DESTINATIONS

Le Guide su Paesi, Città e Destinazioni

Guide pratiche e dettagliatissime su Paesi, città e destinazioni. Cosa vedere, quanto stare, in quale quartiere prenotare l'albergo, come spostarsi, che tempo fa. I miei suggerimenti su come organizzarti e tanti links utili dove cercare info aggiornate. Da stampare e portare in viaggio.

GREAT JOURNEYS

I Grandi Viaggi

Veri e propri programmi di viaggio spiegati in dettaglio, giorno per giorno, con tutte le informazioni ed i links che occorrono per poter prenotare, da solo e sul web, alberghi, trasferimenti e voli interni.

WHEN TO GO?

Il Clima

Il tempo che potresti trovare, Paese per Paese, regione per regione, quasi mese per mese. Quando è meglio andare e quando è più saggio starsene a casa. I links dove controllare forecasts ed averages di temperatura e piovosità.

Singapore: Guida ai Quartieri Migliori Dove Alloggiare, la Sicurezza ed il Clima

Guida ai Quartieri Più Belli di Singapore Dove Dormire

Perché andare a Singapore? E dove dormire a Singapore? Quali sono i quartieri più belli? La guida completa ai migliori quartieri di Singapore ed alle zone più comode dove alloggiare con le caratteristiche di ognuno ed i miei consigli sugli alberghi e gli ostelli migliori dove stare. La scintillante Orchard Road: la location perfetta nel cuore della città tra grandi alberghi e lussuosi shopping malls. L’area di Bencoolen Street e Bugis Junction: buoni alberghi a tariffe accessibili e grande comodità per gli spostamenti. I quartieri lungo il Singapore River: Robertson Quay per le famiglie e Clarke Quay per la vita notturna. Gli alberghi di lusso di Marina Square e del Central Business District. Chinatown: tra boutique hotels in stile coloniale e gli ostelli più centrali di Singapore. I quartieri etnici: Arab Street a Kampong Glam e Little India, alla ricerca delle sistemazioni più economiche di Singapore. La sicurezza a Singapore: safety e cultural tips. Ma quando andare a Singapore? Le cose da sapere sul clima di Singapore, quando piove, le temperature, i mesi migliori per viaggiare, che clima c’è ad agosto. Tante informazioni ed i miei suggerimenti per organizzare il tuo viaggio a Singapore da solo ed in completa autonomia. 

View of ArtScience Museum at Night, Marina Bay Sands, Singapore

ArtScience Museum at Night, Marina Bay Sands, Singapore

Photo Credit: Zexsen Xie

Overview

Singapore: la Città (quasi) Perfetta

Singapore è una delle più belle città dell’Asia. Bella da visitare e bella dove vivere. Una città ordinata, una città pulita, una città ricca. Una città dove l’acqua è potabile e dove le cose funzionano magnificamente, ad iniziare dai trasporti.

Singapore è una città verde, e non solo per i parchi, la cosa che forse impressiona di più è la cura con cui vengono progettate e tenute le sue strade, piene di alberi, di aiuole e di fiori. Singapore è ricca di ampi spazi pedonali, dove è piacevole passeggiare ed anche andare in bici.

Certo, Singapore non offre i templi grandiosi e l’incredibile autenticità di Bangkok, né le fascinose atmosfere di Shanghai ed Hong Kong, la città è tutta perfetta, e per alcuni anche un po’ finta. Di sicuro Singapore non appare tipica come altre grandi metropoli del Sud-est dell’Asia, le sue vie ampie e linde fiancheggiate da grandi shopping malls, moderni palazzi residenziali, alti grattacieli ed alberghi spettacolari le danno un’apparenza tutta occidentale.

E di sicuro così è in gran parte della città. Passeggiando per Orchard Road, nel quartiere di Marina Centre, nei quartieri lungo il Singapore River o nel Central Business District Singapore non appare differente da una moderna città americana, neozelandese od australiana. Anche alcuni dei suoi quartieri etnici, Chinatown e Kampong Glam su tutti, nonostante le caratteristiche shophouses dai colori pastello alla fin fine appaiono un po’ troppo perfetti, senza sbavature, senza macchie e senza brutture.

Lunch at Hans im Gluck, German Burgergrill, Orchard Road, Singapore

Lunch at Hans im Gluck, German Burgergrill, Orchard Road, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Però se cerchi con attenzione qualcosa di meno patinato e scintillante esiste. Anche a Singapore. Come nel quartiere di Little India dalle parti di Serangoon Road, dove Singapore prende almeno un poco le sembianze di Asia vera ed autentica. Con i colori, gli odori e la cucina a ricordare il Subcontinente.

E non è vero che Singapore sia una città noiosa. Forse lo era una volta ma ora non è più così e se la sera vuoi fare tardi e stare in giro i posti dove andare non mancano. E non ci sono solo locali eleganti e rooftop esclusivi, i bars di Clarke Quay attraggono ogni sera migliaia di ragazzi e ragazze e le sere dei week-ends c’è il delirio, è proprio qui che trovi le discoteche più belle di Singapore, come il celebre Zouk.

Ed anche chi vuole emozioni forti troverà quello che cerca. Perché come in tutte le città anche a Singapore ci sono dei veri e propri punti di rottura, sconosciuti alla quasi totalità dei turisti. Perché non pubblicizzati. Posti e cose che nell’ordinata, pianificata ed super organizzata Singapore, dove nulla si improvvisa e dove deviare da quello che il governo desidera non è possibile, mai ti aspetteresti di vedere. Come a sud di Geylang Road nel quartiere di Geylang. Oppure, ancor più inaspettatamente, perfino nel cuore della scintillante Orchard Road, dove ti basta entrare nel famigerato Orchard Towers, salire un piano di scale ed in attimo capire tutto.

Night View of Helix Bridge (left), Marina Bay Sands (center) and ArtScience Museum (right), Singapore

Night View of Helix Bridge (left), Marina Bay Sands (center) and ArtScience Museum (right), Singapore

Photo Credit: Zexsen Xie

Ti invito a non dare nulla per scontato, a non fidarti mai troppo delle apparenze. Singapore è davvero magnifica e merita di essere visitata. E senza troppa fretta. Anche se priva di templi imperdibili, di monumenti o di particolari doveri turistici. Anzi Singapore è una città dove è piacevole tornare, anche più volte, anche se già la conosci.

Anche perché c’è un qualcosa in cui Singapore è davvero eccezionale. Ed è forse la cosa che in assoluto colpisce di più. Singapore è una città incredibilmente cosmopolita, più di altre grandi città orientali. Singapore offre un mix culturale straordinario e di questo te ne accorgi quando passeggi, nei malls ma anche per le strade dei suoi quartieri. Una babele di lingue. E di ristoranti. Un abitante di Singapore su tre proviene da qualche altra parte del pianeta, e se la maggior parte dei residenti provengono da altri Paesi dell’Asia, con importanti comunità cinesi, malesi e dell’India, sono sempre di più gli occidentali, europei, americani ed australiani a viverci e lavorarci, attratti dall’ottima qualità della vita, dall’altissimo livello di scuole, università ed ospedali. Ma anche dalla stabilità politica e dalla mancanza di tensioni etniche e politiche.

