LE DESTINAZIONI

Le Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

I VIAGGI

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

IL CLIMA

Quando Andare

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

LA SALUTE IN VIAGGIO

La salute e le malattie in viaggio.

Sei in partenza per un viaggio? Sei preoccupato per malaria, febbre gialla e dengue e cerchi informazioni su vaccinazioni e profilassi? L’attenzione sulla malattie e sulla salute in viaggio e di conseguenza l’informazione aggiornata sulla situazione sanitaria nel Paese che si intende visitare è un vero e proprio must per qualsiasi viaggiatore.

I TUOI RACCONTI DI VIAGGIO

I TUOI RACCONTI DI VIAGGIO

Sei un viaggiatore? Ti piace scrivere? Vuoi pubblicare il tuo racconto di viaggio su questo blog? Mandaci il tuo resoconto di viaggio, lo pubblicheremo volentieri, potrà essere utile a tutti i lettori.

PASSAPORTI E VISTI

Passaporti e visti

Le informazioni su passaporti e visti, formalità valutarie e doganali, ambasciate e consolati, l'ESTA, il Timatic Web e gli ultimi avvisi per il viaggiatore

Filippine Sconosciute: le Spiagge della Selvaggia Caramoan Peninsula

Guida di Viaggio alle Isole e Belle Spiagge della Sconosciuta Caramoan Peninsula nelle Filippine

Il mare più bello delle Filippine: guida alle isole e le spiagge della remota e sconosciuta Penisola di Caramoan nel sud di Luzon. Dov’è la Caramoan Peninsula e come arrivare. Perché andare a Caramoan, a chi è consigliata e quanto stare. Dove alloggiare: i migliori alberghi e resorts di Caramoan. Cosa fare a Caramoan: le escursioni in barca alle spiagge ed alle isole più belle. La sicurezza: le cose da sapere riguardo la sicurezza nelle Filippine ed i pericoli del mare. Il clima della Caramoan Peninsula: quando piove ed i mesi migliori per viaggiare a Luzon. I miei consigli e tante informazioni utili per programmare da solo ed in totale autonomia il tuo viaggio sulle spiagge meno conosciute e meno turistiche delle Filippine. 

Minalahos Island, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Minalahos Island, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Guida alla Caramoan Peninsula

Caramoan: Spiagge Remote ed Isole Sconosciute delle Filippine

Una penisola remota e selvaggia. Interamente ricoperta di foresta ed al di fuori di qualsiasi tradizionale rotta turistica, praticamente ancora sconosciuta ai viaggiatori stranieri che visitano le Filippine.

Frequentata invece solo da pochi turisti di casa, perché invece nelle Filippine il posto è celebre. Perché è proprio qui alla Caramoan Peninsula che sono state filmate tante puntate di Survivors, i primi a venire sono stati gli americani della CBS, seguiti poi dalle televisioni di tanti altri Paesi.

I paesaggi sono magnifici, ricordano Palawan, le isole di Komodo in Indonesia ma anche la Scozia. Si, un tropico che non ti aspetti. Milioni di alberi ma anche sinuose colline ricoperte da enormi distese di erba verde chiaro scintillante al sole. Che svettano sopra scogliere calcaree e bellissime baie di sabbia, dove puoi arrivare solo in barca. Un mare limpido, pulito e ricco di vita.

Per lungo tempo la Caramoan Peninsula è stata accessibile solo in barca ed ancora oggi è raggiungibile solo con un’unica strada, lunga e tortuosa. Gli insediamenti abitati sono pochi, pochissimi, e sono villaggi dove non ci sono banche per cambiare soldi e non ci sono negozi dove fare acquisti.  

E’ qui nella Penisola di Caramoan nel sud di Luzon ed affacciata sul Pacifico che ho visto alcuni dei più bei paesaggi rurali da me osservati in tanti anni di viaggi in Paesi tropicali. E se ti senti un viaggiatore intraprendente, sei curioso ed in cerca di mete vergini e spiagge incontaminate è meglio che te la segni in agenda. Il posto merita, soprattutto se vieni nella stagione migliore, quando le probabilità di trovare cielo azzurro e giornate luminose sono alte.

Sei incuriosito? Puoi farti una prima idea dell’ambiente naturale ancora integro della Caramoan Peninsula in questo video, le immagini aeree sono a cura di GABO e mostrano la grandiosità della foresta e la bellezza del mare:

Dov’è Caramoan?

Dove si Trova la Caramoan Peninsula

  • Caramoan si trova a Luzon meridionale nelle Filippine, affacciata sull’Oceano Pacifico ed a poco più di 320 Km in linea d’aria dalla capitale Manila. La provincia è Camarines Sur e la regione è quella di Bicol.
  • Caramoan non ha aeroporto, gli aeroporti più vicini raggiungibili via terra sono Naga City (sigla WNP) situato a circa 125 Km di distanza oppure Legazpi City (sigla LGP) a 170 Km. Ed un altro aeroporto, quello di Virac (sigla VRC), sorge sulla vicina isola di Catanduanes.
Boat from Sabang Port to Guijalo Port, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Boat from Sabang Port to Guijalo Port, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Come Arrivare a Caramoan

  • La Caramoan Peninsula è situata in posizione remota, lontano dalle altre classiche destinazioni di vacanza delle Filippine, al di fuori delle tradizionali rotte turistiche seguite dai visitatori stranieri.
  • Richiede tempo, soldi ed un po’ di fatica raggiungere la Caramoan Peninsula. Una volta che da Manila o da Cebu ti sei avvicinato in aereo ad uno degli aeroporti di Naga, Legazpi o Virac ti aspettano altre ore di viaggio via terra oppure prima via terra e poi in barca.
  • Ho raccolto in un post il più possibile dettagliato le numerose e diverse alternative su come arrivare a Caramoan, è Filippine: Come Raggiungere la Caramoan Peninsula e se hai in programma un viaggio nella parte meridionale di Luzon probabilmente ti sarà utile.

