Subscribe to our Newsletter

Travel Advice

Login

ESTA, Autorizzazione Elettronica al Viaggio negli USA

Se sei un cittadino italiano e devi recarti negli Stati Uniti occorre innanzitutto controllare sul sito dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia che il tuo passaporto sia in regola per poter entrare nel Paese senza dover richiedere un visto in base al Visa Waiver Program.

Se non lo fosse ti consiglio di fare un nuovo passaporto.

Chi può viaggiare senza visto?

Puoi viaggiare senza visto se soddisfi queste 3 condizioni:

  • intendi rimanere negli USA meno di 90 giorni e viaggi per turismo, affari o sei in transito;
  • sei in possesso di un biglietto aereo di andata e ritorno;
  • sei titolare di un passaporto individuale (anche bambini e neonati devono avere il proprio) valido per tutto il periodo di permanenza negli USA ed emesso da un Paese partecipante al Visa Waiver Program. 

Per sapere quali passaporti (a lettura ottica, biometrici, etc.) sono considerati validi per viaggiare consulta il sito (vedi link sopra) dell’Ambasciata degli Stati Uniti.

Che cos’è l’ESTA?

Se arrivi negli Stati Uniti in aereo od a bordo di una nave da crociera devi compilare on line un form dove comunicherai alle autorità USA dei dati che ti riguardano. E’ l’Autorizzazione Elettronica ESTA ed il sito dove dovrai inserire tutti i dati e rispondere a delle domande personali è ESTA Electronic System for Travel Authorization.

Le informazioni fornite dal sito, in italiano, sono molto chiare ed esaurienti, non avrai difficoltà a compilare la domanda.

L’ESTA è a pagamento, i viaggiatori dei Paesi aderenti al VWP devono pagare $14 con carta di credito al momento della compilazione della domanda. Due le componenti di costo. Una quota di elaborazione pratica di $4 per l’inoltro della domanda. Una quota di autorizzazione di $10 al momento dell’approvazione della domanda. Se l’autorizzazione al viaggio viene negata quest’ultima quota non sarà addebitata. Al momento sono accettate le carte di credito Visa, Mastercard, American Express e Discover (Diners). Se hai un bancomat con simbolo Visa o Mastercard dovresti poterlo utilizzare con successo.

  • L’ESTA è obbligatoria per chiunque viaggia senza visto ed arriva negli USA a bordo di un aereo di linea o di una nave da crociera.
  • Se sei in possesso di un’autorizzazione ESTA approvata e viaggi in base al Visa Waiver Program non dovrai più compilare il modulo I-94W e la scheda verde di partenza non sarà più inserita nel passaporto.
  • Un cittadino di uno dei Paesi partecipanti al Visa Waiver Program che entra negli USA via terra dal Canada o dal Mexico non deve compilare l’ESTA e neanche richiedere un visto. Al posto di confine dovrà solamente compilare il modulo I-94W (che rimane quindi in vigore per i soli accessi via terra).

Compilare l’ESTA.

L’ideale sarebbe compilare l’ESTA una volta prenotato il volo (ma magari prima di emettere il biglietto) e riservato il primo albergo, in modo da avere questi dati disponibili quando andrai a compilare la domanda anche se, come vedrai dopo, i dati di viaggio non sono considerati obbligatori.

