LE DESTINAZIONI

Le Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

I VIAGGI

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

IL CLIMA

Quando Andare

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

LA SALUTE IN VIAGGIO

La salute e le malattie in viaggio.

Sei in partenza per un viaggio? Sei preoccupato per malaria, febbre gialla e dengue e cerchi informazioni su vaccinazioni e profilassi? L’attenzione sulla malattie e sulla salute in viaggio e di conseguenza l’informazione aggiornata sulla situazione sanitaria nel Paese che si intende visitare è un vero e proprio must per qualsiasi viaggiatore.

I TUOI RACCONTI DI VIAGGIO

I TUOI RACCONTI DI VIAGGIO

Sei un viaggiatore? Ti piace scrivere? Vuoi pubblicare il tuo racconto di viaggio su questo blog? Mandaci il tuo resoconto di viaggio, lo pubblicheremo volentieri, potrà essere utile a tutti i lettori.

PASSAPORTI E VISTI

Passaporti e visti

Le informazioni su passaporti e visti, formalità valutarie e doganali, ambasciate e consolati, l'ESTA, il Timatic Web e gli ultimi avvisi per il viaggiatore

ESTA, Autorizzazione Elettronica al Viaggio negli USA: Come Compilare la Domanda, il Sito Ufficiale, i Dati che Occorrono, Aggiornare e Controllare lo Status dell'ESTA, Cosa Fare in Caso di Errori

ESTA

Guida all’ESTA, l’Autorizzazione Elettronica al Viaggio negli Stati Uniti. Cos’è il Visa Waiver Program per viaggiare negli Stati Uniti senza dover richiedere un visto: le 4 condizioni che devi soddisfare. Cos’è l’ESTA, per chi è obbligatoria, quanto tempo prima del viaggio va compilata la domanda e che validità ha l’autorizzazione una volta ottenuta l’approvazione. Cosa succede se entri negli Stati Uniti via terra dal Canada o dal Messico. Guida per compilare l’ESTA: i dati necessari per la compilazione della domanda e le domande a cui devi rispondere. Perché puoi compilare l’ESTA anche se non hai ancora prenotato il volo o prenotato il tuo albergo e come le informazioni su dove andrai a stare negli Stati Uniti non incidono sull’approvazione o meno della domanda. Come controllare lo status dell’ESTA e quali dati possono essere aggiornati. E se faccio un errore? Perdita dell’ESTA ed errori nella compilazione: cosa fare ed a chi rivolgersi nel caso fai un errore nella compilazione della domanda e le 2 casistiche a seconda che la domanda con i dati sbagliati sia stata approvata ed hai ottenuto comunque il numero di autorizzazione oppure che la domanda con i dati sbagliati abbia subito avuto esito negativo e l’autorizzazione sia stata negata. Quando invece dell’ESTA occorre richiedere un visto.

ESTA Electronic System for Travel Authorization

CHI PUO’ VIAGGIARE NEGLI STATI UNITI SENZA VISTO?

Il Visa Waiver Program

Se sei un cittadino italiano e vuoi recarti negli Stati Uniti devi innanzitutto essere in possesso del passaporto elettronico, ossia il passaporto dotato di microprocessore contenente i dati biometrici dell’intestatario. Questo tipo di passaporto è facilmente riconoscibile in quanto sulla copertina del passaporto stesso compare il simbolo del chip. E’ l’unico documento accettato. A questo punto devi controllare sul sito dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia che tu sia in regola per poter entrare nel Paese senza dover richiedere un visto in base al Visa Waiver Program. Puoi viaggiare negli Stati Uniti senza dover richiedere un visto in base al Visa Waiver Program se soddisfi queste 4 condizioni:

