ayutthaya si trova sulla principale direttrice del Paese che collega Bangkok a Chiang Mai. I treni sono frequenti, circa uno ogni ora, tutti partono dalla stazione Hualamphong di Bangkok e tutti fermano ad Ayutthaya.
  • Attenzione che ci sono treni veloci Express e Special Express che impiegano poco più di 1 ora e 15’, treni Rapid che impiegano circa 1 ora e 40′ e treni commuter Ordinary più lenti che per completare il percorso richiedono 2 ore. Per i primi è richiesta la prenotazione, per Ayutthaya puoi farla a partire dal giorno precedente il tuo viaggio, per gli Ordinary basta arrivare alla stazione fare il biglietto e salire a bordo. Attenzione che i posti disponibili su Express e Special Express sono pochi, per il semplice motivo che la maggior parte dei posti sui treni veloci sono riservati a chi fa la tratta lunga verso Phitsanulok o Chiang Mai. Se ti è possibile privilegia sempre i treni RapidExpress e Special Express, più costosi degli Ordinary ma dotati di carrozze con aria condizionata (specificalo quando fai il biglietto). 
  • In andata da Bangkok a Ayutthaya: al mattino ci sono almeno 4 o 5 treni tutti utili in partenza tra le 7 e le 10 da Hualamphong con arrivo ad Ayutthaya tra le 8.30 e le 11.30. 
  • Per il ritorno da Ayutthaya verso Bangkok: stessa situazione, hai la scelta tra almeno 4 o 5 treni a partire dalle 13 fino alle 18 arrivando tra metà ed il tardo pomeriggio, comunque ben in tempo per cena.  
  • Se invece dopo aver visitato Ayutthaya intendi proseguire nella stessa giornata verso nord per raggiungere Sukhothai un buon treno è il Rapid che parte da Ayutthaya alle 15.19 per arrivare a Phitsanulok alle 20.35.
  • Acquistare il biglietto alla stazione Hualamphong è facile, nel salone principale ogni sportello è sormontato da uno schermo che indica quali tipi di biglietti sono in vendita. I counters 15-22 sono aperti dalle 8.30 alle 16, qui puoi acquistare i biglietti in anticipo (una buona idea per gli Express e Special Express che richiedono la prenotazione) mentre tutti gli altri sportelli sono sempre aperti e riservati all’acquisto per i treni in partenza lo stesso giorno. Inoltre sulla sinistra del salone della biglietteria c’è un vero e proprio ufficio dedicato agli stranieri: c’è scritto Ticket Office for Foreigners, è aperto da presto il mattino fin verso le 20, il personale parla inglese ed accetta le carte di credito, saggio portare con te il passaporto. Se intendi utilizzare Express e Special Express ti suggerisco di acquistare i biglietti il giorno precedente intanto che sei a spasso per Bangkok, magari al termine della visita a Chinatown. I treni locali Ordinary (3rd class) per Ayutthaya non richiedono invece alcuna prenotazione, si viaggia con i finestrini aperti e se parti da Bangkok in direzione di Ayutthaya al mattino di solito non sono pieni ed il viaggio risulta easy e tutto sommato confortevole. Ed economicissimo.
  • Trovi tutti gli orari sul sito ufficiale State Railway of Thailand, nella pagina principale clicca Timetables & Fares, nella nuova pagina che si apre in Origin e Destination inserisci i nomi delle stazioni e dai invio. 
Temple, Historic City of Ayutthaya

Wat Yai Chai Mong Khon, Ayutthaya

Photo Credit: migikata 

Cosa Vedere ad Ayutthaya? 

Ad Ayutthaya l’area archeologica principale si trova su un’isola interamente circondata da fiumi e canali. La stazione ferroviaria è vicinissima alla zona più ricca di cose da vedere, ti basterà attraversare il canale e ti ritrovi subito nel cuore del sito archeologico. 

  • Ma come muoversi? Noleggiare una bici è facile. Non appena sceso dal treno ed uscito dalla stazione guardati intorno, se le cose non sono improvvisamente cambiate c’è un negozio che noleggia bici esattamente di fronte alla stazione. In alternativa chiedi in giro, ti indicheranno il noleggiatore più vicino, non avrai difficoltà. Altra possibilità è rivolgerti ad alcune guesthouses situate sull’isola, noleggiano biciclette anche per chi non è ospite. 
  • La mappa pubblicata sulla Lonely Planet basta ed avanza per organizzare per tuo conto la visita. I templi sono diversi, tra i più interessanti e belli da visitare il Wat Phra Si Sanphet caratterizzato da 3 grandi e scenografici chedis e l’adiacente Wihaan Phra Mongkon con un grande Buddha seduto. Due altri posti da non mancare sono il Wat Thammikarat, dall’aspetto un po’ selvaggio, ed il Wat Mahathat, a tratti misterioso. Qui una statua avvolta dalle radici di una grande pianta ricorda (in piccolo, molto in piccolo) il famoso Ta Phrom ad Angkor. 
  • L’area più piacevole ed idilliaca di tutta Ayutthaya è il laghetto artificiale che sorge in mezzo all’isola, nel cuore del complesso archeologico. Qui trovi stradine che si snodano tranquille in mezzo ai campi ed all’esuberante vegetazione tropicale. Dei piccoli caratteristici pavilions ti permettono di riposare all’ombra tra una visita e l’altra. Posto romantico da innamorati (o almeno, così era fino a poco tempo fa). 
  • Ad Ayutthaya sono diversi i posti dove pranzare. Ristoranti con terrazza affacciati direttamente sul fiume, ne trovi nella parte nord-orientale dell’isola e nelle immediate vicinanze del ponte vicino alla stazione ferroviaria. Setting molto piacevole.
  • Per ultimo, ti lascio con queste belle immagini di Ayutthaya riprese da un drone, video a cura di TJ.7:

Tutti gli Articoli su Bangkok

Ecco tutti gli articoli su Bangkok pubblicati in questo blog con tante informazioni ed i miei suggerimenti per organizzare in completa autonomia il tuo soggiorno in città.

