LE DESTINAZIONI

Le Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

I MIGLIORI ALBERGHI DOVE ALLOGGIARE

Guida ai Migliori Alberghi del Mondo

Le mie recensioni ragionate sugli alberghi più belli da prenotare in viaggio, non necessariamente gli hotels più lussuosi ma quelli meglio situati e con il miglior rapporto qualità/prezzo. Con la descrizione dettagliata e tutti i pro ed i contro di ogni albergo, per stare bene cercando di contenere il più possibile i costi.

I POSTI DA URLO

Posti da Urlo: i Posti Più Belli del Mondo

Quali sono i posti più eccezionali del pianeta? Quei posti da urlo assolutamente da non perdere? Una serie di articoli, sintetici e veloci da leggere, con la descrizione delle attrazioni più belle, quei posti speciali che non devi mancare durante il tuo viaggio. Con le cose da sapere ed i miei consigli su perché andare a visitarle, dove si trovano, come arrivare e quanto tempo dedicare a ciascuna attrazione.

I VIAGGI

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

IL CLIMA

Quando Andare

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

LA SALUTE IN VIAGGIO

La salute e le malattie in viaggio.

Sei in partenza per un viaggio? Sei preoccupato per malaria, febbre gialla e dengue e cerchi informazioni su vaccinazioni e profilassi? L’attenzione sulla malattie e sulla salute in viaggio e di conseguenza l’informazione aggiornata sulla situazione sanitaria nel Paese che si intende visitare è un vero e proprio must per qualsiasi viaggiatore.

PASSAPORTI E VISTI

Passaporti e visti

Le informazioni su passaporti e visti, formalità valutarie e doganali, ambasciate e consolati, l'ESTA, il Timatic Web e gli ultimi avvisi per il viaggiatore

Il Gran Finale di un Viaggio in Brasile: la Mitica Rio de Janeiro

Brasile, Diario di Viaggio a Bahía e Ceará: da Canoa Quebrada a Rio de Janeiro

Cosa visitare in Brasile? Il quarto ed ultimo articolo dedicato al viaggio alle ricerca delle spiagge più belle di Bahía e Ceará ed alle grandi città del Brasile: São Paulo, Salvador e Rio de Janeiro. Come di consueto su questo blog trovi i miei suggerimenti su come prenotare per tuo conto in internet alberghi, voli interni e trasferimenti. Lasci le spiagge di Canoa Quebrada visitando on-the-way la grande città di Fortaleza per arrivare finalmente alla mitica Rio de Janeiro, il gran finale del viaggio. All’interno di questo post puoi leggere i consigli su come fare il trasferimento in auto da Canoa Quebrada all’aeroporto di Fortaleza, cosa vedere a Fortaleza e come organizzare la visita di Rio de Janeiro. Al termine trovi le indicazioni sul clima con il periodo migliore per viaggiare in Brasile e le informazioni su come prenotare i voli interni.

A Great View of Avenida Atlantica and Copacabana, Rio de Janeiro

A Great View of Avenida Atlantica and Copacabana, Rio de Janeiro

Photo Credit: Marcin Wichary

Itinerario di Viaggio in Brasile

Il Gran Finale del Viaggio: la Visita della Mitica Rio de Janeiro

Questo è il quarto ed ultimo articolo dedicato a come organizzare un viaggio in Brasile che abbini la visita delle grandi città di São Paulo, Rio e Salvador alle spiagge più belle del Brasile lungo la costa di Bahía e Ceará. Ti descrive la partenza da Canoa Quebrada e la breve visita di Fortaleza prima di volare a Rio e concludere il viaggio nella più spettacolare città di tutto il Sud America. Ecco di seguito i links ai precedenti tre articoli che descrivono il viaggio.

Ponta Grossa from Canoa Quebrada

Ponta Grossa from Canoa Quebrada

Photo Credit: Otavio Nogueira

17° Giorno di Viaggio in Brasile: da Canoa Quebrada a Rio de Janeiro Visitando Fortaleza

Se hai prenotato un volo in partenza dall’aeroporto di Fortaleza a metà pomeriggio avrai tempo per fare due cose. Un’ultima passeggiata in spiaggia al mattino e visitare Fortaleza prima di recarti in aeroporto. 

  • Se per la passeggiata non occorre una particolare organizzazione, basta non dormire fino a tardi, per raggiungere e visitare Fortaleza occorre invece accordarsi il giorno precedente con chi si occuperà del tuo trasferimento, la pousada od una delle due agenzie che sorgono sulla Broadway.
  • Occorre che specifichi bene: l’ora in cui vuoi partire da Canoa, l’ora in cui devi trovarti di fronte al check-in in aeroporto ed esattamente cosa vuoi vedere a Fortaleza e quanto tempo vuoi dedicarvi. Il tutto sapendo che il tempo che occorre per raggiungere Fortaleza da Canoa è di circa 2 ore o poco più. 
  • Se il tuo volo decolla alle 17 significa che devi essere in aeroporto alle 15.30. Se parti da Canoa poco dopo le 10 avrai circa 3 ore a disposizione per visitare Fortaleza e raggiungere il terminal in tempo utile per il check-in. 

Fortaleza è una grande città, in assoluto la più importante del Nordeste ed una delle più popolose dell’intero Brasile, ma non offre molto ai visitatori, con poco meno di 3 ore a disposizione riesci a dare uno sguardo alle cose più importanti. Non vedrai tutto, ma riuscirai comunque a farti un’idea abbastanza precisa della città. Ma cosa vedere a Fortaleza in poco meno di 3 ore?  Ci sono quattro posti che meritano la tua attenzione. 

  • Primo: fatti portare subito sull’Avenida Beira Mar, il lungomare di Fortaleza. Fiancheggiato da alti palazzi moderni e di buon tono architettonico dona alla città l’aspetto di una grande metropoli. Non va perso, in caso contrario mancheresti forse la veduta migliore della città, quella più famosa e rappresentativa. 
  • Secondo: una breve visita al Centro Dragão do Mar. Non solo è il centro culturale più importante della città ma è anche il luogo di aggregazione preferito dei suoi abitanti. Certo, non avrai il tempo di visitare le mostre o di vedere un film ma almeno vedrai di cosa si tratta e dove si trova. I colorati edifici dei dintorni, tutti ben restaurati, ospitano qualche ristorante ed alcuni café. 
  • Terzo: il Centro de Turismo, è la vecchia prigione della città trasformata in un grande mercato, questo è il posto giusto se cerchi un regalo od un ricordo delle tue vacanze. 
  • Per ultimo: prima di prendere la strada dell’aeroporto dai uno sguardo veloce alla bellissima e colorata costruzione metallica in stile Art Nouveau del Theatro José de Alencar, senza dubbio l’edificio più bello e particolare della città. Attenzione che per osservare la particolarissima struttura del teatro devi entrare nel cortile interno, due sono infatti le costruzioni che compongono il complesso e da fuori il teatro si presenta con una costruzione bianca in stile neoclassico che nulla lascia presagire della costruzione più interna che costituisce il teatro vero e proprio. 
Photo of Fortaleza

Fortaleza, Porto do Mucuripe

 Photo Credit: deltafrut 

Conclusa la visita è il momento di  recarti in aeroporto, il volo per la magica Rio ti aspetta. Sono circa 3 ore nel caso il volo sia non-stop, se decolli alle 17 atterri non prima delle 20. 