Quanto Tempo Stare a Caramoan

  • Ma quanto tempo dedicare a Caramoan? La lunghezza ed una certa laboriosità nel raggiungere Caramoan, da qualsiasi direzione tu provenga, suggeriscono un soggiorno a Caramoan di 3 notti così da avere 2 intere giornate utili a disposizione per visitare con calma le spiagge e le isole della baia.
  • Stare di più a mio avviso non occorre (con 2 giornate piene vedi il meglio di Caramoan), stare di meno sarebbe un po’ un peccato perché i trasferimenti per arrivare a Caramoan e poi lasciarla richiedono parecchio tempo, oltre ad avere un costo.
West Peninsula Villas, Caramoan Town, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

West Peninsula Villas, Caramoan Town, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Dove Alloggiare a Caramoan?

Non sono più di una quindicina le sistemazioni disponibili nell’intera Caramoan Peninsula, e salvo tu non voglia rinchiuderti in uno dei resorts situati sulle spiagge lontano dagli insediamenti abitati, allora le scelte si riducono a due: o alloggiare nel paese di Caramoan oppure nell’ancora più piccolo villaggetto di pescatori di Paniman. Qualsiasi opzione tu scelga aspettati strutture piccole, molto semplici e spesso a gestione famigliare.

Di seguito trovi una breve presentazione di Caramoan Town, di Paniman e dei resorts localizzati sulle spiagge isolate della penisola, i links sono di HotelsCombined, ottimo comparatore di prezzi australiano che poi rimanda a Booking.com, ad Expedia, ad Agoda ed a volte anche al sito proprio dell’albergo per controllare le tariffe ed effettuare la vera e propria prenotazione.

Gli Alberghi a Caramoan Town

  • Non aspettarti alcuna città, Caramoan è un paese, anzi un paesino. Si trova nell’interno della penisola, circondato dal verde, a 5 Km (25’ di tricycle) dal porticciolo di Guijalo e 7 Km dalla spiaggia di Paniman.
  • Quindi non è sul mare e per raggiungere Paniman da dove si parte per le gite in barca dovrai noleggiare un tricycle e mettere in conto mezz’ora di viaggio. Può essere una buona scelta se oltre alle spiagge ed al mare sei un tipo curioso che ti piace andare in giro ed osservare vita ed abitudini locali. Soprattutto può essere una scelta valida se viaggi in luglio ed agosto nella stagione umida, almeno se piove puoi sempre farti un giro per il paese e passare qualche ora.
  • A Caramoan Town sono due le strutture che io e la mia famiglia abbiamo preso in considerazione al momento della nostra visita, credo siano tra le migliori disponibili. La prima è il Casita Mia Bed & Breakfast e la seconda è il West Peninsula Villas, quest’ultimo dotato di una piscina e meglio situato a pochi passi dal centro del paese.
Paniman Main Street, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Paniman Main Street, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Le Guest-Houses di Paniman

  • Paniman è ancor più piccolo di Caramoan, ed è un villaggio di pescatori. Dalle case povere ma decorose, tre viuzze non ancora asfaltate immerse tra alberi e fiori, due o tre botteghe e nulla più. L’atmosfera è un po’ quella di essere ai confini del mondo.
  • Si affaccia sulla spiaggia sul lato nord-orientale della penisola di Caramoan, a mezz’ora di tricycle dal paese, la strada per arrivarci è piacevole e completamente asfaltata. Ad agosto 2017 ai tempi della mia visita il tricycle costava 150 Pesos, massimo 3 persone a bordo.
  • E’ dalla spiaggia di Paniman che partono le barche per l’island hopping. Ma la spiaggia di Paniman non è balneabile, la sabbia è grigia, l’acqua non ha colori attraenti. Nonostante questo c’è il mare e le isole con le spiagge belle sorgono proprio di fronte, vicine. Inoltre è qui che sorge il più accogliente di tutti i ristoranti di Caramoan, dal menù completo e dal servizio come si deve. Nonostante la povertà di posti dove alloggiare è quindi un buon posto dove dirigerti, perlomeno se sei un tipo che si adatta.
  • Perché a Paniman le scelte su dove dormire sono ancor più limitate di Caramoan Town, e le sistemazioni ancora più semplici. Tre i posti che puoi prendere in considerazione: il Breezes & Waves ha forse la posizione migliore, situato proprio di fronte alla spiaggia nel centro del villaggio. Poco distante è lo spartanissimo Island View Paniman Lodge mentre la Residencia de Salvacion si trova all’estremità meridionale della spiaggia a 600 metri di cammino dal centro di Paniman.
Tricycles, Paniman  Beach, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Tricycles, Paniman  Beach, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

I Resorts sulle Spiagge

Ad oggi sono solo due le strutture della Caramoan Peninsula situate su spiagge balneabili, entrambe sorgono in posizione isolata, la prima raggiungibile però via strada, la seconda solo ed unicamente in barca. Te le suggerisco solo se viaggi nella stagione migliore da febbraio a maggio, quando le spiagge danno il loro meglio e l’acqua del mare ha bei colori.

  • Gota Village & Hunongan Cove Resort. La proprietà è la stessa ma le due strutture sono differenti. Il Gota Village è composto da una cinquantina di semplici bungalows in legno, stile chalets di montagna, situati in una vallata a pochi passi da una delle due spiagge che compongono Gota Beach. L’Hunongan Cove offre invece una quindicina di cottages, decisamente più piacevoli e ben più costosi, direttamente affacciati sulla fascinosa Hunongan Cove, la baia immediatamente a est di Gota Beach. Il complesso è raggiungibile da una deviazione che si dirama verso destra dalla strada che collega Caramoan Town con il villaggio di Paniman. In verità a me il posto non ispira molto ma per la sua capienza spesso ospita le troupe televisive che filmano le serie Survival. Al momento della stesura di questo post non è rappresentato sugli usuali siti di prenotazione alberghi.
  • Tugawe Cove Resort. E’ situato in posizione isolatissima sull’estrema punta della penisola nel punto più vicino all’isola di Catanduanes e pur non essendo un albergo di lusso è di gran lunga il più confortevole di tutti gli alberghi della Caramoan Peninsula, e l’unico che si possa davvero definire un resort. Ha una panoramica piscina a sfioro ed una seconda piscina sulla spiaggia, le camere sono ben arredate e si affacciano su una spiaggia davvero molto bella. L’albergo gestisce direttamente i trasferimenti con barche proprie, sia dal molo di Codon (se atterri a Virac) sia da Guijalo ma volendo può organizzare per intero il trasferimento in auto e barca anche se atterri a Naga City. Chiaramente alloggiare qui significa passare l’intero soggiorno all’interno del resort, evadendo solo ed unicamente al momento delle gite in barca alle isole vicine.
Hunongan Cove from Kagbalinad Island, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Hunongan Cove from Kagbalinad Island, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Cosa Fare a Caramoan?