  • intendi rimanere negli USA meno di 90 giorni e viaggi per turismo, affari o sei in transito;
  • sei in possesso di un biglietto aereo di andata e ritorno per gli Stati Uniti; oppure di un biglietto di transito;
  • sei titolare di un passaporto individuale (anche bambini e neonati devono avere il proprio) valido per tutto il periodo di permanenza negli USA ed emesso da un Paese partecipante al Visa Waiver Program; 
  • non hai effettuato viaggi in Iran, Iraq, Corea del Nord, Libia, Siria, Somalia, Sudan e Yemen a partire dal 1 Marzo 2011  (fatte salve limitatissime eccezioni per viaggi diplomatici o per scopi militari in servizio di un Paese VWP) e non sei un cittadino di un Paese VWP in possesso di doppia cittadinanza iraniana, irachena, nord coreana, sudanese o siriana. Questa lista può subire modifiche ed è saggio che controlli eventuali aggiornamenti sul sito dell’ambasciata.  

Se tutti i requisiti sono soddisfatti allora non occorre richiedere un visto ma devi invece ottenere un’autorizzazione online chiamata Electronic System for Travel Authorization conosciuta più semplicemente come ESTA. E’ ben spiegato nella pagina dedicata all’ESTA dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia.

CHE COS’E’ l’ESTA? IL SITO UFFICIALE

  • Se arrivi negli Stati Uniti in aereo od a bordo di una nave da crociera devi compilare on line un form dove comunicherai alle autorità USA dei dati che ti riguardano.
  • E’ l’Autorizzazione Elettronica ESTA ed il sito ufficiale dove dovrai inserire tutti i dati e rispondere a delle domande personali è ESTA Electronic System for Travel Authorization. Le informazioni fornite dal sito, in italiano, sono molto chiare ed esaurienti, non avrai difficoltà a compilare la domanda.
  • L’ESTA è a pagamento ma il costo è più che ragionevole, dovrai pagare al momento della compilazione della domanda. Le componenti di costo sono 2, c’è una quota di elaborazione pratica per l’inoltro della domanda ed una quota di autorizzazione al momento dell’approvazione della domanda. Se l’autorizzazione al viaggio viene negata quest’ultima quota non sarà addebitata. Al momento sono accettate le maggiori carte di credito oltre a PayPal. 

L’ESTA è Obbligatoria

  • L’ESTA è obbligatoria per chiunque viaggia senza visto ed arriva negli USA a bordo di un aereo di linea o di una nave da crociera.
  • Con questo si intende che l’ESTA è obbligatoria non solo se sei diretto negli Stati Uniti (ovvio) ma anche se stai solamente transitando dagli Stati Uniti diretto in un Paese terzo (che sia il Sud America o la Polinesia ad esempio) facendo scalo in un aeroporto americano (anche rimanendo nell’area transiti ed anche evitando di scendere a terra restando seduto al tuo posto a bordo dell’aereo).
  • L’ESTA va ottenuta almeno 72 ore prima di imbarcarsi su un volo per gli Stati Uniti ma ti suggerisco di compilare la domanda online con ben più anticipo, tieni presente che in mancanza dell’autorizzazione non sarai imbarcato a bordo dell’aereo. Se però, per un motivo qualsiasi, sei costretto a decidere il viaggio con urgenza all’ultimo momento, anche con meno di 72 ore di preavviso, in questo caso aspetta ad emettere/acquistare il biglietto aereo, compila subito la richiesta dell’ESTA, nella maggior parte dei casi la risposta arriva velocemente, ed emetti il biglietto aereo solo quando ottieni l’approvazione dell’ESTA.

E Se Entro negli Stati Uniti via Terra?

  • Un cittadino di uno dei Paesi partecipanti al Visa Waiver Program che entra negli USA via terra dal Canada o dal Mexico non deve obbligatoriamente compilare l’ESTA e neanche richiedere un visto.
  • Al posto di confine possono presentarsi due casi. Se sei comunque in possesso dell’ESTA allora tanto vale utilizzarla e la procedura di entrata sarà più veloce. Se invece non hai l’ESTA alla frontiera dovrai compilare il modulo I-94W (che rimane in vigore per i soli accessi via terra nel caso il viaggiatore non sia in possesso dell’ESTA). 
  • Ecco domanda e risposta così come riportate sul sito U.S. Custom and Border Protection: “If I am in Canada or Mexico and want to drive to the U.S., do I need to apply for ESTA? If you are a citizen of a country that participates in the Visa Waiver Program (VWP), and you enter the U.S. by land from Mexico or Canada, you are only required to complete the paper I-94W form at the land border crossing. ESTA is currently required for air and cruise ship travel only. Note: VWP citizens do not need an ESTA to travel on the ferries between Vancouver and Victoria, BC and Washington state. They are treated as a land border port.