  • Gli autobus li utilizzerai poi per muoverti in città. A differenza di São Paulo a Rio il servizio bus è buono, facile da usare e porta quasi dappertutto, ma questo vale se non hai un bagaglio da curare e devi occuparti solo di te stesso. 
  • I voli non stop da Fortaleza atterrano prevalentemente all’aeroporto di Rio de Janiero Galeao GIG. C’è un autobus che porta verso la zona delle spiagge ma se è sera, hai bagagli o siete almeno in due per andare dall’aeroporto di Rio all’albergo è più saggio prendere un radio-taxi. Costa di più ma è sicuro e veloce e ti lascia esattamente davanti all’hotel che hai prenotato.
  • La stragrande maggioranza delle camere d’albergo della città sono a Copacabana ma se trovi un’accommodation a costi che ti paiono quantomeno ragionevoli alloggia invece ad Ipanema. Qui gli alberghi non sono molti, quasi tutti sono costosi ma la zona è più sicura di altre. Ci sono ottimi ristoranti e ritrovi, i palazzi sono meno incombenti, la spiaggia è bella e pulita ed in generale l’atmosfera è più gioiosa. Ipanema è il quartiere dove stare a Rio, non solo, è il quartiere dove tutti vorrebbero vivere. 
  • Visto la lunga giornata sarai stanco, puoi però concederti un drink sul lungomare prima di cadere addormentato. Dormi, domani ti attende la più fantastica città del pianeta. 
Photo of Copacabana Beach in Rio de Janeiro

Rio de Janeiro, Copacabana

 Photo Credit: Alicia Nijdam 

18° Giorno di Viaggio in Brasile: Rio de Janeiro, la Visita di Ipanema, Copacabana e del Pan di Zucchero

Se vuoi cominciare la giornata alla grande la cosa migliore che puoi fare è una passeggiata ad Ipanema. Rua Visconde de Piraja è il cuore del quartiere, qui si concentrano quasi tutti i negozi e c’è sempre gente che va su e giù, di giorno e di sera. Ci sono café e ristoranti ed è uno spaccato della Rio bella e ricca, la Rio che sogniamo e che abbiamo in mente. 

  • La spiaggia è dietro l’angolo e dopo un po’ il richiamo è irresistibile, basta fare un centinaio di metri e si sbuca su Avenida Vieira Souto, il lungo, lunghissimo lungomare di Ipanema.
  • Qui su Avenida Vieira Souto sono pochi i locali, molti invece i chioschi dove sedere e bersi un succo. Anche se è mattina non si faranno certo problemi se vorrai ordinare una caipirinha od una birra ghiacciata.
  • L’oceano e le bellissime montagne gemelle del Morro dos Dois Irmãos si impongono sul resto del panorama. 

Percorri tutto il lungomare e dirigiti verso Copacabana, non è lontana e ci puoi andare piacevolmente a piedi in poco più di mezzora. Arrivato sull’Avenida Atlantica il colpo d’occhio è spettacolare.

  • Sono quattro chilometri, a mezzaluna, da una parte la spiaggia, ampia come quasi tutte le spiagge di Rio, dall’altra la fila ininterrotta dei palazzi, quasi tutti dall’aria un po’ demodé. Dietro le montagne, verde e roccia marrone che incombono su tutto.
  • Le montagne nel cuore di una metropoli, a pochi metri dai condomini, è una cosa nuova per tutti i visitatori, una visione davvero irreale ma nello stesso tempo vera, sono proprio lì, sopra di te. 

Non c’è nessuna altra metropoli al mondo dove esiste una cosa del genere ed è questa particolare geografia del territorio insieme alla presenza di una baia sinuosa a fare di Rio quella che paesaggisticamente è forse la più bella, davvero la più spettacolare città di tutto il Pianeta.  

Sopra e intorno a Copacabana ci sono le favelas, sono molto vicine, questo è uno dei quartieri di Rio dove prestare più attenzione, la maggior parte degli scippi e rapine accadono qui. Percorri il bel lungomare, fatti un spuntino, poi cambia quartiere e vai ad Urca. 

  • Nuovo quartiere e naturalmente nuovo paesaggio, la baia di Botafogo davanti agli occhi, il Pan di Zucchero sopra la testa.
  • Per salire le funivie sono due, un primo tratto porta al Morro de Urca ed il successivo in vetta al Pão de Açúcar. Dall’alto altra visione sublime, in qualsiasi direzione tu volga lo sguardo. La curva perfetta di Copacabana che appare al di là del Morro do Uribu, gli yachts nella riparata baia di Botafogo, la parata di palazzi di Flamengo fino alle piste dell’aeroporto Santos Dumont. Più lontano i grattacieli di Centro, e Niteroi al di là della baia. 
  • Nel caso il tempo non fosse bello e tu volessi comunque godere della vista della città dall’alto, tra Corcovado e Pan di Zucchero scegli quest’ultimo: essendo più basso, e quindi meno influenzato dalla nuvole, e situato in posizione più centrale nella geografia della città permette quasi sempre di godere di una bella vista anche quando il meteo non è dalla tua.
  • La sera è il momento della churrascaria, la carne in Brasile è una tradizione, e per la quantità di buon cibo che ingurgiterai i costi saranno ragionevoli. 
Photo of Bondinho, Santa Teresa, Rio de Janeiro

Rio de Janeiro, Santa Teresa, Bondinho

 Photo Credit: Rodrigo_Soldon 

19° Giorno di Viaggio in Brasile: Rio de Janeiro: la Visita del Quartiere di Centro, Lapa, Santa Teresa ed il Corcovado  

Ti suggerisco di dedicare parte del mattino alla visita di Centro, il vivace quartiere commerciale di Rio, pieno di grattacieli, di traffico ma anche di vita. E’ una Rio diversa dalla Rio delle spiagge ma è qui che si muove la città, se possibile è una zona da non mancare. Visita la famosa Cattedrale, l’edificio sorprende per geometria e proporzioni, è enorme, e può accogliere migliaia di fedeli. 

Poco distante dalla Cattedrale si trova la stazione di partenza del bonde, l’ultimo dei tram storici della città e la più classica via d’accesso al quartiere coloniale di Santa Teresa situato sulla collina.

  • Prendilo, il tragitto per Largo do Guimarães è veloce, una quindicina di minuti o poco più. E si fa subito interessante: il tram prima percorre in modo molto aéreo l’esile ed alto Arco da Lapa per poi risalire le viuzze acciottolate di questo caratteristico quartiere un po’ bohemien, dalle case basse e dalla vegetazione lussureggiante. 
  • Sulla collina l’atmosfera è magnifica. L’aria coloniale ed un po’ fuori dal tempo, l’assenza di traffico, alcuni deliziosi ristoranti e qualche affascinante negozio dove curiosare sorprendono il viaggiatore e lo invitano a fare due passi. Presta però sempre attenzione, Santa Teresa non è una zona particolarmente safe. 
  • Puoi pranzare a Santa Teresa, tornare in basso col bonde, e poi dedicare il resto del pomeriggio alla più famosa delle attrazioni di Rio. 

E ora arrivato il momento di salire sul Corcovado. Devi prima recarti nel quartiere di Cosme Velho e da lì prendere il trenino che si arrampica fino ai 700 metri della vetta.

  • Il famosissimo Cristo che abbiamo visto in foto e filmati, immancabile in qualsiasi servizio su Rio, è sopra di te, davvero maestoso, e sembra abbracciare il cielo con le sue braccia spalancate.
  • Dire che il panorama è meraviglioso sembra dire una cosa ovvia ma così non è. La città vista da quassù si rivela in tutti i suoi quartieri, solo Copacabana rimane in parte coperta e lontana. Ipanema invece è davanti ai tuoi occhi e la grande Laguna Rodrigo das Freitas sotto di te.
  • Di solito si pensa a Rio come a una bella città ma Rio non è solo bella, bellissima, è anche enorme e da quassù risulta semplice capirne la geografica, individuare i suoi quartieri.
  • Ridisceso in basso sarà tempo di nutrirti, ad Ipanema i ristoranti non mancano, puoi cenare in terrazza guardando il passeggio. 
From Corcovado looking to Sugarloaf and Botafogo, Rio de Janeiro

From Corcovado looking to Sugarloaf and Botafogo, Rio de Janeiro

Photo Credit: Ramon Llorensi

20° Giorno di Viaggio in Brasile: l‘Ultimo Giorno a Rio de Janeiro 

E’ l’ultimo giorno. A seconda dell’orario di partenza e del routing del tuo volo di ritorno avrai a disposizione parte della giornata. Fino al pomeriggio, se il tuo volo è diretto da Rio verso l’Europa, oppure solo fino alla tarda mattinata se il tuo rientro avviene invece via São Paulo.  