  • Una volta compilata on line la domanda ed inviati elettronicamente tutti i dati riceverai immediatamente un numero di pratica (che devi annotare), devi proseguire con un secondo click per ottenere la vera e propria risposta dal sistema che deve riportare Autorizzazione Approvata con il numero di autorizzazione ed il riepilogo dei dati inseriti.
  • Stampa questa videata con il numero di autorizzazione, ti sarà probabilmente richiesto in aeroporto al momento del check-in, allegalo al resto dei documenti di viaggio. Nota che non è il Governo Americano a chiederti di presentare il print out dell’autorizzazione in quanto i numeri di autorizzazione vengono inviati a tutte le compagnie aeree elettronicamente. E’ però una cosa saggia possedere una stampa dell’autorizzazione in quanto alcune compagnie aeree la richiedono.
  • Conservane una copia a casa.
  • Se non revocata o se il passaporto non scade, l’autorizzazione è valida per 2 anni ed entrate multiple, potrai cioè recarti negli Stati Uniti più volte senza richiedere un’altra ESTA. Quando hai concluso la procedura nella schermata “Autorizzazione Approvata” oltre al numero di autorizzazione viene anche indicata la data di scadenza dell’ESTA.
  • Per viaggi successivi le informazioni potranno (non è obbligatorio) essere da te aggiornate sul sito richiamando il numero di autorizzazione originario.
  • Ti consiglio di compilare la domanda per tempo ed obbligatoriamente prima di recarti al check-in del volo.
  • In mancanza dell’autorizzazione non sarai imbarcato a bordo dell’aereo.
  • L’autorizzazione non garantisce che sarai automaticamente in grado di entrare nel Paese, ti autorizza solo all’imbarco senza visto su un aereo (od una nave) diretta negli USA, spetta al funzionario dell’Immigration nell’aeroporto (o porto) di arrivo autorizzarti all’entrata negli Stati Uniti.
  • Se l’ESTA scade dopo che sei entrato negli Stati Uniti ma prima che rientri in Italia non devi richiedere una nuova autorizzazione: “An ESTA is only required to be valid on the day you enter the United States. The ESTA does not need to be valid for the entire time a traveler is in the U.S.. If the ESTA expires while you are in the U.S., it will not affect your admissibility or the amount of time you are permitted to remain in the U.S. If an ESTA travel authorization expires before the traveler leaves the United States, the traveler is not required to apply for another”. Lo dovrai fare (evidentemente) se programmi un nuovo viaggio.

Quali dati occorrono per compilare l’ESTA?

Quali dati obbligatori sono necessari per compilare la richiesta dell’ESTA?

  • Il cognome, nome (se hai più di un nome inserisci solo il primo), data di nascita, sesso, Paese di nascita, Paese di residenza, il numero di passaporto, il Paese di emissione, la data di emissione e la data di scadenza.

Quali dati sono facoltativi per compilare l’ESTA?

  • L’indirizzo e-mail (la tua mail serve per notificarti con 30 giorni di anticipo la scadenza della domanda ESTA o una variazione dello stato ESTA), il proprio telefono fisso o cellulare, la città da dove partirà il volo intercontinentale non-stop per gli Stati Uniti, la sigla della compagnia aerea con la quale volerai negli USA ed il numero di volo.
  • Altri dati facoltativi da inserire li trovi alla voce “Riga dell’indirizzo 1″ dove inserire se disponibile l’indirizzo ed il numero civico del luogo dove soggiornerai negli Stati Uniti (nel caso visiti più località inserisci solo la prima, se l’indirizzo è sconosciuto inserisci il solo nome dell’albergo, se sei in transito scrivi “In transito” e la destinazione finale del tuo viaggio); alla voce “Riga dell’indirizzo 2″ potrai inserire i dati solo se alloggerai in una residenza privata; alla voce “Città” e “Stato” potrai inserire rispettivamente il nome della prima città e del relativo Stato dove soggiornerai. Tutti questi dati non sono obbligatori per l’invio della richiesta ma se li hai disponibili tanto vale inserirli.

Puoi quindi compilare l’ESTA anche se non hai ancora definito il programma di viaggio, ossia se non hai idea di quando viaggerai o con quale linea aerea, le informazioni di viaggio sono opzionali e non incidono sull’approvazione o meno della domanda.

Aggiornare l’ESTA.

Quali dati possono essere aggiornati dopo un primo inserimento od in caso di viaggi successivi?

  • L’indirizzo e-mail, il numero di telefono, il codice della compagnia aerea, la città in cui ti imbarcherai, l’indirizzo negli Stati Uniti. Non è ad oggi obbligatorio aggiornare questi dati.

E quali dati servono per riprendere un’ESTA ed aggiornarla?

  • Il numero di passaporto, la data di nascita ed il numero di autorizzazione. Se non trovi più il numero di autorizzazione puoi recuperare la tua ESTA anche inserendo oltre al numero di passaporto e la data di nascita anche il cognome, il nome ed il Paese di emissione del passaporto.

Quando aggiorni le informazioni la stampa che potrai fare riguarderà solamente le informazioni aggiornate e non la totalità dell’application originaria. Per aggiornare l’ESTA in corso di validità non dovrai pagare nulla.

Perdita dell’ESTA o errori nella compilazione.

E se non trovo più il mio numero di autorizzazione?

  • Non è grave. Potrai recuperare il numero della domanda attraverso il sito web ESTA inserendo il cognome e nome del richiedente, la data di nascita, il numero del passaporto ed il Paese di emissione del passaporto.

E se ho fatto un errore mentre compilavo la domanda?