Come Compilare l'ESTA per gli Stati Uniti

COMPILARE l’ESTA

L’ideale sarebbe compilare l’ESTA una volta prenotato il primo albergo/posto dove risiederai negli Stati Uniti, in modo da avere questo dato disponibile al momento che andrai a compilare la domanda (viene richiesto ed è obbligatorio) anche se, come vedrai dopo, potrai eventualmente aggiornarlo anche in un secondo tempo dopo aver ottenuto l’autorizzazione.

  • Una volta compilata on line la domanda e prima di procedere con il pagamento riceverai immediatamente un numero di pratica (che è saggio annotare). Una volta inseriti i dati della carta di credito e dato l’ultimo click per avviare la procedura di pagamento dovrai poi aspettare la vera e propria risposta dal sistema, a volte arriva in qualche decina di minuti, altre volte impiega qualche giorno.
  • Per conoscere lo status della tua domanda e sapere se è stata approvata dovrai nuovamente andare sul sito ufficiale, più avanti nell’articolo sono descritti i dati che ti verranno richiesti. Tieni presente che la risposta, una volta ottenuta, deve riportare Autorizzazione Approvata con il numero di autorizzazione ed il riepilogo dei dati inseriti.
  • A questo punto potrai stampare l’ESTA completa di tutti i dati che hai inserito, del numero di autorizzazione e della data di scadenza, allegala al resto dei documenti di viaggio. Nota che non è il Governo Americano a chiederti di presentare il print out dell’autorizzazione in quanto i numeri di autorizzazione vengono inviati a tutte le compagnie aeree elettronicamente. E’ però una cosa molto saggia possedere una stampa dell’autorizzazione ESTA in quanto alcune compagnie aeree potrebbero richiederla.
  • Conservane una copia a casa. Se non revocata o se il passaporto non scade, l’autorizzazione è valida per 2 anni ed entrate multiple, potrai cioè recarti negli Stati Uniti più volte senza richiedere un’altra ESTA. Nella conferma, oltre al numero di autorizzazione, viene chiaramente indicata la data esatta di scadenza dell’ESTA.
  • Per viaggi successivi le informazioni sul luogo dove alloggerai (albergo, appartamento, amici) potranno essere da te aggiornate sul sito richiamando il numero di autorizzazione originario. 
  • L’autorizzazione non garantisce che sarai automaticamente in grado di entrare nel Paese, ti autorizza solo all’imbarco senza visto su un aereo (od una nave da crociera) diretta negli USA, spetta al funzionario dell’Immigration nell’aeroporto (o porto) di arrivo autorizzarti all’entrata negli Stati Uniti.
  • Se l’ESTA scade dopo che sei entrato negli Stati Uniti ma prima che rientri in Italia non devi richiedere una nuova autorizzazione: “An ESTA is only required to be valid on the day you enter the United States. The ESTA does not need to be valid for the entire time a traveler is in the U.S.. If the ESTA expires while you are in the U.S., it will not affect your admissibility or the amount of time you are permitted to remain in the U.S. If an ESTA travel authorization expires before the traveler leaves the United States, the traveler is not required to apply for another”. Lo dovrai fare (evidentemente) se programmi un nuovo viaggio.

Quali Dati Occorrono per Compilare l’ESTA?

Nella compilazione della domanda tutti i dati obbligatori sono segnalati con un asterisco * rosso. Se manca l’asterisco il dato non è obbligatorio. Se hai dei dubbi sulle domande/dati da inserire appoggia il cursore sul simbolo del punto interrogativo ? posto a fianco ad ogni campo da riempire. Le domande sono in italiano.