  • Raggiungi con la metropolitana ed il tram VLT Praça Mauá nel quartiere di Centro e visita i due più nuovi musei di Rio: il Museu do Amanhã (Museum of Tomorrow) ed il Museu de Arte do Rio (MAR).
  • Oppure fai un’ultima passeggiata sull’Avenida Atlantica o sul lungomare di Ipanema, fermati ancora una volta ad uno dei chioschi prospicienti la spiaggia, siediti e bevi un succo gustoso od una caipirinha ghiacciata, secondo i tuoi gusti.
  • Poi chiama il taxi, la direzione è l’aeroporto internazionale Galeao, il viaggio è finito. E’ facile che un po’ di malinconia ti assalga. 
Photo of Centro and Catedral Metropolitana in Rio de Janeiro

Rio de Janeiro, Centro and Catedral Metropolitana

 Photo Credit: Rodrigo Soldon 

Transportation & Accommodation Tips

  • Volo da Fortaleza a Rio de Janeiro. Tre buone compagnie brasiliane, la LATAM, la GOL e l’Azul offrono più voli giornalieri da Fortaleza a Rio, comodi quelli in partenza tra le 16 e le 18 che atterrano a Rio tra le 19 e le 21. Se possibile privilegia uno dei voli senza scalo, in alternativa cambia aereo a Recife o Salvador.
  • Dall’aeroporto Galeao GIG a Copacabana e Ipanema. Ti consiglio vivamente un taxi, hai la scelta tra i radio-taxi, più costosi e veloci, che prenoti ai banchi all’interno del terminal, ed i taxi a tassametro che attendono fuori dall’edificio aeroportuale. In alternativa prenota in anticipo il tuo trasferimento con una vettura privata con autista, i costi sono più che ragionevoli.  
  • Dove dormire a a Rio de Janeiro. Il quartiere che offre più scelta è senza alcun dubbio Copacabana, ad Ipanema gli alberghi sono relativamente pochi. Puoi farti una rapida idea di quali sono i costi nelle date che ti interessano guardando gli hotels di Ipanema e di Copacabana su Booking.com, apri sempre la mappa per individuare la location precisa dell’albergo che ti interessa. A dicembre/gennaio e durante il carnevale le tariffe sono ben più elevate rispetto ad agosto.

Gli Altri Articoli Dedicati al Viaggio in Brasile

I posts apparsi in questo blog e dedicati a Rio de Janeiro, con le informazioni sui mezzi di trasporto, dove alloggiare, cosa visitare, il tempo che fa e tanti links a guide on line e blogs per conoscere tutto (o quasi) della città. 

Photo of Copacabana at Night, Rio de Janeiro

Rio de Janeiro, Copacabana at Night!

 Photo Credit: Zemlinki!

Consigli Pratici Su Come Organizzare il Viaggio in Brasile

Quando Viaggiare in Brasile

Viaggiare in Brasile in Agosto e Settembre

Il clima è buono a Bahia e fantastico nel Ceará. A Trancoso, il punto di mare più a sud di questo itinerario (escluso Rio ovviamente) fa un po’ fresco il mattino presto ed alla sera mentre di giorno puoi stare in spiaggia e nuotare per ore. Una cosa importante che devi sapere è che a Bahia ad agosto il sole tramonta presto, intorno alle 17.30, quando programmi una gita tienine conto. 

  • Agosto e settembre sono mesi di bassa stagione, non avrai difficoltà a trovare posto sui voli, sui pullman ed a prenotare la pousada dei tuoi sogni.
  • Le spiagge saranno tutte per te. I costi sono bassi e potrai permetterti sistemazioni fascinose, posti che in alta stagione diventano inaccessibili.
  • Se vuoi visitare il Paese e goderti le spiagge in tranquillità il periodo tra agosto e settembre è ideale. 

Viaggiare in Brasile in Dicembre e Gennaio

A Rio e Bahia è piena estate, il tempo di solito è bello, caldo, a volte molto caldo, pioggia abbondante nel sud ma in genere concentrata in forti rovesci temporaleschi. Ancora bello a Canoa Quebrada e Fortaleza prima dell’inizio delle piogge. 

  • Da metà dicembre a fine febbraio in Brasile viaggiano tutti, turisti stranieri e centinaia di migliaia di brasiliani, le pousadas vanno tassativamente prenotate in anticipo ed aerei e bus viaggiano completi.
  • In altissima stagione nelle località di mare spesso alberghi e pousadas applicano dei minimum stay obbligatori, anche 1 settimana a fine d’anno e 4 o 5 giorni per il carnevale. Se viaggi a Natale/capodanno o durante il carnevale potresti essere costretto a trattenerti in un posto più a lungo di quanto avresti desiderato!
  • In questo periodo il Paese è al massimo della sua vitalità, le spiagge traboccano di persone, i locali sono pieni e sulla spiaggia danno grandi feste fino al mattino. Se ti vuoi divertire è questo il momento giusto per farlo. 

Da Sapere…

  • Se ti è possibile non programmare questo viaggio tra marzo e luglio, per il motivo che sia a Bahia che soprattutto nel Ceará può piovere molto, un peccato trovarsi a Canoa Quebrada sotto il diluvio, non avresti nulla da fare.
  • Vuoi approfondire? Leggi su questo blog il post dedicato al clima ed a Quando Andare in Brasile e fatti immediatamente un’idea del tempo che potresti trovare nelle diverse località del Brasile a seconda del mese in cui viaggi. All’interno trovi i links dove controllare direttamente forecasts ed averages mensili di temperatura e piovosità.
Ipanema at Night, Rio de Janeiro

Ipanema at Night, Rio de Janeiro

Photo Credit: tetedelart1855

Come Prenotare i Voli Interni in Brasile

  • Il viaggio qui descritto prevede l’arrivo in Brasile su São Paulo con l’uscita dal Paese da Rio de Janeiro. Un classico open jaw. Entrambe le città sono ben servite e prenotando per tempo non dovresti avere eccessivi problemi a trovare una tariffa ragionevole. Se il rientro da Rio fosse un problema o facesse salire eccessivamente la tariffa allora prenota il rientro dalla stessa São Paulo, non sarà questo un ostacolo insormontabile allo svolgimento del viaggio. 
  • Le tratte di volo domestiche sono tre: São Paulo-Porto Seguro, Salvador-Fortaleza e Fortaleza-Rio. La tratta da Trancoso/Porto Seguro a Salvador viene percorsa via terra in bus. 
  • Se il tuo volo intercontinentale di ritorno invece che da Rio parte da São Paulo Guarulhos allora devi aggiungere una quarta tratta domestica da Rio a São Paulo.
  • Risulta molto più comodo avere prenotazioni aeree confermate e relativi biglietti interni già prima di iniziare il viaggio. Nell’articolo Le Compagnie Aeree in Brasile trovi i links alle compagnie aeree brasiliane low cost e tutte le informazioni che ti occorrono per prenotare i voli interni in Brasile alla miglior tariffa disponibile. 
  • Considera che ormai molte delle low cost brasiliane commercializzano i propri voli su Expedia e gli altri usuali siti di prenotazione, rendendo così l’acquisto del volo facile e veloce. E con un servizio clienti raggiungibile per telefono ed in italiano da contattare in caso di eventuali cancellazioni.

Passports & Health

  • Per sapere tutto su dengue, malaria e febbre gialla leggi su questo blog la pagina sulla Salute in Brasile, contiene il link al sito CDC di Atlanta dove trovare le ultimissime info aggiornate su eventuali outbreak.

I consigli che hai letto valgono per questo itinerario così come è descritto. Lo stesso viaggio effettuato con più giorni a disposizione potrebbe avere consigli in parte diversi.

Last Update:  August 17th 2022

Front cover photo credit: Fortaleza at Night by Ricardo. All photos in this page come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.

On-the-Road a Bahía: Ilhéus e le Remote Spiagge di Barra Grande

Brasile, Diario di Viaggio a Bahía e Ceará: da Trancoso a Barra Grande

Quali sono le spiagge più belle e meno conosciute del Brasile? La descrizione della seconda parte del viaggio in bus on-the-road lungo la costa di Bahía alla scoperta delle suggestive e deserte spiagge di Barra Grande. Da Trancoso a Camamu in bus fermandosi a visitare la città di Ilhéus. A Camamu ci si imbarca sul ferry e scendendo il fiume tra le mangrovie si raggiunge la remota Barra Grande e la bellissima spiaggia di Taipus de Fora. Tutte le informazioni su dove dormire ad Ilheus, Barra Grande e Taipus de Fora, come organizzare i trasporti ed i links per prenotare da solo il tuo viaggio. 