Il Paesino di Caramoan

Una strada principale più qualche strada secondaria, qualcuna non ancora asfaltata, piena di pozzanghere se piove. Gatti, galline e galli a spasso. Alberi e tanti fiori a fiancheggiare le vie. Case basse, semplici, non più di due piani. Una chiesa grande e bella, dall’aspetto severo, tutta in mattoni rossi ed affacciata su un prato verde nel vero centro del paese. Ecco, questo è il paesino di Caramoan.

  • Pochissime le auto in giro, qui ci si muove a piedi ed in tricycle. Di questi ultimi parecchi sono a motore e servono per raggiungere il porticciolo di Guijalo od il villaggetto di pescatori di Paniman. Ma non mancano i tricycle a pedali, per i percorsi più brevi, se devi spostarti all’interno del paese.
  • Qualche negozietto ed un po’ di botteghe. Niente di dedicato ai turisti, nessun negozietto di souvenirs, niente rivendite di pinne e maschere o costumi, nessuna agenzia che reclamizza escursioni in barca. E la cosa mi ha sorpreso, positivamente.
  • Anche i ristoranti sono pochi. Ho notato che i turisti filippini, che quasi sempre si muovono a piccoli gruppi e quasi mai individualmente, in genere tendono a cenare nel ristorante della struttura dove alloggiano. Se tu invece sei come me e ti piace evadere qualcosa trovi, ma poco. Non sono più di due i ristoranti che ho visto, frequentati esclusivamente dalle gente del posto.
  • E’ davvero piccolo il villaggio di Caramoan, si sviluppa per poco più di un chilometro di lunghezza e non offre molto, camminando con calma in meno di due ore vedi tutto. Ma sarebbe un peccato perdertelo, perché è un’occasione rara per poterti aggirare e dare uno sguardo da vicino ad un vero autentico villaggio di campagna nel cuore delle Filippine rurali, lontano sia dalle brutture delle grandi e caotiche città sia dalle destinazioni balneari frequentate dai turisti.
Caramoan Town, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Caramoan Town, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Island Hopping: in Barca alla Scoperta delle Isole e Spiagge di Caramoan

E’ per questo che vieni fin qui. Le escursioni in barca alle isole e spiagge situate lungo la costa nord-orientale della Caramoan Peninsula sono magnifiche. E sono facili da organizzare. Per farlo le scelte sono due: o ti rivolgi all’albergo dove alloggi oppure ti rechi direttamente alla spiaggia di Paniman.

  • La mia famiglia ed io, complice la bassa stagione quando trovare barche è facile e non occorre organizzarsi in anticipo, abbiamo raggiunto da Caramoan in tricycle il villaggio di Paniman. Qui, esattamente dove la strada raggiunge il mare per poi deviare sulla sinistra e seguire la spiaggia, c’è un chiosco dove si radunano tutti i proprietari e procacciatori di barche. E’ bastato scendere dal tricycle perché immediatamente due persone si avvicinassero per offrirci una barca. In tre minuti la cosa era già organizzata.
  • Tieni presente che i costi delle escursioni in barca qui alla Caramoan Peninsula sono minori, e di parecchio, rispetto agli analoghi tours in barca organizzati a Palawan. Molti più bassi rispetto alle gite di El Nido ed inferiori anche all’island hopping che fai a Port Barton.
  • Le ragioni sono tre. La prima e la principale è che Caramoan non è ancora entrata tra le mete frequentate dagli stranieri, e lo standard dei costi di qualsiasi cosa, dall’accommodation, ai costi per nutrirti a quelli delle gite in barca sono quindi al momento ancora modellati sulla capacità di spesa dei turisti locali, più bassa rispetto a quella degli stranieri. La seconda è che le isole e le spiagge che si visitano durante l’island hopping rimangono a poca distanza da Paniman, il che vuol dire meno benzina per il motore della barca, cosa che evidentemente tiene bassi i prezzi. La terza è che generalmente chi ti porta in barca non provvede al pranzo, per il quale dovrai organizzarti da solo. Basta che ti rivolgi al ristorante situato esattamente dall’altro lato della strada.
  • Per darti un’idea: ad agosto 2017 la mia famiglia ed io, tre persone in tutto, abbiamo noleggiato una barca in esclusiva per l’intera giornata per soli 1.500 Pesos Filippini. Intanto che l’equipaggio (2 persone) preparava la barca abbiamo ordinato il pranzo al ristorante situato proprio di fronte al chiosco dove ci siamo rivolti. Dopo 40 minuti con il cibo pronto (borsa termica e posateria forniti dal ristorante) siamo salpati.
Approaching Minalahos Island, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Approaching Minalahos Island, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

I Tours in Barca a Caramoan

  • Sono fondamentalmente tre le zone dove ti puoi dirigere per esplorare in barca le isole e le spiagge più belle della Caramoan Peninsula. Una vicinissima a Paniman, le altre due ben più distanti.
  • Programma di avere almeno due intere giornate a disposizione così da visitare almeno due dei tre gruppi di isole, e se possibile privilegia i giorni durante la settimana rispetto al sabato e la domenica. Sappi che se fossero presenti in zona le troupe di Survivors che utilizzano l’intera area della Caramoan Peninsula come set per le riprese, alcune isole e baie potrebbero essere temporaneamente inaccessibili.