  • Il cognome ed il nome così come scritti sul passaporto (se sul passaporto hai più di un cognome e/o più di un nome dovrai riportarli tali e quali sull’ESTA), il sesso oltre naturalmente alla data, città e Paese di nascita.
  • Il numero di passaporto, il Paese di emissione, la data di emissione e la data di scadenza.
  • Ti sarà richiesto di rispondere alle domande È un/una cittadino/a di un altro Paese in questo momento? e È mai stato cittadino/a di una altro Paese? Ora, se non hai mai avuto un passaporto/carta di identità da un altro Paese rispondi NO, se invece hai attualmente od hai avuto in passato una doppia cittadinanza va indicata, con l’ulteriore dettaglio su come hai acquisito la cittadinanza dell’altro Paese.
  • Inserisci l’indirizzo mail, al momento dell’update di questo articolo al termine della prima schermata ti verrà inviato un codice all’indirizzo mail che tu hai fornito, tale codice ti servirà per procedere alla seconda schermata.
  • Ti sarà richiesto se hai altri nomi oppure alias e di rispondere alla domanda Ha mai ricevuto da un altro Paese un passaporto o una carta d’identità a fini di viaggio? Ora, se non hai mai avuto un passaporto/carta di identità da un altro Paese rispondi NO. Se invece ne sei stato in possesso inserisci tutti i dati richiesti; se non ti ricordi più il numero oppure la scadenza di questo documento inserisci UNKNOWN in numero del documento e quattro zeri 0000 nel campo relativo alla scadenza.
  • Dovrai fornire il cognome ed il nome di entrambi i tuoi genitori.
  • Oltre al tuo numero di telefono, i tuoi dati completi di residenza (via/piazza, n° civico, città, provincia e Paese). In caso di dubbio risulta utile appoggiare il cursore sul simbolo ? per avere delucidazioni su quali dati indicare. 
  • Ti sarà richiesto di rispondere Se sei membro del Programma CBP Global Entry. Il Global Entry è un programma studiato dal U.S. Customs and Border Protection per rendere più spedito l’ingresso alle frontiere degli Stati Uniti di viaggiatori già identificati provenienti dall’estero evitando le file per i controlli dei passaporti e per la consegna delle dichiarazioni doganali. La richiesta di adesione al programma va fatta online e se le cose non sono cambiate è a pagamento. Se non hai mai fatto l’iscrizione e pagato la quota rispondi semplicemente no alla domanda.
  • Per ora il campo dove inserire i Social Media è facoltativo, ma non è detto che sarà sempre così; finché non è obbligatorio puoi decidere se lasciare vuoto il campo oppure selezionare il relativo Facebook/Google+/Flickr… ed a questo punto indicare a fianco il nome associato al tuo profilo.
  • Nelle informazioni sul posto di lavoro alla domanda Ha un Datore di Lavoro Attuale e Precedente devi indicare il nome ed indirizzo dell’azienda dove lavori (se hai un lavoro), il nome dell’ultima azienda dove hai lavorato (se sei disoccupato) oppure scrivere SELF-EMPLOYED se lavori in proprio. Se sei bambino/studente la cosa più semplice è rispondere NO alla domanda. Guarda sempre se a fianco al campo da riempire compare l’asterisco * obbligatorio oppure no.
  • Rispondi SI o NO alla domanda se Il Suo viaggio negli Stati Uniti avviene in transito verso un altro Paese. Se sei diretto negli Stati Uniti dovrai rispondere ovviamente NO ed indicare obbligatoriamente un Punto di Contatto negli Stati Uniti (se viaggi per turismo di solito il primo albergo dove alloggerai con l’indirizzo completo dell’hotel e numero di telefono). Se non hai ancora prenotato nessun albergo devi mettere UNKNOWN nei campi Punto di Contatto negli Stati Uniti, Riga dell’Indirizzo 1, Città e Stato; dove c’è da indicare il telefono metti il numero zero, per il prefisso se non ti è possibile inserire il numero zero seleziona semplicemente Italy +39. Il solito simbolo ? ti verrà in aiuto in caso di dubbi.
  • In Indirizzo durante il Soggiorno negli Stati Uniti c’è una casellina da barrare che permette di riprendere tutti i dati relativo all’indirizzo che hai inserito al punto precedente, utile, utilizzala.
  • In Informazioni sui Contatti di Emergenza nel tuo Paese o negli Stati Uniti inserisci i dati di un amico, il tuo capo, i tuoi genitori con relativo numero di telefono e mail. Se proprio non hai nessuno da indicare (o non vuoi) inserisci UNKNOWN nei campi del nome, cognome e mail ed inserisci degli zeri nel campo del telefono.
  • Rispondi poi con sincerità a tutte una serie di domande personali relative a malattie, uso di stupefacenti, viaggi in Iraq, Siria, Iran, Sudan, Libia, Somalia o Yemen…
  • A questo punto l’ESTA è quasi completata, ti sarà richiesto di verificare tutti i dati inseriti, procedi poi al pagamento e solo dopo che avrai pagato la domanda verrà effettivamente inoltrata.