Estrada em Bahía

Estrada em Bahía

Photo Credit: Marinelson Almeida

Itinerario di Viaggio in Brasile

Viaggio On-the-Road a Bahía: da Trancoso ad Ilhéus alle Remote Spiagge di Barra Grande

  • Questo è il secondo articolo dedicato a come organizzare un viaggio in Brasile che abbini la visita delle grandi città di São Paulo, Rio e Salvador alle spiagge più belle del Brasile lungo la costa di Bahía e Ceará. Ti descrive con grande dettaglio l’itinerario in bus on-the-road che io e la mia famiglia abbiamo seguito a Bahía viaggiando da Trancoso a Barra Grande e fermandoci lungo il percorso a visitare la città di Ilhéus.
Barra Grande, The Beach

Barra Grande, The Beach

Photo Credit: Otavio Nogueira

6° Giorno di Viaggio in Brasile: da Trancoso ad Eunapolis ed Ilhéus 

Questa è la giornata più pesante ed impegnativa del viaggio, i chilometri da percorrere sono centinaia e se lasci Trancoso intorno alle 09 raggiungerai Ilhéus non prima delle 16. 

La prima parte del viaggio consiste nel raggiungere la cittadina di Eunapolis, situata nell’interno rispetto alla costa e distante poco più di un’ora da Trancoso. Visto che quella di oggi sarà una lunga giornata, per questa prima breve tratta ti suggerisco di utilizzare un taxi. Fatti quindi venire a prendere alla tua pousada, starai più comodo, risparmierai energie e raggiungerai Eunapolis più velocemente che con l’autobus. 

La città di Eunapolis è situata sulla principale via di comunicazione che collega il sud del Brasile con Bahía e gli stati del Nordeste, i pullman così abbondano, ve ne sono quasi ogni ora. 

  • La rodoviária, la stazione dei pullman, è moderna, pulita e molto ben organizzata. Appena entrato noti subito gli uffici delle diverse compagnie di bus, chiedi quale è il primo autobus in partenza, fai il biglietto, compra spuntini e bevande e vedrai che non dovrai aspettare troppo. 
  • Se c’è un pullman in partenza direttamente per Ilhéus (circa 5 ore di viaggio) meglio, in caso contrario prendi il primo che parte verso Itabuna (circa 4 ore, più frequenti), da qui potrai poi arrivare facilmente ad Ilhéus in una trentina di minuti con i frequenti autobus locali.

Lungo tutto il percorso da Eunapolis ad Itabuna il traffico è scarso ed il paesaggio sorprendente, assai poco urbanizzato, a tratti molto bello. La strada è come una statale, una corsia da una parte ed una in senso opposto, niente autostrade da queste parti, numerose le curve. 

  • Per lunghi tratti la strada è fiancheggiata da prati che risalgono le colline, mucche e pecore a perdita d’occhio. Qui le fazende non sono fiction ma realtà, questo è il cuore del Brasile rurale dove l’allevamento rappresenta una parte importante, fondamentale, della ricchezza economica del Paese. 
  • Poi, improvvisamente, il chiaro dei prati scompare, la strada prosegue quasi racchiusa da un muro verde, non ordinato, alberi di ogni tipo, i banani, le alte palme, le liane che pendono dall’alto, i fiori coloratissimi… la quintessenza del Tropico alla massima potenza.
Catedral de São Sebastião, Ilhéus

Catedral de São Sebastião, Ilhéus

Photo Credit: Denise Mayumi

La rodoviária di Ilhéus è situata all’ingresso della città, da qui con un taxi raggiungi la zona centrale in una quindicina di minuti. 

Ilhéus non è grande, circa 200.000 abitanti, sorge sul mare ma le sue spiagge sono poco attraenti. Ha invece un centro gradevole, piccolo ed in stile coloniale, che visiti velocemente. In definitiva è un’ottima tappa per una notte nel corso del lungo viaggio di trasferimento tra la regione di Porto Seguro e le belle spiagge situate più a nord. 

  • Ad Ilhéus prendi alloggio in centro anche se le possibilità sono poche, si contano sulle dita di una mano, tutte sono semplici ed assolutamente non care. Il migliore di tutti gli alberghi del centro storico di Ilhéus è ad oggi il Green 53 Boutique Hotel, dall’ottima location nel cuore di tutto vicino alla Cattedrale, non dovresti avere troppe difficoltà nel trovare una camera, almeno fuori da capodanno e dal carnevale. A pochi passi il Britânia, una piccola guesthouse ancor più semplice e meno costosa. 
  • In verità le migliori guesthouses si trovano nel quartiere di Pontal, al di là della foce del Rio Cachoeira sulla strada per Olivença, ma non sono comode per una sola notte di transito, troppo lontane dal centro. 

Ilhéus è la città natale di Jorge Amado, il più grande e famoso degli scrittori brasiliani. Passeggia nelle viuzze pedonali del centro, passa di fronte alla sua casa natale, ben restaurata e trasformata in Casa della Cultura, se è aperta e se ne hai voglia entra a visitarla. Il centro di Ilhéus è piccolo e si vede a piedi in un’oretta. 

Al termine della passeggiata ritorna sulla piazza di fronte alla Cattedrale e senza esitazioni siediti in uno dei tavolini del Vesuvio, storico luogo di ritrovo dei baroni del cacao descritto in Gabriela, Cravo e Canela, uno dei più celebri romanzi di Amado. Oggi è il più piacevole dei locali dove bere qualcosa ed uno dei migliori ristoranti della città. Tavolini all’aperto e musica dal vivo alla sera.   

Photo of Barra Grande, Bhia, Brazil

Barra Grande, Ponta do Mutá

 Photo Credit: annemoraes 

7° Giorno di Viaggio in Brasile: da Ilhéus a Camamu a Barra Grande nella Penisola di Maraú

Svegliati presto oggi, potrai così raggiungere la Penisola di Maraú intorno all’ora di pranzo. 

La rodoviária di Ilhéus è molto ben organizzata, non caotica e l’acquisto dei biglietti semplice e veloce, l’ideale sarebbe acquistarli il giorno precedente al momento dell’arrivo ad Ilhéus.

  • Per raggiungere Camamu occorrono tra le 2 ore e mezza e le 3 ore di pullman e l’ottima compagnia Aguia Branca ha almeno una partenza al mattino, generalmente tra le 7 e le 9.
  • Il tragitto si svolge per gran parte sulla BR 101 via Itabuna e Ubaitaba per poi svoltare in direzione del mare ed addentrarsi su strette ed a tratti ripide stradine. Sempre piacevole e vario il paesaggio. 

La baia di Camamu è una delle più ampie di tutta la costa brasiliana ed è separata dall’oceano aperto dalla lunga Penisola di Maraú. Camamu ne è il centro principale, un paesone pittoresco affacciato sul fiume, dalle strade acciottolate dominate da una grande chiesa coloniale. Non esiste la stazione degli autobus, che fermano quindi sulla via principale a pochi passi dal porticciolo. 

Per raggiungere Barra Grande ora serve una barca. Due sono i moli, ad un centinaio di metri scarsi l’uno dall’altro, uno per le barche veloci, le lanchas rapidas, e l’altro per il ferry tradizionale. 

Chiedi chi parte prima ma se possibile, almeno all’andata, opta per il ferry, un barcone non più lungo di una quindicina di metri, con una parte coperta. E’ più lento ma così ti gusti meglio il paesaggio e viaggi quasi esclusivamente con i locali. 

  • La prima parte del tragitto si snoda lungo il fiume, a sinistra ed a destra un muro verde di mangrovie, impenetrabile. Un po’ di svolte poi poco per volta il fiume si fa più ampio, si aprono altri canali, sullo sfondo si vede qualche piccolo villaggio di pescatori, accessibile solo dal fiume. L’acqua perde via via il color fango, l’orizzonte si allarga, si oltrepassa qualche piccola isola, le palme al vento. Sullo sfondo si inizia a scorgere, lontano, il mare. 
  • Il paesaggio si è fatto ora luminoso, marino, ci sono anche le onde prima totalmente assenti, l’acqua è diventata quasi azzurra, si scorge una spiaggia lunghissima, bianca, un lungo molo un po’ diroccato. Sbarca, sei arrivato a Barra Grande. 
Photo of Taipus de Fora Beach, Barra Grande, Bahia, Brazil

Barra Grande, Taipus de Fora

 Photo Credit: andré solnik

Il dilemma sorge subito. Sistemarti in paese, carino, dalla bella atmosfera, od invece a Taipus de Fora, dove c’è una bellissima spiaggia?