Se l’errore riguarda uno qualsiasi dei dati del passaporto devi rifare integralmente una nuova domanda, non puoi correggere questi dati (e nemmeno viaggiare con l’ESTA non corretta). Ora si possono presentare due diverse situazioni.

  • La prima, la domanda con i dati sbagliati è stata approvata ed hai ottenuto comunque il numero di autorizzazione. In questo caso chiudi il browser o ancor meglio chiudi la connessione internet, riapri la connessione e collegati nuovamente al sito dell’ESTA, compila una nuova application (se vedi scritto “an existing application is already in the system” tu clicca “continue” e compila una nuova domanda), in genere otterrai subito un nuovo numero di autorizzazione che andrà immediatamente a sostituire il vecchio. Ovviamente dovrai ripagare l’ESTA. Se per qualche motivo fosse impossibile inoltrare una nuova domanda collegati al sito governativo CBP, nella sezione Find and Answer, E-mail us your Question, scrivi nel campo apposito “I made a mistake on my ESTA application” e segui le istruzioni: devi cliccare sul bottone a destra E-mail us your Question ed immettere una serie di dati che ti riguardano: il n° di autorizzazione (se lo hai disponibile), il tuo cognome/nome, la data di nascita, il n° di passaporto e la scadenza, il tuo telefono e la tua mail, descrivi in inglese l’errore commesso). Un Officer leggerà la tua mail, la tua application originaria sarà cancellata e sarai avvertito di quando potrai rifare una nuova domanda. Il servizio è in genere efficiente.
  • La seconda, la domanda con i dati sbagliati ha avuto subito esito negativo e l’autorizzazione è stata negata. In questo caso hai due possibilità. La prima è scrivere una mail, stesso procedimento illustrato sopra, descrivendo l’errore commesso. La seconda è suggerita sul sito dell’ESTA: “If you believe you were incorrectly denied ESTA authorization you may go to the DHS/TRIP Web site and file a redress request through the DHS Travel Redress Inquiry Program”. Per saperne di più in Find and Answer, E-mail us your Question scrivi nel campo apposito “ESTA application denied”.

Se l’errore riguarda invece altri dati, quali ad esempio la tua mail, il tuo telefono od i dettagli di viaggio, allora provvedi semplicemente ad aggiornare questi dati.

Importante, mai immettere dati falsi allo scopo di ottenere comunque l’autorizzazione, potresti essere bannato a vita dagli States: “Reapplying with false information for the purposes of qualifying for an ESTA could make you permanently ineligible for travel to the U.S.” 

Quando invece dovrai richiedere un visto?

Le casistiche possono essere diverse, di sicuro dovrai necessariamente richiedere un visto se:

  • intendi rimanere negli Stati Uniti per più di 90 giorni;
  • ti rechi negli USA per motivi diversi da turismo od affari; ad esempio se intendi frequentare un corso di studi in una high school od in una università americana; oppure se sei un giornalista che si reca negli USA per esercitare la tua attività;
  • intendi lavorare negli Stati Uniti;
  • arrivi negli USA a bordo di un’imbarcazione/aereo privato (ci sono eccezioni) oppure con una linea di navigazione non riconosciuta tra quelle previste per poter viaggiare nell’ambito del VWP. L’elenco degli “approved carrier list” lo trovi sul sito del U.S. Department of State, guarda in “Travel must be on an approved carrier”.
  • Chi è in possesso di un visto valido può recarsi negli Stati Uniti (entro la durata del visto e per la finalità per cui è stato emesso) senza dover compilare l’ESTA.

Esistono poi dei casi border line, uno di questi riguarda i viaggi soggiorno/studio estivi in college/famiglia per imparare l’inglese, di breve durata ed a carattere non intensivo. In questo caso è possibile che tu possa viaggiare in base al VWP ma forse è meglio accertarsene, sul sito infatti è scritto che se viaggi per motivi di studio devi richiedere un visto. Ora, chiedere un appuntamento in consolato/ambasciata (che sarebbe la cosa migliore) è una procedura lunga e complicata, ti suggerisco quindi di chiedere informazioni alla scuola che andrai a frequentare.

Importante, ricontrolla sempre le informazioni.

Controlla il sito ufficiale dell’ESTA ogni volta che programmi un viaggio, le cose e le procedure possono infatti cambiare.

Per qualsiasi tuo dubbio sull’ESTA o sulla necessità di richiedere un visto consulta:

 

Last Update: June 9th 2014

EmailGoogle GmailPrintFriendlyShare

Currency Converter