  • Bangkok. Guida ai Trasporti. L’Airport Rail Link ed i Battelli sul Chao Phraya. Come Utilizzare Skytrain, Taxi e Tuk Tuk: tante informazioni e suggerimenti su come raggiungere il centro di Bangkok quando atterri nei due aeroporti Suvarnabhumi e Don Mueang con i pro e contro su quale mezzo utilizzare. L’articolo ti racconta inoltre come spostarsi a Bangkok in modo efficiente e spendendo pochissimo utilizzando il BTS Skytrain e la metropolitana MRT con le informazioni su tariffe ed orari. Ti descrive i battelli in servizio sul fiume Chao Phraya, le barche veloci che percorrono il poco conosciuto Klong Saen Saep e come utilizzare al meglio taxi, bus ed i famosi tuk-tuk. 
  • Bangkok. Guida ai Mercati ed ai Migliori Shopping Centers: dove andare per fare acquisti e cosa comprare. Con la presentazione dei migliori malls di Siam Square e Sukhumvit Road e dei suggestivi mercati di Chinatown, Pratunam, il week-end market di Chatuchak e lo sconosciuto e fascinoso mercato sulle rotaie di Talad Rot Fai. 
  • Bangkok. Guida alla Visita della Città: non una semplice lista di attrazioni ma un vero e proprio itinerario super dettagliato, strada per strada, ora per ora, per visitare per tuo conto e con i trasporti pubblici la capitale della Thailandia. I posti più interessanti di Bangkok da non perdere: i templi del Grand Palace, del Wat Pho ed il Wat Arun. Noleggiare una barca per esplorare i canali di Thonburi. Visitare Chinatown ed il quartiere di Banglamphu. I musei ed i templi più nascosti.
  • Viaggiare con i Bambini a Bangkok: la tua guida per visitare Bangkok con i bambini. Dove portarli e come organizzare le visite ai templi e Chinatown senza farli annoiare. La gita in barca lungo i canali. Le attrazioni più adatte ai tuoi figli: la Snake Farm e Siam Ocean World. L’avventurosa passeggiata al Lumphini Park in cerca dei varani giganti. Dove andare se piove…
  • I Migliori Tours Organizzati a Bangkok: le escursioni più interessanti per visitare la città con una guida privata, dalla Bangkok moderna di Siam Square al complesso del Palazzo Reale e del Tempio del Buddha di Smeraldo, dal Wat Pho con la sua statua del Buddha sdraiato lunga 46 metri al Wat Arun, dai vicoli e le trafficate strade di Chinatown alla movida serale di Khao San Road. 

Last Update: January 14th 2020 

Front cover photo credit: Damnoen Saduak Floating Market, Bangkok, Thailand by Colin Tsoi. All photos in this page come from Flickr: Creative Commons Attribution – NoDerivs Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.

Bangkok: Guida ai Mercati ed ai Migliori Shopping Centers

Guida ai Mercati ed ai Migliori Shopping Centers di Bangkok

La tua guida allo shopping a Bangkok: dove e cosa comprare, i malls più belli e spettacolari ed i mercati più interessanti e caratteristici. I migliori shopping malls di Siam Square: il lussuoso Siam Paragon, l’MBK e l’enorme Central World, dove sono e cosa si vende. Gli spettacolari malls di Sukhumvit: l’iconico EmQuartier, Emporium ed il Terminal 21. I nuovi centri commerciali lungo il fiume Chao Phraya: Asiatique ed il nuovissimo ICONSIAM. I suggestivi mercati di Chinatown, Pratunam ed il week-end market di Chatuchak, in assoluto uno dei più grandi mercati coperti dell’intera Asia e del mondo. I poco conosciuti e fascinosi mercati notturni di Talad Rot Fai a Srinakarin e Ratchada, l’ormai decaduta Patpong e la sempre vivacissima Khao San Road. Tante informazioni, la descrizione dettagliata dei malls e dei mercati, le particolarità, le cose da sapere su come arrivare, i suggerimenti ed i miei consigli su dove fare acquisti nella capitale della Thailandia.

New Rot Fai Market Ratchada, Bangkok, Thailand

New Rot Fai Market Ratchada, Bangkok, Thailand

Photo Credit: yatomu

Dove Fare Shopping a Bangkok?

Guida allo Shopping a Bangkok: i Mercati ed i Malls Da Non Perdere

Bangkok è una città di commercio, si vende di tutto, trovi negozi e bancarelle in quasi ogni strada. Ci sono quartieri tutti dedicati allo scambio ed allo smercio, frequentati da migliaia di persone, tutte in cerca di qualcosa da comprare. I mercati di Chinatown, Pratunam ed il week-end market di Chatuchak sono pieni di vita e colore locale, è qui che puoi osservare cose curiose e se vuoi fare anche foto particolari. 

Ma se sei un turista che vieni a visitare la città e vuoi fare un po’ di shopping impegnato sono altri i posti che meritano la tua attenzione. Sono i nuovi shopping centers sorti nel quartiere di Siam Square, a Sukhumvit e da qualche anno anche lungo il fiume Chao Phraya i luoghi dove devi dirigerti. E’ nei malls più che in qualsiasi altro posto che hai occasione di fare acquisti interessanti, spesso a prezzi ben più attraenti di quelli italiani.  

A Bangkok puoi dedicarti allo shopping anche la sera. I night markets di Talad Rot Fai e Khao San Road sono super frequentati dai turisti, intanto che passeggi puoi dare uno sguardo a negozietti curiosi e bancarelle piene di cose vintage. Se sei in cerca di ottimi falsi, che siano Rolex o Nike difficilmente troverai di meglio in qualche altro angolo del pianeta.  

ICONSIAM, Bangkok, Thailand

ICONSIAM, Bangkok, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

I 9 Malls ed i 5 Mercati Più Belli ed Interessanti di Bangkok

Questo articolo vuole offrirti una guida il più possibile precisa e completa ai migliori shopping malls ed ai mercati più belli, interessanti e curiosi di Bangkok, li trovi presentati per zone e quartieri.

  • Ad iniziare dai centralissimi centri commerciali di Siam: il lussuoso Siam Paragon, i più piccoli Siam Center e Siam Discovery, il celeberrimo MBK Center, Gaysorn e l’area di Siam Square. I futuristici shopping malls di Sukhumvit Road: l’iconico EmQuartier, Emporium ed il Terminal 21. I nuovi centri commerciali lungo il Chao Phraya River: il turistico Asiatique ed il nuovissimo e spettacolare ICONSIAM che inaugurato nel novembre 2018 ha completamente ridisegnato e trasformato l’area di Thonburi affacciata sul fiume. 
  • Ci sono poi i mercati: da Chinatown con la pittoresca Sampang Lane al mercato di Pratunam, aperto ogni giorno, il più grande mercato di abbigliamento all’ingrosso dell’intera Bangkok. Poi c’è lui, lo storico Chatuchak Weekend Market, enorme, in assoluto uno dei più grandi mercati coperti dell’intera Asia e del mondo. Per concludere con i 2 Night Markets di Talad Rot Fai a Srinakarin e nella più centrale Ratchada, e l’ormai famosissima e sempre animata Khao San Road.
  • Scegli tu dove andare a seconda dei tuoi interessi, di cosa cerchi e del budget che hai a disposizione. E per individuare la posizione esatta di tutti i mercati ed i malls qui descritti guarda la mappa dettagliata presente all’interno dell’articolo principale dedicato a cosa fare e cosa vedere a Bangkok, è Bangkok. Guida alla Visita della Città.
Lunch at ICONSIAM, Bangkok, Thailand

Lunch at ICONSIAM, Bangkok, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

Gli Shopping Centers di Siam Square 

L’area di Siam Square è di gran lunga la zona di Bangkok che offre di più a chi è intenzionato a fare acquisti. La posizione centrale nel cuore della città e la fermata di Siam dove si intersecano le due linee dello Skytrain permettono di accedervi velocemente da qualsiasi altro quartiere di Bangkok. 