Importante

  • A momento dell’update di questo articolo a gennaio 2020 puoi quindi compilare l’ESTA anche se non hai ancora definito in dettaglio il programma di viaggio.
  • Le informazioni su dove andrai a stare negli Stati Uniti potranno essere aggiornate in seguito e non incidono sull’approvazione o meno della domanda.

CONTROLLARE LO STATUS / AGGIORNARE l’ESTA

Quali Dati Possono Essere Aggiornati?

  • Una volta pagato e dopo che hai ottenuto l’autorizzazione ESTA puoi aggiornare solo ed unicamente due dati.
  • Sono l’indirizzo e-mail (se è cambiato) e l’indirizzo negli Stati Uniti (se prima avevi indicato UNKNOWN ma ora hai prenotato l’albergo, se l’indirizzo è cambiato o se fai un altro viaggio con la stessa ESTA). Al momento dell’update di questo articolo a gennaio 2020 non è obbligatorio aggiornare l’indirizzo negli Stati Uniti in caso di viaggi successivi ma a mio parere è consigliabile farlo. 

E Quali Dati Servono per Riprendere un’ESTA per Controllare lo Status od Aggiornarla?

  • Il numero di passaporto, la data di nascita ed il numero di autorizzazione.
  • Se non trovi più il numero di autorizzazione puoi recuperare la tua ESTA anche inserendo oltre al numero di passaporto e la data di nascita anche il cognome, il nome, il Paese di cittadinanza insieme alla data di rilascio e di scadenza del passaporto.
  • Per aggiornare l’ESTA in corso di validità non dovrai pagare nulla.

ESTA Stato della Domanda

PERDITA dell’ESTA o ERRORI NELLA COMPILAZIONE

E se Non Trovo Più il mio Numero di Autorizzazione?

  • Non è grave. Potrai recuperare il numero della domanda attraverso il sito web ESTA inserendo oltre al numero di passaporto e la data di nascita anche il cognome, il nome, il Paese di cittadinanza insieme alla data di rilascio e di scadenza del passaporto.

E se ho Fatto un Errore mentre Compilavo la Domanda?

Se l’errore riguarda uno qualsiasi dei dati del passaporto (come il numero, la data di emissione e la data di scadenza) devi rifare integralmente una nuova domanda. Non puoi correggere questi dati e nemmeno viaggiare con l’ESTA non corretta. Ora si possono presentare due diverse situazioni.