E questo articolo è una vera e propria guida, sintetica ma completa, ai quartieri più belli e caratteristici di Singapore dove alloggiare. Con le caratteristiche di ognuno ed i miei consigli sugli alberghi ed ostelli più validi dove dormire, dagli alberghi di gran di lusso ai boutique hotels, dai migliori alberghi come rapporto qualità/prezzo agli ostelli più economici se viaggi solo e vuoi spendere poco. Così puoi farti un’idea chiara delle differenti zone e quartieri della città ed al momento di prenotare l’albergo scegliere il quartiere che più ti ispira.

Night View of Robertson Quay, Singapore River, Singapore

Night View of Robertson Quay, Singapore River, Singapore

Photo Credit: Erwin Soo

Transportation

Vuoi sapere come andare dall’aeroporto Changi al centro di Singapore? E come utilizzare al meglio i taxi e l’efficiente ed economicissima metropolitana per spostarti da un punto all’altro della città? Due articoli interamente dedicati ai trasporti a Singapore ti saranno di aiuto per organizzare facilmente tutti i tuoi spostamenti.

  • In Guida all’Aeroporto Changi ed ai Trasferimenti Aeroportuali a Singapore trovi la descrizione delle tante attrazioni del Changi Airport, forse l’aeroporto più bello e funzionale del mondo: dai giardini sospesi con vista sugli aerei alle smoking areas all’aperto, dalle aree gioco per i bambini a dove acquistare le SIM card pre-pagate a dove prenotare i tours guidati gratuiti di Singapore riservati ai passeggeri in transito. Oltre a tutte le differenti opzioni di trasporto per raggiungere dall’aeroporto il centro di Singapore con pro e contro di ognuna.
  • In Singapore: Guida Completa ai Trasporti puoi leggere invece i miei consigli e tutte le informazioni che ti possono servire per organizzare da solo ed in completa autonomia i tuoi spostamenti a Singapore. Con le cose da sapere sui taxi di Singapore, la mappa e le linee della metropolitana, le differenze tra il biglietto singolo e le tessere, perché il comodo Singapore Tourist Pass non sempre risulta conveniente…
Premium Queen View with Bunk Room, YOTEL Singapore, Singapore

Premium Queen View with Bunk, YOTEL Singapore, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Where To Stay, my suggestions

I Miei Consigli sui Migliori Quartieri di Singapore Dove Dormire

Dove alloggiare a Singapore? In quale zona di Singapore prenotare l’albergo? Meglio dormire nei grandi alberghi di Orchard Road, scegliere uno dei boutique hotels di Chinatown od uno degli alberghi lungo il Singapore River? Quali sono e dove si trovano i migliori ostelli e le sistemazioni a basso costo di Singapore?

  • Ecco la descrizione completa, molto in dettaglio, dei migliori quartieri di Singapore che più meritano un soggiorno, decidi tu dove stare a seconda se viaggi per turismo o per lavoro, di quello che cerchi e del budget che hai a disposizione.
  • Trovi anche una breve presentazione di alcuni degli ostelli e degli hotels più validi: alcuni costano cifre ragionevoli, altri hanno tariffe importanti, altri ancora costano molto poco e se viaggi con un budget ridotto potrebbero fare al caso tuo. Tutti hanno un’ottima location ed all’interno delle rispettive fasce di costo sono tutti alberghi che io prenderei in considerazione per un mio soggiorno. Tu tienili come riferimento per confrontarli con l’albergo che più ti ispira.
  • I links sono di Booking.com, e sono dei links specifici quartiere per quartiere, così è ben più facile controllare disponibilità e tariffe per la sola area che ti interessa.
  • Sotto trovi anche una mappa, i point makers ti saranno utili per individuare in un attimo la posizione esatta di tutti i quartieri qui descritti, così ti fai velocemente un’idea della geografia della città.
View of Orchard Road in front of ION Orchard Mall, Singapore

Orchard Road in front of ION Orchard Mall, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Orchard Road: la Strada Simbolo di Singapore

Orchard Road sta a Singapore come gli Champs-Elysées stanno a Parigi, l’Avenida Paulista sta a Sao Paulo e Ginza sta a Tokyo. E’ la via simbolo di Singapore, la via del passeggio, con le aiuole tutte curate ed i marciapiedi larghi, fiancheggiata da shopping malls e negozi di lusso.

  • E’ vero che Singapore è cambiata molto negli ultimi 20 anni e tanti nuovi e grandi alberghi siano sorti un po’ dappertutto, anche in quartieri che prima ne erano totalmente privi. Ma sebbene non abbia più lo smalto di una volta Orchard Road continua ad essere un gran bel posto dove alloggiare, forse il più bello di tutta Singapore.
  • E’ lunga 2 chilometri e mezzo Orchard Road, e servita da ben 3 stazioni della metropolitana, ma il suo tratto più scenico e pieno di vita è quel chilometro compreso tra la pittoresca Emerald Hill Road ad est e Scotts Road ad ovest, in corrispondenza delle due stazioni della metro di Somerset MRT e Orchard MRT.
  • E l’incrocio di Orchard Road con Scotts e Paterson ne è il suo vero cuore pulsante, dove Orchard Road mostra il suo lato più spettacolare. E’ proprio qui che si trova la frequentatissima stazione della metropolitana di Orchard MRT, l’inconfondibile grattacielo del Marriott Tang Plaza Hotel con il suo tetto a forma di pagoda, lo splendente ION Orchard Mall pieno di negozi bellissimi e la più alta, esclusiva e ricercata di tutte le torri residenziali di Singapore. Il movimento di gente è continuo dalla prima mattina alla tarda serata. E’ questo il centro del centro di Singapore, più in centro di così non puoi stare.
  • Ma dove alloggiare ad Orchard Road? Abbondano gli alberghi su e nei dintorni di Orchard Road, hai solo l’imbarazzo della scelta, soprattutto nella categoria dei 4 e dei 5 stelle.
View of ION Orchard and corner of Scotts and Paterson with Orchard Road from 27th Floor of YOTEL Singapore

ION Orchard and corner of Scotts and Paterson with Orchard Road from 27th Floor of YOTEL Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Gli Hotels di Orchard Road

  • Leggermente defilati nella parte alta di Orchard, oltre l’incrocio con Scotts e Paterson tra Tanglin Road e Cuscaden Road trovi i grandi classici: l’Hilton, il Regent, il St. Regis ed il Four Seasons, ed un poco più a nord lo Shangri-La. Nella stessa zona l’Orchard Singapore è disponibile di solito a tariffe più basse ed offre un buon compromesso come prezzo/qualità.
  • Esattamente all’incrocio di Orchard con Scotts c’è l’ottimo Marriott Tang Plaza e poco più a nord quel gioiello del Goodwood Park Hotel, se sei in cerca di reminiscenze coloniali è il posto giusto. Sul retro di quest’ultimo ed accessibile da Elizabeth Road il modernissimo The Quincy Hotel by Far East Hospitality è in assoluto uno degli hotels più belli di Singapore, e la cosa interessante è che qualche volta risulta disponibile un po’ inaspettatamente a tariffe davvero attraenti.
  • Se invece viaggi con un budget contenuto e vuoi spendere il meno possibile senza però rinunciare alla location perfetta è proprio qui, all’incrocio di Orchard Road con Scotts e di fronte ad ION Orchard, che trovi l’albergo giusto: è il nuovo, anzi nuovissimo YOTEL Singapore. Camere piccole, anzi minuscole, ma luminose e super tecnologiche, a costi più che ragionevoli. Ambienti comuni modernissimi e piscina con vista. E chiaramente è la dimensione delle camere cha fa la differenza, che ti permette di alloggiare in un albergo allegro in una location fenomenale senza mandare in crisi il tuo budget. Se vai a Singapore te lo consiglio. Ma solo se viaggi con pochi bagagli e ti fermi una o massimo due notti. Perché le camere sono di 16 mq e lo spazio vivibile è praticamente inesistente, meglio che tu lo sappia subito, e se ti fermi di più allora è forse meglio che scegli un hotel tradizionale.
  • Nel tratto più bello e scintillante della strada a metà strada tra le due stazioni della MRT di Orchard e Somerset sorge un altro classico, un albergo famoso che fa parte da anni del panorama di Orchard Road: è il Mandarin Orchard, il suo Shisen Hanten by Chen Kentaro è l’unico ristorante cinese di Singapore con 2 stelle Michelin.
  • Quasi di fronte sorge l’Holiday Inn Express Singapore Orchard Road e poco distante l’Holiday Inn Singapore Orchard City Centre, mentre esattamente sopra la fermata Somerset MRT il Jen Orchardgateway Singapore Hotel è uno dei più scintillanti tra i nuovi alberghi di categoria media della città. Tutti i tre alberghi sono di solito in vendita a tariffe tutt’altro che proibitive ed offrono un elevato rapporto qualità/prezzo ed una super location.
Bugis+ Shopping Mall, Victoria Street and Middle Road, Bugis, Singapore