A Siam Square gli shopping centers sono tanti, belli ed enormi. Molti sono collegati gli uni agli altri da sky bridges sopraelevati, alcuni sono direttamente connessi alla stazione di Siam dello Skytrain.   

Siam Paragon, Bangkok, Thailand

Siam Paragon, Bangkok, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

Siam Paragon

Si dice sia il secondo più grande shopping mall del sud-est dell’Asia. Può darsi, di sicuro è uno dei più lussuosi, si vende abbigliamento, gioielli, elettronica ma non solo. Siam Paragon offre il meglio che puoi trovare a Bangkok. E’ un mall di design, frequentatissimo dai thailandesi ricchi e dai turisti. 

  • Ci trovi Rolex e Patek Philippe, Salvatore Ferragamo, Zara, Emporio Armani e tanti altri a cui sei già abituato. Ma anche un ufficio cambio, diversi bancomat e sei hai bisogno almeno 6 o 7 banche.
  • Al secondo piano c’è una fornita libreria, Asia Books, ma anche la Maserati ed un rivenditore di Lamborghini.
  • Tanti i ristoranti, oltre 30, da Burger King a McDonald’s al ristorante giapponese Fuji, da Giorgio Sassi ad Amici by Pomodoro, questi ultimi nel caso tu abbia nostalgia di casa. Li trovi tutti sul ground floor, insieme alla spettacolare food court.
  • A fianco i cugini, Siam Center e Siam Discovery, collegati tra loro da un bridge coperto al quarto piano. Il primo è un magnifico e ricercato mall dedicato alla moda giovane e trendy, il secondo ospita molti negozi di arredamento ed oggettistica per la casa, Asian-minimalist style. Entrambi meritano la visita.
  • Accesso diretto dalla stazione Siam del BTS/Skytrain.
  • Video: la food court del Siam Paragon in questo video a cura di RHYTHMS JOURNEY:

Central World

In parte andato a fuoco durante i disordini nel 2010 è stato ricostruito a tempo di record ed oggi CentralWorld è forse il più grande dei malls di Bangkok. Un posto enorme, the largest lifestyle shopping complex in Southeast Asia & Hong Kong recita il sito. Al suo interno ospita uno dei più spettacolari hotels della città, il Centara Grand at CentralWorld.

  • Ben 550.000 metri quadri di spazi destinati alla vendita, quasi 500 negozi, 15 sale cinematografiche, una Kids’ Zone, bancomat dappertutto.
  • Non solo i classici flagship stores, da Calvin Klein a Zara (onnipresente), da Timberland a Nike o North Face. Ma anche 6 enormi mega-stores, da SuperSports dedicato all’abbigliamento sportivo a Power Buy dove acquistare digitali e videocamere.
  • Due grandi department store, ZEN e ISETAN. Il primo occupa 13 piani, non solo negozi ma anche un fitness centre, una SPA ed un ospedale nel caso non ti sentissi bene. Tutto dedicato al Giappone il secondo.
  • L’offerta di eateries è sterminata, tra café e ristoranti sono oltre 100 (cento!), disseminati in tutto il complesso, il terzo, sesto e settimo piano ne ospitano la maggioranza. Non solo snacking, all you can eat buffet e Thai & Asian dishes ma anche cucina da ogni parte del mondo, non avrai problemi a nutrirti.
  • Accesso tramite skywalk sopraelevata dalla stazione Siam dello Skytrain, circa 300 metri da percorrere a piedi.
ZEN Department Store at CentralWorld from Centara Grand at CentralWorld, Bangkok, Thailand

ZEN Department Store at CentralWorld from Centara Grand at CentralWorld, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Thangaraj Kumaravel

MBK Center 

Immenso quasi come i precedenti, amatissimo da residenti e turisti, nei week-ends qui entrano decine di migliaia di persone, è una delle Bangkok’s top attractions. I negozi sono centinaia, fose migliaia, la maggior parte gestiti privatamente, in molti puoi mercanteggiare, spesso con discreto successo. Attenzione, niente lusso all’MBK Center, rispetto ai vicini di Siam questo è un low price shopping mall.

  • Ci puoi comprare di tutto all’MBK incluso scarpe e vestiti, attenzione però, qui i prodotti originali si mischiano alle copie, tienine conto. Ospita anche un middle-class department store, Tokyu. 
  • Ma il punto di forza dell’MBK è forse l’elettronica, macchine fotografiche e soprattutto cellulari. E non si vende solo l’hardware, al quarto piano c’è un vero mercato dei numeri per cellulari, ogni numero ha un suo valore, mostrato sugli schemi dei computer. I thailandesi che per i numeri di telefono vanno pazzi vi spendono cifre anche importanti, a volte migliaia di dollari per assicurarsi il numero preferito.  
  • Due le food courts, entrambe economiche, con cibo thailandese e cucina internazionale, in ogni caso i bars ed i ristoranti sono numerose decine disseminati sui sette piani del mall, di fronte all’entrata non manca neppure qualche bancarella con lo street food tipico di Bangkok.
  • Accesso diretto dalla stazione National Stadium del BTS/Skytrain oppure a piedi dai malls di Siam Square tramite passerella sopraelevata.
MBK Center, Bangkok, Thailand

MBK Center, Bangkok, Thailand

Photo Credit: MikeBehnken

Gaysorn Village

E’ il più piccolo dei malls di Siam, il regno del lusso, vende Davidoff e Louis Vuitton, Montblanc e La Prairie Design. Gli italiani sono ben rappresentati da Etro e Bric’s. E da quando è stato ristrutturato è diventato ancora più bello.

  • Si trova in posizione leggermente defilata subito ad est di Central World, all’incrocio di Ratchadamri con Phloenchit Road, a pochi passi dal Grand Hyatt e dall’Intercontinental.
  • Più che discreta la selezione dei ristoranti, ma soprattutto qui se vuoi puoi mangiare come si deve, la cucina thailandese di PASTE si è fatta notare dai maestri francesi ed ha appena guadagnato una stella Michelin.
  • Se ci vai con lo Skytrain è più comodo utilizzare la fermata di Chit Lom sulla Sukhumvit Line.
Siam Square, Bangkok, Thailand

Siam Square, Bangkok, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

Siam Square

Spesso ci si riferisce a Siam Square per designare tutta l’area commerciale in prossimità della fermata dello Skytrain di Siam, incluso gli enormi shopping malls lungo Rama I Road. Ma all’interno di questa vasta area esiste anche la vera Siam Square. 