  • Visto che sei venuto da queste parti in cerca del mare bello e di spiagge gloriose la risposta è facile, perlomeno se viaggi in coppia od in famiglia: Taipus de Fora è una delle più belle spiagge dell’intero Brasile ed è il posto dove stare.
  • Qui, sul lato oceanico della penisola di Maraù, l’acqua del mare è più limpida che a Barra Grande che sorge invece sul lato interno della baia. 

Prendi una jardineira, lo spartano taxi locale, sistemati sul cassone, dietro, all’aria, poco più di 15 minuti e sei a destinazione. Nemmeno l’ombra dell’asfalto da queste parti, le poche strade sono sabbiose, fangose se piove. L’unica strada, lunga e sterrata, che scende dalla penisola verso sud e collega via terra Barra Grande al resto di Bahía, è sovente impassable when wet. Ecco perché pur essendo su una penisola e non su un’isola, risulta più semplice e veloce venire a Barra Grande con una barca. 

  • A Taipus de Fora di pousadas ve ne sono almeno una decina, tutte tranquille, ben distanziate le une dalle altre, a pochi passi dall’oceano. Se viaggi in agosto sappi che è bassa stagione e sono poche le pousadas che rimangono aperte, ma il vantaggio per te è che i costi sono bassi.  
  • Taipus de Fora è il regno della tranquillità, se vuoi vedere qualcuno, bere una birra in compagnia, sentire un po’ di musica devi recarti a Barra Grande. Se in alta stagione puoi sempre ricavare un qualche tipo di passaggio, a pagamento, in bassa stagione c’è poco da fare, chiedi alla tua pousada di organizzarti il trasporto. Bada bene che non è un’opzione particolarmente economica anche se non sarà questo a mandare in crisi il tuo budget. 
  • Le pousadas, tutte o quasi, sorgono nel palmeto, al di là del prato c’è subito la spiaggia, le onde dell’oceano ti faranno compagnia la notte.    
  • Le immagini del paesino della Penisola di Maraú e di Barra Grande in questo filmato a cura di Helder Cabral:

8° Giorno di Viaggio in Brasile: Barra Grande e la Magnifica Spiaggia di Taipus de Fora

Alloggiare a Taipus de Fora significa svegliarsi, attraversare il prato verde tra le palme e ritrovarsi subito in spiaggia, l’oceano davanti agli occhi, il sale nell’aria. Se porti gli occhiali dopo poco ne avrai sulle lenti. 

  • La spiaggia di Taipus de Fora è selvaggia. E bella. Lunga, lunghissima, molto ampia quando la marea è bassa, le palme da un capo all’altro. Generalmente deserta ad agosto, e salvo un breve tratto mai davvero affollata neanche in piena stagione.
  • Dei piccoli promontori di sabbia ricoperti di palme al vento creano delle ampie baie e movimentano il paesaggio. Per lunghi tratti le onde dell’oceano arrivano possenti fino a riva, dove però il reef ferma le onde si creano piccole lagune riparate, dall’acqua calma ed azzurra, trasparente. 

Fatto colazione è il momento di cercare il punto più bello della spiaggia. Si trova poco a sud, sulla destra guardando l’oceano, rispetto al piccolo promontorio lungo la spiaggia dove sorgono i ristorantini. Qui l’acqua invita realmente al bagno, è limpida, coi colori dei mari tropicali, senza onde. 

  • Le piscine naturali di Taipus de Fora, così sono conosciuti i tratti riparati dalle onde, costituiscono uno dei punti più adatti ai bambini per giocare in mare e nuotare dell’intera costa brasiliana. 
  • Sistemati qui per gran parte della giornata, stai a ridosso della linea delle palme per cercare un po’ d’ombra. Il paesaggio è da cartolina, l’azzurro dell’oceano, la spiaggia bianca, il verde intenso e luminoso delle palme. 
  • Se continui a camminare la spiaggia ridiventa subito selvaggia, le onde forti fino a riva si alternano a punti più riparati, se volgi lo sguardo all’interno un mare di palme si offre ai tuoi occhi. Continua a passeggiare lungo la spiaggia verso sud, supera le prime due baiette finché raggiungi un punto pittoresco, dalla vegetazione spunta un piccolo torrente che sinuoso si getta in mare. 
  • Le immagini della magnifica spiaggia di Taipus de Fora in questo video a cura di Passeios e Viagens, le piscine naturali appaiono al minuto 0’55”:

9° Giorno di Viaggio in Brasile: Relax a Barra Grande 

Oggi ti consiglio di passare la mattina e la prima parte del pomeriggio in spiaggia, poi con una jardineira recati a Barra Grande. 

  • Passeggia per il paese, siediti e bevi qualcosa in uno dei pochi locali, da vedere non c’è nulla, da comprare nemmeno, ma i ristorantini non mancano, le strade sono tutte di sabbia, le case scompaiono tra la vegetazione ed il tutto ha un suo particolare charme.
  • Ricorda che a Barra Grande i negozietti aprono spesso a metà pomeriggio mentre prima il paese sembra addormentato. 

10° Giorno di Viaggio in Brasile: un Ultimo Giorno a Barra Grande 

  • Gustati la spiaggia, passeggia e se a un certo punto hai bisogno di sentirti più attivo chiedi alla tua pousada se ti trova un quad od una jeep con autista che ti porti per due o tre ore a spasso per la penisola. 
  • La Lagoa Azul, una striscia di laguna tra la baia interna e l’oceano, ed un faro alto sulla collina possono essere la meta di una breve escursione. Chiedi prima il costo però, le gite qui non sono particolarmente economiche. 
Pousada in Taipus de Fora, Barra Grande

Barra Grande, Taipus de Fora

 Photo Credit: varope 

Transportation & Accommodation Tips 

  • Da Trancoso a Ilhéus. Inutile tornare da Trancoso a Porto Seguro, tramite la pousada o ricercando per tuo conto organizza un taxi e fatti portare direttamente alla Rodoviária di Eunapolis, circa un’ora di tragitto. Da qui frequenti pullman risalgono la BR 101 verso nord, non dovrai attendere mai molto. Se c’è un pullman diretto ad Ilhéus prendilo, in alternativa prendi il primo per Itabuna, da dove potrai proseguire per Ilhéus in mezzora e senza difficoltà. Una compagnia che effettua la tratta è Aguia Branca ma non è l’unica. Se non trovi altro sul web non preoccuparti, la BR 101 è una direttrice importante e c’è sempre movimento, non aspetterai mai troppo in attesa di un bus. Calcola 5 ore o poco meno da Eunapolis ad Ilhéus.  
  • Dove dormire a Ilhéus. Rimanendo in città solo poche ore ti suggerisco di stare in centro, dove le sistemazioni oltre che molto semplici sono anche estremamente limitate: una guest-house spartana, il Britânia Hotel, l’Ilhéus Hotel e l’Ilhéus Praia più il nuovo ed accogliente Green 53 Boutique Hotel. La buona notizia è che spenderai davvero poco… Controlla disponibilità e costi degli alberghi di Ilheus su Booking.com, apri la mappa e fai lo zoom sul centro della città situato subito a nord del fiume vicino alla spiaggia, gli alberghi sopra nominati sorgono tutti vicino alla Catedral de São Sebastião.
  • Da Ilhéus a Barra Grande. La prima parte del trasferimento consiste nel raggiungere in bus Camamu: dalla rodoviária di Ilhéus opera la solita Aguia Branca mentre molto più numerosi e di diverse compagnie sono i pullman diretti verso nord in transito dalla vicina Itabuna, dove tu puoi salire a bordo. Una volta che sei giunto a Camamu devi proseguire in barca verso Barra Grande, numerose le partenze, poco più di un’ora con ferry tradizionale, 25/30 minuti con le più veloci lanchas rapidas.
  • Dove dormire a Barra Grande. Guarda tutte le sistemazioni alberghiere a Barra Grande su Booking.com, apri la mappa per individuare le pousadas all’interno del paesino sull’estrema punta settentrionale della penisola, allarga poi la mappa per localizzare le pousadas situate sulla spiaggia di Taipus de Fora e nel resto della penisola del Maraú. 
Beach near Ilhéus

Beach near Ilhéus

Photo Credit: Matheus Otero

Gli Altri Articoli Dedicati al Viaggio in Brasile

Questi che seguono sono i links agli altri articoli dedicati a questo viaggio, dalla tappa precedente da São Paulo a Trancoso alle tappe successive verso le spiagge del Ceará ed alla conclusione finale a Rio de Janeiro:

Last Update:  August 17th 2022 

Front cover photo credit: Catedral de São Sebastião, Ilhéus by cid.edson. All photos in this page come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the date of publishing this post.