Bugis+ Shopping Mall, Victoria Street and Middle Road, Bugis, Singapore

Photo Credit: Erwin Soo

Bencoolen Street & Bugis: Location Centrale a Tariffe Ragionevoli

Vai a Singapore e stai cercando un albergo discreto ma non vuoi svenarti? Non sarà la zona più bella di Singapore, non sarà la più tipica e nemmeno la più economica in assoluto, ma il rettangolo compreso tra Bencoolen Street, Bras Basah Road, Beach Road e Rochor Road offre una location centrale, numerosi ristoranti per nutrirsi come si deve, ottime opportunità di shopping ed un buon numero di alberghi di solito disponibili a tariffe che per Singapore possono definirsi più che ragionevoli.

  • All’estremità orientale di Orchard Road, lungo Bencoolen Street e le vie adiacenti sono diversi gli alberghi di 3 stelle superiore e 4 stelle ad offrire una buona posizione associata ad un rapporto qualità/prezzo di solito molto valido.
  • La posizione è molto buona. Dalla fermata della metro di Dhoby Ghaut MRT distante non più di 350 metri dall’estremità meridionale di Bencoolen Street la linea viola ti porta in 1 sola fermata sia ai locali di Clarke Quay che nel quartiere di Little India, prendendo la linea rossa in sole 2 fermate arrivi invece ad ION Orchard. La comodissima fermata di Bencoolen MRT situata proprio sulla via e servita invece dalla linea blu risulta utile per raggiungere Chinatown, il complesso di Marina Bay Sands con Gardens by the Bay e volendo anche l’aeroporto Changi. E se non hai voglia di prendere la metro ma desideri passeggiare puoi raggiungere a piedi la sezione centrale di Orchard Road in 20 minuti. Non male.
  • Leggermente più decentrata ma altrettanto valida per evitare di spendere cifre eccessive è l’adiacente area di Bugis, tra North Bridge Road e Victoria Street. Centro della prostituzione ai tempi della Guerra del Vietnam l’intera zona è stata completamente trasformata e rivitalizzata alla fine degli anni 80’ ed ora ospita decine di bars, ristoranti ed oltre 600 negozi, in gran parte concentrati nel gradevolissimo complesso in parte open-air del Bugis Junction Village e del vicino, moderno ed appariscente Bugis+.
  • Qui la fermata della metropolitana di Bugis MRT servita dalla linea blu e dalla linea verde risulta strategica per raggiungere velocemente e senza dover fare alcun cambio Little India, Chinatown, Marina Bays Sands con Gardens by the Bay, Raffles Place e Boat Quay, oltre naturalmente per spostarsi a pochissimo prezzo da e per l’aeroporto Changi.
View of Rendezvous Hotel Singapore by Far East Hospitality, Corner Bencoolen and Bras Basah Road, Singapore

Rendezvous Hotel Singapore by Far East Hospitality, Corner Bencoolen and Bras Basah Road, Singapore

Photo Credit: Erwin Soo

Gli Alberghi a Bencoolen Street e Bugis

  • A Bencoleen Street i primi alberghi che ti invito a prendere in considerazione sono l’ottimo G Singapore e l’Ibis Singapore on Bencoolen, bada bene che in entrambi le camere sono molto piccole se non minuscole. Se vuoi un albergo con piscina guarda il piccolo, moderno e curatissimo 30 Bencoolen ed il ben più imponente Rendezvous Hotel Singapore by Far East Hospitality, quest’ultimo situato a pochi metri dall’estremità orientale di Orchard Road.
  • Nell’area di Bugis, a parte il costoso Intercontinental, merita attenzione il Mercure Singapore Bugis dalle camere piccole ma con una bella piscina panoramica e posizionato nel cuore dell’azione. Poco distanti, sul lato settentrionale di Bras Basah Road e vicinissimi alle stazioni di Bras Basah MRT e Esplanade MRT ci sono due alberghi interessanti: sono il valido Carlton Singapore, con un rapporto qualità/prezzo tra i migliori di tutta quanta la città, ed il più costoso e ricercato Naumi Hotel, davvero incantevole la sua area rooftop, con i divanetti rotondi e la piccola ma panoramicissima infinity pool.
  • Per ultimo, a sud di Bras Basah Road, tra le due fermate della MRT di City Hall e Esplanade ed a pochi passi dal Chijmes, un vecchio convento trasformato in un piacevolissimo complesso con bars e ristoranti, delizioso il tardo pomeriggio ed in prima serata, trovi quattro alberghi di lusso molto conosciuti. Sono il Capitol Kempinsky Singapore, il Fairmont, l’altissimo grattacielo dello Swissotel The Stamford e quello che in assoluto è uno degli alberghi più celebri e belli di tutta l’Asia, lo storico e fastoso Raffles Hotel, se anche non ci alloggi non mancare di farci un giro, il posto è strepitoso, sarebbe un peccato mancarlo.
View of Singapore Suntec Mall with Fountain of Wealth, Marina Centre, Singapore

Singapore Suntec Mall with Fountain of Wealth, Marina Centre, Singapore

Photo Credit: Zexsen Xie

Marina Centre & Marina Bay Sands

Ancora nel 1970 qui ci ormeggiavano le navi. Poi l’intera area è stata sottratta al mare e massicciamente edificata, con uno dei più grandi shopping centers di Singapore ed alti palazzi. Incluso l’edificio che oggi è diventato la vera e propria icona di Singapore.