  • Non una piazza tradizionale ma un reticolo di stradine e bassi edifici (sempre meno bassi in verità) situati subito a sud della fermata dello Skytrain e compresi tra Henry Dunant e Phaya Thai Road. Un vero open-air shopping complex la cui caratteristica principale è la creatività ed il design. Da notare che mese dopo mese gli edifici bassi si trasformano sempre più in palazzi.
  • E’ un posto trendy, frequentato principalmente da teenagers e studenti universitari, è qui che si trovano alcune delle più particolari fashionable clothes boutiques di Bangkok, quasi tutte create da giovanissimi designers. Facci un giro, si trovano abiti che non troverai da nessun’altra parte della città. Se hai tempo puoi anche curiosare all’interno di Siam Square One, il più recente dei malls inaugurato in zona.
  • Come in tutto il resto del quartiere non mancano cafés e ristoranti, ha chiuso Starbucks ma c’è sempre l’Hard Rock Cafe, uno dei locali che rimane aperto più tardi la sera. Esiste naturalmente anche un albergo, il Novotel Bangkok on Siam Square. 
  • Video: fatti un’idea dell’area di Siam Square e di cosa si vende nei suoi negozi guardando questo filmato a cura di Go with Yogi:

I Malls di Sukhumvit Road 

EmQuartier & Emporium

In origine di mall ne esisteva uno solo, uno dei primissimi ad essere costruiti sulla lunghissima Sukhumvit Road, una delle arterie principali di Bangkok, all’altezza del Soi 24, ed era lo storico Emporium. Poi le cose sono cambiate: l’ormai vecchiotto Emporium è stato completamente ristrutturato e per non farlo sentire solo soletto nel 2015 di mall ne è stato edificato un altro, si trova sul lato opposto della strada ed è EmQuartier. E la storia non è ancora finita, in futuro ci sarà anche EmSphere di cui si promettono meraviglie, occorre solo aspettare.

  • A giugno 2020 quindi i malls sono due, Emporium e EmQuartier, ma il progetto è unico, vale miliardi di Bath ed è quello di EM District a cura di The Mall Group: l’idea è trasformare l’area di Phrom Phong su Sukhumvit Road in una delle nuove e più complete shopping destinations di Bangkok.
  • Il candido edificio bianco che ospita i 6 piani di Emporium può sicuramente valere la visita, all’interno trovi una buona collezione dei soliti brands internazionali, un cinema, un supermercato, svariati ristoranti ed una food court, il tutto direttamente collegato alla stazione dello Skytrain e sovrastato dalla torre che ospita gli appartamenti dell’Emporium Suites by Chatrium.
  • Ma lo spettacolo vero, la vera meraviglia sta dall’altro lato di Sukhumvit Road, ed è EmQuartier. E se ti trovi in zona sarebbe un peccato non entrare a curiosare.
  • E non ci si viene tanto per i negozi. Certo, le boutiques sono numerose, con in bella mostra ai piani inferiori i grandi marchi del lusso, da Louis Vuitton a Prada e Chanel, per qualcosa di più vario e meno costoso dirigiti ai livelli superiori dove trovi Uniclo, H&M e Gap.
  • No, è per il building avveniristico, anzi è per ammirare prima dall’esterno e poi dall’interno i diversi edifici che compongono il centro commerciale che vieni qui. EmQuartier è diviso infatti in tre diverse sezioni collegate tra loro da walkways pedonali e panoramici giardini sospesi: sono The Glass Quartier, il The Waterfall Quartier e soprattutto The Helix Quartier, ed è quest’ultimo il pezzo forte dell’intero complesso.
  • Ed è un altissimo atrio interno la caratteristica dell’Helix Quartier, con i diversi piani collegati tra loro da un’impressionante ed avveniristica spirale, con tante piante e tanto verde a ricordare l’ambiente della rainforest. Al quinto piano c’è un gradevolissimo spazio esterno abbellito da piccole piscine e fontane e con vista sulla skyline di Bangkok, dal sesto al nono piano ci sono invece i ristoranti, oltre 50, dall’accessibile ristorante thailandese Kub Kao Kub Pla a diversi ristoranti cinesi e giapponesi, dai gusti di casa di Bella Rocca al giapponese Mugendai con la sua rooftop terrace al nono piano.
  • Per pranzare o cenare bene spendendo poco, anzi pochissimo, il posto giusto è invece la food court nel basement (B) di Glass Quartier, street food thailandese di qualità in una cornice safe, luminosa e particolarmente piacevole. Quando arrivi vai al counter, fai caricare la tessera magnetica con l’equivalente di 10 Euro, quindi ordina i piatti che preferisci nei diversi stands, incluso quello per le bevande, al momento che ordini verrà prelevato a scalare sulla tessera l’importo del piatto che hai scelto, poi cerca un posto libero qualsiasi nella sala e nutriti come si deve, prima di uscire ripassa dal counter e consegna la tessera, ti ridaranno cash l’importo rimasto.
  • EmQuartier e Emporium sono appollaiati uno di fronte all’altro sopra Sukhumvit Road in corrispondenza della fermata del BTS/Skytrain Phrom Phong sulla Sukhumvit Line, per entrambi accesso diretto direttamente dalla stazione.
EmQuartier and Emporium Shopping Malls on Sukhumvit Road, Bangkok, Thailand

EmQuartier and Emporium Shopping Malls on Sukhumvit Road, Bangkok, Thailand

Photo Credit: EmQuartier

Terminal 21

Il nome non è stato dato a caso, sembra quasi un aeroporto. Le porte di entrata giustamente si chiamano gate, le indicazioni per i piani riportano departures, ci sono i disegnini degli aeroplani, le hostess in uniforme e c’è anche il metal detector (vero) all’entrata. Quasi come al Suvarnabhumi. Qui non si sono fatte economie ed il Terminal 21 è uno dei più monumentali dei grandi shopping malls di Bangkok.  

  • Il building è spettacolare, tutto vetro e acciaio, addirittura impressionante l’atrio interno, con una scala mobile di 36 metri che si innalza imperiosa verso l’alto ed una replica del Golden Gate Bridge. C’è il free Wi-Fi dappertutto e le toilettes sono super tecnologiche.
  • I piani sono 9 e le boutiques quasi 600 (seicento!). Non mancano i cinema (di cui due sale a 3D), decine di ristoranti ed una food court straordinaria. A differenza degli altri grandi malls di lusso di Bangkok non ci sono solo i brand name stores ma anche molti negozi gestiti privatamente. Gusto giovane e prezzi interessanti.
  • La cosa particolare è che ogni piano offre un tema differente, ispirato alle grandi città del pianeta, cambi piano e sembra di cambiare shopping center. Si parte dal basement (LG), il piano interrato a tema caraibico dove trovi il gourmet market, food take-away, banche e librerie. Il lighthouse ti fa sentire quasi al mare. Il ground floor (G) è ispirato a Roma, buon posto dove acquistare Nike, Adidas e jeans Levi’s. Sali al floor M ed arrivi sui Champs-Élysées a Parigi ed ai soliti brands di lusso. Il 1st floor (Tokyo) è tutto dedicato alle signore, il 2nd floor (London) ai signori mentre il 3rd floor ti trasporta nella versione moderna del bazaar di Istanbul.
  • Per nutrirti i piani giusti sono il quarto ed il quinto, tutti dedicati a San Francisco ed al suo Fisherman’s Wharf, con quasi 70 tra ristoranti e cafés, dal Japanese Village alla Canton House.
  • Ma se cerchi la vera cucina thailandese ed orientale dirigiti senza avere dubbi (nemmeno mezzo dubbio) al Pier 21 al 5th floor, offre quella che è forse la più straordinaria food court della città, pochi i turisti, centinaia invece i locali, impiegati soprattutto. E’ qui che puoi gustare roast duck noodles, Hainanese chicken rice, phad thai e vegetarian dishes. Le porzioni sono più piccole di quelle che trovi nelle bancarelle di strada ma il tutto è preparato in modo accurato a costi irrisori, facci una visita, ne vale la pena.
  • Il Terminal 21 si trova a Sukhumvit Road, tra i Soi 19 e 21 all’intersezione con Asoke, accesso diretto dalla fermata Asoke del BTS/Skytrain. Oppure metropolitana MRT, fermata Sukhumvit.
  • Video: se ti sei incuriosito guarda questo filmato del Terminal 21 di Sukhumvit Road a cura di Thailand and Flanders: 