Un Viaggio alla Scoperta del Brasile: da São Paulo alle Spiagge di Trancoso

Brasile, Diario di Viaggio a Bahía e Ceará: da São Paulo a Trancoso

Dove andare in Brasile? Cosa visitare? I miei consigli su come organizzare, da solo e sul web, uno spettacolare viaggio che abbini la visita delle grandi città di São Paulo, Rio e Salvador alle spiagge più belle del Brasile lungo la costa di Bahía e Ceará. In questo articolo trovi la descrizione della prima parte dell’itinerario: da São Paulo a Trancoso. Con le informazioni su dove alloggiare e cosa visitare a São Paulo, i trasferimenti per l’aeroporto, il volo per Porto Seguro e come raggiungere Trancoso. La guida alle spiagge di Trancoso ed alle magnifiche escursioni ai villaggi di Arraial d’Ajuda e Caraíva. Con tutte le informazioni utili che ti occorrono per poter prenotare per tuo conto i voli, gli alberghi ed organizzare in completa autonomia i trasferimenti.

View of Atlantic Ocean and the Beach from the Quadrado, Trancoso

Atlantic Ocean and the Beach from the Quadrado, Trancoso

Photo Credit: Los viajes del Cangrejo

Viaggio in Brasile

Viaggio alla Scoperta delle 3 Grandi Città di São Paulo, Salvador da Bahía e Rio de Janeiro e delle Magnifiche e Solitarie Spiagge di Bahía e Ceará

Questo è il primo viaggio che trovi descritto su questo blog ed è un lungo, affascinante viaggio di 20 giorni lungo la costa del Brasile. 

Non è solo un diario di viaggio: questo post contiene tutte le indicazioni sull’itinerario, sui posti da visitare e sui trasporti in modo da poterlo organizzare facilmente da solo. Oppure per dare istruzioni chiare al tuo agente di viaggio su quello che desideri in modo che sia lui a fare tutte le prenotazioni per te.

E’ un viaggio facile, completo, che trasmette una buona idea del Paese, dei suoi molteplici paesaggi e della sua vitalità. Un viaggio dove i percorsi in pullman ti permetteranno di avvicinare i brasiliani, allegri e cordiali, e di entrare in contatto con aspetti non propriamente turistici del Paese. 

Le Highlights del Viaggio

  • Un viaggio che abbina tre diversi soggiorni mare alla visita delle tre città più rappresentative del Paese, São Paulo, Salvador da Bahía e Rio de Janeiro.
  • Un viaggio dove il mare è sempre presente, dal secondo all’ultimo giorno, se vuoi potrai fare il bagno e stare in spiaggia quasi ogni giorno della vacanza.
  • Niente posti banali, le località di mare dove soggiornerai sono tre fascinosi paesini, Trancoso, Barra Grande e Canoa Quebrada, diversi tra loro ed ognuno con la sua particolare atmosfera, tutti caratterizzati però dalla particolare bellezza del paesaggio e dalla quasi totale assenza di auto e traffico.
  • Programmando il soggiorno mare in tre posti diversi avrai tempo di riposare ma nello stesso tempo vivrai situazioni differenti, senza mai annoiarti.
  • Riguardo invece le città che visiterai. São Paulo è la metropoli per eccellenza, terza città del mondo per abitanti, vive 24 ore su 24, enorme, ricchissima, anche se grigia e piena di traffico è una meta da non perdere per qualsiasi viaggiatore. Più facile e rilassante la visita alla luminosa Salvador, tropico e viuzze acciottolate, palazzi colorati e l’azzurro dell’oceano. Per finire Rio de Janeiro, davvero spettacolare, forse la città più bella del pianeta, un paesaggio urbano grandioso. Non solo, una città viva, piena di atmosfera, gente allegra, il rito della spiaggia, i ristoranti all’aperto, le serate di musica…
  • Tre anche i voli interni, da acquistare prima della partenza. Il resto in pullman, potrai organizzarlo sul posto. Non occorre noleggiare un’auto.
  • Il periodo migliore per effettuare questo viaggio a Bahía e Ceará va da agosto a dicembre/gennaio.
View of the Church, the Quadrado, Trancoso

The Church, the Quadrado, Trancoso

Photo Credit: Rodrigo Butta

Il Viaggio in Breve 

  • La visita iniziale di São Paulo, 1 notte nella più grande e viva città del Brasile, poi subito in volo per Porto Seguro ed un primo soggiorno mare di 4 notti a Trancoso, rustica e chic. Qui se vuoi puoi startene in spiaggia od organizzare belle gite ad Arraial d’Ajuda o Caraíva.  
  • Da Trancoso a Salvador risalendo in bus on-the-road per centinaia di chilometri la lussureggiante costa di Bahía: uno stop veloce di 1 notte ad Ilhéus ed un secondo soggiorno di 4 notti tutto dedicato al mare nella remota Barra Grande, strade di sabbia e l’incanto della splendida spiaggia di Taipus de Fora, una delle più belle spiagge dell’intero Brasile.
  • La visita di Salvador da Bahía e del Pelourinho, il quartiere coloniale più grande e meglio conservato del Sud America, 2 notti ed un’intera giornata per conoscere la capitale della cultura afro-brasiliana.
  • In volo verso nord, direzione Fortaleza e le spiagge del Ceará, per osservare un Brasile diverso, molto più arido e secco, dove grandi dune di sabbia circondano il vivace paesino di Canoa Quebrada. 4 notti e tre intere giornate dedicate alla spiaggia ed alle gite in buggy fuoristrada sulle dune e lungo la battigia.
  • La visita della meravigliosa Rio de Janeiro, tenuta alla fine del viaggio, conserva lo spirito della vacanza senza cali di tensione fino all’ultimissimo giorno. 

Se Viaggi con i Bambini 

  • Proprio per il fatto che il mare e la spiaggia sono una presenza costante questo viaggio è particolarmente indicato anche alle famiglie con bambini.
  • Ho percorso personalmente questo itinerario con mia moglie e mio figlio di 5 anni e mezzo. Ha giocato, si è divertito ed ha sperimentato tante situazioni diverse, ha divorato pantagrueliche porzioni di rodizio e provato quasi tutti i mezzi di trasporto possibili.  
Photo of Sao Paulo by Night

São Paulo

 Photo Credit: Marilane Borges 

Itinerario di Viaggio in Brasile

Dalla Visita di São Paulo alle Belle Spiagge di Trancoso a Bahía

Il viaggio è descritto in 4 articoli, ognuno copre una porzione dell’itinerario, questo post tratta della prima parte da São Paulo fino a Trancoso. In fondo ad ognuno dei 4 articoli trovi una serie di suggerimenti e tutti i links per poterlo organizzare nel modo migliore. Indicazioni pratiche su quando viaggiare e su come prenotare i voli domestici al termine dell’ultimo articolo dedicato al viaggio.  

1° Giorno di Viaggio in Brasile: l‘arrivo a São Paulo

Dopo il lungo volo notturno dall’Europa atterri all’aeroporto Guarulhos GRU. Per raggiungere il centro di São Paulo puoi impiegare facilmente anche un’ora e mezza, lascia perdere l’autobus e prendi un taxi, il costo è ragionevole, farai meno fatica e ci metterai meno tempo. 