  • A nord dello specchio d’acqua di Marina Bay il quartiere di Marina Centre ospita il centro commerciale di Marina Square, la Millennia Walk, l’enorme Suntec City Mall, l’altrettanto enorme Suntec Singapore Convention Centre così come la ruota del Singapore Flyer.
  • La zona di gran lunga più piacevole dell’intero quartiere è la bellissima waterfront promenade che corre da quel magnifico edificio che è l’Esplanade–Theatres on the Bay fino all’Helix Bridge, il tecnologico pedestrian bridge che porta al Marina Bay Sands ed a Gardens by the Bay.
  • Per il resto l’interno del quartiere di Marina Centre non è che abbia molto charme ed a me appare anche un po’ asettico, Raffles Avenue e Raffles Boulevard non brulicano certo di vitalità né invogliano molto al passeggio. Ed in effetti è qui tra le avenues di Marina Centre che viene preparato il circuito cittadino dove si corre il Gran Premio di Formula 1 di Singapore.
  • Le tre stazioni della MRT di Esplanade, Promenade e Bayfront permettono di spostarsi con i trasporti pubblici ma la mia impressione è che non siano pochi i clienti degli alberghi di Marina Centre a preferire invece taxi e Grab.
View of Infinity Pool, Marina Bay Sands Hotel, Singapore

Infinity Pool, Marina Bay Sands Hotel, Singapore

Photo Credit: Silas Khua

Gli Hotels di Marina Centre & Marina Bay Sands

  • Gli alberghi di Marina Centre sono pochi e tutti costosi, dal Marina Mandarin al Mandarin Oriental, dal Conrad Centennial Singapore al Pan Pacific al Ritz-Carlton Millennia, quest’ultimo nettamente il più bello e lussuoso di tutti.
  • E’ invece ad ovest di Marina Bay al di là del fascinoso ponte pedonale dell’Helix Bridge che si innalza quello che è ormai diventato l’edificio più celebre di tutta Singapore. Quel Marina Bay Sands Hotel con la piscina a sfioro sul tetto che tanto viene bene su Instagram. So che molti lo considerano l’albergo di una volta nella vita ma non bastano i negozi di lusso ed i canali stile Venetian (quello di Vegas) del sottostante Shoppes at Marina Bay Sands, la comoda fermata della MRT di Bayfront, il casinò ed i due spettacolari rooftop a farne la miglior scelta di Singapore. La mia opinione è che questo sia un posto da venire sicuramente a visitare ma alloggiarvi non è detto sia la migliore idea che tu possa avere, anche perché le tariffe sono estremamente elevate, il palazzo alla fine è un grande casermone e la famosa piscina quando è affollata (come quasi sempre succede) perde buona parte della sua poesia…
  • Scegli di alloggiare a Marina Centre ed a Marina Bay Sands solo se quello a cui vuoi dare la preferenza è l’albergo più che il quartiere, altrimenti a Singapore ci sono posti meglio situati dove stare e con alberghi altrettanto ottimi dove spendere i tuoi soldi.
View of Robertson Quay at Night, Singapore River, Singapore

Robertson Quay at Night, Singapore River, Singapore

Photo Credit: Silas Khua

Il Singapore River: Robertson Quay e Clarke Quay

L’area lungo il corso del Singapore River da Robertson Quay fino all’Anderson Bridge ed a Raffles Place è una delle zone più gradevoli di tutta Singapore dove soggiornare. Entrambe le sponde del fiume per oltre 2 chilometri e mezzo sono area pedonale, ci sono bars e ristoranti, puoi passeggiare od affittare una bici ed il tratto inferiore del fiume poco prima di sfociare nello specchio d’acqua di Marina Bay offre anche bei scorci panoramici. Dal punto di vista dell’accommodation sono 2 le aree del Singapore River che meritano attenzione, con caratteristiche diverse tra loro. Sono Robertson Quay e Clarke Quay.

Robertson Quay: la Zona Più Family-Friendly di Singapore

  • Robertson Quay si estende lungo il corso superiore del Singapore River in corrispondenza della parte alta di Havelock Road.
  • E’ la sponda orografica sinistra (quella più a nord) ad assumere la denominazione di Robertson Quay ed è qui che si concentrano i ristoranti. Gli alberghi si trovano invece su entrambi i lati del fiume, con i due bei ponti pedonali di Robertson Bridge e Alkaff Bridge a permettere facili attraversamenti da una parte all’altra.
  • Robertson Quay è la zona più tranquilla del fiume, oltre ad essere un’ambita e ricca area residenziale, molto ben frequentata da residenti ed expats occidentali, in particolare il sabato e la domenica all’ora di pranzo ed ogni giorno all’ora di cena.
  • Questo è un posto fenomenale dove prenotare l’albergo se viaggi in famiglia con i bambini: se sono minuscoli l’area pedonale lontana dal traffico è perfetta per spingere il passeggino, se sono un poco più grandi puoi andare in giro passeggiando senza doverli sempre tenere per mano, se poi vanno alle medie od alle superiori la cosa più geniale che puoi fare è scaricare la app di Ofo e Mobike, cercare le bici e percorrere tutti insieme per intero la banchina lungo il corso del fiume fino a Boat Quay, qui attraversare il Cavenagh Bridge o l’Anderson Bridge, e proseguire poi per l’Esplanade in direzione del Marina Bay Sands. Zero salite, zero fatica, zero attraversamenti stradali e bellissimi panorami della skyline di Singapore. Vedi metà Singapore divertendoti e spendendo pochissimo.
  • Tutto positivo quindi? No, ma i contro sono solo due, e nessuno dei due determinante. Ossia la location leggermente decentrata e la mancanza di una stazione della metropolitana realmente vicina. Il tutto ovviabile però andando a piedi o chiamando un taxi o Grab.
View of Grand Copthorne Hotel along Singapore River at Dawn, Robertson Quay, Singapore

Grand Copthorne Hotel along Singapore River at Dawn, Robertson Quay, Singapore

Photo Credit: Erwin Soo

Gli Alberghi a Robertson Quay

  • A Robertson Quay un gruppo di grandi alberghi senza alcuna infamia ma anche senza troppa lode offrono una buona qualità dei servizi, incluso piscina, ampi spazi comuni, bars e ristoranti. Ma soprattutto un gran numero di camere. Quest’ultimo punto e la location leggermente decentrata per te si traducono in qualcosa di interessante: ossia tariffe che per una città cara come Singapore possono definirsi più che accessibili, ed a volte addirittura inaspettatamente convenienti. Se non vuoi spendere tanto vale la pena investigare.
  • Dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo i primi due alberghi da visionare sono il Grand Copthorne Waterfront ed il Four Points by Sheraton Singapore, Riverview, seguiti immediatamente dall’Holiday Inn Singapore Atrium, quest’ultimo ormai un po’ vecchiotto ma ancora valido, tanto da essere la base per il personale di volo di numerose compagnie aeree, quando ci ho dornito alloggiavano qui gli equipaggi della Qatar Airways. Più semplici invece il Copthorne King’s, il Miramar ed il Furama Riverfront. Molto piccolo invece, solo 30 camere, particolare, ma non economico il Warehouse. Tutti sorgono sulla riva meridionale del fiume e quasi sempre offrono camere luminose con belle vedute panoramiche.
  • Se cerchi invece qualcosa di più particolare guarda l’M Social, le camere sono piccole ma gli ambienti comuni e la piscina non sono male, inoltre la location è ottima, sulla riva nord del fiume esattamente nel punto più vivo ed animato di Robertson Quay. Il suo gemello, il più semplice Studio M è situato poco distante ed offre camere altrettanto piccole a tariffe di solito inferiori. Se poi cerchi il meglio di Robertson lo trovi all’InterContinental Singapore Robertson Quay, un boutique hotel di alto livello e dai servizi estremamente curati, la cosa si riflette sulle tariffe, generalmente ben più elevate rispetto al resto degli alberghi vicini.
View of Clarke Quay at Night, Singapore