I Malls lungo il Fiume

Asiatique: The Riverfront

Progettato per piacere ai turisti ed a qualche expat residente è uno degli ultimi arrivati dei grandi malls di Bangkok. Ma è uno shopping center un po’ particolare: un qualcosa a metà tra un night market ed un open air shopping mall, posizionato in un’ampia zona totalmente pedonale affacciata sul fiume Chao Phraya 10 minuti a valle del Sathorn Bridge e dell’importante Sathorn/Central Pier.

  • Nessuna struttura imponente. Ma oltre 1.000 negozi e boutiques situate in bassi magazzini con i mattoncini a vista e collegati tra loro da vialetti pedonali sia coperti che all’aperto.
  • Ci sono decine di bars e ristoranti dove cenare o bere qualcosa, e non mancano spettacoli di boxe thailandese e cabaret.
  • Una grande ruota panoramica con 42 gondole che si elevano a 60 metri di altezza domina il paesaggio.
  • Ma anche se molto ben realizzato Asiatique ha l’aria un po’ finta ed è super turistico, i prezzi non sono particolarmente bassi, di autentico non c’è niente e non è certo il primo posto dove correre quando arrivi in città. Certo, l’ambientazione non è male ed a qualcuno piace, forse va bene per le famiglie con bambini piccoli in cerca di una serata tranquilla in un ambiente igienizzato ed ordinato. Per tutti gli altri a Bangkok ci sono posti ben più autentici ed intriganti dove andare.
  • Di solito aperto tutti i giorni dalle 16 fin verso mezzanotte, i negozi in genere chiudono prima, qualche bars rimane aperto un po’ più a lungo.
  • Come raggiungere Asiatique: lascia perdere il taxi, meglio andarci in barca, con il servizio navetta gratuito in partenza dall’imbarcadero Sathorn/Central Pier sotto la stazione del BTS/Skytrain di Saphan Taksin, se arrivi con lo Skytrain prendi la Exit 2 e segui le indicazioni Boat Express, di solito occorre fare un po’ di fila per salire a bordo, poi occorrono solo 10 minuti di navigazione, imbarcazioni in servizio da metà pomeriggio fino a poco dopo le 23.
The Harbour Market, Asiatique The Riverfront, Bangkok, Thailand

The Harbour Market, Asiatique The Riverfront, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Prachanart Viriyaraks

ICONSIAM

E’ nuovo, nuovissimo, è stato inaugurato il 9 novembre 2018. Ed è la nuova grande attrazione di Bangkok, il posto da non perdere per nessun motivo, ci sciamano a frotte residenti e turisti. Un investimento importante, probabilmente il più grande progetto immobiliare realizzato in città da anni, un miliardo e mezzo di dollari (americani) per un mall enorme, scintillante e super scenografico, sovrastato da due dei grattacieli più alti della capitale. Il tutto a cura del Siam Piwat Group, lo stesso che gestisce Siam Paragon.

  • Già la location è assolutamente fenomenale. Direttamente affacciato sul fiume Chao Phraya, dal lato di Thonburi, tra il Peninsula ed il Millennium Hilton, di fronte allo storico Oriental ed al Royal Orchid, nel vero cuore dell’area conosciuta come Bangkok Riverside, con vista drammatica ed indisturbata sulla skyline della città.
  • La grande vicinanza a Chinatown ed a quelle che sono le principali attrazioni della Bangkok storica, il Grand Palace, il Wat Pho ed il Wat Arun, fanno di ICONSIAM una tappa obbligata per qualsiasi turista in visita alla capitale. E’ il posto perfetto dove andare a pranzare, cenare o rilassarsi dopo essersi dedicati alle visite culturali.
  • Il posto si fa notare, non passa certo inosservato. Sovrastato dai 52 piani del Mandarin Oriental Residences e da quella che ad oggi è la torre più alta di Bangkok, il Magnolias Waterfront Residences ed i suoi 70 piani, ICONSIAM occupa un’estensione enorme, centinaia di metri del lungofiume, con una nuova magnifica passeggiata che prima non esisteva.
  • 6 i piani dedicati allo shopping ed oltre 500 i negozi, incluso il department store giapponese Takashimaya e le grandi vetrate di cristallo del primo Apple Store della Thailandia, quest’ultimo forse lo store più panoramico al mondo tra quelli gestiti da Cupertino.
  • Ma se sei un turista non saranno i negozi a guidarti qui, bensì le tante attrazioni le mall: la piacevolissima passeggiata fronte fiume arricchita da fontane, giochi d’acqua e decorazioni in stile thai che cambiano con le stagioni, il ben realizzato e fotogenico floating market del pianterreno con le donne a preparare cibo thailandese a bordo delle barche, gli oltre 100 tra ristoranti e bars incluso il beer garden del sesto piano con vista spettacolare su Bangkok. Non manca nemmeno un nuovo museo all’ultimo piano, l‘ICONSIAM Heritage Museum.
  • Come raggiungere ICONSIAM con lo Skytrain e minibus: scendi dallo Skytrain alla stazione Krung Thonburi BTS, prendi la Exit 1, poi minibus gratuiti del mall in funzione ogni 15’ dal mattino alla tarda serata. E’ in previsione una nuova Monorail sopraelevata che collegherà Krung Thonburi BTS con tutto il river front di Thonburi ma per ora non è ancora operativa.
  • Come raggiungere ICONSIAM in barca: dall’importante Sathorn/Central Pier al di sotto della fermata del BTS/Skytrain di Saphan Taksin operano ogni 10’ le boat shuttle gratuite per il mall, dalla stazione prendi la Exit 2 e segui i segnali Boat Express; in alternativa altre barche shuttle gratuite collegano il mall al Si Phraya Pier (situato dall’altra parte del fiume esattamente di fronte al mall ed a fianco al Royal Orchid Sheraton) ed al Tha Ratchawong Pier di Chinatown; al nuovo pier di ICONSIAM approda inoltre la Tourist Boat (Blue e Gold Line) di Chao Phraya Express Boat ma al momento non attraccano le molto meno costose barche pubbliche della Orange, Green, Yellow e Local Line (no flag).
  • Video: la nuova passeggiata sul lungofiume davanti ad ICONSIAM, il mercato galleggiante ricreato all’interno del mall ed un giro al suo interno nelle belle immagini di Dave On Arrival:

I 3 Mercati Più Interessanti di Bangkok: Chinatown, Pratunam e Chatuchak

Chinatown: Sampang Lane e Trok Itsaranuphap

Chinatown è uno dei quartieri commerciale più animati di Bangkok, praticamente un enorme mercato con gente che va, viene e compra ad ogni ora del giorno. Un andirivieni continuo di carretti pieni di merce, tantissime le bancarelle ed i posti dove mangiare (cinesi, ovvio, tutti). Due i posti che meritano la tua attenzione.