Alloggia sull’Avenida Paulista, cuore pulsante della città, gli alberghi sono numerosi, molti non sono cari e questa è senza alcun dubbio la miglior location. Da qui puoi esplorare a piedi Jardins, il più bello dei quartieri di São Paulo, se vuoi invece recarti nel quartiere di Centro ci arrivi velocemente, ed in sicurezza, con la metropolitana. 

Jardins e Centro sono i 2 quartieri da visitare a São Paulo. 

  • Jardins è bello, ricco, esclusivo e tranquillo, pieno di negozi e ristoranti, un gran bel posto a cui dedicare una piacevole passeggiata di tre o quattro ore durante il giorno. Senza alcun dubbio è anche il posto migliore dove uscire la sera a mangiare o bere qualcosa. 
  • Centro invece è il quartiere storico, con le vie pedonali, la bellissima Cattedrale, gli edifici primo Novecento, i viadotti che attraversano l’Anhangabaú, l’animazione della più grande città del Brasile e dell’intero Sud America. Ma qui l’atmosfera è diversa, vieni di giorno per osservare la vita di São Paulo ma evita di dormirci, i negozi paiono tutti uguali, più empori che negozi, e la sera ti piacerebbe poco, faresti fatica a trovare un posto rilassante dove fermarti a cena. 

Per una descrizione più dettagliata della città e per organizzare al meglio la tua visita leggi il post dedicato a cosa fare e cosa vedere a São Paulo, Cosa Visitare a São Paulo: le 10 Attrazioni Più Belle di San Paolo del Brasile, ricco di informazioni e suggerimenti.   

Av. Sao Joao, São Paulo

Av. Sao Joao, São Paulo

Photo Credit: Diego Torres Silvestre

2° Giorno di Viaggio in Brasile: da São Paulo a Porto Seguro e Trancoso 

Oggi cambi ambiente, lasci l’enorme, grigia e trafficatissima metropoli paulista ed in aereo raggiungi le luminose spiagge dello stato di Bahía. Qui il tropico dà il meglio di sé, gli edifici sono tutti bassi e paiono scomparire tra la vegetazione. Il posto è ancora poco edificato, e quando lo è non si vede, di palazzi ancora non ve ne sono e pare davvero di essere in paradiso. 

Poco più di due ore di aereo ed almeno 3 o 4 voli al giorno collegano São Paulo a Porto Seguro, quasi tutti con partenza dall’aeroporto di Guarulhos GRU. 

  • Se hai prenotato un volo al mattino presto arriverai al mare in tarda mattinata ed avrai il pomeriggio a disposizione. Se invece il tuo volo è programmato per il pomeriggio avrai ancora qualche ora a disposizione al mattino per completare le visite a São Paulo.
  • Quando programmi il viaggio ricorda solo di prenotare un volo che lasci São Paulo non più tardi delle 16, considera infatti che con l’atterraggio a Porto Seguro non sei giunto alla tua destinazione finale ma sei solo a metà dell’opera. 

Dall’aeroporto di Porto Seguro per raggiungere le fantastiche spiagge lungo la costa a sud della città occorre attraversare il fiume. Ma del ponte nessuna traccia. Semplicemente non c’è, non esiste. Per proseguire verso sud si aprono allora 2 possibilità. 

  • La prima, tutta su strada asfaltata, consiste nel prendere un taxi all’aeroporto, risalire verso l’interno per almeno una sessantina di km fino a raggiungere l’unico ponte, attraversare così il fiume e poi svoltare nuovamente in direzione della costa: ora si è dal lato giusto, basta ripercorrere i soliti 60 km ed arrivare fino al mare. Troppo lunga, non lo fa quasi nessuno. 
  • Molto più divertente ed anche più veloce è la seconda possibilità. Prendi un taxi e fatti portare all’harbour, l’aeroporto è vicinissimo alla cittadina ed in non più di sette od otto minuti sarai già al porto. Da qui ogni mezzora parte la balsa, una grande chiatta a motore che in altri cinque o sei minuti ti traghetterà al di là del fiume ad Arraial d’Ajuda. 
Photo of the Ferry in Porto Seguro, Brazil

Porto Seguro, Balsa para Arraial d’Ajuda

 Photo Credit:  Sarah and Iain 

Risolto ora il problema dell’attraversamento del fiume guardati intorno. A pochi passi ed esattamente di fronte all’arrivo della balsa sostano autobus e taxi che assicurano il collegamento tra Arraial d’Ajuda e Trancoso. Se c’è un autobus in partenza prendilo, se non c’è in pochi istanti troverai un taxi, la tariffa è fissa (chiedi della tabella al tassista e te la mostrerà) ed in meno di 40 minuti, lungo l’estrada de terra, sterrata e con un po’ di buche, sarai a Trancoso, di fronte alla pousada che hai prenotato. 

Prendi alloggio sul Quadrado, cambiati ed esci, qui si va a piedi ed il Quadrado alla sera sarà un po’ una sorpresa. 

  • Direttamente dal grande prato, tra grandi e magici alberi appaiono romantici ristoranti, dai tavoli eleganti, apparecchiati con porcellane e bicchieri di cristallo, illuminati solo da torce e candele.
  • Poco più in là le bellissime boutiques ed i comodi divani ricoperti di cuscini dei bei locali di Trancoso, pieni di musica, di giovani e di atmosfera.  
Restaurant em Quadrado, Trancoso

Restaurant em Quadrado, Trancoso

Photo Credit: dany13

3° Giorno di Viaggio in Brasile: Trancoso con il Quadrado e le Spiagge

Svegliati, fai colazione e raggiungi subito il Quadrado. Se la sera appare sofisticato di giorno ti apparirà esattamente per quello che è: una incredibile piazza di forma rettangolare (a dispetto del nome), completamente erbosa. Un vero prato per capirci, tutto tutto verde, neanche un metro di asfalto, e soprattutto neanche una macchina. Su tre lati del grande rettangolo verde si allineano bassi edifici, non più di un piano, dalla forma semplice, coloratissimi, che quasi non si notano e scompaiono tra il verde. 

  • In fondo, verso il mare che ancora non si vede ma si immagina, una chiesetta bianca, piccola, semplice, pulita, la chiesetta coloniale dei nostri sogni. Al mattino presto il posto pare addormentato, un po’ irreale. 
  • Prosegui la breve passeggiata, raggiungi la chiesa, oltrepassala. Hai ora raggiunto la fine del promontorio sul quale sorge il villaggio ed il panorama che si apre è magnifico, abbastanza unico.
  • Sotto di te un breve tratto di foresta pluviale, la Mata Atlantica, poche le case e molto il verde, poi, da sinistra a destra per 180 gradi le spiagge, infinite. Di fronte, luminoso e da qui davvero maestoso l’Oceano Atlantico. 
  • Non basta, proprio sotto di te un piccolo fiume fa l’ultima serpentina tra la foresta, poi sfocia in mare, l’acqua rossa che penetra l’azzurro dell’oceano. In mezzo grandi e scenografiche palme completano il quadro. 
Photo of the Church in Trancoso

Trancoso, Quadrado

 Photo Credit:  Sarah and Iain 

Fai ora qualche passo indietro, una decina di metri prima della chiesa, sulla destra guardando il mare, c’è un viottolo, sterrato naturalmente, in discesa, a volte un po’ fangoso. Non avere esitazioni, prendilo, è la strada per la spiaggia. Ci arriverai, passeggiando con calma, in una quindicina di minuti. 