Il Gruppo di Isole vicino a Paniman

  • Sono Lahos Island, Matukad Island, Minalahos e Kagbalinad Island. Il paesaggio ricorda molto quello di Palawan, con isole di roccia calcarea ricoperte di giungla e piccole e suggestive baiette di sabbia. Il mare è limpido e trasparente, con bellissime tonalità tra il verde e l’azzurro.
  • In genere durante il tour ci si ferma su un reef poco a sud di Kagbalinad per lo snorkeling e si fa tappa a Gota Beach ed in un’altra delle spiagge lungo la costa della penisola.
  • Volendo questo mini arcipelago situato a non più di un miglio da Paniman Beach è fattibile in mezza giornata, ma sarebbe un peccato, prenditi l’intera giornata per godertelo con calma come si deve.
Beach of Lahos Island, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Beach of Lahos Island, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com  

Il Gruppo di Isole più Lontane

  • Sono Sabitang Laya, Lahuy e Cotivas Island e sono posizionate circa 8 miglia nautiche a nord-ovest di Paniman Beach.
  • E’ in prossimità dell’isola di Lahuy che un sinuoso banco di sabbia conosciuto come Manlawi Sandbar emerge con la bassa marea mentre nella vicina isola di Basot puoi arrampicarti sulla verde collina fino a raggiungere un faro con gran vista sulla spiaggia sottostante. La triangolare Sabitang Laya offre invece due delle spiagge più lunghe dell’intera area di Caramoan.
  • Io ci sarei andato volentieri ma una notte di pioggia torrenziale ed una mattinata triste e grigia accompagnata da una pioggia novembrina hanno fatto saltare la gita.

Il Terzo Gruppo di Isole

  • Situato poco al largo dell’estrema punta orientale della Caramoan Peninsula è assai meno visitato rispetto ai due precedenti.
  • Sono le due isole di Big e Little Catanaguan e Pitogo Island, caratterizzate da particolari istmi di sabbia.
  • Sono queste le isole più vicine al Tugawe Cove Resort che a volte ci porta i suoi clienti, tu se vuoi puoi visitarle (accordandoti prima col tuo barcaiolo) se effettui la traversata del Maqueda Channel tra Caramoan e la grande isola di Catanduanes, le isole infatti si trovano esattamente a metà strada tra il molo di Codon a Catanduanes e Paniman a Caramoan.

La Mappa di Luzon Meridionale e della Caramoan Peninsula

  • I point makers in questa mappa centrata sulla sezione meridionale di Luzon mostrano l’esatta posizione di tutte le isole, spiagge e punti di attrazione presentati all’interno di questa guida.
  • Oltre all’esatta location di porti, aeroporti e stazioni di bus di Naga City, di Legazpi City e di Virac descritti all’interno dell’articolo dedicato a come raggiungere la Caramoan Peninsula. Così li puoi localizzare più facilmente e farti immediatamente un’idea della geografia dell’intera regione. Fai lo zoom per un maggior dettaglio ed allarga invece la mappa per localizzare la capitale Manila:

Center map
Traffic
Bicycling
Transit
Get Directions

Safety Tips: Sicurezza, Pericoli e Precauzioni

La Sicurezza a Caramoan

  • Lontano da tutto, in posizione remota, in una zona rurale distante da grandi città e con una sola e lunga strada di accesso a me Caramoan ha dato l’idea di essere il posto più tranquillo del pianeta.
  • Però può non essere così nel resto delle Filippine. Tu quando sei in viaggio usa sempre le più normali ed usuali cautele, come non mostrare di avere tanti soldi in contanti, e prima della partenza dai uno sguardo agli avvisi ai viaggiatori per il Paese in cui ti stai recando. Nella pagina Travel Advice trovi i links diretti ai principali siti italiani ed esteri dove trovare informazioni aggiornate.

La Malaria

  • Buone notizie, niente malaria a Caramoan, così come niente malaria nell’intera provincia di Camarines Sur e nelle vicine province di Albay e Catanduanes, perlomeno al momento della mia visita. In particolare sembra che a Camarines Sur siano ormai anni che non si registrino casi di malaria.
  • Ricontrolla le informazioni aggiornate riguardo la situazione sanitaria sia di Camarines Sur che del resto delle Filippine (dove invece in alcune isole la malaria c’è) prima di programmare il viaggio. In questo blog la pagina Health ti sarà di aiuto, contiene i links al sito del CDC, il Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta, sito governativo americano che riporta una quantità incredibile di informazioni mediche per qualsiasi Paese del mondo.

I Pericoli del Mare

  • Il mare della Filippine è ricco, molto ricco di vita, di qualsiasi tipo. Incluso coralli taglienti, pesci pericolosi, serpenti marini e meduse. Quando entri in acqua e fai il bagno presta sempre grande attenzione, indossa un paio di scarpette e possibilmente la maschera, così puoi tenere sotto controllo chi ti sta intorno… Io durante lo snorkeling nelle isole non appena entrato in acqua mi sono ritrovato a nuotare con un velenoso serpente marino, e nemmeno piccolo, era a non più di 3 metri da me…  
  • Tieni presente che gli ospedali attrezzati più vicini a Caramoan sono a Naga ed a Legazpi, ad ore di strada. Non è questo il posto dove farti male.
Minalahos Island in front of Gota Beach, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Minalahos Island in front of Gota Beach, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Quando Andare? Il Clima a Caramoan

Quando andare a Caramoan? Quali sono i mesi migliori per viaggiare nella Caramoan Peninsula? Fa caldo? Quando piove? Ecco le cose che devi sapere prima di programmare il tuo viaggio.

  • Le temperature: i mesi più freschi sono gennaio e febbraio con medie minime intorno ai 22°/23° e medie massime inferiori ai 30°. Maggio e giugno i mesi più caldi, con medie minime di 24° e medie massime intorno ai 32°.
  • Il periodo più bello: da febbraio a maggio con marzo ed aprile solitamente i mesi migliori; certamente può piovere ma le probabilità di trovare tempo buono sono elevate.  
  • Quando piove? Di solito da giugno a novembre, anche dicembre a volte risulta discretamente piovoso. Novembre e dicembre possono inoltre essere ventosi.
  • I tifoni: sono possibili any time ma con maggior probabilità tra fine giugno e gennaio; il periodo compreso tra agosto e fine novembre/inizi dicembre è forse quello dove statisticamente è più probabile assistere al passaggio di un tifone.
  • La mia esperienza: ho viaggiato nella Caramoan Peninsula nel mese di agosto, due giornate sono state belle, luminose e soleggiate anche se mai del tutto limpide, sempre con un po’ di nuvole in cielo; una giornata è stata orribile, con pioggia forte per un’intera notte seguita da una mattinata con cielo grigio scuro e pioggerellina novembrina continua ed insistente: a quel punto me ne sono tornato a Manila!
  • Forecasts: controlla le previsioni aggiornate per Caramoan su AccuWeather e per maggior accuratezza verifica inoltre il tempo previsto a Legazpi su Windfinder

Guarda il mare di Caramoan in questo video a cura di Custer Aranas Film, ben riconoscibili il Tugave Cove Resort a 0’45’’, la spiaggia di Matukad Island a 1’06’’ e Lahos Island a 1’24’’:

Le Altre Guide sulle Filippine

Tutti i posts sulle Filippine pubblicati fino ad oggi in questo blog.