Sampang Lane

  • Anche coosciuta come Sampheng Lane. E’ una delle viuzze pedonali in assoluto più caratteristiche di tutta Chinatown. La via è sempre affollata, ogni metro è occupato da negozietti, in vendita soprattutto abbigliamento ed oggetti per la casa.
  • Si estende su entrambi i lati di Thanon Ratchawong, l’accesso più semplice è dall’imbarcadero di Tha Ratchawong servito dalle imbarcazioni di Chao Phraya Express Boat, poi cammina per circa 350 metri risalendo la via. 

Trok Itsaranuphap 

  • E’ uno dei più incredibili ed affollati mercati alimentari di Bangkok, qui si vende qualsiasi cosa sia commestibile. Super frequentato dai locali è un vero spettacolo di colori, odori e centinaia e centinaia di persone in movimento. La viuzza è minuscola e l’ingresso così stretto che quasi si entra uno per volta.
  • L’accesso più semplice è da Charoen Krung Road dal lato opposto al Soi 16, se occorre chiedi aiuto, a Chinatown il posto è conosciuto. 
Street Restaurant, Chinatown, Bangkok, Thailand

Street Restaurant, Chinatown, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Ninara

Pratunam Market 

Il mercato di Pratunam è aperto ogni giorno ed è il più grande mercato di abbigliamento all’ingrosso dell’intera Bangkok. Ci trovi tonnellate di t-shirts e jeans ma anche scarpe, accessori, bigiotteria, valigie e zaini di ogni tipo. Più che per acquistare si viene a Pratunam per osservare the local way of life, le strette viuzze sono piene di botteghe e di gente, è un po’ come osservare la Bangkok prima dell’avvento dei grandi centri commerciali, se non sei di fretta facci un salto.

  • Sono diversi i venditori che mettono in vendita anche singoli pezzi, i prezzi sono già bassi ma ricorda che qui non sei in uno shopping center e quindi devi (tassativamente) contrattare, il momento giusto per esplorarlo è il mattino fino a metà pomeriggio.
  • Se ci vieni di sera le vie sono vuote, popolate solo da milioni di scarafaggi che corrono veloci incuranti dei radi passanti. Mai visto nulla di simile.
  • Dall’altro lato di Petchaburi Road trovi Pantip Plaza, il più famoso ed il più grande dei computer stores di Bangkok. E’ un mall multipiano dedicato all’elettronica, non solo laptops e tablets ma anche fotocamere digitali e videocamere. I negozi sono decine ed i prezzi sono buoni ma attenzione che la garanzia spesso è valida solo in Thailandia. Gran parte del software in vendita non è originale ma contraffatto, tienine conto.
  • Il Pratunam Market si trova all’intersezione di Ratchaprarop con Petchaburi Road, dove si trova l’Amari Watergate Hotel, e si estende verso nord in direzione dell’alto grattacielo Baiyoke Tower. Siam Square dista pochi minuti di taxi o tuk-tuk. La stazione del BTS/Skytrain più comoda è Chit Lom, un poco più distante la stazione Ratchathewi.  
  • Video: una passeggiate nelle strade ed i vicoli di Pratunam nelle immagini a cura di Live Love Thailand:

Chatuchak Weekend Market 

E’ enorme, in assoluto uno dei più grandi mercati coperti dell’intera Asia e del mondo. Si vende tutto quanto possa essere acquistato, dalle scarpe da ginnastica al pesce fritto agli animali domestici. Tra grandi e piccoli i negozi sono quasi 10.000 (!!!) e sembra che ogni fine settimana il mercato di Chatuchak attragga quasi 200.000 shoppers. 

  • A Bangkok è una vera istituzione, molto frequentato dai thai, quindi non mancano bancarelle di cibo e bevande. Nei suoi immediati dintorni trovi anche alcuni buoni ristoranti, cucina thai.
  • Il mercato è diviso in diverse sezioni, spesso è affollato e poco vivibile per il caldo, c’è un progetto per dotarlo di aria condizionata.
  • E’ labirintico ed è un attimo perdere l’orientamento e non capire più dove ci si trova, non preoccuparti, fa parte del divertimento. Meglio andarci al mattino intorno alle 9 quando apre ed il posto è più vivibile. Se non vuoi fare un’esperienza di vita evita le ore centrali della giornata e fino a metà pomeriggio. In qualsiasi momento ci vai prendila con calma e bevi molto.
  • La maggior parte di botteghe e negozi sono aperti solo nel fine settimana, da qui il suo nome. E’ anche conosciuto come Jatujak Weekend Market o più brevemente JJ.
  • Prima che i grandi centri commerciali monopolizzassero l’attenzione dei turisti era anche una delle tappe da non perdere in città. Rimane un buon posto dove cercare cose curiose e trovare qualche regalo meno banale del solito da portare a casa, artigianato locale in particolare. Un settore del mercato è dedicato a piante e fiori. 
  • Se vieni per fare acquisti e non solo per dare uno sguardo la parte più up-market dell’intero enorme complesso, spesso conosciuta come Dream Section o Chatuchak Plaza, si trova lungo Kamphaeng Phet 2, nella zona occidentale del Chatuchak Market. E’ qui che è più facile trovare oggetti di qualità maggiormente rispondenti al gusto occidentale senza necessità di doversi addentrare nel labirinto della zona centrale, ben più caotica ed affollata. Anche nella Dream Section si contratta ma i venditori sono solitamente meno disposti a ribassare il prezzo rispetto ai vicini colleghi della sezione principale. Come dappertutto in queste situazioni più cose acquisti più il prezzo si riduce. 
  • Parecchi negozi aprono già il venerdì (ed in verità qualcuno rimane aperto ogni giorno) ma il mercato entra nel vivo il sabato e la domenica, dalle 9 del mattino alle 6 del pomeriggio, quando è liberamente accessibile nella sua interezza ai visitatori. Tieni presente che durante la settimana invece l’accesso a diverse aree del mercato è riservato solo ai grossisti, sul sito ufficiale trovi giorni ed orari aggiornati.
  • Gestito dalla State Railway of Thailand a cui appartiene il terreno il Chatuchak Market si trova nella zona nord di Bangkok, a 5 minuti a piedi dalla stazione del BTS/Skytrain di Mo Chit. In alternativa prendi la subway MRT, puoi scendere alla fermata di Chatuchak Park oppure a quella di Khamphaeng Phet, quest’ultima forse più vicina alla zona interessante del mercato per i turisti.
  • Se il Chatuchak Weekend Market continua ad operare, anzi è sempre più frequentato, devi invece sapere che il mercato notturno, quello che era conosciuto come JJ Jatujak Green Market ha chiuso, non c’è più. Era uno dei mercati notturni più interessanti e vivaci di Bangkok ed era situato all’interno del parco immediatamente a nord di Chatuchak, ma nel settembre 2018 gli ultimi venditori sono stati costretti a sbaraccare dopo che il contratto di affitto era scaduto nel mese di agosto. Ora il terreno sul quale sorgeva il JJ Jatujak Green Market torna alla HM Queen Sirikit Garden Foundation, il legittimo proprietario, sembra che il progetto sia quello di destinare lo spazio ad un nuovo e grande parco cittadino, sul modello di Central Park a NY, vedremo cosa accadrà.
Chatuchak Weekend Market, Bangkok, Thailand