  • Lungo la strada, a metà del percorso raggiunto il piano, un chiosco vende cocchi, grandi e verdi, nutrienti, dissetanti, comoda tappa anche prima di affrontare la salita al rientro. 
  • Una comoda passerella in legno circondata da mangrovie permette l’accesso alla spiaggia vera e propria. Sei giunto alla Praia dos Coqueiros, qui le acque calme e parzialmente protette da un reef corallino sono ideali anche per i bambini.
  • Passa la giornata in spiaggia, ci sono bar e ristorantini dove bere qualcosa o mangiare, pesce, gamberi e grandi insalate. I prezzi non sono dei più economici ma Trancoso è cara, ben più cara del resto del Brasile. 
  • Se la prima parte della spiaggia ti appare troppo affollata basta proseguire verso sud, la baia fa una grande ansa e man mano che camminerai avrai la spiaggia tutta per te.
Trancoso Beach

Trancoso Beach

Photo Credit: Rafael Vianna Croffi

4° Giorno di Viaggio in Brasile: Trancoso, la Gita alle Spiagge di Arraial d’Ajuda

Dedica il mattino ai bagni, il momento migliore della giornata per godere il mare, se vuoi puoi anche cambiare spiaggia: una volta superata la passerella in legno, invece di dirigerti a destra, a sud, gira a sinistra verso nord, dopo una tratto di circa 200 metri incontrerai la foce del Rio Trancoso. 

  • Aspetta che qualcuno dei ragazzi locali lo attraversi, il fiume è stretto ed in genere l’acqua non è mai profonda, la corrente mai troppo forte, ma meglio osservare qualcuno che è pratico. Poi attraversalo e ti ritroverai sulla Praia dos Nativos. La prima parte è più affollata, ci sono le classiche barracas dove bere o mangiare qualcosa, ma proseguendo la spiaggia si fa via via più deserta. 
  • Se continui lungo il bagnasciuga arrivi alla selvaggia Praia Rio da Barra (accessibile comunque anche in auto lungo l’Estrada de Terra che porta ad Arraial, circa 3 km a nord del Quadrado), qui iniziano le falesie di terra rossa che diventano alte e spettacolari in corrispondenza della bellissima Praia do Taipe. Volendo potrai camminare sulla sabbia fino ad Arraial… 

Se dopo una mattinata in spiaggia vuoi invece fare qualcosa di diverso, nel primo pomeriggio risali in paese, cambiati, cerca un pullman od un taxi e fatti portare ad Arraial d’Ajuda, una mezz’ora abbondante lungo l’ormai familiare sterrata.

  • Dedica il resto del pomeriggio ad esplorare il paesino, simile a Trancoso ma più grande e più animato, con le sue piazze acciottolate e le viuzze immerse nel verde del tropico.
  • Il tutto, come a Trancoso, su una collina sovrastante bellissime spiagge e l’azzurro dell’Oceano.
  • Cerca un ristorantino, cena e poi rientra a Trancoso con un taxi. 
Arraial d’Ajuda

Arraial d’Ajuda

Photo Credit: Rafael Vianna Croffi

5° Giorno di Viaggio in Brasile: Trancoso, la Gita alla Remota Caraíva

Oggi ti consiglio una gita al suggestivo villaggio di Caraíva, una quarantina di km da Trancoso in direzione sud, almeno un’ora abbondante di viaggio su una sterrata in cattive condizioni, sovente impassable when wet, almeno se non disponi di un fuoristrada. 

  • Come quasi dappertutto lungo la costa brasiliana la strada non è una litoranea e attraversa invece un paesaggio rurale, tra campi e quel poco che rimane di foresta, ai lati della strada bufali al pascolo e poche abitazioni isolate. 
  • Nonostante vi sia almeno un pullman al giorno che percorre la tratta tra Trancoso e Caraíva, per una gita in giornata questo ti sarà ben poco utile. Ti occorre invece una macchina con autista che avrai contrattato il giorno precedente e che rimarrà a tua disposizione tutto il giorno. Non è una soluzione economica, anzi risulterà un poco cara, ma è la migliore. 
  • Soprattutto ti permetterà, se parti presto al mattino, di fermarti due orette sulla bellissima Praia do Espelho, in assoluto una delle spiagge più incantevoli dell’intera costa brasiliana situata una trentina di km da Trancoso ed una decina prima di raggiungere Caraíva. Vai a Espelho solo se il sole splende ed il mare è poco mosso: se le condizioni non sono buone le piscine naturali scompaiono tra le onde, i colori si perdono e questa famosa spiaggia probabilmente ti deluderà. 

Prima di pranzo prosegui fino a Caraíva. Ad un certo punto la strada termina, occorre prendere una barca che in pochi minuti ti traghetterà al di là del fiume fino al villaggio.  Pranza in uno dei semplici ristoranti e dedica il resto del pomeriggio a passeggiare nelle poche strade di sabbia di questo remoto villaggio situato tra il fiume ed il mare. 

A Caraíva la corrente elettrica è arrivata da poco, le macchine non esistono, la spiaggia è deserta, lunga a perdita d’occhio, battuta da grandi e possenti onde. E’ un posto remoto, inusuale. Non mancarlo, ti piacerà.  

Photo of Quadrado in Trancoso, Brazil

Trancoso, Quadrado

 Photo Credit:  Sarah and Iain

 Transportation & Accommodation Tips 

  • Da Guarulhos GRU a São Paulo. Non avere alcun dubbio, prendi un radio-taxi. Se le cose non sono cambiate l’unica compagnia autorizzata ad operare a Guarulhos è Guarucoop, banco nella sala arrivi prima di uscire dal terminal, la tariffa è fissa a seconda della destinazione, puoi pagare anche con carta di credito.
  • Dove dormire a São Paulo. In città la scelta è enorme, tu privilegia gli alberghi lungo l’Avenida Paulista in corrispondenza della fermata della metropolitana Paulista/Consolação oppure gli hotels situati subito a sud della via. E’ il quartiere di Jardim Paulista ed è il posto dove stare. Le tariffe sono più basse nei week-ends, la catena Accor dispone di moltissimi alberghi, Ibis e Mercure i più convenienti. Poi, se vuoi, qui trovi anche alberghi magnifici, tra i più belli e costosi del pianeta… Il dettaglio degli hotels posizionati direttamente sull’Avenida Paulista su Booking.com, apri la mappa e fai lo zoom per individuare la strada con il Museu de Arte de São Paulo, le 3 stazioni del metro e tutti gli alberghi. 
  • Volo da São Paulo a Porto Seguro BPS. La LATAM (che ha incorporato la TAM) e la GOL offrono di solito almeno tre o quattro voli al giorno senza scalo in partenza da Guarulhos, o presto al mattino o nella prima metà del pomeriggio. I voli più comodi sono quelli che decollano tra le 11 e le 13, il tempo di viaggio è meno di 2 ore. Evita se possibile i voli che atterrano a Porto Seguro in tarda serata, molto scomodi poi per proseguire per Trancoso.  
  • Dall’aeroporto di Porto Seguro a Trancoso in tre mosse. La prima prendere un taxi dall’aeroporto al porto, harbour, meno di 10 minuti. La seconda attraversare il fiume sul traghetto, la balsa, pochi minuti di navigazione, partenze ogni 30 minuti. Terza e ultima, arrivato al di là del fiume ad Arraial d’Ajuda prendi un taxi a tariffa fissa, o un autobus se c’è, per entrambi la fermata è proprio di fronte all’arrivo del traghetto, 40 minuti circa e sarai a Trancoso. Il tutto è molto facile e non richiede alcuna prenotazione, si fa sul posto senza problemi.
  • Dove dormire a Trancoso. Ti suggerisco di cercare e  prenotare l’albergo il più possibile vicino al Quadrado, è la zona dove stare. Per una camera allegra e spaziosa in una bella pousada calcola un budget a partire da almeno R$ 500 p.r.p.n. in media/alta stagione, e R$ 400 in bassa stagione. Vi sono evidentemente sistemazioni più semplici e meno care ed altre enormemente più costose. Trovi tutte le charmose pousadas di Trancoso su Booking.com, apri la mappa in versione satellitare per individuare più facilmente le proprietà intorno al Quadrado e quelle invece situate lungo la spiaggia.
Pousada em Trancoso

Pousada em Trancoso

Photo Credit: Pousada Som do Mar

Gli Altri Articoli Dedicati al Viaggio in Brasile 

I posts apparsi nel blog e dedicati a São Paulo ed alla Costa do Descobrimento con approfondimenti sulle visite, i trasporti, il tempo e tanti links dove trovare le informazioni che mancano necessarie all’organizzazione del viaggio. 

Trovi la descrizione del proseguimento del viaggio lungo la costa atlantica del Brasile nei seguenti articoli:

Last Update: August 12th 2022

Front cover photo credit: aaepstein. All photos in this page come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.