  • Le guide dedicate alle Spiagge e Isole delle Filippine, non solo Caramoan ma anche la magnifica isola di Palawan con la famosa El Nido e la poco conosciuta Port Barton. Con i miei suggerimenti sulle spiagge più belle e le escursioni da organizzare, oltre a tanti consigli di carattere pratico su come organizzarti per i trasporti ed i resorts più validi dove dormire.
  • Gli articoli sulla capitale Manila, con le informazioni sui trasferimenti aeroportuali e come spostarti in città, i quartieri migliori e gli alberghi meglio situati dove alloggiare, cosa vedere, cosa visitare e le attrazioni da non perdere, la sicurezza ed il clima.

Last Update: June 2nd 2020

Creative Commons 2.0 GenericFront cover photo credit: Matukad Island, Caramoan Peninsula, Camarines Sur, Philippines by travelourplanet.com. Photos come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.

Le 4 Escursioni in Barca a El Nido. Quale Scegliere?

Guida alle 4 Escursioni in Barca Più Belle di El Nido a Palawan nelle Filippine

Cosa fare a El Nido? Quale isola e quale spiaggia vedere? Quali sono i posti e le spiagge più belle di El Nido, quelle che non devi assolutamente perdere? La tua guida alle escursioni in barca a El Nido: quale tour scegliere e perché. La descrizione dettagliata, le foto e tanti video dei 4 tours proposti dalle agenzie e dagli alberghi di El Nido per l’island hopping in barca nella favolosa Bacuit Bay: il Tour A, il Tour B, il Tour C ed il Tour D. Le informazioni su come sono organizzati i tours con le particolarità di ognuno, dove si va, cosa si vede ed i miei suggerimenti su quale tour prenotare. Un articolo utile per farti un’idea precisa di come organizzare il tuo tempo nella più famosa e bella località di mare dell’isola di Palawan nelle Filippine. 

Island Hopping, Bacuit Bay, El Nido, Palawan, Philippines

Island Hopping, Bacuit Bay, El Nido, Palawan, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Le 4 Più Belle Escursioni in Barca a El Nido

Quale Tour Scegliere a El Nido?

Vai a El Nido e ti stai chiedendo quali escursioni fare? Quali sono le spiagge più belle da non mancare? Bene, sono 4 i tours in barca su base condivisa proposti dalle agenzie e dagli alberghi di El Nido per esplorare le spiagge e le isole della favolosa Bacuit Bay a Palawan, uno dei posti più belli non solo delle Filippine ma dell’intera Asia.

  • E se vai a El Nido dovrai scegliere quale tour effettuare. E visto che ogni tour ha il suo costo e che in genere in viaggio ci sono limiti di tempo non è detto che puoi farli tutti.
  • Senza molta fantasia i 4 diversi tours proposti ad El Nido vengono designati con le prime quattro lettere dell’alfabeto: Tour A, B, C e D. In realtà questo rende le cose più semplici al momento di prenotare le escursioni rendendo impossibile qualsiasi misunderstanding.
  • Nonostante in internet si trovino diversi articoli che consigliano i soli Tour A e Tour C il mio suggerimento è di fare almeno 3 tours, e di includere anche il Tour B, così da farti un’idea più completa del posto e vedere due spiagge magnifiche che altrimenti mancheresti. Questo significa due cose. La prima è che per fare 3 tours dovrai investire un discreto ammontare di denaro, ma vedrai dei posti talmente belli che valgono ogni soldo che spendi. La seconda è che dovrai soggiornare ad El Nido per un minimo di 4 notti così da avere 3 intere giornate a disposizione.
  • Per sapere come prenotare i tours in barca su base condivisa, a chi rivolgerti e le valutazioni da fare se intendi invece utilizzare una barca in esclusiva riservata solo per te in questo blog c’è una guida che ti sarà di aiuto: El Nido: il Mare Più Bello di Palawan. Come Arrivare, Cosa Fare, il Clima. L’articolo include inoltre un’ampia sezione dedicata a come arrivare ad El Nido con le informazioni sui voli diretti su El Nido, sull’opzione di utilizzare l’aeroporto di Puerto Princesa e su come raggiungere El Nido se vuoi visitare anche Port Barton e l’isola di Coron. Oltre alle cose da sapere su sicurezza e clima.
  • Per sapere invece dove dormire ad El Nido leggi il post dedicato Palawan: i Migliori Resorts di El Nido con una breve presentazione delle diverse zone geografiche di El Nido e dei resorts ed alberghi da me preferiti con pro e contro di quale scegliere a seconda di quale budget hai a disposizione, di quello che cerchi e del periodo dell’anno in cui viaggi.
Boat ready for Island Hopping, Main Beach, El Nido, Palawan, Philippines

Boat ready for Island Hopping, Main Beach, El Nido, Palawan, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Island Hopping a El Nido: Cose Utili da Sapere