Chatuchak Weekend Market, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Lauretta Reeves

I 2 Night Markets di Talad Rot Fai e Khao San Road

A Bangkok puoi dedicarti allo shopping anche la sera e ci sono posti dove trovi bancarelle aperte ed in piena attività fino al cuore della notte. 

Alcuni tratti di Sukhumvit hanno questa caratteristica, anzi di notte raggiungono il massimo dell’animazione, ma le zone di Bangkok probabilmente più interessanti dove dirigerti sono i due Week-end Train Markets di Srinakarin e Ratchada e la popolarissima Khao San Road, ben conosciuta a turisti e residenti.  

Tieni invece presente che il night market di Patpong, situato nella parte alta di Silom Road vicino al Lumphini Park tra i Soi 4 e 6, fino a qualche anno fa uno dei posti più frequentati dai turisti e conosciutissimo già negli anni sessanta per i go-go bars ed i locali notturni, oggi ha invece perso gran parte del suo smalto e probabilmente non vale più la visita. 

New Rot Fai Market Ratchada, Bangkok, Thailand

New Rot Fai Market Ratchada, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Yogendra Joshi

Srinakarin Talad Rot Fai o Week-end Train Market

Talad in thai vuole dire mercato e Rot Fai significa treno. Da qui la traduzione inglese di Week-end Train Market. Il nome è rimasto ma purtroppo la location è cambiata, non è più in quel posto fascinoso lungo i binari in disuso su un terreno di proprietà delle ferrovie thailandesi a pochi passi dal mercato di Chatuchak. Ora il Week-end Train Market si trova su Srinakarin Road, molto lontano dal centro in direzione dell’aeroporto.

  • Ma l’atmosfera in parte è rimasta, e quello che si vende ti trasporta indietro nel tempo, un po’ l’equivalente di un nostro mercatino dell’antiquariato. 
  • Il Week-end Train Market di Srinakarin è frequentato da curiosi, freaks e designer, tutti in cerca di cose vintage: insegne, tavoli, poltrone, letti ma anche auto e motociclette. Per farti un’idea dei prodotti in vendita consulta Rod’s antique. Sul sito c’è anche la mappa con le indicazioni su come arrivarci.
  • Se vuoi bere un birra od un drink trovi vecchi furgoncini VW trasformati in caratteristici baretti di strada e decine di bancarelle e ristoranti, di sicuro non rischi di morire di fame.
  • E’ aperto da giovedì a domenica da metà pomeriggio a dopo mezzanotte. Vienici di sera col buio, è più fascinoso. Posto turisticamente non molto conosciuto, prezzi per ora bassi, merita la gita.
  • Il Srinakarin Week-end Train Market si trova su Srinakarin Road e l’accesso più semplice è dalla stazione On Nut del BTS/Skytrain, da qui occorrono 25/30 minuti di taxi, l’indicazione da dare al tassista è Seacon Square Shopping Mall. Il mercato si trova sul retro dello shopping center, ci arrivi costeggiando il mall sulla destra.
  • Ma attenzione, di Week-end Train Markets ce ne sono due: visto il successo via via crescente del mercato di Srinakarin ne è stata aperta una succursale conosciuta New Rot Fai Market Ratchada. E’ più piccola dell’originale ma nello stesso tempo è situata in posizione più centrale e facilmente raggiungibile. Io non ci sono ancora stato ma la trovi su Ratchadaphisek Road a pochi passi dalla stazione della metropolitana MRT di Thailand Cultural Center alle spalle dell’Esplanade Shopping Mall, sotto puoi vedere una foto del mercato.
  • Non confondere né il Talad Rot Fai Week-end Train Market di Srinakarin né il New Rot Fai Market di Ratchadaphisek Road con il Maeklong Railway Market, è un’altra cosa e sta da un’altra parte, a Samut Songkhram, 80 Km a sud-ovest di Bangkok. Su TripAdvisor, in particolare i posts in italiano, c’è un po’ di confusione al riguardo. Nell’articolo Bangkok: le Escursioni Più Belle. I Mercati Galleggianti ed il Railway Market. La Gita ad Ayutthaya trovi i miei suggerimenti su come andarci.
A Photo of Khao San Road at Night in Bangkok, Thailand

Khao San Road, Bangkok, Thailand

Photo Credit: Suraphat

Khao San Road

Khao San Road si trova nel quartiere di Banglamphu tra il fiume ed il Democracy Monument. E’ l’opposto di Patpong, niente go-go bars da queste parti, né nella via principale né nelle viuzze adiacenti. Di ragazze ne vedi centinaia ma sono tutte occidentali. Oppure turiste asiatiche. 

  • Khao San è un’enclave occidentale nel cuore di Bangkok. Era il regno dei backpackers, in parte lo è ancora ma la frequentazione nel corso degli anni è cambiata ed ora la sera attrae anche locali, stranieri residenti ed una moltitudine di turisti, diverse la famiglie con bambini. Nel corso del 2020 la via è stata abbellita e rinnovata con una nuova pavimentazione, ora il posto si mostra sicuramente un po’ più ordinato di come appariva in precedenza.
  • I negozietti sono decine, si apre al mattino e si chiude intorno a mezzanotte. E’ uno shopping a basso costo ed un po’ trash quello che si fa qui, magliette, scarpe, sandali, zaini e tatuaggi. Quasi tutte le bancarelle propongono le stesse identiche cose.
  • Da entrambi i lati della via ci sono bars e ristorantini economici dove bere una Singha o mangiare un risotto spendendo poco. Da qualche anno sono apparsi anche locali dall’aria più elegante, posti piacevoli dove fermarsi per cenare guardando la processione continua di gente che va su e giù lungo la strada.
  • La sera il posto è decisamente affollato e rumoroso, la musica viene sparata a decibel altissimi ma sembra non disturbare nessuno. 
  • Come arrivare a Khao San Road? Fino al tardo pomeriggio vacci con una delle barche di Chao Phraya Express Boat: sbarca al molo di Phra Arthit e prosegui con una piacevolissima passeggiata di 10 minuti a piedi attraverso un angolo particolarmente pittoresco del quartiere di Banglamphu. Di sera utilizza taxi e tuk-tuk, non c’è un solo guidatore in tutta Bangkok che al nome Khao San non accenda immediatamente il motore.
  • La tarda sera quando te ne vai evita di prendere taxi e tuk-tuk che stazionano alle due estremità della via, sparano cifre spaventose, fuori da ogni logica. Fai pochi passi fino alla grande e trafficata Thanon Ratchadamnoen e fai segno con le braccia al primo taxi o tuk-tuk che vedi transitare nella via, raramente dovrai attendere più di qualche minuto per trovarne uno libero.  
  • Video: le immagini di Khao San Road la sera in questo filmato a cura di Arthur Moore, così ti fai immediatamente un’idea dell’atmosfera della strada:

Tutte le Guide sulla Thailandia

Le numerose guide dedicate a Bangkok, a Chiang Mai ed alle spiagge ed isole della Thailandia pubblicate in questo blog, ogni directory include più articoli.