Clarke Quay at Night, Singapore

Photo Credit: tekgator

Clarke Quay: tra Bars e Clubs, la Night Life di Singapore

  • Hai voglia di party? Le cose cambiano completamente se alloggi a Clarke Quay: in poche centinaia di metri lasci l’atmosfera tranquilla di Robertson Quay per ritrovarti nel vero cuore dell’intrattenimento serale di Singapore.
  • Da nessun’altra parte a Singapore come a Clarke Quay trovi decine di bars, sia al chiuso che all’aperto lungo il fiume, dove andare a bere un drink. Se alla sera ti piace uscire, vedere gente e far tardi a Clarke Quay avrai tutto a poche decine di metri dall’albergo.
  • E’ a Clarke Quay che si trovano i clubs più alla moda di Singapore. Se ami ballare è proprio qui a pochi metri l’uno dall’altro che trovi l’ATTICA, il Trace Club ed il CANVAS Nightclub, prima conosciuto come Home Club. Per non parlare del più leggendario di tutti, quell’ormai celeberrimo e non pretenzioso Zouk, in attività da molti anni e tutt’ora il posto da non mancare.
  • Ma nightlife a parte la discriminante di alloggiare a Clarke Quay è anche un’altra: a poche decine di metri dalla sponda meridionale del fiume la fermata della metropolitana Clarke Quay MRT sulla linea viola ti permette di raggiungere velocemente e senza cambi Chinatown (1 sola fermata), Orchard Road (1 sola fermata per Dhoby Ghaut),  Little India (2 fermate) e l’isola di Sentosa (3 fermate per Harbourfront).
  • Ed i ristoranti di Boat Quay distano non più di 10 minuti a piedi, così come gli alti grattacieli di Raffles Place. Se vuoi ottimizzare gli spostamenti e visitare la città utilizzando i trasporti pubblici Clarke Quay è un’ottima location.
  • Il cuore festante e modaiolo di Clarke Quay è l’area immediatamente a nord del fiume in corrispondenza del Read Bridge, circa a metà strada del corso del Singapore River tra Robertson Quay e l’Anderson Bridge, tieni però presente che la maggior parte degli alberghi si trovano sulla sponda meridionale raggruppati nelle vicinanze della stazione della metropolitana.
View of Swissotel Merchant Court above Singapore River, Clarke Quay, Singapore

Swissotel Merchant Court above Singapore River, Clarke Quay, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Gli Alberghi e gli Ostelli di Clarke Quay

  • Il primo albergo da mettere in cima alla tua lista è lo Swissotel Merchant Court Singapore affacciato esattamente sopra il Read Bridge, nel cuore di tutto, vicinissimo alla metro ed esattamente di fronte alla zona più animata del quartiere. Ma non c’è solo la location, è un’altra la particolarità dell’albergo: l’area piscina è una delle più gradevoli di Singapore e ti sembrerà quasi di alloggiare in un resort balneare invece che in un classico albergo di città. E’ uno degli alberghi di Singapore dove mi sono trovato meglio.
  • Dall’altra parte della strada rispetto al Merchant Court sorge l’ottimo Park Regis Singapore e poco più distanti l’Holiday Inn Express Singapore Clarke Quay, di solito disponibile a buone tariffe. Oltre al particolare Parkroyal on Pickering, particolare perché contraddistinto da un insolito giardino verticale.
  • Viaggi solo e vuoi restare in zona ma spendere infinitamente meno? Nella vicino Boat Quay, non più di 10 minuti a piedi da Clarke Quay, quattro diversi ostelli fanno al caso tuo: sono il Met A Space Pod – Boat Quay, il BEAT. Capsules @ Boat Quay, il Quarters Hostel ed il Bunc at Radius Hostel on Clarke Quay. Sono tra gli ostelli più centrali di Singapore, se il budget manca ma desideri alloggiare in centro, vicino a tutto, allora vale la pena approfondire.
  • Immediatamente a nord di Clarke Quay, sulla riva nord del Singapore River, vicinissimi al movimento serale e praticamente sovrastanti un’altra stazione della metropolitana, quella di Fort Canning MRT, due alberghi possono costituire una discreta scelta, sono il Novotel Clarke Quay ed il Somerset Liang Court Singapore.
View of Fullerton Hotel (left), Raffles Place Skyscrapers in the CBD (centre) and Boat Quay (right), Singapore

Fullerton Hotel (left), Raffles Place Skyscrapers in the CBD (centre) and Boat Quay (right), Singapore

Photo Credit: Ray in Manila

Raffles Place: il CBD di Singapore

E’ il distretto finanziario. L’area in corrispondenza di Raffles Place, tra l’ultima ansa del Singapore River e lo specchio d’acqua di Marina Bay, corrisponde al CBD, il Central Business District di Singapore. E’ qui che si trovano i più alti grattacieli della città. Gli alberghi sono pochi e di alto livello, ma se puoi permetterteli questa è una super location dove stare.

  • Certo, una zona dominata da alte torri di vetro e cemento piene di uffici non sembrerebbe il posto migliore dove alloggiare. Ma Raffles Place è centralissima, super comoda per spostarsi, ed a pochi passi e raggiungibili a piedi in pochi minuti trovi la maggior parte delle attrazioni più belle di Singapore.
  • Strategica per i trasporti è l’importante fermata della MRT di Raffles Place servita dalle due linee chiave della metro di Singapore, la verde comoda per raggiungere l’aeroporto Changi e la rossa che in sole 4 fermate senza cambi ti porta nel cuore di Orchard Road.
  • La passeggiata pedonale affacciata sullo specchio d’acqua di Marina Bay offre uno dei panorami più belli di Singapore. Sempre a piedi utilizzando il ponte pedonale Jubilee Bridge raggiungi la spianata dell’Esplanade – Theatres on the Bay, e da qui percorrendo un altro ponte solo pedonale, il celebre Helix Bridge, arrivi al Marina Bay Sands ed a Gardens by the Bay. Praticamente la più panoramica di tutte le passeggiate che puoi fare a Singapore.
  • Poche decine di metri a nord di Raffles Place si trova il pittoresco Boat Quay, una caratteristica viuzza pedonale letteralmente piena di ristoranti affacciati sull’ansa del fiume, la sera il posto è molto suggestivo. E ti basta incamminarti sulla passeggiata pedonale che costeggia entrambi i lati del Singapore River per raggiungere in 10 minuti i ritrovi serali di Clarke Quay. Anche Chinatown è poco lontana, ci arrivi a piedi senza dover prendere alcun taxi.
View of Raffles Place Skyscrapers and CBD from Boat Quay, Singapore

Raffles Place Skyscrapers and CBD from Boat Quay, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

I Lussuosi Alberghi di Raffles Place

  • Sono pochissimi gli hotels di Raffles Place, e sono tutti alberghi di lusso. Il più fastoso e panoramico è lo stupendo e moderno Fullerton Bay Hotel, affacciato sullo specchio d’acqua di Marina Bay e con gran vista sul Marina Bay Sands, ad oggi probabilmente il più bello di tutti gli alberghi di Singapore. Ed anche uno dei più costosi.
  • In posizione imbattibile, esattamente allo sbocco del Singapore River, tra il Cavenagh Bridge e l’Anderson Bridge, a 5 minuti a piedi dalla metropolitana ed a pochi passi da Boat Quay, all’interno di uno dei più imponenti edifici storici di Singapore il Fullerton Hotel. I prezzi sono sempre elevati, ma di solito ha tariffe più accessibili rispetto al gemello.
  • Più all’interno del quartiere ma entrambe vicinissime alla metropolitana due altre strutture molto valide possono costituire una buona scelta. La prima è l’Ascott Raffles Place Singapore, offre solo suites con cucina completa e living e dining area separate dalla camera da letto, la più piccola misura 48 mq.  Particolarissimo invece l’AMOY by Far East Hospitality situato circa a metà strada tra Raffles Place e Chinatown, un mix di antico e moderno, ci accedi da quello che una volta era un autentico tempio cinese. Le camere sono piccole ma fascinose, a volte offre tariffe accattivanti per le singole, se viaggi da solo vale la pena controllare. Al momento della redazione di questa guida è uno degli alberghi più apprezzati di Singapore.
View of Chinatown with CBD Skyscrapers in the Background Singapore