  • La prima: la domanda con i dati sbagliati è stata approvata ed hai ottenuto comunque il numero di autorizzazione. In questo caso chiudi il browser o ancor meglio chiudi la connessione internet, riapri la connessione e collegati nuovamente al sito dell’ESTA, compila una nuova application (se vedi scritto “an existing application is already in the system” tu clicca “continue” e compila una nuova domanda), in genere otterrai un nuovo numero di autorizzazione che andrà immediatamente a sostituire il vecchio. Ovviamente dovrai ripagare l’ESTA. Se per qualche motivo fosse impossibile inoltrare una nuova domanda collegati al sito governativo CBP, nella sezione Find and Answer, Ask Us a Question, scrivi/seleziona nel campo apposito “I made a mistake on my ESTA application” e segui le istruzioni, devi immettere una serie di dati che ti riguardano: il n° di autorizzazione (se lo hai disponibile), il tuo cognome/nome, la data di nascita, il n° di passaporto e la scadenza, il tuo telefono e la tua mail, descrivi in inglese l’errore commesso). Un officer leggerà la tua mail, ci sono discrete possibilità che la tua application originaria sarà cancellata e sarai avvertito di quando potrai rifare una nuova domanda. Il servizio è in genere efficiente.
  • La seconda: la domanda con i dati sbagliati ha avuto subito esito negativo e l’autorizzazione è stata negata. In questo caso hai due possibilità. La prima è scrivere una mail, stesso procedimento illustrato sopra, descrivendo l’errore commesso. La seconda è suggerita sul sito dell’ESTA: “If you believe you were incorrectly denied ESTA authorization you may go to the DHS/TRIP Web site and file a redress request through the DHS Travel Redress Inquiry Program”. Per saperne di più in Find and Answer, Ask Us a Question scrivi nel campo apposito “ESTA application denied”.

Se l’errore riguarda invece altri dati, quali ad esempio la tua mail od i dettagli dell’indirizzo di dove andrai a stare negli Stati Uniti, allora provvedi semplicemente ad aggiornare questi dati.

Importante: mai immettere dati falsi allo scopo di ottenere comunque l’autorizzazione, potresti essere bannato a vita dagli States: “Reapplying with false information for the purposes of qualifying for an ESTA could make you permanently ineligible for travel to the U.S.” 

QUANDO OCCORRE RICHIEDERE UN VISTO?

Le casistiche possono essere diverse, di sicuro dovrai necessariamente richiedere un visto se:

  • intendi rimanere negli Stati Uniti per più di 90 giorni;
  • ti rechi negli USA per motivi diversi da turismo od affari; ad esempio se intendi frequentare un corso di studi in una high school od in una università americana; oppure se sei un giornalista che si reca negli USA per esercitare la tua attività;
  • intendi lavorare negli Stati Uniti;
  • arrivi negli USA a bordo di un’imbarcazione/aereo privato (ci sono eccezioni) oppure con una linea di navigazione non riconosciuta tra quelle previste per poter viaggiare nell’ambito del VWP. 
  • Chi è in possesso di un visto valido può recarsi negli Stati Uniti (entro la durata del visto e per la finalità per cui è stato emesso) senza dover compilare l’ESTA.

Esistono poi dei casi border line, uno di questi riguarda i viaggi soggiorno/studio estivi in college/famiglia per imparare l’inglese, di breve durata ed a carattere non intensivo. In questo caso è possibile che tu possa viaggiare in base al VWP ma forse è meglio accertarsene, sul sito infatti è scritto che se viaggi per motivi di studio devi richiedere un visto. Ora, chiedere un appuntamento in consolato/ambasciata (che sarebbe la cosa migliore) è una procedura lunga e complicata, ti suggerisco quindi di a) chiedere informazioni alla scuola che andrai a frequentare e b) chiedere comunque conferma inviando una mail al CPB, sotto trovi il link.

IMPORTANTE!

Ricontrolla SEMPRE le Informazioni

  • Controlla il sito ufficiale dell’ESTA ogni volta che programmi un viaggio, le cose e le procedure possono infatti cambiare. E per qualsiasi tuo dubbio sull’ESTA o sulla necessità di richiedere un visto consulta:

GLI ARTICOLI SUGLI STATI UNITI

  • Hai  ottenuto l’autorizzazione ESTA e stai programmando un viaggio negli Stati Uniti? In questo blog trovi tanti, tantissimi articoli che ti saranno di aiuto per organizzare – da solo ed in totale autonomia – il tuo viaggio.
  • Sono delle vere e proprie guide, complete e dettagliatissime, con le informazioni ed i miei consigli su come arrivare, dove alloggiare, cosa fare e cosa visitare, i pericoli, il clima…
  • Spero ti siano utili. Buona lettura!