  • Quando prenoti una delle escursioni in barca insieme ad altri partecipanti proposte dalle agenzie ed alberghi di El Nido sappi che sarà un’escursione dell’intera giornata: di solito la partenza è alle 9 con rientro tra le 15.30 e le 16.30. La cosa vale per tutti i 4 tours, con il Tour B ed il Tour C a rientrare generalmente più tardi.
  • Il solo tour che, qualche volta, fa eccezione a questa regola dell’intera giornata e viene ogni tanto proposto in formula condivisa in mezza giornata è il Tour D, quello che porta a Cadlao Island. Ma devono esserci abbastanza partecipanti, se così non è il tour non viene effettuato. E se vuoi effettuarlo in mezza giornata devi trasformarlo in un tour privato con un aggravio di costi.
  • Quando ti imbarchi e quando sbarchi non c’è molo, sia che tu parta dal paese di El Nido che dalla spiaggia di Corong Corong per salire e scendere dalla tua imbarcazione dovrai mettere i piedi in acqua. E se c’è alta marea l’acqua arriva alla vita. Evita i pantaloni, sia lunghi che corti e parti direttamente in costume da bagno.
  • Davvero utile per queste gite, quasi indispensabile, utilizzare una dry bag stagna dove infilare abiti, portafoglio, cellulare, digitale e videocamera. Se non ne hai una non preoccuparti, è l’articolo più venduto nei negozi e nelle botteghe di El Nido, ne trovi di ogni colore e dimensione, e costano poco.
  • Non morirai di fame. A El Nido i tours sono super organizzati e qualsiasi agenzia che porta fuori clienti in barca è obbligata dalla capitaneria di porto a fornire loro il pranzo. Il menù è piuttosto standard, praticamente identico chiunque sia ad organizzare la gita, con poche variazioni: ossia pesce e pollo alla griglia, riso, insalata e frutta. E completo di acqua e caffè. Qualche volta trovi la carne di maiale, altre i calamari ma non è la norma. Se sei vegetariano comunicalo in anticipo. Birra o soft drinks sovente sono disponibili a pagamento, chiedi riconferma quando prenoti.
  • Pinne e maschere vengono in genere fornite, alcune agenzie come l’Artcafé le prevedono gratuitamente. Tu però ricontrolla al momento che ti iscrivi alla gita. Così come controlla se è incluso oppure no l’Eco-Tourism Development Fee, il permesso obbligatorio per partecipare alle escursioni nella Bacuit Bay, si paga alla prima escursione ed è poi valido per 10 giorni.
Dry Bags, Shop in El Nido, Palawan, Philippines

Dry Bags, Shop in El Nido, Palawan, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Le NUOVE Regole Introdotte nel 2019 per Visitare le Lagune dell’isola di Miniloc

Rispetto a quanto trovi descritto di seguito nel corso dell’articolo nella descrizione del celebre Tour A, tieni presente che ci sono delle novità e dei cambiamenti. A partire dall’inizio del 2019 infatti sono state introdotte nuove regolamentazioni per la visita della Big e della Small Lagoon sull’isola di Miniloc, in precedenza entrambe visitate insieme nel corso del Tour A.

  • Con le nuove regole entrambe le lagune hanno l’accesso contingentato e l’agenzia che organizza la gita deve assicurarsi in anticipo lo slot orario. Non solo, con le nuove regole ogni visitatore può visitare nel corso della stessa escursione solo una delle 2 lagune e non entrambe, ecco così che il Tour A viene ora proposto con la visita della Big Lagoon oppure con la visita della Small Lagoon.
  • Se vuoi vederle entrambe hai 2 soluzioni. La prima è partecipare due volte al Tour A, la prima volta comprensivo della Big Lagoon e la seconda volta con la Small Lagoon. La seconda, migliore se viaggi in famiglia o con un gruppo di amici, è partecipare una prima volta al Tour A di gruppo che comprenda una delle due lagune e la seconda volta organizzare un tour privato che ti porti a visitare la laguna mancante più tutte le altre isole/tappe del Tour B, così da non fare ripetizioni.
  • L’accesso alle 2 lagune richiede inoltre un fee speciale, in aggiunta all’Eco-Tourism Development Fee, quando prenoti la tua gita chiedi se è già compreso oppure extra. Tieni comunque presente che la situazione è in divenire, sarà da vedere nel corso del tempo se queste nuove regole verranno effettivamente applicate con rigore oppure no.

Utilizza questa mappa per individuare rapidamente le isole principali e le diverse aree della vasta Bacuit Bay dove vengono condotti i 4 tours in barca così da renderti condotti della loro posizione rispetto al paese di El Nido ed alla spiaggia di Corong Corong dove sorgono la maggior parte delle strutture ricettive:

Bacuit Bay Map, El Nido, Palawan, Philippines

Bacuit Bay Map, El Nido, Palawan, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

I 4 Tours di Island Hopping a El Nido

Ecco di seguito una breve presentazione dei 4 diversi tours in barca organizzati dalle agenzie e dagli alberghi di El Nido, con le particolarità di ognuno, dove si va e cosa si vede.

  • Le tappe riportate sono quelle di solito previste all’interno di ogni tour ma considera che a volte ci sono eccezioni ed un’agenzia può combinare le soste in modo diverso rispetto a quanto ho indicato. Ne è un esempio l’isola di Entalula da alcune agenzie visitata nel Tour A invece che nel Tour B.
  • Come scritto nel paragrafo precedente tieni inoltre presente che per effetto delle nuove regolamentazioni il Tour A non prevede più al momento la visita di entrambe la Big Lagoon e la Small Lagoon, dovrai scegliere il Tour A con la Big Lagoon oppure il Tour A con la Small Lagoon. Inoltre, se la Small Lagoon anche in precedenza era accessibile solo a nuoto od in kayak, dal 2019 anche la Big Lagoon è visitabile solo ed unicamente accedendovi a piedi se la marea è bassa, nuotando, oppure utilizzando un kayak. Quando prenoti la gita assicurati che sia compreso, oppure porta con te dei soldi per noleggiarlo sul posto.
  • La mia descrizione, le foto ed i video che trovi all’interno di questo articolo dovrebbero permettere di farti un’idea precisa del magnifico ambiente naturale della Bacuit Bay e di cosa aspettarti dalle diverse escursioni.
Miniloc Island, Bacuit Bay, El Nido, Palawan, Philippines

Miniloc Island, Bacuit Bay, El Nido, Palawan, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Tour A