Chinatown with CBD Skyscrapers in the Background, Singapore

Photo Credit: Silas Khua

Chinatown: Viuzze, Antiche Shophouses e Templi Indù

Case basse, bellissime shophouses cinesi a 2 e 3 piani, quasi sempre molto ben restaurate e dai piacevoli colori pastello. In un reticolo di strade e stradine pulitissime, con qualche tempietto indù a movimentare la scena. Tra il fiume, il grattacieli di Raffles Place e l’incredibile e mastodontico complesso del Pinnacle@Duxton che letteralmente domina da sud-ovest il quartiere.

  • Non aspettarti l’animazione né l’intrigante confusione della Chinatown di Bangkok. E nemmeno qualcosa che ricordi quella molta più piccola di Kuala Lumpur. Niente vicoli scuri e misteriosi qui, la Chinatown di Singapore è lindissima, anzi è la Chinatown più ordinata dell’intero pianeta.
  • Negozietti curiosi, bars, tanti ristorantini incluso il più celebre degli hawker centres di Singapore, quel Maxwell Food Center dove mangiare bene spendendo pochissimo. E soprattutto numerosi ostelli validi, curati ed economici dove alloggiare. E dove incontrare altri viaggiatori.
  • In un quartiere a pochi minuti a piedi dal fiume, dai ritrovi serali di Clarke Quay e dal pittoresco Boat Quay. Un quartiere servito da ben 4 stazioni della metropolitana, Chinatown, Telok Ayer, Tanjong Pagar e Outram Park, e con due altre stazioni, Clarke Quay e Raffles Place situate solo poco più distanti.
  • Tutte caratteristiche che fanno si che se stai viaggiando da solo ed il tuo budget è limitato allora Chinatown è probabilmente la prima zona di Singapore dove cercare un alloggio.
  • Così come Chinatown risulta un posto interessante dove stare se stai cercando qualcosa di diverso dai grandi alberghi, diversi sono infatti i boutique hotels di Chinatown disponibili a tariffe interessanti. Bada solo che, pur se situati in fascinosi edifici che ricordano l’Asia di una volta, spesso e volentieri i boutique hotels offrono pochi, a volte pochissimi servizi, con la mancanza della piscina la cosa che di solito si nota di più. Se poi vedi una tariffa particolarmente bassa aspettati una camera molto piccola.
Walking in Chinatown, Singapore

Walking in Chinatown, Singapore

Photo Credit: Marco Verch

Gli Ostelli ed i Boutique Hotels di Chinatown

  • Poco a sud della fermata di Chinatown MRT trovi alcuni dei migliori ostelli di Singapore: sono il Chic Capsule Otel, il CUBE – Boutique Capsule Hotel @ Chinatown, l’Adler Hostel, il Wink Capsule Hostel, il Beds and Dreams Inn @ ChinaTown ed il Burrow Hostel at Smith. Se fossero tutti completi in seconda istanza guarda il Beary Best! by a Beary Good Hostel! ed il The Bohemian Chic Hostel.
  • Se invece desideri alloggiare in un vero boutique hotel investiga sulla Ann Siang House e lo Scarlet Singapore, entrambi a pochi passi dal Maxwell Food Centre ed equidistanti dalle 4 stazioni della MRT di Chinatown, Telok Ayer, Tanjong Pagar e Outram Park.  Od ancor meglio al Six Senses Duxton, ospitato in un bellissimo ed elegante palazzetto coloniale in quella che è la zona forse più fascinosa ed elegante di Chinatown, a metà strada tra Outram Park e Tanjong Pagar MRT.
  • Caratteristici ma molto più semplici invece l’Hotel 1929, il Bliss Hotel Singapore e, con qualche riserva, il Mono Hotel, dai uno sguardo alle ultime recensioni prima di prenotare.
  • Ma a Chinatown non ci sono solo ostelli e boutique hotels. Ai margini meridionali del quartiere ed a pochi passi dalla fermata della metropolitana Tanjong Pagar MRT uno a fianco all’altro trovi due degli alberghi più belli di Singapore, il Sofitel Singapore City Centre e l’Oasia Hotel Downtown, Singapore by Far East Hospitality, con camere davvero lussuose, il design curato ed servizio ad alto livello. Dei due il più accessibile è solitamente l’Oasia per la ragione che le camere sono più piccole, l’albergo è facilmente riconoscibile che il futuristico e coloratissimo grattacielo che lo accoglie, impossibile mancarlo.
  • Gli alberghi, i boutique hotels e gli ostelli di Chinatown su Booking.com.
View of the Sultan Mosque at Kampong Glam, Singapore

The Sultan Mosque at Kampong Glam, Singapore

Photo Credit: Erwin Soo

Kampong Glam e Arab Street

Alloggiare nel quartiere musulmano di Singapore? A fianco alla più grande moschea della città? Perché no, non è certo la prima scelta da fare, probabilmente nemmeno la seconda, ma se viaggi con pochi soldi in tasca la cosa potrebbe avere la sua logica.

  • Se ti aspetti polvere e burqa sei abbastanza fuori strada. Della prima a Kampong Glam non c’è proprio traccia, il secondo non è certo predominante. Si, in giro le donne velate ci sono, ma è più facile che tu veda ragazze in gonna e camicietta.
  • Quello che per anni è stato il quartiere degli immigrati malesi ed indonesiani di origine musulmana oggi è stato completamente restaurato, abbellito e portato a nuova vita. Ed un po’ come è successo per Chinatown anche Kampong Glam è diventato uno dei più piacevoli distretti di Singapore. Ed anche uno dei quartieri dove il melting pot raggiunge il suo massimo: oltre a malesi, indonesiani e mercanti di origine araba oggi a Kampong Glam vivono indiani e cinesi.
  • Ma soprattutto Kampong Glam, perlomeno la sua area più centrale e frequentata dai turisti, attorno ad Arab Street ed alla bellissima Sultan Mosque, ospita innumerevoli ristoranti di tendenza, bars scicchettosi ed alcune delle piccole boutiques più intriganti di Singapore. Ti basta fare un giro tra Bussorah Road e la fascinosa Haji Lane per rendertene conto. La sera il posto è vivace e pieno di giovani.
  • Il quartiere di Kampong Glam si trova ad est di Bugis ed a sud di Little India. La metropolitana non è vicinissima ma nemmeno eccessivamente lontana. Prendendo come riferimento l’incrocio di Bussorah Street con Baghdad Street sono 500 metri per raggiungere la fermata di Bugis MRT servita da entrambe le linee verde e blu e Nicoll Highway MRT sulla linea gialla. Puoi raggiungere Little India, Raffles Place ed il Marina Bays Sands con Gardens by the Bay senza dover fare alcun cambio.
An Evening Walk along Bussorah Street, Kampong Glam, Singapore