  • Bangkok: i numerosi posts sulla città che più amo in tutto l’Oriente. Con le informazioni complete su come raggiungere il centro dall’aeroporto, come utilizzare metropolitana, Skytrain e battelli per spostarti tra le diverse attrazioni, i migliori quartieri dove alloggiare, i bars panoramici dove andare la sera, le escursioni più belle. Trovi inoltre una super guida, completa e molto dettagliata, per poter visitare Bangkok in due giorni, da solo ed in totale autonomia utilizzando il più possibile i trasporti pubblici.
  • Chiang Mai: 4 guide dedicate alla più attraente e ricca di posti da visitare di tutte le città della Thailandia dopo Bangkok, con i miei consigli su dove dormire, i templi più belli e come impostare un programma per visitare Chiang Mai ed il meglio del Nord della Thailandia in 3 o 4 giorni.
  • Spiagge e Isole della Thailandia: gli articoli dedicati alle isole e destinazioni balneari più belle della Thailandia incluso tra le altre Samui, Koh Phangan, Koh Tao, Krabi, Phuket e Phi Phi Island, con la presentazione e la descrizione completa di ogni isola, le caratteristiche delle diverse spiagge, i miei suggerimenti su dove stare e cosa fare, le gite da non mancare, il clima…
Lebua at State Tower and Chao Phraya River from ICONSIAM Mall, Bangkok, Thailand

Lebua at State Tower and Chao Phraya River from ICONSIAM Mall, Bangkok, Thailand

Photo Credit: travelourplanet.com

Quale Albergo Scegliere a Bangkok?

La descrizione dettagliatissima dei migliori alberghi di Bangkok, di diverse categorie e fasce di prezzo. Per ognuno trovi la mia recensione, perché andarci, tutti i pro e tutti i contro, la distanza dalla più vicina stazione dello Skytrain, della metropolitana e dai piers lungo il Chao Phraya e come arrivare dall’aeroporto Suvarnabhumi nel modo più efficiente e veloce utilizzando un mix di trasporti pubblici e taxi e tuk-tuk.

  • Gli Hotels di Charme Più Belli di Bangkok: i miei preferiti tra i numerosi boutique hotels della città, perfetti se sei in cerca delle fascinose atmosfere della Thailandia di una volta oppure vuoi alloggiare in un albergo di design dall’arredamento curato. C’è l’albergo più romantico di Chinatown, gli hotels a pochi passi da Palazzo Reale e dai fastosi templi della Bangkok storica, un bed & breakfast di design e gli alberghi con vista sul fiume, gli heritage hotels nel quartiere di Banglamphu vicini a Khao San Road e le eleganti e lussuose residenze di Lumphini e di Sukhumvit.
  • I Migliori Hotels di Bangkok per Rapporto Qualità/Prezzo: un’analisi molto dettagliata degli alberghi più validi nella categoria dei 3 e dei 4 stelle, tutti alberghi accomunati da una super location, un ottimo standard dei servizi ma anche tariffe – di solito – pienamente accessibili qualsiasi sia il tuo budget.
  • I Migliori ApartHotels di Bangkok: un articolo che ti presenta i migliori serviced apartments di Bangkok, ossia appartamenti inseriti in residenze alberghiere di alto livello che offrono una serie di servizi generali accessori incluso il servizio di reception 24 ore su 24, la lavanderia, la pulizia e cambio biancheria da bagno e da letto. Rispetto ad un albergo tradizionale perdi qualcosa in servizio e guadagni però in spazio vitale, la maggioranza degli aparthotels che trovi descritti offrono veri e propri appartamenti ben più ampi delle normali stanze d’albergo e spesso con la camera da letto separata dal soggiorno, tutti offrono la cucina, e sovente una cucina completa con oltre al microonde ed al frigo anche i fornelli elettrici e la posateria completa, con un comodo tavolo dove pranzare o cenare.
View of Bangkok from Asiatique The Riverfront, Thailand

Bangkok from Asiatique The Riverfront, Thailand

Photo Credit: Prachanart Viriyaraks

Stai Cercando una Visita Guidata?

In questo blog trovi tanti articoli ricchissimi di info e suggerimenti per poter fare le cose da solo, dai trasferimenti alle visite, senza dover chiedere aiuto a nessuno. Ma se preferisci essere accompagnato da una guida o la comodità di una vettura privata che ti porti a spasso venendoti a prendere e poi riportandoti in albergo la cosa è sicuramente possibile. Ho ricercato e confrontato decine di escursioni guidate, qualcuna di gruppo ma la maggior parte con auto e guida privata, organizzate da agenzie diverse, e descritto le più valide, con pro e contro di ciascuna escursione ed i links diretti per confrontare i costi e prenotare in internet con carta di credito. Tu leggi, valuta, e vedi se c’è qualcosa che ti interessa.

  • I Migliori Tours Organizzati a Bangkok: le escursioni più interessanti per visitare la città con una guida privata, dalla Bangkok moderna di Siam Square al complesso del Palazzo Reale e del Tempio del Buddha di Smeraldo, dal Wat Pho con la sua statua del Buddha sdraiato lunga 46 metri al Wat Arun, dai vicoli e le trafficate strade di Chinatown alla movida serale di Khao San Road. 
  • I Migliori Tours Organizzati ad Ayutthaya: le mie recensioni delle escursioni che da Bangkok portano all’antica capitale del Regno del Siam ed a Bang Pa-In, dai tours di gruppo con andata in pullman e rientro in barca sul fiume Chao Phraya, alla visite con auto privata ed guida in esclusiva, alle più sportive gite in minivan e bicicletta.
  • I Migliori Tours Organizzati ai Floating Markets da Bangkok: se vuoi una guida che ti accompagni a visitare il famoso mercato attraversato dal treno a Maeklong ed i suggestivi floating markets nei dintorni della capitale, dal super turistico ma colorato mercato galleggiante di Damnoen Saduak al suggestivo riverside market di Amphawa che si tiene ogni week-end dal venerdì pomeriggio alla prima serata di domenica.

Last Update: June 22nd 2020

Front cover photo credit: Fountain at Siam Center, Bangkok by MikeBehnken. All photos in this page come from Flickr: Creative Commons Attribution – NoDerivs Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.