  • E’ il primo tour da fare, è centrato sulla favolosa Miniloc Island e ti porta ai due posti in assoluto più celebri di El Nido, la Big e la Small Lagoon. Sono proprio queste due lagune ad aver fatto diventare famosa El Nido nel mondo. E sono davvero straordinarie.
  • La Big Lagoon è un’ampia laguna interamente attorniata da alte pareti rocciose completamente ricoperte da foresta, a me ha ricordato molto la laguna nascosta di Pileh nell’isola di Phi Phi Leh in Thailandia, come quest’ultima non ha spiaggia.
  • Il punto forte della Big Lagoon è però l’entrata, uno stretto e scenico canale lungo circa 150 metri, dall’acqua bassa e stretto tra due impressionanti pareti di roccia. Io ci sono stato due volte, la prima con la bassa marea percorrendo il canale a piedi nell’acqua alta non più di 30 centimetri, e la seconda volta con l’alta marea navigandoci attraverso in barca, un’esperienza incredibile, davvero emozionante.
Entrance to Big Lagoon, Miniloc Island, Bacuit Bay, El Nido, Palawan, Philippines

Entrance to Big Lagoon, Miniloc Island, Bacuit Bay, El Nido, Palawan, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

  • La Small Lagoon sorge ad un centinaio di metri dalla Big Lagoon ed è più piccola. La sua particolarità è che per accedervi occorre passare in uno strettissimo varco tra le rocce, totalmente inaccessibile a qualsiasi imbarcazione. E’ lo stretto passaggio che puoi osservare nella foto di apertura di questo articolo e nella foto seguente.
  • Per entrare nella Small Lagoon hai solo due possibilità: o ci entri a nuoto oppure l’unica altra alternativa è entrare col kayak. Il kayak lo puoi affittare direttamente sul posto, un operatore piazzato all’entrata su una barca appoggio ne ha decine, non dovrebbe essere un problema trovarne uno, non occorre prenotarlo in anticipo.
  • Per esplorare la Small Lagoon con il kayak c’è un costo addizionale ma tu non esitare perché è un’esperienza magnifica, anzi è l’unico modo a mio parere per poterla davvero apprezzare come si deve ed ammirarla con calma.
Kayak exiting Small Lagoon, Miniloc Island, Bacuit Bay, El Nido, Palawan, Philippines

Kayak exiting Small Lagoon, Miniloc Island, Bacuit Bay, El Nido, Palawan, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

  • Se le condizioni del mare lo consentono nel corso del Tour A si approda anche alla Secret Lagoon, situata sul lato sud-occidentale di Miniloc e più esposta al vento ed alle onde del mare aperto, io purtroppo l’ho dovuta saltare, magari tu sei più fortunato.
  • In genere viene fatta una tappa a Shimizu Island per lo snorkeling e sulla via del rientro si fa una sosta alla bella 7 Commando Beach.
  • A volte viene inserita all’interno del Tour A (tu chiedi conferma) anche una sosta alla splendida Entalula Island, situata non molto distante e di solito sempre prevista invece nel Tour B.
  • Per ultimo, alcune agenzie come l’Artcafé prevedono due differenti modalità di fare il Tour A: oltre al tour classico in barca propongono un kayak tour con un proprio kayak personale imbarcato a bordo dell’imbarcazione principale. Il costo di quest’ultima opzione è ben più alto ma avrai il tuo kayak a disposizione non solo alla Small Lagoon (dove come hai letto puoi comunque affittarlo sul posto) ma anche per tutte le soste della giornata.
  • Guarda lo spettacolare scenario naturale della Big e della Small Lagoon riprese con un drone, le immagini sono a cura di Marek Cesnak:

Tour B

  • E’ il secondo tour più lungo di tutta la Bacuit Bay, ed anche il secondo più costoso. Si sviluppa nella parte centro meridionale della baia ed è anche conosciuto come Caves & Coves Tour.
  • In realtà non sono certo le grotte, sebbene credo interessanti, il clou dell’escursione. Il Tour B ti dà invece la possibilità di fare dell’ottimo snorkeling dalle parti di Lagen Island e di visitare due posti magnifici.
  • Il primo è Entalula Island, ed è uno schianto di isola. E di spiaggia. Bellezza allo stato puro. Forse la spiaggia più bella che ho visto a El Nido. E’ la spiaggia che vedi sotto in foto.
  • Una striscia di sabbia bianchissima, mare dei colori meravigliosi (ed io l’ho visto con il cielo completamente coperto, chissà col sole ed il cielo azzurro) con alle spalle una straordinaria parete di roccia calcarea grigia tutta striata. Aggiungici delle alte e scenografiche palme a completare la scena ed il quadro che si è presentato ai miei occhi è uno di quelli che ricorderò tutta la vita.
  • Una piccola sezione delle spiaggia di Entalula è privata, ossia riservata come Beach Club agli ospiti di Miniloc, uno dei quattro alberghi di lusso che compongono El Nido Resorts, ma la sezione più bella della spiaggia è invece libera ed accessibile a tutti, te la puoi godere come si deve!
Beautiful Entalula Island, El Nido, Palawan, Philippines

Beautiful Entalula Island, El Nido, Palawan, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

  • Il secondo posto super del Tour B è Pinagbuyutan Island, in genere visitato all’inizio oppure verso la fine dell’escursione. Un enorme pinnacolo di roccia che si eleva maestoso sopra un’altra bellissima spiaggia.
  • Pinagbuyutan a me ha ricordato un po’ alcune delle isole calcaree che si innalzano di fronte alla Penisola di Railay a Krabi. Ma il mare è ancora più bello. Anche qui sabbia bianchissima, mare dalle magnifiche sfumature ed alte palme che si innalzano al di sopra di un prato verdissimo.
  • Quando esplori l’area dei pinnacoli di roccia all’estrema sezione meridionale di Pinagbuyutan presta attenzione: è qui che ho osservato, in una delle pozze lasciate con il ritiro della marea, un serpente marino. Meglio guardare dove metti i piedi.
  • E non ci sono solo Entalula e Pinagbuyutan. Il Tour B raggiunge un altro posto interessante, è la lontana Snake Island. Non preoccuparti, qui niente serpenti, il nome dell’isola deriva da una lunga lingua di sabbia serpeggiante che si inoltra in mare e che emerge solo quando la marea è particolarmente bassa. Un sentiero permette di raggiungere il punto più alto dell’isoletta da dove puoi scattare belle foto dell’intera sezione meridionale della Bacuit Bay. Il colpo d’occhio vale i 5 minuti scarsi di cammino per raggiungere la sommità, scendi dalla barca con le scarpette ed ignora le scimmiette che bazzicano in zona.
Pinagbuyutan Island, El Nido, Palawan, Philippines