An Evening Walk along Bussorah Street, Kampong Glam, Singapore

Photo Credit: Erwin Soo

Gli Ostelli e gli Alberghi Economici di Kampong Glam Vicino ad Arab Street

  • Arab Street e dintorni incluso la totalità di Kampong Glam danno il loro meglio nella fascia bassa di prezzo, diciamo che il posto è perfetto se cerchi un ostello. Se invece quello di cui hai bisogno è un albergo tradizionale a parte due o tre strutture carine non troverai molto altro.
  • Nel centro di Kampong Glam all’angolo di Bussorah Street con l’importante Beach Road il tecnologico The Pod @ Beach Road Boutique Capsule Hotel potrebbe essere la prima scelta del quartiere, è talmente bello che non sembra neppure un ostello, oltre alla capsule singole e doppie offre anche delle economiche Capsule Queen Deluxe interamente private, il bagno è in comune ma se viaggi in coppia ed a letto vuoi la tua privacy sono perfette. A pochi passi un’altra ottima alternativa è il Five Stones Hostel.
  • Se vuoi sentirti nel cuore dell’azione guarda il CUBE – Boutique Capsule Hotel @ Kampong Glam situato nel pieno centro del quartiere direttamente affacciato su Bussorah Street . Ha capsule singole ma anche camere private con capsule doppie e quadruple, le prime perfette per le coppie e le seconde per le famiglie che vogliono spendere poco e nello stesso tempo provare una sistemazione diversa dal solito.
  • Tra le sistemazioni più classiche, se quello che cerchi è un albergo, su tutte spiccano il The Sultan situato in un bellissimo edificio coloniale ed il raccolto XY Hotel Bugis Singapore. Di solito entrambi offrono camere doppie a tariffe più che accessibili.
  • Gli ostelli e gli economici alberghi di Kampong Glam nei dintorni di Arab Street su Booking.com.
View of Dunlop Street at Night, Little India, Singapore

Dunlop Street at Night, Little India, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Little India & Serangoon Road: l’Altra Singapore

E’ la Singapore che non ti aspetti. La Singapore che abbandona il volto patinato e scintillante per diventare una qualsiasi grande città del Subcontinente. Se c’è un posto che sicuramente non si può definire finto a Singapore questo è Little India.

  • Oh, intendiamoci, non aspettarti né la vera Bombay né l’incredibile confusione di Calcutta, non è proprio la stessa cosa. Per quanto gli odori siano più penetranti, la musica sia Bollywood-style e le strade siano sicuramente meno linde che dalle parti di Orchard Road alla fin fine sei sempre a Singapore.
  • Ma l’atmosfera c’è ed il posto ha fascino. Le bancarelle di verdura, i venditori di fiori, i negozi di sari sotto i portici coloniali, le spezie, i templi indù ed i tanti ristoranti con specialità tandoori dipingono una Singapore molto diversa dalla Singapore iper moderna, quella tradizionalmente più conosciuta e frequentata dai turisti.
  • Certo, Little India non è al primo posto tra i quartieri di Singapore dove ti invito a soggiornare. E per molti sarebbe anche una scelta sicuramente sbagliata. Ma se sai cosa ti aspetta, o se è quello che cerchi, allora un soggiorno a Little India ci può stare.
  • Anche perché è qui a Little India che trovi alcune delle sistemazioni a basso costo più valide ed economiche dell’intera Singapore. Se hai pochi soldi qui li spendi bene. Anche per mangiare spenderai poco, e non ci sono solo ristoranti indiani. E se invece quello che cerchi non è un ostello ma vuoi un vero albergo, qui a Little India lo trovi spendendo la metà rispetto ad altri quartieri più centrali.
  • Serangoon Road e Jalan Besar sono le due arterie principali del quartiere, con tante viuzze e vicoli a collegarle. Se alloggi qui non mancare per nessun motivo un’incursione notturna al Mustafa Centre, magari poi non compri nulla – anche se è difficile, qui qualcosa da acquistare lo trovi sempre – ma la visita sarà una sorpresa, è il grande magazzino di gran lunga più sorprendente e particolare da me visitato nell’intera Asia, la visita sarà un’esperienza. E’ aperto 24 ore su 24 ed ospita anche un efficiente money changer, perfetto per cambiare i tuoi soldi ad un corretto tasso di cambio anche nel cuore della notte.
  • Per ultimo, è vero che la location di Little India è decentrata rispetto alle più grandi attrazioni di Singapore ma considera che il quartiere è racchiuso tra ben 6  stazioni della metropolitana: Little India, Rochor e Jalan Besar a sud, Farrer Park a nord, Bendemeer e Lavender ad est, se ne deduce che non avrai troppe difficoltà di spostamento.
View of Sri Veeramakaliamman Temple and Hilton Garden Inn Serangoon Road, Serangoon Road, Singapore

Sri Veeramakaliamman Temple and Hilton Garden Inn Serangoon Road, Serangoon Road, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Gli Ostelli e gli Alberghi di Little India & Serangoon Road

  • Se vuoi spendere poco un buon ostello nella parte meridionale del quartiere, è l’Adamson Lodge situato vicino alla Abdul Gafoor Mosque, alle due stazioni della MRT di Rochor e Jalan Besar e walking distance sia dalla zona di Bugis che da Arab Street e dal resto delle attrazioni del quartiere di Kampong Glam.
  • All’estremità orientale di Little India, a nord-ovest del Mustafa Center ed ormai su Lavender Street, vicini tra loro e vicini al tempio Buddhista tibetano di Thekchen Choling ed alla fermata della metropolitana Bendemeer tre ottimi ostelli possono costituire una buona base di appoggio per chi viaggia da solo e per le coppie che cercano una camera privata a costi estremamente bassi: sono il Dream Lodge, il Fisher BnB ed il Blanc Inn, i prezzi sono tra i più bassi di Singapore. Nella stessa identica zona l’Hotel Yan offre invece una sistemazione di livello ben superiore, le camere sono piccole ma anche molto curate, i costi chiaramente sono più elevati.
  • Più a nord, vicino a Balestrier e Lavender Street il MET A Space Pod @ Little India può essere l’occasione per chi viaggia solo di provare una volta nella vita le famose capsule giapponesi, la stazione della metro di Farrer Park dista 450 metri.
  • Stai cercando un vero albergo, confortevole e che costi cifre più che ragionevoli? Il brand Garden Inn indica chiaramente che non è un albergo di lusso ma se cerchi un hotel a gestione internazionale, nella fascia media di costo, pulito ed in ordine, con una bella piscina con vista allora l’Hilton Garden Inn Serangoon di Serangoon Road, nel cuore del quartiere ed a 7 minuti a piedi da Little India MRT, offre uno dei migliori rapporti qualità/prezzo di Singapore ed è uno dei primi alberghi da guardare. Le camere sono piccole, prive di fronzoli ma anche accoglienti, molte hanno una bella vista sulla città. L’albergo si affaccia sul coloratissimo Sri Veeramakaliamman Temple, il più famoso dei templi indù di Little India, puoi farci un rapido giro, togliti le scarpe, l’entrata è gratuita, atmosfera fascinosa.
  • Rimanendo nella fascia medio-alta di comfort, se hai maggior budget, cerchi qualcosa di più organizzato e con maggiori servizi guarda il Park Hotel Farrer Park ed il davvero ottimo One Farrer, entrambi sovrastanti la stazione della metro di Farrer Park MRT e non distanti dal Mustafa Center. Un po’ più vecchiotto il PARKROYAL on Kitchener Road posizionato esattamente a fianco al Mustafa Center.
  • La sistemazione più scicchettosa della zona è invece il The Vagabond Club, A Tribute Portfolio Hotel situato dove Little India incontra i quartieri di Kampong Glam e Lavender, attenzione che è un posto costoso.
  • Gli alberghi di Little India nei dintorni della fermata della MRT di Farrer Park e gli ostelli vicini a Lavender Street su Booking.com.