Last Update: January 28th 2020

Passport & Visa

Come Richiedere il Passaporto e Dove Richiedere i Visti

Dove ottenere informazioni su passaporti e visti, vaccinazioni obbligatorie e consigliate, formalità valutarie e doganali, ambasciate e consolati? Come ottenere il passaporto? Per quali Paesi è necessaria la patente internazionale e dove farla? Quali Paesi richiedono obbligatoriamente il visto? Un articolo dedicato a come e dove ottenere informazioni sulle modalità di rilascio del passaporto e della patente internazionale ed alle procedure per il rilascio del visto di ingresso per alcuni importanti Paesi esteri: il visto per la Russia, il visto per la Cina, il visto per l’India, il visto elettronico per l’Australia, per la Nuova Zelanda ed il Canada.

  • Per tutte le informazioni su passaporti e visti, fusi orari, vaccinazioni obbligatorie e consigliate, formalità valutarie e doganali, telefonia, moneta, ambasciate e consolati e per gli ultimi avvisi per il viaggiatore consulta il sito Viaggiare Sicuri a cura del Ministero degli Affari Esteri e Unità di CrisiQuesto sito, ottimamente aggiornato ed in lingua italiana, è la tua prima fonte di informazione per avere notizie di un Paese e, per i cittadini italiani, anche per conoscere le formalità di entrata per quanto riguarda passaporti, visti e vaccinazioni.  
  • Clicca qui se desideri avere informazioni sulle rappresentanze italiane all’estero e per i contatti delle Ambasciate e dei Consolati esteri in Italia.
  • Potrebbe anche esserti utile il sito ufficiale dell’Agenzia delle Dogane dove leggere e scaricare la Carta Doganale del Viaggiatore, per conoscere le principali disposizioni doganali in vigore in Italia ed eventualmente predisporre in anticipo gli eventuali documenti necessari.  
Passport Stamps

Passport Stamps

Photo Credit: Ian Mackenzie

Passaporto 

  • Dal sito potrai prenotare online l’appuntamento, compilare e stampare direttamente il modulo di richiesta e prendere nota dei documenti che occorre allegare alla domanda incluso il valore sia del contrassegno telematico che dovrai acquistare sia del versamento che occorre effettuare sul conto corrente del Tesoro.
  • Sullo stesso sito trovi inoltre informazioni per quanto riguarda la proroga, il duplicato ed il rilascio del passaporto per i minori.  

Visti 

  • Se sei un cittadino italiano trovi facilmente e velocemente le informazioni sui visti che ti possono occorrere consultando le schede dei diversi Paesi sempre sullo stesso sito Viaggiare Sicuri. In pochi istanti puoi così sapere se effettivamente hai bisogno del visto, se questo va fatto prima della partenza dall’Italia, se è ottenibile online o se può essere rilasciato all’arrivo nell’aeroporto di destinazione.
  • Se però hai dei dubbi, vuoi fare un ulteriore controllo oppure se non sei di nazionalità italiana e desideri sapere se hai bisogno di un visto per visitare un Paese allora dovrai contattare il consolato del Paese di destinazione oppure consultare il TimaticWeb.  