Pinagbuyutan Island, El Nido, Palawan, Philippines

Photo Credit: travelourplanet.com

Tour C

  • Ritenuta imperdibile insieme al tour A, è la più costosa delle 4 escursioni di El Nido perché è la più lunga e quella dove si percorre il maggior numero di miglia. E’ centrata sulla visita della grande e frastagliata Matinloc Island e della vicina Tapiutan Island.
  • Dal paese di El Nido occorre un’ora di navigazione per raggiungere l’isola di Matinloc che chiude ad ovest l’ampia Bacuit Bay e la ripara dalle onde del mare aperto.
  • Poi davanti ai tuoi occhi apparirà uno spettacolo straordinario, preannunciato solitamente da un buon numero di barche ormeggiate a ridosso della scogliera: è l’incredibile Hidden Beach, una caletta nascosta invisibile dall’esterno ed accessibile solo a nuoto. E’ il vero punto forte della giornata, prima di lasciare la barca indossa delle scarpette, utili per non ferirti ai piedi.
  • Doppiata l’estrema punta settentrionale di Matinloc Island la barca entra nel canale naturale che separa Matinloc da Tapiutan Island. E’ un posto di grande bellezza, come ti puoi rendere conto da queste riprese aeree a cura di Nino Luba, la spiaggia che si vede è Star Beach:
  • In genere ci si ferma a fare il bagno dalle parti di Star Beach con buone probabilità di avvistare le tartarughe per poi dirigersi senza esitazioni ad una delle spiagge più belle della Bacuit Bay: è Talisay Beach, ed è qui che si pranza sovrastati dalla magnifica ed alta scogliera.
  • Occorrono condizioni di tempo perfette, con assenza di vento e di onde, per poter visitare la minuscola baietta nascosta di Secret Beach, situata sulla costa occidentale di Matinloc e completamente esposta al mare aperto. Per accedervi dovrai nuotare in uno stretto varco della roccia.
  • Inizia poi il lungo ritorno, sempre molto panoramico, con una sosta a Dilumacad Island per rilassarsi e fare il bagno a Helicopter Beach. A me è parsa meno significativa di altre spiagge ma la sosta risulta piacevole per interrompere il lungo viaggio in barca che ti riporta al paesino di El Nido.
  • Il video completo delle spiagge e baiette che visiti durante il Tour C in questo filmato a cura di Peter Lacey:

Tour D

  • Indicato anche come Cadlao Tour, è il più breve ed anche il più snobbato dei 4 tours di El Nido. C’è un motivo per il quale è snobbato, anzi in verità più di uno.
  • Primo: il Tour D è centrato sull’isola di Cadlao, che è la più vicina al paese di El Nido, e la più raggiungibile autonomamente anche senza dover partecipare ad un tour organizzato. Se il tempo è bello ed il mare calmo volendo ci puoi andare anche da solo noleggiando un kayak all’Artcafé. E la cosa ti costerà parecchio di meno rispetto a qualsiasi altro tour. Anzi, se hai solo 5 o 6 ore a disposizione questa è una grande idea per impegnare al meglio il tempo.
  • Secondo: Cadlao pur essendo un’isola molto scenica (farebbe faville in qualsiasi altra destinazione mare del pianeta) è inserita in un contesto, la Bacuit Bay, che offre isole e spiagge assolutamente eccezionali, tra le più spettacolari del mondo. E più belle di Cadlao.
  • Terzo ed ultimo: non tutti hanno 4 giornate da dedicare ai tours in barca, e quando si tratta di scegliere occorre dare le priorità ai posti più belli. Quindi Cadlao rimane fuori.
  • Ma cosa si vede a Cadlao? Il Tour D solitamente prevede la visita delle baiette di Nat Nat e di Pasandigan Cove, di Ubungon Bay conosciuta anche come Cadlao Lagoon, della suggestiva e minuscola Bukal Island e di Paradise Beach, forse la più bella di tutte le spiagge di Cadlao Island. Qualche operatore per rendere il tour più attraente aggiunge anche una sosta ad Ipil Beach situata sulla terraferma lungo il promontorio che separa il paese di El Nido dalla spiaggia di Corong Corong, altri invece aggiungono la spiaggia di Helicopter Island. Altri ancora come l’Artcafé hanno iniziato a proporre di Tour D con la modalità barca+kayak al seguito, così da renderlo più appetibile.
  • Se decidi di andare a Cadlao tieni presente che essendo meno gettonata rispetto ad altre mete della Bacuit Bay avrai qualche chance in più di avere il posto a tua totale disposizione, cosa che raramente ti capiterà in altri posti di El Nido…
  • Ma com’è Cadlao Island? La costa meridionale dell’isola in questo video a cura di Rechel Fondevilla:

Le Altre Guide sulle Filippine

Tutti i posts sulle Filippine pubblicati fino ad oggi in questo blog.

  • Le guide dedicate alle Spiagge e Isole delle Filippine, non solo El Nido ma anche la assai meno frequentata Port Barton, sempre a Palawan, e la remota Caramoan Peninsula nel sud di Luzon, praticamente sconosciuta ai viaggiatori occidentali. Con i miei suggerimenti sulle spiagge più belle e le escursioni da organizzare, oltre a tanti consigli di carattere pratico su come organizzarti per i trasporti ed i resorts più validi dove dormire.
  • Gli articoli sulla capitale Manila, con le informazioni sui trasferimenti aeroportuali e come spostarti in città, i quartieri migliori e gli alberghi meglio situati dove alloggiare, cosa vedere e le attrazioni da non perdere, la sicurezza ed il clima.

Last Update: June 9th 2020

Creative Commons 2.0 GenericFront cover photo credit: entrance to Small Lagoon, Miniloc Island, Bacuit Bay, El Nido, Palawan by travelourplanet.com. Photos come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.