I point makers in questa mappa segnalano la posizione esatta delle diverse zone e quartieri di Singapore che hai trovato qui descritti, così ti rendi immediatamente conto di dove si trovano e da quali stazioni dell’efficientissima metropolitana sono serviti. Ti sarà utile per comprendere al volo la geografia della città e farti un’idea delle distanze:

My location
Get Directions

Safety & Cultural Tips

Se c’è una città sull’intero pianeta dove uno si può sentire tranquillo e girare giorno e notte senza timore questa è Singapore. Qui la criminalità di strada è al minimo e se usi le normali precauzioni di buon senso le probabilità che ti accada qualcosa di spiacevole sono straordinariamente basse. Ecco invece qualche suggerimento riguardo l’etichetta.

  • A Singapore, in Malaysia od in India, in tutte le situazioni quando stai socializzando o sei in contatto con qualcuno ricorda di usare sempre e solo la mano destra. Il motivo? Nella società indiana e musulmana (in Malaysia la religione di gran lunga predominante è l’Islam) la mano sinistra è utilizzata per lavarsi e non va utilizzata che per questo. Per mangiare, porgere la mano, ricevere un regalo la mano da usare è esclusivamente la destra. Questo vale dappertutto ma in particolare all’interno di templi e moschee.
  • Se per mangiare usi le bacchette (chopsticks) presta attenzione: mai incrociare le bacchette di qualcun altro quando stai prendendo il cibo; mai lasciare le bacchette nel proprio piatto, appoggiale di lato od in un piatto separato; se lasci le bacchette nel piatto significa che sei ancora affamato.
  • In Malaysia (e Singapore!) uomini e donne non si danno la mano quando si incontrano, tra sessi diversi basta un cenno del capo ed un sorriso; mai indicare qualcuno col dito indice, è un gesto considerato un po’ rude e poco educato; non sorprenderti dei rutti al termine del pasto, è segno che si è apprezzato il cibo.
  • A Singapore ed in tutto il resto dell’Asia arrabbiarsi platealmente non serve, mai urlare in faccia a qualcuno, non ti aiuterà a risolvere la situazione. Mai mettere un orientale in condizione di perdere la sua faccia, potrebbe portare a situazioni imprevedibili e potenzialmente pericolose.
View of Robertson Foot Bridge over Singapore River, Robertson Quay, Singapore

Robertson Foot Bridge over Singapore River, Robertson Quay, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Weather

Il Clima a Singapore

Situata solo 1° a nord dell’Equatore, non più di 200 Km, Singapore ha una temperatura costante durante tutto l’arco dell’anno, ben poche le differenze tra un mese e l’altro. Sempre molto alta l’umidità.

  • I mesi (relativamente) più freschi sono dicembre e gennaio con medie minime di 23/24° e medie massime intorno ai 29/30°.
  • Aprile, maggio e giugno i mesi più caldi con minime di 25/26° e massime di 32°.
  • Piove abbastanza costantemente ogni mese dell’anno. Ma in novembre, dicembre ed in parte gennaio le probabilità di trovare giornate particolarmente piovose sono ben più alte rispetto a qualsiasi altro periodo.
  • Le piogge si manifestano sotto forma di violenti rovesci tropicali ma anche nei mesi peggiori assai raramente piove per tutto il giorno.
  • Luglio ed agosto di solito sono mesi ottimi per viaggiare a Singapore, il cielo spesso è azzurro e c’è il sole.
  • Per sapere che tempo è previsto nei prossimi giorni a Singapore guarda Weather.com, per le averages mensili di temperatura e piovosità consulta Weather Underground, le statistiche sono quelle di Changi.
View of Sentosa from VivoCity, Harbourfront, Singapore

Sentosa from VivoCity, Harbourfront, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Links Utili

Guide Online & Blogs su Singapore

  • Una delle migliori tra tutte le guide online disponibili gratuitamente su Singapore è la sempre generosissima Frommer’s che offre totalmente free una serie incredibile di informazioni. Può darsi che non sia cool ma sul web è difficile trovare di meglio.
  • E la famosa Lonely Planet? L’edizione online è super completa, elenca tutte le sights, la lista dei ristoranti è chilometrica, centinaia di activities & entertainment  options. Ma come per tutte le LP online dare un valore ed una priorità a tutte queste informazioni è un po’ complicato. Soprattutto a chi si approccia per la prima volta con la città.
  • Tanti gli articoli interessanti e curiosi su TimeOut Singapore, utili le reviews di clubs e ristoranti, aggiornatissimo su eventi e cosa fare la sera.
  • Se ti fermi a Singapore più di qualche giorno un ottimo blog da consultare prima di partire è AskMeLah, The “Unofficial” Singapore Website, riporta news difficili da trovare altrove.
  • Vuoi restare sempre informato su cosa succede in città? Leggi The Straits Times, il quotidiano di Singapore.
View of Pinnacle@Duxton from Chinatown, Singapore

Pinnacle@Duxton from Chinatown, Singapore

Photo Credit: travelourplanet.com

Le Guide su Singapore e la Malesia…

Tutti gli articoli e le guide su Singapore, Kuala Lumpur ed il resto della Malesia incluso gli stati di Sabah e Sarawak pubblicati fino ad oggi in questo blog.

  • I posts su Singapore, con i miei consigli su come utilizzare metropolitana, taxi e bus per spostarti in città, i malls da non perdere ed i rooftop bars dove andare la sera a bere un drink ammirando dall’alto la città illuminata. Cosa fare, cosa vedere e come organizzare la visita di Singapore a seconda che tu abbia uno o due giorni utili a disposizione.
  • Ben 10 guide dedicate a Kuala Lumpur, con le informazioni complete sui trasporti, i quartieri dove alloggiare, cosa fare la sera e le escursioni più interessanti. E soprattutto una guida super dettagliata per visitare da solo ed in completa autonomia Kuala Lumpur, non un puro elenco di attrazioni ma un vero e proprio itinerario, ora per ora, quasi strada per strada, che puoi seguire facilmente e spendendo pochissimo utilizzando i trasporti pubblici.
  • In Sabah e Sarawak trovi gli articoli dedicati al Borneo Malese, con Kota Kinabalu, la ancora poco conosciuta Mantanani Island e le isole al largo di Semporna. E la bella e fascinosa Kuching con le sue tante attrazioni, dagli oranghi di Semenggoh al Bako National Park alle escursioni in bicicletta ed in kayak nella giungla.
  • In Spiagge e Isole della Malesia trovi invece i posts dedicati alle destinazioni balneari della Malaysia Peninsulare, per ora il magnifico arcipelago di Perhentian, con le spiagge più belle e come raggiungerle, dove scegliere l’albergo ed i resorts con il miglior rapporto qualità/prezzo, il clima ed i mesi migliori per andare.

Published: December 7th 2018

Creative Commons 2.0 GenericFront cover photo credit: Marina Bay Sands Hotel, Marina Bay, Singapore by Ray in Manila. All photos in this page come from Flickr: Creative Commons Attribution Licensed Photos. Please read here the Summary of the Legal Code. Terms of license are valid at the time of publishing this post.

Share

Comments are closed.