Come Richiedere un Visto

  • Puoi occuparti tu della procedura controllando sui siti ufficiali dell’ambasciata o dei consolati del Paese dove sei diretto se il sito è obbligatorio, e se questo è ottenibile online oppure no. In questo caso devi verificare le tempistiche, cosa è necessario presentare e se è possibile spedire con un corriere oppure consegnare direttamente in consolato il passaporto in originale, le fototessera e tutti i documenti richiesti. Ricorda che a seconda della tua regione di residenza dovrai procedere alla domanda del visto indirizzandoti ad uno specifico consolato basato generalmente su Milano o Roma ed, a volte, in altre città italiane. Ricorda inoltra che, per uno stesso identico Paese, la documentazione necessaria può essere diversa a seconda del consolato che dovrai utilizzare. 
  • Oppure, più semplicemente, se non sei comodo, se non hai tempo o voglia, puoi utilizzare un’agenzia specializzata nel rilascio visti che se ne occuperà direttamente. La cosa ha un costo ma di solito si risparmia un sacco di tempo.   

Procedure e Visti per Alcuni Importanti Paesi Esteri

  • Per alcuni importanti Paesi esteri che vengono visitati spesso sia per lavoro che per turismo, ecco di seguito alcune importanti informazioni preliminari ed i links diretti ai siti governativi ufficiali dove ottenere tutti i dettagli operativi con le procedure da seguire. Tieni presente che se molti visti sono ora facilmente richiedibili online, esistono ancora visti che necessitano invece l’emissione cartacea tradizionale. Per questi ultimi, se decidi di non utilizzare una delle agenzie specializzate nel rilascio dei visti e di occuparti direttamente della pratica, ricorda che sempre più spesso i consolati appaltano ad un centro servizi il rilascio di alcuni tipi di visto. Inoltre alcuni consolati richiedono la prenotazione online obbligatoria dell’appuntamento per poter consegnare la documentazione. 
  • Stati Uniti: per gli Stati Uniti consulta su questo blog la pagina dedicata al Visa Waiver Program ed all’ESTA, l’Autorizzazione Elettronica al viaggio, obbligatoria e da compilare on line.  
  • Per il Canada: gli stranieri esenti da visto, tra cui i cittadini italiani, diretti in Canada per via aerea dovranno munirsi prima dell’imbarco dell’electronic Travel Authorization” (eTA), similmente a quanto avviene per l’ingresso negli Stati Uniti con l’ESTA. L’eTA è necessaria anche per il solo transito e la richiesta dell’autorizzazione dovrà essere effettuata online alla pagina ufficiale Informazioni sull’Autorizzazione elettronica di viaggio (eTA); nel caso il link diretto non funzionasse vai alla pagina principale Canada.ca
  • Per la Russia: ci sono novità nelle modalità del rilascio del visto russo ed in alcuni casi il visto è ora ottenibile online, per conoscere gli aggiornamenti più recenti consulta la pagina dedicata alla Federazione Russa sul sito Viaggiare Sicuri e visita il sito dell’Ambasciata Russa di Roma o del Consolato Russo di Milano
  • Per l’India: diverse tipologie di visti incluso il visto turistico sono ora richiedibili online con la procedura dell’eVisa, senza necessità di doversi recare od inviare il passaporto all’ambasciata o ad un consolato dell’India, inoltra online la tua richiesta del visto India eVisa sul sito governativo ufficiale Indian Visa Online; per quei visti non rilasciabili online dovrai comunque compilare online il form di richiesta e poi presentare il passaporto ed il resto dei documenti richiesti ad uno dei consolati/centri autorizzati al rilascio tradizionale del visto, per informazioni consulta il sito dell’Ambasciata dell’India di Roma o del Consolato dell’India di Milano
  • Per l’Australia: per i cittadini italiani e di alcuni altri Paesi, il visto va generalmente richiesto on line collegandosi alla pagina Visas sul sito ufficiale del Governo Australiano oppure tramite le agenzie di viaggio e le compagnie aeree, senza necessità di recarsi o spedire il passaporto in consolato.  
  • Per la Nuova Zelanda: al momento dell’update di questo articolo i visitatori di diversi Paese diretti od in transito in Nuova Zelanda possono viaggiare senza dover richiedere un visto compilando però obbligatoriamente online la New Zealand Electronic Travel Authority, questo il link dove richiederla: NZeTA; nel caso il link diretto non funzionasse vai alla pagina principale New Zealand Immigration

Last Update:  January 27th 2020